RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie



TommasoDf
www.juzaphoto.com/p/TommasoDf



avatarFile Sony A7C non supportati da iPad Pro
in Fotocamere, Accessori e Fotoritocco il 02 Agosto 2021, 22:02


Buonasera, mi sto interrogando sul motivo per cui i file della Sony A7C non sono supportati da un iPad Pro di quarta generazione. In effetti andando a vedere nel sito Apple la lista delle macchine supportate, la A7C non compare. Ci sono tutte, vecchie e nuove, le Nex, A9, A7R4, A5000, RX ecc. La A7C no. Mi chiedo perché mai? Cos'ha di diverso? È una seccatura perché ho riversato tutto il mio flusso di lavoro su iPad con cui mi sto trovando davvero bene, ma gestendo tutto da File non riesco a vedere le anteprime delle immagini. Così devo importare tutto in Lightroom, anche immagini che sarebbero subito da scartare se potessi vedere una anteprima.
Avete qualche soluzione? Magari una app che possa accedere a File e farmele vedere. Ci sarà qualche altra camera non supportata o é proprio la mia fastidiosa? So che la 7C é mal digerita da molti ma questa é discriminazione :)


7 commenti, 269 visite - Leggi/Rispondi


avatarCome pagare un oggetto in sicurezza?
in Blog il 09 Luglio 2021, 7:37


Buongiorno ho un consiglio da chiedere. Sono piuttosto esperto in piccole-medie compravendite. Diciamo che ho un buon profilo su eBay e pure su subito e anche qui su Juza ed altri siti. Ho fiutato più di qualche volta la t*fa e fino ad ora mi è andata bene. La domanda:

Come si può pagare un oggetto costoso (nel mio caso una Leica Q2) in sicurezza? Ne avrei trovata una su subito ma il nuovo sistema del sito garantisce fino a 2000 euro. PayPal si ferma a 2500. Oltre, mi sembra di aver capito si deve essere venditori professionali. Contanti direi di escluderli proprio.

Rimane il bonifico bancario. Ma non c'è protezione proprio. Si deve andare sulla fiducia. Ma la cifra è troppo alta per non avere delle garanzie.

L'unica sarebbe prenderla in negozio o su Amazon, in quel caso andrei tranquillo. Ma che fare se si trova un usato pari al nuovo? Come vi muovereste?


15 commenti, 265 visite - Leggi/Rispondi


avatarE adesso cosa faccio? Quale camera e sistema?
in Fotocamere, Accessori e Fotoritocco il 08 Luglio 2021, 11:33


Buongiorno, innanzitutto un ringraziamento a Juza che mi ha permesso di vendere del materiale fotografico. E così ho conosciuto anche due utenti del forum. Bella esperienza.

Questa la situazione. Il mio obiettivo era monetizzare il più possibile per prendere una Leica Q2 (un desiderio che ho da tempo) e tenere la mia A7C con il 200-600 solo per uscite naturalistiche (anche se poche). Ora che ho monetizzato però ho qualche riserva. Premetto che mi piace avere sempre la macchina fotografica dietro, ovunque vada. Quindi da paesaggi in montagna (mare o lago), a strada, in campagna, in macchina o in vacanza. Ho sempre la mia A7c con un 28 vintage attaccato. Ho anche il 24-105 che è in stand by al momento. Ho appena venduto il 100-400 ma il 200-600 anche se fosse per 2 volte l'anno lo voglio tenere. Quindi sono "costretto" ad avere anche una fotocamera Sony.

Pensavo quindi anche alla possibilità di vendere la A7C e prendere una A7RIII con il Sony 24 GM. Di 28 mm pari livello Sony non ne fa mi sembra. C'è il Sigma ma è enorme. 42 mpx mi permetterebbero margini di crop non indifferenti.

L'altra eventualità è prendere la Leica Q2 che con i suoi 47 mpx mi darebbe la stessa possibilità di crop della A7RIII. Qui entra in campo il fattore "desiderio di una Leica". In realtà la Q l'ho già avuta in passato. Ma il vantaggio ora sono i suoi 47 mpx e la tropicalizzazione. E la sua filosofia essenziale che apprezzo molto.
Con una macchina avrei quelle focali che per me bastano e avanzano. Le stesse foto le farò con la A7RIII? Probabile. Ma, ripeto entrano in campo le emozioni. Quindi seguire le emozioni o la razionalità?

Qualche riflessione da condividere per schiarirmi un po' le idee?


