RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Idea/tentazione Sony (A7r2 o altro...)


  1. Forum
  2. »
  3. Fotocamere, Accessori e Fotoritocco
  4. » Idea/tentazione Sony (A7r2 o altro...)





avatarsenior
inviato il 08 Maggio 2020 ore 23:51

Possiedo la A7r2 e non è che in AF faccia così schifo, anzi, in AFS non vedo troppe differenze rispetto alla terza serie.

La differenza si vede se si lavora in AFC.

Detto ciò, grande fotocamera con rapporto qualità prezzo molto alto.

(Mandatorio profilarla)

;-)

avatarsupporter
inviato il 09 Maggio 2020 ore 0:06

Oltretutto con ottiche manuali, il focus peaking mi è sembrato impreciso e in generale la messa a fuoco non mi ha entusiasmato.


Con il Focus Peaking molti commettono l'errore di credere che l'oggetto sia a fuoco appena si nota il "formicolio" su di esso.
Invece il "formicolio" in questione deve essere alla massima intensità. Basta farci un po' la mano ed è difficile sbagliare.
Può anche essere d'aiuto regolare su "Low" appunto il FP. Io ho assegnato a uno dei tasti programmabili appunto la funzione che regola il FP su Off, Low, Mid e Hi.

La MaF manuale può essere anche effettuata con l'ingrandimento nel mirino; e questo lasciando attivato il FP.
Con la sinergia tra queste due opzioni sbagliare è praticamente impossibile.

avatarjunior
inviato il 09 Maggio 2020 ore 0:09

Con poco più di 1000€ la A7RII è il meglio che si può prendere.
L'AF è ottimo.

avatarsupporter
inviato il 09 Maggio 2020 ore 0:26

Sempre a proposito del Focus Peaking; quel che conta è farci la mano:

Qui mostro come, con il FP dell'A6000 e un Micro Nikkor 55/2.8 AIS, passo dall'auto in movimento, nel giro di pochi secondi (infatti la macchina era ancora in vista), alla siepe di agrifoglio (e gli ingrandimenti dimostrano che la MaF era corretta):
www.juzaphoto.com/topic2.php?l=it&show=4&t=1905618#9145836

Con un'A7II e uno Zeiss-Contax Vario-Sonnar 80-200/4 ho focheggiato, sempre con il FP, su quest'oca indiana:
www.juzaphoto.com/galleria.php?l=it&t=2658525

Poi si è avviata carcollando lungo l'alzaia, ma non ho avuto difficoltà a seguirla:
www.juzaphoto.com/galleria.php?t=2661018&l=it
(non c'è bisogno che dica che andava molto lenta e che con un soggetto più veloce sarebbe stato molto più difficile).

Qui, con lo stesso zoom ho beccato un gabbiano in volo:
www.juzaphoto.com/galleria.php?l=it&t=2782049
ma devo ammettere che, in quel caso, all'80% è stato solo cu.lo.

avatarsenior
inviato il 09 Maggio 2020 ore 1:37

Ce l'ho da un anno e mezzo,presa d'occasione per usarla principalmente con ottiche MF e più che il focus peaking uso l'ingrandimento e mi ci trovo bene.
Uso anche i Canon 35/1.4L e 16/35f4isL in AF con il Sigma MC11 senza problemi;in merito alla mancanza del 2°slot se è vero che non ci lavoro è altrettanto vero che ne a me ne ad altri che conosco si è mai bruciata una scheda,ne uso una da128giga.
Mi pare che ci sia un po' di paranoia in merito,per quanto ne so' potrebbe anche piantarsi la macchina e allora?

avatarsenior
inviato il 09 Maggio 2020 ore 1:49

Capisco che il budget regna sovrano, però cacciare comunque soldi per r2 + 24 70 f4 , entrambi prodotti zoppi ,quando sai che lì più in alto c'è la combo definitiva, impeccabile a7r3 + 24 70 2.8 sigma nuovo nuovo è dura. Piange il cuore.

Per ciò che riguarda il single slot, si deve anche dire che esistono schede e schede. Se si ha preoccupazione per la perdita dati basta acquistare un modello tipo le Sony tough , che hanno costi e affidabilità superiori.

