RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Scelta pc per post produzione


  1. Forum
  2. »
  3. Computer, Schermi, Tecnologia
  4. » Scelta pc per post produzione




PAGINA: « PAGINA PRECEDENTE | TUTTE LE PAGINE |

avatarsenior
inviato il 09 Giugno 2024 ore 14:40

Thermalright è stata la scoperta più piacevole che ho.fatto durante l'ultimo upgrade... Davvero roba di prima qualità.
Io ho il Peerless Assassin (che nome pheego! MrGreen) ed il 5600X lo raffredda senza quasi nemmeno partire, pure sotto pieno carico.

avatarsenior
inviato il 09 Giugno 2024 ore 14:45

E comunque se non hai voglia di assemblarlo una cosa così andrà benone per anni e anni:
www.hp.com/it-it/shop/product.aspx?id=9V412EA&opt=ABZ&sel=DTP&gad_sour
Un millino e hai Intel di 14ma e rtx 4060.

avatarsenior
inviato il 09 Giugno 2024 ore 15:43

Un assemblato di quel tipo non lo consiglio, a parte che il case mi sembra molto chiuso il problema degli HP è che usano componenti non standard che non sono riutilizzabili nel caso uno volesse cambiare computer.

avatarsenior
inviato il 09 Giugno 2024 ore 15:46

L'HP è da prendere nel caso uno non se lo voglia assemblare (o non voglia ordinare le parti singole) e nel caso serva tutto quanto nuovo.
In questa situazione, sono scelte più che valide invece secondo me. Specie se il rapporto q/p non è male come in quel caso.
Il flusso interno è gestito molto bene in realtà, non c'è alcun paragone coi bidoni da gaming di Amazon: per esempio Axl del forum ne ha acquistato una versione molto più potente su mio consiglio ed è più aperto e con più ventole, dovendo dissipare più calore; invece questo da 1000 è traguardato su una componentistica meno energivora e meno calorifera, ci sta anche un design meno aperto.

avatarsenior
inviato il 09 Giugno 2024 ore 15:52

In caso invece abbia voglia e fiducia di farselo assemblare comprando i pezzi singoli vanno bene le due alternative di pagina precedente anche se personalmente spenderei meno di dissipatore, e dimezzerei i due dischi, facendo scendere il prezzo al fine di farci stare anche il case.
Per calare ancora un pochino potrebbe pure mettere una 3060 e 16 di RAM.
A quel punto siamo sui 1000.
Meno di così credo sia impossibile spendere per una configurazione che dia soddisfazione un minimo a lungo nel tempo per postprodurre.

avatarjunior
inviato il 09 Giugno 2024 ore 17:32

Un Thermalright da 35€ dual tower raffredda quanto un Noctua da 110€ e il rumore che fanno è lo stesso.

In generale sono d'accordo, se si trova un componente più economico, che alla fine ti rende come uno che costa il doppio è tanto di guadagnato... perchè spendere di più?

Però, secondo me, vanno anche visti i motivi per cui un determinato componente costa il doppio o più rispetto a uno simile, che magari all'atto pratico non hanno molta rilevanza, almeno non sempre e non per tutti, però ci sono.

Uno di questi motivi potrebbe essere il fatto che molti produttori, come ad esempio Noctua, ma ce ne sono tantissimi altri, investono più di altri nella ricerca e sviluppo.
Attenzione, non sto dicendo che gli altri marchi si limitano a scopiazzare, ma avendo la possibilità di analizzare modelli già ben riusciti, altri produttori sono sicuramente avvantaggiati.

Un altro motivo che mi viene in mente, potrebbe essere lo standard di produzione adottato da alcuni produttori rispetto ad altri, magari con controlli a campione più frequenti e più scrupolosi e con dei margini di tolleranza più restrittivi.
Il che potrebbe tradursi in, prodotti immessi sul mercato dello stesso modello, ma con esemplari diversi tra di loro, magari il più delle volte con differenze trascurabili, ma in altre con differenze più marcate.

