RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

[03] Il Colore


  1. Altro
  2. »
  3. Articoli
  4. » [03] Il Colore


[03] Il Colore, testo e foto by Juza. Pubblicato il 19 Settembre 2022; 24 risposte, 4022 visite.


Assieme al contrasto, il colore è un altro aspetto fondamentale di ogni foto. Vediamo gli strumenti fondamentali per ottenere le tonalità desiderate, correggere le dominanti e valorizzare i colori dell'immagine.



White Balance (con Camera Raw)

La prima, fondamentale operazione sui colori è già in fase di conversione raw: come abbiamo visto, tramite Camera Raw possiamo regolare il bilanciamento del bianco, cioè rendere le tonalità dell'immagine più calde o più fredde. Il controllo "Temperature" permette di agire sulla temperatura di colore, mentre "Tint" serve a correggere eventuali dominanti verde o magenta.

In alcuni casi il bilanciamento del bianco "As Shot", cioè come è stato impostato dalla fotocamera, va già bene: in questo caso possiamo evitare qualsiasi modifica. In altre situazioni, è possibile che la foto sia troppo fredda o calda, ed è quindi necessario andare a correggerla. Infine, anche se la foto ha tonalità corrette, è possibile modificare il bilanciamento per fini artistici: ad esempio, scaldando leggermente i colori solitamente si ottiene un'immagine più piacevole, con una luce più simile a quella dell'alba e del tramonto (a patto di non esagerare: scaldare esageratamente una foto scattata con luce "piatta" risulterà solo in una foto innaturale con forte dominante gialla).


I controlli Temperature e Tint, qui evidenziati in giallo, permettono di cambiare il bilanciamento del bianco.



Replace Color

Può capitare di voler modificare un solo colore dell'immagine: ad esempio, dare una tonalità più fredda ai verdi, lasciando però colori caldi nel resto dell'immagine; oppure correggere un rosso che vira troppo al magenta o all'arancione.

Lo strumento Replace Color di Photoshop (Image > Adjustments > Replace Color) è pensato esattamente per questo scopo, ed è il metodo più semplice per lavorare selettivamente su un colore: dopo aver aperto la finestra Replace Color, cliccate sul colore che volete modificare. Utilizzando il controllo "Fuzziness" potete ampliare o restringere la selezione: con una Fuzziness elevata verrà selezionata un'ampia area con colori simili a quello selezionato, viceversa con una Fuzziness ridotta verrà selezionato strettamente solo il colore su cui avete cliccato. La piccola anteprima in bianco e nero mostra la selezione: l'area bianca è quella selezionata, quella nera non è selezionata, mentre le zone grige sono una via di mezzo dove l'effetto verrà applicato solo parzialmente.


Spostate il controllo "Hue" per ottenere la tonalità desiderata, che potrete vedere in tempo reale nell'immagine principale (non nella piccola anteprima in bianco e nero). Vi consiglio di usare valori entro +10 e -10; se vi spingete oltre rischierete di ottenere artefatti e colori troppo innaturali.

Il controllo seguente, "Saturation", permette di aumentare o diminuire la saturazione in uno specifico colore; lo uso abbastanza raramente, in genere per togliere dominanti di colore dai bianchi e dai neri. Infine, non uso mai il controllo "Lightness", che va a rendere il colore più chiaro o più scuro, ma lo fa in modo poco piacevole, andando a rendere la tonalità più slavata.

L'unico grande limite di Replace Color è che può creare posterizzazione, specialmente nelle foto che hanno ampie zone uniformi (es. sfondi sfocati); ingrandite l'immagine al 100% (o 200%, o 300% su schermi ad alta definizione) per assicurarvi che non ci siano artefatti. Nel caso fosse presente posterizzazione, annullate l'intervento tramite la History (storia) di Photoshop: possiamo ritentare usando tecniche alterntive.



Selective Color

Un'efficace alternativa a Replace Color è Selective Color (Image > Adjustments > Selective Color). L'obiettivo finale è pressappoco lo stesso - cambiare un solo colore dell'immagine - ma viene fatto in modo diverso, con qualche limite e complicazione in più: in compenso, Selective Color non crea quasi mai posterizzazione, ed è quindi l'alternativa da considerare se non siamo riusciti ad ottenere un buon risultato con Replace Color.

Una volta aperta la finestra Selective Color, non troverete un'anteprima dell'immagine ma solo un menu tra cui scegliere il colore su cui volete agire: non si può scegliere un colore personalizzato come con Replace Color, ma bisogna scegliere quello nella lista (10 colori) che più si avvicina alla tonalità da modificare.

Una volta selezionato, si può cambiare la tonalità (entro un certo limite) modificando le quantità di ciano, magenta, giallo e nero presenti all'interno del colore; ad esempio, diminuendo il ciano e aumentando il giallo si andrà a scaldare la tonalità selezionata.