Come corpo è ottimo considerare la a7 iii in effetti


Come lenti io farei :
-24 70 2.8 sigma + 18 sammy + 90macro 2.8 Sony o 100 stf ... e si vive felici per 10 anni
- 14 24 sigma 2.8 + 45 1.8 + 75 1.8 sammy con lens station + 135 batis o zeiss più in là

avatarsenior
inviato il 09 Maggio 2020 ore 7:08

Haiku30, ho comprato una 7RII usata per curiosità, devo dire che il file la possibilità e la di lavorarlo mi è piaciuta molto. Tieni presente che il 90% delle mie foto è su cavalletto.
Il menù è un attimo "strano", ma ho settato i tasti in modo per, per me, funzionale e ci entro solo per formattare la scheda. E mi trovo più a mio agio con lei che ho da 5 mesi che in 10 anni di Canon serie 5 mk II/III
Ho il 24-70 che stai valutando, onesto vetro, non così pessimo come vedo scritto in giro, però l'af della combinazione è veramente veloce e preciso. Se ti piacciono lenti di carattere vai sul Voigt 40 sulla combo fatta da Ulysseita: Techart e 40 per Leica cosi diventa af. Altra bomba è il 90 macro. Lato grandangolo non saprei, ho preso il Tamron 20 macro ma non sono convintissimo della lente e medito il cambio con il 20 o il 24 Sony.
Sul doppio slot, avercelo è meglio sicuramente. All fine si fa come si può.
My two cents
Un saluto
ottobrerosso

avatarjunior
inviato il 09 Maggio 2020 ore 7:54

Mi riallaccio alla domanda iniziale dell'autore con un ulteriore dubbio.
Da tempo sto valutando l'acquisto di una A7R ma, a parte problemi di budget, sono molto indecisa tra RII ed RIII.
La differenza di prezzo non è poca ma, secondo voi, per la vostra esperienza, vale la pena aspettare e risparmiare ancora un po' per poi prendere la rIII o già con la rII potrei avere una fotocamera di ottimo livello? Il mio genere è fondamentalmente il paesaggio, su cavalletto ed userei solo ottiche vintage in fuoco manuale (soprattutto Leica M ed R)

P.s.
Spero che le risposte tornino utili anche all'autore del topic.

avatarsenior
inviato il 09 Maggio 2020 ore 8:56

@Giulia,come già scritto avevo un Zeiss distagon 28/2.8 e due Leica R 50/2 e 90/2.8 per cui quando mi si è presentata l'occasione favorevole per la 7rII l'ho colta al volo.
Non ho avuto modo di provare la 7rIII ma non ne sento affatto la mancanza,vero AF migliorato batteria più longeva e doppio slot a me non cambiano la vita magari ad altri si;ma per la destinazione d'uso che ne faresti anche tu penso che eventualmente faresti meglio investire la differenza in ottiche.

PS.Suddette ottiche le uso tranquillamente a mano libera con un minimo di accortezza.

avatarjunior
inviato il 09 Maggio 2020 ore 9:10

Buongiorno, grazie a tutti degli interventi, sta venendo fuori una bella discussione interessante! Non cito tutti direttamente se no devo scrivere 5 pagine, ma cerco di rispondere un po' a tutti gli aspetti emersi finora ;-)

@Giulia 88, ben vengano anche gli interventi di chi è in una situazione simile, sicuramente possono uscire considerazioni interessanti che magari uno dei due ignorava o a cui non aveva pensato!

Per quanto riguarda il corpo:

- Capitolo mirino, qualcuno che ha usato anche corpi Fuji può fare qualche paragone? Io ho provato quelli di T1 - T2 e H1 e li ho trovati validi, quello della R2 è paragonabile per dimensioni e qualità? Si può impostare a mirino lo scatto in 16:9 (per il jpeg ovviamente) vedendo direttamente il ritaglio live?

- Unico slot: concordo che con il doppio slot si è più tranquilli, però non avendo esigenze professionali non lo ritengo fondamentale, pur rimanendo un aspetto da tenere presente.
Per gli eventi potrei procurarmi un corpo di emergenza in caso di problemi.Essendo tra gli organizzatori, se dovessi avere un problema con la macchina ne risponderei a me.
Diciamo che ho inserito il discorso degli eventi più che altro per completezza, ma non voglio che influenzino la scelta, cosa che per altro è già successa con il corredo attuale.

