RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Recensione Dell XPS 13 9310


  1. Altro
  2. »
  3. Articoli
  4. » Recensione Dell XPS 13 9310


Recensione Dell XPS 13 9310, testo e foto by Juza. Pubblicato il 12 Marzo 2021; 119 risposte, 7893 visite.


Da un paio di settimane ho iniziato a usare il nuovissimo Dell XPS 13 9310 (2021) come workstation, in sostituzione di un precedente XPS 13 9365 che dopo tre anni di uso e abuso mi ha lasciato a piedi. Vi racconto le mie impressioni, a partire dall'impressionante trafila necessaria per acquistare un computer Dell.



Una delle caratteristiche che apprezzo di più dell'XPS 13 sono bordi sottilissimi, che permettono di avere dimensioni molto compatte nonostante lo schermo da 13.4" formato 16:10.



Apple vs Dell: l'esperienza di acquisto

Se dovessi dire chi sono i due big nel settore computer portatili, citerei sicuramente Apple, con i suoi eccellenti Macbook e Macbook Pro, e Dell, che con la linea XPS propone modelli pari (o superiori, per alcuni aspetti) agli Apple. Tuttavia, tra le due aziende ci sono sostanziali differenze, e pur amando i prodotti Dell devo dire che in termini di esperienza e attenzione al cliente Apple stravince.

Apple ha un lineup di portatili molto semplice, costituito da pochi modelli, tutti di qualità e tutti di ultima o penultima generazione. L'acquisto è un vero piacere: si seleziona il modello desiderato, si personalizza RAM/SSD/processore, e si invia l'ordine, con un tempo di consegna solitamente di 1-2 giorni. Serve aiuto? C'è in bella vista il numero verde, oppure si può chattare con un operatore - a me è capitato di farlo per acquisti di accessori, un cavetto da 20 euro, e in pochi secondi ho potuto parlare con un operatore cortese e preparato.

E con Dell? Al confronto, sembra quasi una parodia, e ogni anno va peggiorando. Dell ha sempre prodotto un'enorme gamma di computer, spesso confusionaria, ma almeno la linea XPS fino a un paio di anni fa si era mantenuta semplice e ordinata, con tre modelli (XPS 13, 15 e 17) e 5/6 configurazioni per ciascun modello. Ora, ci sono ben quattro XPS 13 in commercio (ciascuno con tutte le sue diverse configurazioni): il vecchio XPS 13 7390, il "nuovo" XPS 13 9300, il "nuovissimo" XPS 13 9310 (quello che ho recensito) e l'ancora più recente XPS 13 9305, che è uscito il mese scorso ma in realtà è il vecchio XPS 13 7390 rimarchiato e venduto a prezzo "entry level". Quindi, se vedete un XPS 13 a un gran prezzo e pensate di aver trovato l'affare del secolo, guardate meglio: probabilmente vi stanno rifilando roba vecchia con un marchio nuovo.

Come se non bastasse, le quattro versioni sono elencate sul sito Dell mischiando le varie configurazioni e senza specificare chiaramente quale sia la versione; l'unico modo per saperlo è guardare l'url della pagina, dove apparirà la versione (7390, 9300, 9305, 9310).


Per capire la versione esatta che state acquistando dovete guardare l'url della pagina. Sul serio.

Vi consiglio caldamente di prendere la versione 9310, che ha gli schermi migliori e processori di ultimissima generazione (Intel di 11 generazione). Se per qualche motivo comprerete al di fuori del sito Dell, fate attenzione anche all'anno di produzione del computer, perchè Dell sta anche riutilizzando codici simili a modelli passati; esiste ad esempio il Dell XPS 13 9350, che non è un modello seguente al 9310, ma è un vecchissimo modello del 2016 (l'anno scorso Dell ha scelto di ricominciare da capo la numerazione da 9300, dopo essere arrivata a 9380).

Se vi trovate un po' confusi in mezzo a tutto ciò, potreste voler contattare l'assistenza. In passato anche Dell offriva assistenza via chat, ma ora non più: cliccando sul pulsante "Contattateci" si aprirà una pagina con molteplici opzioni; dopo essere impazziti per mezz'ora cercando quella giusta probabilmente arriverete a una pagina che vi mostrerà il numero verde da chiamare. Bene, ho telefonato e dopo aver passato quattro o cinque menu telefonici per raggiungere l'interno desiderato... mi ha risposto una voce registrata dicendo che per informazioni bisogna guardare sul sito Dell, lo stesso sito che dopo mille giri mi aveva rimandato all'assistenza telefonica.

