RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Grandangolo...come utilizzarlo al meglio


  1. Forum
  2. »
  3. Obiettivi
  4. » Grandangolo...come utilizzarlo al meglio




PAGINA: « PAGINA PRECEDENTE | TUTTE LE PAGINE |

avatarjunior
inviato il 15 Aprile 2019 ore 10:10

Grazie @Andre90s e @Jacopo !!!

cercherò senz'altro di includere sempre un bel soggetto in primo piano ed avventurarmi oltre la chiusura f18/f20 a cui mi sono sempre fermato ;-)
4) Il polarizzatore ce l'ho solo per la lente kit (18-105 nikon) ma credo proprio sarà il prossimo acquisto che farò
5) Il tubo di prolunga proprio non lo conosco, mi informerò...perchè in effetti la distanza minima di messa a fuoco è 24 cm, quindi non si riesce ad avvicinare troppo il soggetto in primo piano
6) I panorami sono una vera trappola, si può pensare che il grandangolare permetta di fotografarli come meritano ma, alla fine...il risultato è un disastro.

In tutto ciò mi par di aver capito che il grandangolo è la lente meno "scontata" tra tutte, bisogna imparare a conoscerla, usarla e a vedere con "occhio grandangolare"...altrimenti il risultato sarà veramente scarso!

avatarsenior
inviato il 15 Aprile 2019 ore 11:50

Come sempre in questi casi ti è stato detto e consigliato tutto ... e il suo contrario!
Di mio, oltre a quotare le sagge parole di Alabama, ti consiglio di partire sempre dalla focale più lunga a tua disposizione, 20 mm se non ho capito male, e allargare l'angolo di campo solo quando ti sarà impossibile includere nella scena tutti gli elementi che ti occorre includere, senza però eccedere di un solo millimetro.
In questo modo imparerai a curare al meglio l'inquadratura e potrai quindi passare alla fase successiva, ossia il controllo preciso della composizione, che affinerai iniziando ad adoperare sempre un millimetro in MENO rispetto a quanto prima reputavi necessario ;-)

avatarjunior
inviato il 15 Aprile 2019 ore 12:58

Grazie @Paolo...si in effetti la tentazione di partire subito da 10 mm a prescindere è forte !...con il risultato di includere di tutto nel fotogramma e fare un gran caos.
Il suggerimento di inquadrare partendo da 20 mm e allargare finchè lo si ritiene necessario mi sembra un ottimo consiglio per non cascare nella "trappola" dei grandangoli ! ;-)

avatarsenior
inviato il 15 Aprile 2019 ore 13:22

...Lasciati tentare dalla lussuria della focale piu' spinta invece e sdraiati perterra o attaccati a qualche angolo tra pavimento e pareti che ti faccia da micidiale fuga prospettica !
Occhio alla polvere MrGreen

avatarsenior
inviato il 15 Aprile 2019 ore 13:24

Partire da 10mm intendi con una apsc, che sappia io non esistono 10 per ff

avatarjunior
inviato il 15 Aprile 2019 ore 14:04

Si scusate, mi riferivo sepre all'apsc

Ah ah ah, @Jacopo vedrò di buttarmi per terra....e terrò d'occhio la polvere !!! ;-)

avatarjunior
inviato il 15 Aprile 2019 ore 14:19

Attento che la storia di chiudere molto il diaframma non è in realtà un gran consiglio. Intanto il tempo di scatto si allunga ed è un parametro che devi scegliere in base alla situazione che vuoi ottenere (ad esempio al tramonto significherebbe avere tempi molto lunghi, tipo 30sec, che rendono l'acqua un velo di seta. Se è questo l'effetto che vuoi ottenere va bene, altrimenti se vuoi avere un effetto più naturale tempi di 1-2sec max sono più adatti).

Inoltre chiudendo molto il diaframma vai incontro al fenomeno della diffrazione, che in parole povere riduce la qualità della foto che otterrai, così come la nitidezza.

Io cerco di non andare mai oltre F16 su FF, su APSC di solito mi tenevo entro F11, avendo su APSC una profondità di campo maggiore a parità di diaframma.

Ti basta usare l'iperfocale per avere una nitidezza accettabile su tutto il frame oppure se devi fare lavori particolari per stampe di alta qualità, usare la tecnica del focus stacking che consiste nello scattare più foto spostando il punto di messa a fuoco, così da avere tutto perfettamente nitido. In questo caso potresti tenerti anche a diaframmi più aperti, come 5,6, così da avere la massima nitidezza dalla tua ottica (ci sono diversi siti online per fare il confronto dei dati MTF. Di solito comunque si parla 2 stop sopra il diaframma più aperto).

avatarsenior
inviato il 15 Aprile 2019 ore 14:28

che sappia io non esistono 10 per ff

Flarelux per tua info ;-)
www.juzaphoto.com/recensione.php?l=it&t=voigtlander_10_f5-6hyperwide
www.juzaphoto.com/recensione.php?l=it&t=venus_laowa_10-18fe
www.juzaphoto.com/recensione.php?l=it&t=samyang_xp10_f3-5

avatarsenior
inviato il 15 Aprile 2019 ore 16:21

66 grazie per l'aggiornamento, ero rimasto al 12 Canon

il Laowa 10-18 ottica davvero interessante, peccato sia solo per Sony Triste

avatarsenior
inviato il 15 Aprile 2019 ore 17:00

Poni sempre grande attenzione alla direzione e alla qualità della luce.
Includi un primo piano che permetta di valorizzare la profondità all'interno della foto
Cerca delle linee immaginarie, disegnate ad esempio da un golfo di un lago, i binari della ferrovia, ecc

avatarsupporter
inviato il 15 Aprile 2019 ore 18:25

Direi che tra i vari interventi siano arrivati suggerimenti molto interessanti e che condivido :-)

L'uso dei grandangoli spinti così come dei fish-eye pone delle sfide non indifferenti, ma se si studia bene la scena e si ha la fortuna di avere una buona luce (prerequisito fondamentale in qualsiasi genere fotografico) possono uscire fotografie davvero interessanti e di grande impatto, visivo ed emotivo.

Un rischio concreto, come già detto da chi mi ha preceduto, è che si abusi dei suddetti obiettivi, mentre il loro utilizzo va ponderato attentamente. Direi che sono gli obiettivi che richiedono maggiore meditazione da parte del fotografo per cui (se la tua intenzione è di specializzarti con essi) non avere fretta e valuta attentamente ogni elemento (e ce ne staranno tanti!) che contribuirà al risultato finale.

Il soggetto in primo piano è decisamente importante e aiuta a dare profondità riempiendo contemporaneamente una bella porzione della foto. Molti paesaggisti sfruttano tale elemento, non a torto.

Per quanto riguarda le distorsioni in paesaggistica non preoccuparti oltremodo, solo in presenza di orizzonti devi stare più attento, soprattutto con i fish-eye. Se parliamo di foto di architettura beh lì mettere in bolla e/o usare grandangoli decentrabili diventa quasi la regola a meno di voler creare di proposito qualche effetto particolare. Dipende sempre dal risultato finale che si vuole/deve ottenere.

Per concludere ti consiglio di sperimentare tanto e vedrai che l'esperienza ti aiuterà ad allenare l'occhio, in questo modo capirai più facilmente quando e come usare focali grandangolari.

avatarjunior
inviato il 15 Aprile 2019 ore 18:35

Ti consiglio di leggere questo, io l'ho trovato molto utile:



Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 180000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





14 Ottobre 2019

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)
PAGINA: « PAGINA PRECEDENTE | TUTTE LE PAGINE |


 ^

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me