12 commenti, 561 visite - Leggi/Rispondi


avatarQualche domanda su Leica Q2
in Fotocamere, Accessori e Fotoritocco il 26 Giugno 2021, 12:50


Buon sabato a tutti. Avrei qualche domanda da sottoporre ai possessori di Leica Q2.
Le raggruppo qui per comodità.

È noto che alcuni, nel primo modello si sono trovati sporcizia nel sensore. Problema risolto con la 2. Ma risolto quanto?

Ammettiamo di usarla anche per lavoro (con quello che costa almeno farla rendere). Ambiente: da officina meccanica a prove in campo di attrezzi per l'agricoltura. A volte a luglio con terreno secco e bello polveroso oltre che temperature piuttosto alte. Qualcuno direbbe, con quello che la pago in queste situazioni non la porterei mai. Io ragiono al contrario, proprio per quello costa non voglio tenerla come macchina della domenica. Avete aggiunto qualcosa per renderla ancora più a prova di polvere? Ho visto alcuni attaccare del nastro isolante in alcuni punti della Fuji X100V (non so dove di preciso ma l'ho visto).

Altra cosa, appurato che la macchina costa un botto, ma non sono un collezionista perciò quello che compro lo uso conviene acquistare l'estensione della garanzia (in questo caso l'obbligo di comprarla nuova credo)? Ho sempre sentito, oltre che letto di queste macchine in luoghi del mondo pessimi, trattate come ferri da stiro salvare vite umane addirittura ma funzionare sempre. Ecco quella fama di macchina robusta vale ancora o ci si è allineati agli altri produttori?

Terzo. Con il 28 mm quando si esegue un crop a 35 o 50 come risulta la prospettiva? Cioè è come usare un reale 35 mm o cambiano angolo di campo insieme ad altre cose?

Un'ultima cosa (per ora). Per gestire un file di quelle dimensioni che pc usate? Io lavoro da portatile Dell Xps 17 9700 collegato a un Eizo 2k. Ha un processore i7 10750H 16 gb di ram e una scheda video Nvidia GTX 1650 Ti. Non vorrei trovarmi con tempi che ti fanno passare la voglia.

Grazie a chi vorrà intervenire.


19 commenti, 771 visite - Leggi/Rispondi


avatarObiettivo a fuoco manuale 24 o 28 per Sony
in Obiettivi il 15 Giugno 2021, 19:08


Buonasera popolo, vado subito con la domanda.

Vorrei attaccare alla mia A7C un obiettivo con focale 28 mm (preferibilmente) o anche 24 con messa a fuoco manuale o anche autofocus ma che abbia il fine corsa nella messa a fuoco e la scala dei diaframmi. Ricordo che al tempo della Minolta Dynax 9 gli obiettivi autofocus avevano il fine corsa. Perché non li fanno più così? È il tipo di costruzione delle ottiche moderne che lo rende impossibile o c'è altro?

Ora, non so se ricordo male ma Leica, sulla Q ha una messa a fuoco manuale con il fine corsa. Dovrebbe avere quel pulsante sotto che è anche comodo per la rotazione della ghiera.

Comunque ho usato la funzione di ricerca qui su Juza ma come 28 o 24 non sembra esserci molto. Lo Zeiss Batis 25 non ha nulla di quello che cerco, il Sony 28 idem. Il Loxia 25 sembra avere i diaframmi e la messa a fuoco manuale ma non so se ha il fine corsa.

Grazie


26 commenti, 619 visite - Leggi/Rispondi


avatarEsperienza simil-analogica in digitale o analogica pura?
in Tecnica, Composizione e altri temi il 13 Giugno 2021, 13:44


Ciao a tutti, domanda della domenica:

Esiste un modo per ritrovare quelle emozioni che avevo quando scattavo con una Canon Ftb e una Nikon Fm3a? Mi è presa un po' la nostalgia. Al momento ho il mio corredo e mi va bene perché mi permette di praticare alcuni generi che non potrei altrimenti praticare.

Ben venga l'aiuto della tecnologia per carità, ma vorrei accostarci anche dell'altro. Io non vedo la macchina fotografica solo come uno strumento o almeno non sempre, non per tutti i generi.

A volte vorrei sentire il feeling, il piacere di tenere in mano una macchina meccanica con i suoi rumori meccanici, toccarla e sentire il metallo, gestire la messa a fuoco manuale, avere un obiettivo con un fine corsa, i diaframmi con gli scatti, il caricamento della pellicola, la leva dell'avanzamento. Belle cose insomma.