Fate un po' di prove osservando come cambia l'immagine, e una volta ottenuto il risultato desiderato confermate cliccando su ok.



Togliere dominanti dai bianchi e dai neri

Le zone con tonalità bianche (es. distese innevate, vestiti bianchi) possono creare particolori difficoltà perchè mostrano anche le più leggere dominanti di colore, al punto che anche regolando il bilanciamento del bianco può essere difficile avere dei bianchi di tonalità perfettamente neutra. Quanto necessario, un metodo semplice ed efficace per rimuovere le dominanti dai bianchi è utilizzare Replace Color: dopo aver aperto questa finestra come spiegato in precedenza, cliccate su una zona bianca, e quindi invece di agire su Hue (tonalità) agite su Saturation, andando a ridurre la saturazione dei bianchi quanto basta (solitamente tra -20 e -40; è meglio non andare oltre altrimenti parte dell'immagine diventa un bianco e nero).


L'esempio qui sopra mostra montagne innevate al tramonto: la tonalità dorata della luce è certamente piacevole, ma sulla neve può risultare eccessiva. L'ho ridotta, senza toglierla del tutto, utilizzando la tecnica descritta qui sopra; nel secondo ritaglio si può vedere il risultato.

La stessa tecnica si può utilizzare su oggetti neri (o meglio grigio scurissimo), per far sì che la tonalità sia del tutto neutra e non abbia dominanti.



Saturazione e saturazione selettiva

Lo strumento Saturazione, presente sia in Camera Raw che in Photoshop, permette di rendere i colori più vividi e intensi in modo molto semplice e immediato; tuttavia, lo utilizzo raramente, dato che già lavorando sul contrasto l'immagine ottiene colori piacevoli e carichi, e aumentare ulteriormente la saturazione in genere dà solo un effetto innaturale. Tuttavia, nel caso sia necessaria, vi consiglio di utilizzare valori moderati (tra +10 e +20) con lo strumento Saturation (o di Camera Raw o di Photoshop, i risultati sono equivalenti).

Più spesso mi capita, invece, di fare regolazioni selettive di saturazione, andando ad aumentare l'intensità dei colori solo in specifiche zone dell'immagine. E' possibile farlo con varie tecniche; quella che solitamente utilizzo, la più semplice e immediata, è lo strumento Sponge tool (spugna) che potete trovare nella barra degli strumenti laterale di Photoshop, sulla sinistra. Questo strumento è essenzialmente un pennello che va ad aumentare la saturazione sulle zone in cui cliccate: vi consiglio di impostare la hardness (durezza) del pennello su 0, e le dimensioni ovviamente dipendono da quanto è grande l'area su cui agire. Impostate "Mode" su "Saturate" e "Flow" su un valore attorno a 30 (questo controllo determina di quanto verrà aumentata la saturazione; il valore da utilizzare dipende dal risultato che volete ottenere).


A questo punto, non vi resta che pennellare sulle zone dell'immagine dove volete avere colori più brillanti.

Lo stesso strumento può essere utilizzato anche per l'operazione opposta, cioè ridurre la saturazione su specifiche zone; per farlo basta impostare "Mode" su "Desaturate".



Aggiungere una sfumatura tramite pennello

Una tecnica molto semplice ed efficace per cambiare leggemente le sfumature di colore di una zona dell'immagine consiste nell'aggiungere colore tramite pennello. Selezioniamo un pennello di dimensioni abbastanza ampie (in base alla zona su cui agire) e durezza 0%. A questo punto, andiamo a impostare il pennello sul colore che vogliamo aggiungere alla foto: magari il rosa per accentuare le tonalità di un tramonto o l'alba, o il blu per rendere più intenso il colore del mare, o un verde per caricare di più alberi o erba. Impostate l'opacità del pennello su un valore estremamente basso: solitamente per questa tecnica uso valori tra 3% e 5%.

Create un nuovo layer, in modo da lavorare separatamente dall'immagine di base, e pennellate sulle aree di cui volete modificare la tonalità: nonostante la bassissima opacità del pennello, l'effetto sarà immediatamente visibile. Fate attenzione a non esagerare: state mettendo del colore sopra il dettaglio dell'immagine, e un uso eccessivo porterebbe ad appiattire il dettaglio e rendere la foto troppo irreale. Controllate il risultato confrontando il prima e il dopo (rendendo il layer col colore visibile e invisibile) e se vi soddisfa rendete il tutto definitivo unendo i due layer.


L'immagine originale (a sinistra) e a destra la stessa foto dopo aver aggiunto una leggera sfumatura rosa sul cielo, tramite pennello con opacità 4%.