A questo si aggiunge che mentre Apple ha un'infinità di negozi fisici, oltre alla possibilità di vedere computer Apple in qualsiasi superstore di elettronica, Dell non ha nessun negozio (se non rarissimi negozi generalisti che vendono anche qualche modello Dell) ed è pressoché impossibile vedere i Dell dal vivo prima di acquistare. I tempi di spedizione? In genere 1 mese, con spedizione dalla fabbrica in Cina, contro gli 1-2gg di Apple.


L'XPS 13 è estremamente sottile, ma la costruzione in metallo e fibra di carbonio dà un'impressione di eccezionale solidità e qualità.

Ora, immagino che vi starete chiedendo perchè dopo questa tragicomica trafila non ho mandato al diavolo Dell e ordinato un Apple. La tentazione è stata forte, ma, per quanto mi riguarda: 1) preferisco il sistema Windows a Mac OS 2) alcuni programmi che utilizzo come sviluppatore funzionano solo su Windows 3) da alcuni punti di vista i Dell sono superiori, in particolare per l'eccezionale schermo senza bordi. Ovviamente, se per voi questi tre aspetti non sono importanti correte subito a comprare un Apple e non perdete tempo con una delle aziende meno "customer friendly" che si possano trovare.



Un portatile eccezionale

Ovviamente, il voler continuare con Dell - un marchio che utilizzo ormai da oltre 15 anni - non è puro masochismo: la ricompensa per chi avrà il coraggio di affrontare tutto quello che ho descritto è un prodotto di altissima qualità, un portatile che per potenza, componenti, rifinitura dei dettagli e schermo è al massimo possibile offerto dall'attuale tecnologia.

L'XPS 13 9310 misura 295 x 199 x 14.8mm e pesa 1.32kg, contro i 304 x 212 x 15.6mm e 1.40kg dell'Apple MacBook Pro 13 (M1): nonostante il Dell sia visibilmente più piccolo, ha uno schermo leggermente più grande grazie ai bordi sottilissimi, appena 4mm contro i circa 10-12mm di Apple. Inoltre, lo schermo del nuovo XPS ha formato 16:10, uguale a quello dell'Apple e migliore rispetto al 16:9 dei precedenti computer Dell.

Un altro aspetto dove Dell stravince è la risoluzione: l'XPS 13 9310 ha una mostruosa risoluzione 3840 x 2400 pixel, contro i 2560 x 1600 pixel dell'Apple. Anche se quest'ultimo è già ottimo, la nitidezza estrema dell'XPS è imbattibile (e la maggior parte dei software ormai supporta anche schermi con questa risoluzione, a parte rare eccezioni). In termini di angolo di visione, fedeltà dei colori e luminosità sono pressochè identici: entrambi hanno luminosità 500 nit e un angolo di visione enorme.


In termini di qualità dei materiali, l'ultima versione dell'XPS 13 è ancora migliore delle precedenti, con una superficie esterna interamente in metallo e superficie interna in fibra di carbonio.

La tastiera è, come lo schermo, pressochè senza bordi: va quindi a sfruttare al massimo tutta la superficie disponibile, così come l'ampio touchpad. Il pulsante di accensione serve anche da lettore di impronte digitali per sbloccare il computer ed è incredibilmente veloce e accurato; basta un leggerissimo tocco per sbloccare all'istante il PC.

L'XPS 13 9310 è uno dei primi portatili a utilizzare i processori Intel di undicesima generazione (litografia a 10nm): nello specifico, il modello che ho preso è il top di gamma della serie XPS 13, con processore Intel i7-1185G7. Si tratta di un quad-core da 4.8 Ghz: una potenza mostruosa, che si traduce in una velocità eccezionale per qualsiasi operazione si vada a fare, compresa la post produzione di foto. Ho addirittura provato a lavorare foto da 180 megapixel e l'XPS 13 9310 le ha gestite senza alcuna difficoltà, con la stessa fluidità con cui il mio computer precedente lavorava foto da 20/24 megapixel.


La configurazione del mio portatile (con schermo 3840x2400px, non in elenco)

La RAM è disponibile in configurazioni da 8, 16 e 32GB; inizialmente volevo prendere quest'ultima, ma tra i modelli in pronta consegna era disponibile solo uno con 16GB di RAM, comunque più che sufficienti in ambito fotografico. Infine, l'SSD da 1TB offre notevole velocità e spazio in abbondanza - ben più di quello che andrò mai a utilizzare, dato che tutti i miei files sono su cloud.