Pensate sia possibile avvicinarsi a quelle sensazioni con una macchina digitale e un obiettivo manuale adattato? Non ho mai provato e non so che sensazioni possa restituire. O l'unica sarebbe tornare a scattare con pellicola?

Fatta qualche esperienza al riguardo che vi va di condividere?


220 commenti, 3887 visite - Leggi/Rispondi


avatarMediocrità fotografica con consapevolezza
in Tecnica, Composizione e altri temi il 30 Maggio 2021, 12:38


Innanzitutto vorrei ringraziare gli utenti Durden e soprattutto Enzillo per avermi dato spunti di riflessione sui motivi del perché fotografo e del perché anche in questa passione esistono alti e bassi. Il tutto nasce anche per me da un momento di stallo più che di blocco. Ho quasi sempre la macchina fotografica con me ma non ho sempre con me l'entusiasmo e spesso torno a casa con la sd vuota. Complice che cosa? Ecco in questo caso mi ha aiutato l'intervento di Enzillo.

Mi farà molto piacere leggere anche le vostre esperienze.

Spesso su questo forum si sostiene che per fotografare si debba avere un progetto, un messaggio,qualche cosa da dire.
Le foto vanno lette in un contesto,attualizzate etc etc,
Sebbene sia probabilmente tutto giusto,questo condanna il fotoamatore, che pensando di dover anelare a diventare un artista, nel cercare di "crescere" perde di vista cio' che e' veranente importante, il divertimento nel fotografare.
Io a un certo punto ho realizzato di essere un fotografo mediocre, come quasi la totalita' degli appassionati.
Questa consapevolezza mi ha finalmente sbloccato, non fotografo per lavoro, per concorsi o per riconoscimenti, ma perche' mi piace.
Abbandonata quindi ogni velleita' artistica, e' sparita l'ansia da prestazione ed e' rinato il piacere di fotografare.


Da parte mia non ho ancora raggiunto la consapevolezza di essere un fotoamatore mediocre. So di esserlo a livello conscio, ma inconsciamente credo di non accettarlo ancora. A questo punto, cosa ancora più importante mi chiedo perché sono un fotoamatore mediocre. Una delle tante possibili risposte l'ho trovata confrontando la mia passione con il mio lavoro. Nel mio lavoro sono un pro, come si dice oggi. La maggior parte della mia creatività e delle mie risorse sono riversate lì. Ecco che escono idee, prodotti e lavori che funzionano. Nella fotografia ci posso riversare quello che avanza, considerando che nella vita come tutti ho altre cose a cui dare importanza.

Probabilmente se fossi un professionista della fotografia sarei un ottimo fotografo. Poi esistono quei casi di persone che riescono ad eccellere in ogni cosa che si mettono in testa di fare (categoria di cui non faccio parte). Attenzione, non è una semplice scusa per non impegnarsi a trovare nuovi stimoli o a provare nuove tecniche. Si tratta proprio di circostanze reali e che al momento non si possono cambiare. Questo confronto con circostanze e capacità diverse dalle mie, a volte porta sconforto. Fino a che non si raggiunge la maturità di cui parla Enzillo. Maturità a cui guardare per vivere finalmente la fotografia con serenità.

Come dicevo, mi piacerebbe sapere la vostra. Ovviamente siamo tutti diversi. Quindi, voi siete riusciti a raggiungere un equilibrio tra le vostre circostanze e quello che fate o vorreste fare/raggiungere con la fotografia? E se sì come ci siete riusciti? O siete, consciamente o inconsciamente ancora nella fase di tormento (esagerando si intende)?



62 commenti, 2712 visite - Leggi/Rispondi


avatarChe ne é dei nostri corredi in questo periodo? Che ne fate?
in Tecnica, Composizione e altri temi il 09 Gennaio 2021, 10:52


Ciao amici, ogni tanto anche le anime positive si scoraggiano. Capita. Così pensavo di condividere con voi la situazione che stiamo vivendo dal punto di vista fotografico e tecnologico. Se ne è già parlato, in parte. Ma io mi rivolgo principalmente a coloro che della fotografia ne fanno una passione, o magari semplicemente un hobby o agli appassionati di tecnologia.

Cosa ne facciamo dei nostri corredi, a volte da migliaia di euro in questo schifosissimo periodo che non sappiamo ancora quanto durerà? Io come anche voi, stiamo facendo il possibile per rispettare questi benedetti dpcm a volte talmente incomprensibili che mi auto recludo all'interno del mio comune per timore di sbagliare. Ma il caso vuole che il mio comune abbia zone di interesse fotografico vicine allo 0.