Lo spazio colore

Per tutte le mie foto, utilizzo lo spazio di colore Adobe RGB in fase di post produzione. Non è lo spazio colore più esteso che esista, ma è più ampio rispetto a sRGB (permette di avere più sfumature e tonalità di colore) ed è supportato da buona parte dei monitor di fascia media e alta, compreso il Dell XPS 13 (9310) che utilizzo.

In fase di pubblicazione sul web, però, è essenziale convertire lo spazio colore in sRGB (e la profondità di bit a 8 bit): uno degli errori più frequenti è pubblicare sul web immagini in AdobeRGB o in altri spazi colore diversi da sRGB; in questo modo appariranno in modo diverso a seconda del dispositivo e del software con cui vengono visualizzate, e nella maggior parte dei casi appariranno slavate, perchè molti browser non supportano gli spazi colore più ampi.

Convertire le foto in sRGB è l'unico modo per avere la certezza che verranno viste correttamente su qualsiasi dispositivo e browser. Vi consiglio quindi di salvare due copie dell'immagine: un file in TIFF 16 bit AdobeRGB, che mantiene la massima qualità e quantità di informazioni (e consente di fare altre modifiche di post produzione in un secondo tempo) e un file JPEG 8 bit sRGB, da utilizzare per pubblicazione sul web e condivisione.

Per convertire lo spazio colore, cliccate su Edit > Convert to Profile e impostate "Destination Space" su sRGB IEC61966-2.1; infine per convertire l'immagine a 8 bit cliccate su Image > Mode > 8Bits/Channel.


Indice articoli "Post Produzione by Juza"


[01] Photoshop e Camera RAW

[02] Il contrasto

[03] Il colore

[04] Layer e Layer Mask

[05] Riduzione del rumore

[06]

[07]

[08] Photo Stack vs Filtri ND

[09]

[10]

[11]





Risposte e commenti


Che cosa ne pensi di questo articolo?


Vuoi dire la tua, fare domande all'autore o semplicemente fare i complimenti per un articolo che ti ha colpito particolarmente? Per partecipare iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti, partecipare alle discussioni e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 224000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





avatarjunior
inviato il 19 Settembre 2022 ore 9:34

seguo grazie!

avatarjunior
inviato il 19 Settembre 2022 ore 9:59

Grazie Juza per la lezione molto chiara e al contempo dettagliata e "sfumata".

Piccolo refuso: portebbe --> porterebbe

avatarsupporter
inviato il 19 Settembre 2022 ore 10:27

Ottimo Juza, registro il tutto!

avatarsenior
inviato il 19 Settembre 2022 ore 11:21

rispetto a luce e contrasto, amo meno "toccare" i colori, ma articolo comunque molto interessante

avatarjunior
inviato il 19 Settembre 2022 ore 15:10

Ciao, rispetto alle tecniche precedenti mi sembra di capire che non hai cambiato workflow sulla correzione del colore.
Grazie per questo nuovo articolo.

avatarsenior
inviato il 19 Settembre 2022 ore 15:14

Interessante, grazie.
Puoi postare il link degli altri due articoli?

avatarsenior
inviato il 19 Settembre 2022 ore 15:28

Puoi postare il link degli altri due articoli?

in alto a destra nella pagina --> "Altro" --> "Articoli" ;-)

avatarsupporter
inviato il 19 Settembre 2022 ore 16:12

Argomento interessante trattato con molta chiarezza
Grazie
Massimo

avatarsenior
inviato il 19 Settembre 2022 ore 16:16

Trovato, grazie Arnaldo Sorry

avatarjunior
inviato il 19 Settembre 2022 ore 16:17

Altra super guida.. grazie davvero!

avatarjunior
inviato il 19 Settembre 2022 ore 17:44

grazie mille della bella guida

avataradmin
inviato il 19 Settembre 2022 ore 19:14

Puoi postare il link degli altri due articoli?


Ora ho aggiunto l'indice in fondo all'articolo, in modo da trovare rapidamente gli altri articoli della serie :-)

Piccolo refuso: portebbe --> porterebbe


Ho corretto :-)

avatarjunior
inviato il 19 Settembre 2022 ore 20:22

Tutto molto bello ma alla fin fine vedendo libroni di fotografia anni fa dove le foto erano intoccate e bellissime mi viene da pensare che tutte le immagini che vediamo sono dei falsi photoshoppati...e condanno anche me stesso perchè falsifico spesso e volentieri...scatti scialbi che trasformo in immagini super...amen

avatarsenior
inviato il 19 Settembre 2022 ore 20:31

Le "manipolazioni" si facevano anche prima solo che invece di farle in photoshop le facevano in camera oscura.

avatarjunior
inviato il 19 Settembre 2022 ore 20:54

Certamente....ma manipolate infinitamente di meno di adesso





 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me