- Capitolo AF, come per il mirino il mio riferimento sono i corpi Fuji sopra citati, qualcuno riesce a fare un paragone per avere un'idea di cosa aspettarmi? Non ho bisogno di prestazioni da primato, però vorrei che fosse fluido e soprattutto preciso.
Per abitudine ho sempre usato afs con punto singolo e ricomposizione, ma se dovesse essere meglio usare l'afc non avrei problemi a cambiare.
È saltato fuori anche il Techart, oggetto che, devo ammettere, mi stuzzica parecchio (anche per colpa delle recensioni di Ulysseta), su R2 come si comporta?

- Incarnato, profilatura, ecc… ho letto tanto su questo punto. Specifico che non sono un mago della post-produzione e per questo non escludo, se dovesse essere necessario, di prendere dei profili adatti. È però un aspetto che vorrei capire meglio. I jpeg in camera sono minimamente personalizzabili se dovessi averne bisogno per avere qualcosa di già pronto?

- La A7III, come accennavo, l'ho considerata, però inizia ad esserci una differenza di prezzo per me importante (e a maggior ragione con la R3). Ipotizzando un budget iniziale intorno ai 1700/2000 direi che la serie III ne occuperebbe troppo; per spendere di più c'è sempre tempo MrGreen.

Per gli eventuali obiettivi:

- Zoom 2.8 esclusi per prezzo e dimensioni (Tamron incluso, se prendo uno zoom su quelle focali voglio che parta da 24).
Lo Zeiss 24-70 mi sembrava potesse essere una buona soluzione per prezzo (parlo sempre di usato) e versatilità, mi coprirebbe quasi tutte le esigenze.

- 35 + 85 mi ispira, potrei partire con il solo 35 per vedere come mi trovo con il sistema.

- Lenti vintage, focus peaking, ecc…: questo è un aspetto a cui tengo molto. È inevitabile che ci sia chi si trovi bene con questi sistemi, quindi capisco i diversi punti di vista; io ho poca esperienza su questo perché adattare su aspc obiettivi pensati per un altro formato non mi ha mai convinto, vorrei però capire se sia fattibile senza impazzire avere una messa a fuoco precisa in situazioni tranquille.

Scusate la lunghezza, ma ho cercato di essere il più schematico possibile per non tralasciare nulla, magari viene fuori un bell'inquadramento che potrà tornare utile anche ad altri.

avatarsenior
inviato il 09 Maggio 2020 ore 9:51

Mirino fuji-sony, su macchine di pari rango (uso xt2 e RII) sono entrambi al top, non noto differenze o disagi nel passare dall'una all'altra. Sulle ottiche adattate sarebbe da valutare caso per caso. Preferisco generalmente usarle sulla a7s specie per ottiche a bassa risoluzione che non limiterebbero la qualità della RII e che invece sulla s mantengono il loro carattere originario senza limitare la resa del sensore. Ovviamente ci sono obiettivi vecchi che vanno bene anche a 42 mpx

avatarjunior
inviato il 09 Maggio 2020 ore 10:51

La A7RII ha il sensore BSI, per cui i vintage vanno meglio che su sensori tradizionali come i Canon.
Vede meglio i raggi inclinati.
Rimane il fatto che le lenti moderne sono superiori, già un economico Samyang 18mm da punti ai grandagolari vintage.
Per non parlare di belve come il Sony 20mm o il 35mm. senza scomodare i costosi GM.
Il mirino elettronico, chi lo prova poi fa fatica a tornare indietro.

Per Giulia, puoi anche non aspettare, la RII ha già tutto quello di cui hai bisogno e probabilmente anche di più.

avatarsenior
inviato il 09 Maggio 2020 ore 10:53

Lenti vintage, focus peaking, ecc…: questo è un aspetto a cui tengo molto. È inevitabile che ci sia chi si trovi bene con questi sistemi, quindi capisco i diversi punti di vista; io ho poca esperienza su questo perché adattare su aspc obiettivi pensati per un altro formato non mi ha mai convinto, vorrei però capire se sia fattibile senza impazzire avere una messa a fuoco precisa in situazioni tranquille.