Certo, poi l'esemplare fallato può sempre capitare sia se si prende Noctua, Corsair, MSI, Thermalright, Be quiet! e via dicendo.
Ma ogni volta che compro mi chiedo: con quanta probabilità può capitare tra questi produttori? e se dovesse capitare, l'assistenza clienti sarà di buon livello? in caso di RMA la procedura potrebbe essere più complicata?

Ecco.. secondo me, anche tutto questo andrebbe preso in considerazione durante la scelta, almeno io lo fò :-P

Scusatemi per il papiro MrGreen

Black, quoto la scelta della 3060 e dei dischi dimezzati, anche solo per SSD. Per la RAM dipende molto da che software si usa per la post produrre, se usa Adobe e quasi come chiedere a The Rock di mettersi una maglietta taglia M MrGreen

avatarsenior
inviato il 09 Giugno 2024 ore 19:28

Mmmh su Adobe hai ragione... Così come fosse C1...

avatarsenior
inviato il 09 Giugno 2024 ore 23:25

Un altro motivo che mi viene in mente, potrebbe essere lo standard di produzione adottato da alcuni produttori rispetto ad altri, magari con controlli a campione più frequenti e più scrupolosi e con dei margini di tolleranza più restrittivi.
Il che potrebbe tradursi in, prodotti immessi sul mercato dello stesso modello, ma con esemplari diversi tra di loro, magari il più delle volte con differenze trascurabili, ma in altre con differenze più marcate.

Certo, poi l'esemplare fallato può sempre capitare sia se si prende Noctua, Corsair, MSI, Thermalright, Be quiet! e via dicendo.
Ma ogni volta che compro mi chiedo: con quanta probabilità può capitare tra questi produttori? e se dovesse capitare, l'assistenza clienti sarà di buon livello? in caso di RMA la procedura potrebbe essere più complicata?


Ti posso assicurare che non é il caso di Thermalright, Gamersnexus ad esempio tra i vari parametri misura la precisione della lappatura e del contatto tra dissi e CPU e i loro modelli sono tra i migliori in assoluto se non proprio i migliori, ed è uno dei motivi per cui vanno così bene rispetto as certi modelli della concorrenza dal nome ben più blasonato che però poi sono costruiti da schifo (non Noctua in questo caso).

Sull'assistenza non saprei, ma è difficile che si abbia un problema su un dissipatore ad aria, e anche nel peggiore dei casi in cui mi si rompesse una ventola fuori garanzia con meno di 10€ gli metto una Arctic e ciao...

avatarjunior
inviato il 10 Giugno 2024 ore 17:45

Bubu93, si, infatti ho quotato il tuo intervento, ma non mi riferivo a nessun produttore in particolare, era per introdurre un discorso più generico su quello che, secondo me, potrebbe influire sul prezzo della componentistica per PC, quindi anche, ma non solo sui dissipatori.
Soprattutto, volevo esprimere delle considerazioni che potrebbero determinare la mia scelta in fase di acquisto.
Nel caso specifico di Thermalright, non avendo provato i suoi dissipatori, non posso esprimere un giudizio personale, ma se ti ci trovi bene è meglio così. Infatti, nel mio post precedente ho scritto: "In generale sono d'accordo, se si trova un componente più economico, che alla fine ti rende come uno che costa il doppio è tanto di guadagnato... perchè spendere di più?"
Io di recente ho preso il Contact Frame di Thermalright per evitare una possibile flessione della CPU, pagato pochissimo ma va benissimo. Rispetto al Thermal Grizzly, che costa anche di più, mantiene un pressione più uniforme e si evitano vari problemi di incompatibilità con alcune schede madri Cool

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 243000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)
PAGINA: « PAGINA PRECEDENTE | TUTTE LE PAGINE |


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve una commissione in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me