Ho sempre usato portatili veloci, ma questo nuovo XPS 13 è davvero un altro mondo: l'accensione richiede pochi secondi, e anche l'avvio di programmi pesanti come Photoshop è estremamente rapido. Ogni tanto si sentono le ventole che raffreddano il processore: venendo da un modello fanless è una cosa a cui non ero più abituato, ma tutto sommato è un rumore non troppo fastidioso ed è un piccolo prezzo da pagare per avere una velocità veramente straordinaria.

La durata della batteria è di 3-4 ore, ma può variare ampiamente a seconda dei programmi che si utilizzano, scendendo sulle due ore con software particolarmente esigenti oppure superando le sei ore con uso molto leggero. L'autonomia di oltre 15 ore citata da alcune recensioni è possibile solo con la versione FullHD e con utilizzo estremamente leggero; Dell stessa dichiara autonomia di 14 ore sulla versione con schermo FullHD ma solo 8 ore per la versione con schermo 4K. Tuttavia, penso che lo schermo ad altissima risoluzione valga il sacrificio di autonomia, perlomeno per chi lo utilizzerà in ambito fotografico.

Dell fornisce un caricatore da 45W, purtroppo con cavo integrato: per i viaggi ho preso il caricatore Aukey 61W che consente di rimuovere il cavo e utilizzarlo anche per trasferimento dati.


Il lettore di impronte digitali, di fianco al pulsante Canc, è eccezionalmente veloce.



Cosa si può migliorare?

La telecamera integrata ha risoluzione 720p e qualità d'immagine scarsa, appena accettabile per videochiamate: la maggio parte degli smartphone moderni ha telecamera frontale di qualità nettamente superiore, e su questo aspetto penso che Dell potesse far meglio.

Lo schermo è quanto di meglio si possa avere da un LCD su un portatile, ma inevitabilmente non ha il contrasto di un OLED: in passato Dell aveva sperimentato schermi OLED su alcune varianti dell'XPS 15, poi abbandonate. Mi auguro che in futuro diventino lo standard come è ormai sugli smartphone di fascia media e alta; l'OLED ha una quantità d'immagine irraggiungibile dall'LCD.

Per chi, come me, utilizza quasi sempre la rete cellulare per navigare (con lo smartphone come hotspot) sarebbe molto utile avere connessione 5G e SIM o e-SIM integrata nel computer: permetterebbe di risparmiare la batteria dello smartphone, allungandone notevolmente la durata. Dell ha già in catalogo alcuni portatili con rete 5G, ma purtroppo questa caratteristica non è disponibile su nessun XPS: mi auguro che venga aggiunta nei modelli che usciranno l'anno prossimo.



Conclusione

Se cercate un portatile top di gamma con sistema operativo Windows, il Dell XPS 13 9310 è una scelta eccezionale, così come i suoi "fratelli maggiori" XPS 15 e XPS 17. Tuttavia, dovrete armarvi di molta pazienza per l'ordine e la spedizione, a meno di non trovarne uno in pronta consegna (io ho avuto la fortuna di trovarne uno su Ollo Store e in pochi giorni l'ho avuto a casa; se avessi ordinato sul sito Dell avrei dovuto aspettare oltre un mese).

Il prezzo della mia configurazione, 2200 euro, è relativamente elevato, ma parliamo di configurazione top di gamma, ed è pressochè identico a un Apple MacBook Pro 13 (M1) con pari caratteristiche (2169 euro per la configurazione con 16GB RAM, 1TB di SSD e processore M1). Ovviamente, se preferite il sistema operativo Mac, quest'ultimo modello offre un'alternativa eccellente al Dell.



Risposte e commenti


Che cosa ne pensi di questo articolo?


Vuoi dire la tua, fare domande all'autore o semplicemente fare i complimenti per un articolo che ti ha colpito particolarmente? Per partecipare iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti, partecipare alle discussioni e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 208000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





avatarjunior
inviato il 12 Marzo 2021 ore 10:20

Io ho un dell del 2011, va ancora benissimo con hd estraibile, secondo hd con slitta che può essere sostituito con dvd in un attimo e prestazioni ancora buone.
I7 quad core e 16 giga di ram.
Schermo ottimo full hd.
Il MacBook Pro dello stesso anno si è bruciato per il noto difetto della scheda video.
Quindi lo consiglio vivamente perché è un vero prodotto professionale.
Inoltre ha ancora il FireWire che mi serve per acquisire dalla vecchia camera dv.

avatarsupporter
inviato il 12 Marzo 2021 ore 10:23

Grande Emanuele....

mi hai fatto morire dal ridere con le "procedure d'acauisto"... neanche su Wish.... MrGreen

credo che apple, con gli ultimi M1 questo giro possa davvero fare molto anche contro i top di gamma come questi.
l'importante è che non occorra forzatamente lavorare su software esclusivi per Windows....