Io per paesaggi utilizzo sempre il manual focus, che è molto piu' preciso di qualsiasi autofocus.
Con il Focus Peaking attivo si ingrandisce fino a 12x la montagna da mettere a fuoco, si fa una messa a fuoco precisa in 2 secondi, poi si scattano centinaia di foto ai monti senza mai spostare la messa a fuoco.
Il mirino elettronico con ingrandimento fino oltre 12x serve : sia per la messa a fuoco manuale precisa, sia per controllare se c' è turbolenza atmosferica, sia per usare la fotocamera come sostituto del binocolo per osservare animali di montagna a distanza.
Per l' ingrandimento sul mirino 12x io lo attivo con il pulsante C3 ( bisogna abilitare questa funzione ), è comodo, lo premi una volta ed appare la finestrella della zona da ingrandire, la puoi spostare o lasciarla al centro, la seconda volta ingrandisce 6X, la terza volta ingrandisce 12X, la quarta volta ritorna l' immagine senza ingrandimento, completa.
Gli obiettivi moderni Sony sono piu' costosi ma piu' leggeri , il motivo principale dei miei nuovi acquisti era il peso eccessivo dei numerosi obiettivi vintage fissi Nikon AI.

avatarsupporter
inviato il 09 Maggio 2020 ore 13:32

Rimane il fatto che le lenti moderne sono superiori, già un economico Samyang 18mm da punti ai grandagolari vintage.


Certo, i grandangolari spinti vintage in genere presentano forti problematicità.
Per dirne una, avevo fatto un pensierino al Nikkor 18mm F3.5 Ais, un po' per usarlo, un po' per allargare la mia collezione (ho gli Ai-Ais di tutte le focali da 20 a 180mm*); però, in base alle informazioni reperibili in rete, ho constatato che, con il digitale, o lo chiudi parecchio o hai un'eccessiva vignettatura**. Poi lo trovi solo a cifre salate (probabilmente i più lo prendono per collezionismo); e appunto il Samyang 18mm f/2.8 è molto più compatto e leggero, decisamente più usabile e oltretutto lo si trova a quacosa di meno (però il Nikkor 18 Ais non si svaluta); quindi credo proprio che questo Samyang sarà uno dei miei prossimi acquisti.***

Però, tra le focali maggiori, ci sono ancora dei vetracci di quaranta o cinquant'anni fa che si difendono ancora egregiamete riguardo agli MTF, perlomeno a diaframmi chiusi di qualche stop.

Si veda in proposito la sintetica e molto favorevole recensione, con tanto di test MTF, su Photographylife del Nikkor 50mm f1.4 Ais, non firmata ma probabilmente scritta da Nasim Mansurov, titolare del sito, ed effettuata con una D800E:
photographylife.com/lenses/nikon-nikkor-50mm-f1-4-ai-s
Scrive: "The NIKKOR 50mm f/1.4 Ai-S is a superb performer – whether mounted on a classic Nikon film camera, or a modern high-resolution DSLR like Nikon D800. ..."
Poi va da se che con un 50mm f/1.4 Sigma Art, a piena apertura non c'è storia (ma è anche molto più pesante e ingombrante).

Un'altra recensione, anch'essa non firmata e probabilmente di Mansurov****, del Micro Nikkor 55mm f/2.8 Ais:
photographylife.com/lenses/nikon-micro-nikkor-55mm-f2-8-ai-s
Il giudizio è: "Performance is very impressive wide open in the center of the frame. Mid-frame and corners start out a little weaker due to field curvature, but the performance is restored to very good levels when the lens is stopped down to f/8. Center frame peaks at f/5.6 reaching excellent results, while the corners are the best at f/8. [...] A great classic with impressive performance, especially when stopped down to f/5.6. CA levels are controlled extremely well and the lens is distortion-free. A great buy, especially on the second hand market."

Poi i vintage, in genere, non si prendono per fare la gara dei pixel peeping, a chi ce l'ha più lung... pardon... più risolvente.
Qui il mio collega-coetaneo-omonimo (abitiamo pure sullo stesso lago) Skylab59, nel post dell'08 Novembre 2016 ore 9:31, descrive molto efficacemente la ragione per cui alcuni si ostinano a usare questi ferrivecchi.
www.juzaphoto.com/topic2.php?l=it&t=2074728&show=2
Per comodità faccio un copia-incolla:
Ciao a tutti,
le vostre numerose risposte mi hanno fatto molto piacere! Sono finalmente usciti allo scoperto tutti quei marziani come me, che invece di rincorrere le ultime novità sfornate dal mercato, rovistano in soffitta o dai rigattieri per scovare vecchi cimeli ancora in grado di offrire qualcosa. E non sono solo i "matusa" come me!