Amando la natura, mi piace passeggiare per i campi. Ma il Veneto (che io amo, sia ben chiaro) sarà anche patria del lavoro, ma in nome di questo, di natura ne è rimasta ben poca. Io mi reputo ancora giovane, ma in 39 anni il declino l'ho visto eccome. La fauna sta scomparendo, non parliamo di acqua nei fiumi e nei fossati o dei lunghissimi periodi di cielo color grigio ammazza tridimensionalità. Senza contare che per una volpe ci sono 10 cacciatori pronti a impallinarla (non sia mai che su 50 polli se ne trovi uno in meno). Sono appena rientrato da una passeggiata (per campi) e per "sicurezza" ho portato con me la macchina fotografica. Sono tornato con la memory-card vuota, sempre che non si vogliano fotografare le carinissime e simpatiche tortore.

Così, per "disperazione" mi ritrovo a fotografare le cose più banali che mai avrei pensato di fotografare. Dal mio pinscher nano che sbadiglia, a bulloneria di varia dimensione a insetti morti di freddo ma che anche da morti sono fotogenici. A volte mi sento proprio come il proverbiale uccellino in gabbia. Poi mi passa, ma ogni tanto è così. A volte mi parte l'embolo di pazzia e mi viene voglia di vendere tutto il mio corredo, che rimane lì a prendere polvere e a fotografare cose che potrei fotografare benissimo con il cellulare. Alla fine a cosa mi serve in questa situazione tutta la mia attrezzatura?

Oggi è quel giorno di cui parlavo all'inizio, domani sarà un altro giorno. Però volevo condividerlo con voi. Vi capita mai?


16 commenti, 680 visite - Leggi/Rispondi


avatarUn aiuto su cosa tenere e cosa lasciare. Macchina o obiettivi?
in Fotocamere, Accessori e Fotoritocco il 26 Dicembre 2020, 13:56


Ciao ragaxi, in questi giorni di meritato riposo stavo meditando di liberarmi di un po' di materiale fotografico. Ma avrei necessità di un consiglio.

Preso da una scimmia di insolita razza sono passato da A7 III con cui mi trovavo benissimo ad una A7R4 con cui mi trovo altrettanto bene. Sarà passato circa un anno.

Quello che però accade è che molto spesso mi ritrovo a ridimensionare i file dal momento che un 6000 X 4000 (che era quello della A7 III) mi va più che bene.
Quello su cui non mi ero informato bene è che una macchina da 60 mp necessita di obiettivi che siano in grado di risolvere una tale densità di pixel. Ignoranza mia a non essermene informato prima. Triste

Quindi ora mi chiedo se cambiare la A7R4 con una A9 o eliminare gli obiettivi che non sono in grado di lavorare con 60 mp. Il 200-600 sta già prendendo il volo. Ma qui è una questione di inutilizzo. Insieme a quello vorrei dare via anche il 70-200 f4 che non ce la fa con i 60 mp della A7R4. Vorrei sostituirli con il 100-400. Ho il moltiplicatore 1,4X per cui, per quello che ho fatto finora non sentirò la mancanza dei 200 mm in meno. Presumo sia un obiettivo in grado di lavorare con la A7R4.
Il 16-35 2.8 e il 24-70 2.8 vorrei tenerli. Ho un Samyang fisheye con cui divertirmi ogni tanto. Un Sigma 180 macro e un Minolta 100 macro. Ho anche un Laowa per microfotografia (con questo c'è un mondo da scoprire).

Natura e scarpinate sono la mia passione. Ci aggiungo foto che scatto per lavoro a cose che costruiamo. Quale sarebbe la cosa più saggia da fare?


5 commenti, 362 visite - Leggi/Rispondi


avatarSmartwatch o cosa? Consigli
in Tema Libero il 03 Novembre 2020, 21:23


Stavo meditando l'acquisto di uno smartwatch ma mi sono posto un interrogativo. Tra le funzioni che mi interessano ci sarebbe il monitoraggio del sonno e dei battiti cardiaci. Ma nel caso di Apple, non è che l'autonomia sia da primato. Quindi mi chiedo ma a cosa servono certe funzioni se poi di notte lo devo caricare? Praticamente ogni notte da quello che ho capito. E cosa monitora se è in carica?

Del gps potrei farne a meno. Vorrei tenesse traccia dei miei allenamenti in palestra (mi alleno in casa). Anche se non dovesse riconoscere il tipo di sport avere almeno dei dati da analizzare. In più mi interessa che si possa collegare a degli auricolari Bluetooth per ascoltare musica.
Lo indosserei tanto quanto un orologio. Quindi vorrei un minimo di autonomia che vada oltre il giorno.
Cosa consigliereste voi? State già usando qualcosa del genere?