EDIT:
credo che per lavorare su singole foto con Photoshop come fai tu sarebbe stato perfetto perfino il macbook air fanless... :)

avatarjunior
inviato il 12 Marzo 2021 ore 10:27

Ottima analisi, grazie Juza!

Io ho da poco comprato da PCSpecialist.it, in pratica un CLEVO NS50MU (il modello sul sito è il LAFITÉ PRO), un portatile da 15,6 pollici 16:9 con le cornici sottilissime (credo uno dei più sottili), infatti entra dentro una custodia per notebook da 14 pollici e ci avanza anche un po' di spazio.

Preso con CPU Intel CoreTM i7-1165G7 versione full 28w, 1 TB SSD INTEL 665p M.2 NVMe, 16 GB di Ram Dual Channel Corsair 2666 MHz e Intel Wi-Fi 6 AX200, Thunderbolt 4 e grande batteria da 73Wh (se lo uso per navigare ci faccio 13 ore tranquille), pagato 1.034 euro spedizione inclusa! MrGreen





Davvero un super portatile, mi ci sto trovando veramente bene!
Non sarà piccolo e sottile come il Dell, ma per chi vuole una macchina comunque prestante da portarsi in giro, che dura tanto e comunque ha una discreta potenza (ci si può anche giocare a titoli recenti senza dettagli Ultra), lo consiglio vivamente!

avatarsenior
inviato il 12 Marzo 2021 ore 10:32

Bello e pratico!

avatarjunior
inviato il 12 Marzo 2021 ore 10:36

Ciò che fa la vera differenza è forse la tenuta del prezzo sull'usato, in favore della mela.

avatarjunior
inviato il 12 Marzo 2021 ore 11:15

Le problematiche dell'assistenza Dell le avevo affrontate anch'io alcuni anni or sono; sul loro sito avevo configurato un pc poi mi era sorto un dubbio e avevo cercato di contattare l'assistenza ai numeri telefonici indicati, per avere l'informazione che mi serviva, ma senza risultato. Tenuto conto che si può aver bisogno anche dopo l'acquisto e viste le difficoltà (o impossibilità?) di contatto ho preferito lasciar perdere e mi sono orientato su altro peraltro con molta soddisfazione per le mie esigenze. Altro aspetto che mi lascia meravigliato è che dopo 3 anni un pc possa lasciare a piedi. Mi sembrano pochini considerato anche i prezzi non esattamente popolari.

avatarsenior
inviato il 12 Marzo 2021 ore 11:20

Ciao,
provengo anch'io da 5 anni di XPS. Ora ti scrivo dal 7590 in attesa di vedere se passare al nuovo XPS15.
Ho anche un MBP2018.
Mi provo molto bene...peccato che (ovviamente) non sono portatili per i9 (la ventola partirebbe in continuo). Il mio è un i7 con 32 Gb.
Il display è qualcosa di eccezzionale. Un mio collega ha la stassa configurazione ma con lo schermo OLED. E' un casino in post-produzione perchè sotto un certo livello di grigio il display spegne i pixel e ti fa immediatamente vedere nero. Se stai pos-producendo una foto in b/n o poco esposta è un casino.

avataradmin
inviato il 12 Marzo 2021 ore 11:38

un mio collega ha la stassa configurazione ma con lo schermo OLED. E' un casino in post-produzione perchè sotto un certo livello di grigio il display spegne i pixel e ti fa immediatamente vedere nero. Se stai pos-producendo una foto in b/n o poco esposta è un casino.


Interessante, questo non lo sapevo!

avataradmin
inviato il 12 Marzo 2021 ore 11:39

Tenuto conto che si può aver bisogno anche dopo l'acquisto e viste le difficoltà (o impossibilità?) di contatto ho preferito lasciar perdere


L'assistenza tecnica di Dell è buona (negli anni ho avuto occasione di contattarla in molte occasioni), quella che è carentissima è l'assistenza in fase di acquisto.

avataradmin
inviato il 12 Marzo 2021 ore 11:42

Altro aspetto che mi lascia meravigliato è che dopo 3 anni un pc possa lasciare a piedi. Mi sembrano pochini considerato anche i prezzi non esattamente popolari.