In particolare, riassumendo, le motivazioni che hanno fatto scattare la molla vintage sono:

. la voglia di riutilizzare le vecchie lenti acquistate con tanti sacrifici all'epoca della pellicola. In questo caso in genere ci si stupisce dei risultati, molto migliori di quanto ci si potesse aspettare.

. il piacere di lavorare con la messa a fuoco manuale, che è tutta un'altra cosa: ti dà il tempo di osservare l'inquadratura, di migliorarla, di decidere esattamente cosa vuoi a fuoco e cosa no. Ti dà il controllo completo dell'immagine.

. utilizzare lenti con caratteristiche specifiche, tutte diverse. Le lenti moderne sono tutte quasi perfette, ottimizzate in ogni aspetto: sono senza difetti, alla fine tutte più o meno uguali. I difetti si trasformano in caratteristiche, da sfruttare al meglio per dare quel tocco in più. Sono lenti con un carattere specifico, con un'anima.

. sentire l'emozione di usare un oggetto antico, che ha vissuto e catturato immagini che possiamo solo immaginare. Ridargli la vita, una nuova chance per esprimersi.

. come guidare un'auto d'epoca: tutta un'altra cosa.

. il piacere di avere un corredo di grande qualità ad un prezzo accessibile. Leggero e performante (Zuiko, Nikkor, Zeiss, Takumar, ecc.)

Mi ha fatto grande piacere leggere il messaggio di Federico17, 17 anni! La messa a fuoco manuale, come dice Wladimiro Cavina è un pro, non una mancanza. Gli Zuiko della serie OM sono ECCEZIONALI. Io li ho acquistati negli anni '70 e '80 per la mia Olympus OM1 (che funziona ancora perfettamente) e ora li uso su A7R, e vi garantisco che fanno faville. Inoltre sono piccoli e leggeri. Federico, se puoi, al prossimo cambio, passa a FF, così li sfrutti a pieno nella loro focale effettiva.

Grazie a tutti! Ciao, Roberto

Qui commento il fatto che la variazione di resa ai vari diaframmi di ottiche vintage, quali il Nikkor 50mm f/1.4 Ais, può essere visto come qualcosa di non negativo per un certo tipo di approccio alla fotografia:
www.juzaphoto.com/topic2.php?l=it&t=3311890&show=12#19141555

Ovviamente non nego che, per certi generi ed esigenze, la resa ottimale già a tutta apertura di certe lenti luminose contemporanee (come i fissi Sigma Art) sia un plus... senza considerare poi, sempre per determinati generi ed esigenze, l'utilità dell'AF ecc...



* www.juzaphoto.com/topic2.php?l=it&t=3404026#19135222

** Pare che questo problema sia evidente soprattutto con i vecchi sensori da 12 Mpx delle D3 e D700, come evidenziato dal fotografo naturalista norvegese Bjørn Rørslett (probabilmente il massimo esperto di Nikkor vintage):
www.naturfotograf.com/lens_wide.html
Ma sembrerebbe che con i sensori più recenti tale problema sia attenuato:
www.jesuscoll.com/en/review-wide-angle-nikon-nikkor-18mm-f3-5-ai-s/

*** P.S. del 14/06/2020: L'ho acquistato e l'ho rispedito indietro il giorno dopo:
www.juzaphoto.com/topic2.php?l=it&t=3622926&show=4#20612441

**** L'avrei dedotto dallo stile di scrittura e dall'intercalare del termine "impressive", spesso ricorrente nei suoi articoli.

avatarsupporter
inviato il 09 Maggio 2020 ore 17:04

Confermo la bontà della Sony A7RII, macchina validissima anche per ritratti posati e se non si vogliono prestazioni velocistiche. In merito alla presenza di un unico slot, premesso che in quasi 20 di fotografia digitale, ho avuto un unico problema con una scheda SD Trascend e che da allora uso solo le Sandisk, quando si fotografano eventi per scopi professionali il problema, a mio avviso, non è il singolo slot, ma la presenza di almeno due corpi macchina, se si vuole la certezza di portare lo scatto a casa. Generazione di fotografi professionisti hanno fotografato e stanno fotografando con la Nikon D700, macchina notoriamente dotata di un singolo slot CF.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 221000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me