6 commenti, 196 visite - Leggi/Rispondi


avatarFare di necessità virtù. Si però...
in Blog il 27 Dicembre 2019, 16:40


Cari amici di Juza, questa volta l'ho fatta grossa. E volevo condividere con voi la mia disperazione che in parte si sta trasformando in lezione di vita.

Almeno fate del sano umorismo così me la rido un po'.

Partenza lunedì scorso per Tenerife. Cosa mi dimentico a casa? Sì, lui il mio zaino fotografico. Vi prego ditemi che una volta nella vita vi è capitato. Almeno mi sento meno... non mi viene l'aggettivo.

Potete immaginare l'attimo in cui ho realizzato di averlo dimenticato. Mi sono sentito le gambe leggere leggere. Ormai non potevo tornare indietro. Son dovuto partire senza.

Era una settimana che lo preparavo. Ho comprato anche il 16-35 e i filtri polarizzatore e nd. Qui è tutto adatto a farsi fotografare.

Comunque ho subito cercato di reagire. Pazienza ho detto. Mi godo il viaggio. Tanto ci tornerò. Qualche scatto con telefono lo faccio ma non è la stessa cosa per quante se ne dicano. Ho altri 3 giorni stupendi da trascorrere qui. Passo e chiudo.


11 commenti, 261 visite - Leggi/Rispondi


avatarProgetto mini oasi con capanno
in Tecnica, Composizione e altri temi il 02 Dicembre 2019, 19:55


Allora, ho un progetto in mente che vorrei condividere con voi per capire se è attuabile o meno. Magari qualcuno di voi l'ha già fatto. Il progetto mi sta frullando nella testa da diverso tempo ma ieri si è rafforzato perché dovendo andare a finire un lavoro ho avuto modo di passeggiare dietro una parte della mia officina. Mi sono seduto lì e ho aspettato. È arrivato il pettirosso, il fringuello, la cinciarella, lo scricciolo e il regolo. In più passano gazze, merli, e il gheppio (molto più diffidenti).

Pensavo in questo spazio di circa 20 metri per 15 di allestire una piccola oasi con capanno. Inserisco due foto per farvi capire di che spazio si tratta.








Nella prima immagine ho segnato una prima possibilità. Cioè acquistare una di quelle casette porta attrezzi con porta e finestra e usarla come capanno fisso e preparare l'area circostante con posatoi, due nuovi alberi (per ora scarseggiano) e valutare la possibilità anche di scavare uno stagno. Dove finisce la freccia c'è anche un fossato con poca acqua.
C'è anche la possibilità di mettere il capanno più in mezzo ed stendere l'ambiente tutt'intorno, ma non so se sia consigliabile. Certo lo spazio sarebbe più grande, ma il capanno dovrebbe avere anche due finestre oltre alla porta.

Nella seconda immagine invece (perdonate le cianfrusaglie, ma è un po' da ripulire) ho pensato di ridurre la grandezza della zona dimezzandola. Quindi piazzare il capanno-casa dove segnato e realizzare comunque uno stagno e vedere se oltre al fico e al prugno può starci un altro albero più consistente. Questo mi permetterebbe di restare più immerso nell'ambiente.

Nella parte sinistra ci sono arbusti e cespugli vari e poi campi. A destra il muro dell'officina adibita però a magazzino, quindi non ci sono macchinari.

Che ne pensate. Si può ricavare qualcosa?





40 commenti, 2064 visite - Leggi/Rispondi





Foto Personale

prov. Padova, 361 messaggi, 9 foto


  ULTIME 10 FOTO PUBBLICATE 

Invia Messaggio Privato   Aggiungi Amico


TommasoDf ha ricevuto 6737 visite, 38 mi piace

Attrezzatura: Sony A7 IV, Leica Q2, DxO One, Sony FE 20mm f/1.8 G, Sony FE 200-600mm f/5.6-6.3 G OSS, Sony FE 1.4x (Per vedere le statistiche di fotocamere, obiettivi e ISO più utilizzati da TommasoDf, clicca qui)

Occupazione: Artigiano

Registrato su JuzaPhoto il 20 Giugno 2012

AMICI (11/100)
Jacopo Pasqualotto
Maila
PaoloMcmlx
Claudio Santoro
Elleemme
Palmieri Raimondo
Ianfelix
Federico Isacchi
Maurizio Catti
Maurizio Angelin
-zeppo-



 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me