Vero... ho avuto molti Dell e in genere hanno avuto vita breve... un XPS 15 del 2015 si è fulminato dopo due anni e mezzo (giusto il tempo di uscire di garanzia...), e l'XPS 13 2-in-1 dopo tre anni. A questi si aggiunge un XPS 16 morto anche lui dopo circa tre anni. Tuttavia, devo dire che io ne faccio un uso veramente intenso - quando sono a casa il computer è acceso dal mattino alla sera, e in viaggio deve sopportare caldo, freddo, sballottamenti vari.

In compenso, ho anche un vecchio XPS 15 del 2010 che ancora ad oggi funziona bene, ovviamente a livello di tecnologia e velocità è molto datato, ma dopo 11 anni funziona ancora! (e mi ha salvato nei giorni di attesa tra la rottura dell'XPS 13 2-in-1 e l'arrivo del nuovo 13 9310).

Tra gli "highlander" anche uno dei miei pochissimi computer di altri marchi, un Microsoft Surface del 2013 che funziona ancora perfettamente.

avatarjunior
inviato il 12 Marzo 2021 ore 11:53

I PC dopo tre anni di uso e abuso possono lasciare a piedi...il mio macbook pro dopo 10 anni di uso e abuso continuo a farci di tutto

avatarsenior
inviato il 12 Marzo 2021 ore 11:58

Non mi stupirei che la schedina con il 5G potessi aggiungerla aftermarket.
In un vecchio M4500 (2011) ho scoperto che era possibile montare anche degli SSD mSata, anche se non era dichiarato.

BTW, il vecchio XPS 9530 e' una roccia: lo sta usando ancora adesso mia figlia per la DAD e gliene ho fatte di tutti i colori.
Fai conto che ho dovuto cambiare lo schermo perche' l'avevo sfondato: 90€ dalla cina.

Il vero problema di tutti gli XPS che ho avuto/visto e' che superati i 5 anni di vita hanno la batteria che comincia a gonfiarsi, spingendo sul touchpad fino a renderlo inutilizzabile.
Cambiata la batteria torna tutto a posto.

avatarjunior
inviato il 12 Marzo 2021 ore 12:05

Sì ma come va con Lightroom?
Io ho un Dell gaming con 4 ventole per raffreddamento, con i7 serie 9 HQ (quindi desktop) con 32gb di RAM e schermo 4K e SSD e scheda grafica discreta 1050Ti ma Lightroom arranca...

avatarjunior
inviato il 12 Marzo 2021 ore 13:16

anche io ho preso DELL e nello specifico l'INSPIRON 7386 i7 8thgen 16gb ram 512gb M2

un prodotto che mi ha davvero dato molta soddisfazione, tuttavia segnalo che a livello di batteria mi ha lasciato a piedi diverse volte e sono ricorso alla garanzia per farla sostituire ma non mi è stato risolto il problema che consiste nello spegnimento del PC se la temperatura ambiente è bassa e la batteria sta poco sotto il 50% con segnalazione da parte del BIOS che la batteria è a 0% ! e impossibilità di accendere il PC, problema che si risolve attaccando il caricatore facendo recuperare un po di carica alla batteria (esempio 51% ) il problema non si presenta in estate quando fa caldo..

per il resto eccezionale, schermo touch al TOP ! dimensioni e peso TOP, qualità costruttiva TOP

per averlo ho aspettato quasi un mese, l'ordine da sito DELL dava una decina di giorni di attesa ma in verità il PC è assemblato in oriente e poi spedito all'acquirente con corriere. cosa che è un po lunghina...

avatarsenior
inviato il 12 Marzo 2021 ore 13:59

Solo io, a suo tempo, presi una fregatura colossale con un pc Dell, e precisamente una Precision M90?
In parole povere: dopo 3 anni di utilizzo la scheda video dette forfait, andando in panne. Scoprii così che era un problema di progettazione di quella serie di PC, comune agli Inspiron che usavano la Geforce corrispondente, per cui la scheda video andava in tilt facendo saltare i contatti.
L'unico sistema fu quello di smontare il pc, mettere in forno la scheda video, 220° per 15 minuti, estrarre e rimontare, et voilà, scheda funzionante fino al successivo picco di temperature, che avrebbe fatto risaltare i contatti. Mettendola in forno a quelle temperature si riuscivano a rifondere i contatti tra loro, e a far funzionare la scheda per un tot di tempo.

Da allora mai più un portartile, per quanto mi riguarda. E' il pc che mi è durato di meno.

Leggendo questa recensione mi è tornata un po' la voglia di portatile, ad esser sincero.


Ps: Juza, come mai un XPS e non una Precision?





 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me