RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Ho testato la velocità di ricarica via USB-C


  1. Forum
  2. »
  3. Computer, Schermi, Tecnologia
  4. » Ho testato la velocità di ricarica via USB-C





avataradmin
inviato il 07 Dicembre 2023 ore 18:03

Qualche giorno fa ho preso un cavo di ricarica USB-C dotato di schermo con misurazione della potenza impiegata (questo: IZHOI Cavo USB-C 100W PD con schermo , costa 11 euro) per togliermi la curiosità di capire la reale potenza di ricarica di fotocamere, cellulare, computer e altri dispositivi Sorriso

Per cominciare, ho testato la ben rodata Sony A7C: mi aveva sempre dato l'impressione di metterci un'eternità a caricare le batterie, e infatti... la potenza che è in grado di assorbire è appena 2.6W, un valore davvero misero (in teoria, le fotocamere più recenti dovrebbero supportare l'USB Power Delivery e caricare molto più rapidamente)





Passando invece al computer portatile, la potenza che è in grado di assorbire dipende dallo stato della batteria e dal carico di lavoro, ma è comunque ottima (42.6W, e in teoria dovrebbe arrivare fino a 60W per una ricarica rapida).





Deludenti, invece, gli smartphone: ad esempio lo Xiaomi 13 vanta ricarica ultrarapida a 67W, ma questa è possibile solo tramite un caricatore proprietario che non rispetta gli standard; utilizzando un caricatore che usa correttamente lo standard Power Delivery, la ricarica è attorno ai 14W; idem per altri smartphone che ho provato (Poco M3 Pro, 16W).





La mia minuscola torcia Nitecore TIP SE carica a 2.6W, la stessa potenza della Sony A7C, che in realtà per questa torcia è ottima dato che ha una batteria ben più piccola in confronto a quella della Sony.





Una lanterna Nitecore, più grande, fa registrare 5.7W






...nelle future recensioni delle fotocamere includerò anche questo dato! Sorriso



AGGIORNAMENTI:

Nikon Z8: 10.6W Sorriso anche se siamo lontani dalla velocità degli smartphone, è pur sempre quattro volte la Sony A7C!







Nikon ZF: 10.0W




avatarsupporter
inviato il 07 Dicembre 2023 ore 18:12

E' importante lo stato di carica iniziale della batteria quando fai questi test.
Immagino che tu sia partito dalla batteria scarica o quasi, altrimenti i watt calano man mano che ti avvicini alla carica piena.
Uso quei cavetti da tanto tempo perchè mi permettono di capire lo stato di carica del Surface Pro 7 senza accenderlo (non ha un indicatore esterno come i macbook). Proprio perchè il wattaggio dipende dalla carica della batteria, basta collegarlo per sapere quanto è carica la batteria ;-)
Li ho trovati utili per molte cose che usano la PD usb-c (es.: caricamento del drone, gopro...).

avatarjunior
inviato il 07 Dicembre 2023 ore 18:16

Grazie, in effetti è un dato interessante e poco documentato.

Mi hai anche fatto venire voglia di comprarmi quell'affare che hai usato…. MrGreen

avatarsenior
inviato il 07 Dicembre 2023 ore 18:40

2,6 W è praticamente la potenza di ricarica di una USB Standard 5V 0.5 A ovvero 5x0.5 = 2.5 W

avataradmin
inviato il 07 Dicembre 2023 ore 21:46

2,6 W è praticamente la potenza di ricarica di una USB Standard 5V 0.5 A ovvero 5x0.5 = 2.5 W


E' la metà, in genere il micro-USB è almeno 1A @ 5V (5W), e può arrivare a 2.4A @ 5V (10.8W).

Ma qui la colpa non è della presa USB, o del cavo o caricatore, ma dipende da quanto il dispositivo riesce ad assorbire.

avatarsenior
inviato il 07 Dicembre 2023 ore 21:58

Molto interessante questo dato e incredibili le differenze in gioco! =O

avatarjunior
inviato il 07 Dicembre 2023 ore 22:10

Avete tutti sta smania di friggere le batterie in pochi cicli.

avatarsenior
inviato il 08 Dicembre 2023 ore 7:17

La modalità USB 2.0 è quella che viene impostata di default se non viene riconosciuta la porta durante la fase di connessione anche se l'alimentetore è PD ed è quello che avviene nel tuo caso della tua Sony A7C che normalmente dovrebbe caricare a 5V a 1.5 A ovvero 7.5 W . Probabilmente è colpa del cavo che non consente un corretto dialogo per definire la configurazione corretta e di conseguenza la ricarica passa alla configurazione di default di 500 mA (0.5A). Potrebbe anche essere che non c'è dialodo tra Sony e Caricatore, a volte succede anche nelle migliori famiglie

Ecco le specifiche per tutti i tipi di porta:

-USB 2.0: le porte USB 2.0 possono erogare fino a 500 mA (milliampere) di corrente a 5 V (volt).
-USB 3.0: le porte USB 3.0 possono erogare fino a 900 mA di corrente a 5 V.

-USB-C: le porte USB-C possono erogare fino a 3 A (ampere) di corrente a 5 V, a seconda della configurazione del
dispositivo.
- Standat PD 3.1 La Corente massima è 5 A e le tensioni possibili sono varie e possono variare durante la fase di
carica Tipicamente con opportuni cavi si può arrivare a 20 V per una potenza di carica di 100W. Attualmente lo
standard prevede anche Tensioni di 28-36-48 Volt che permettono rispettivamente 140-180 e 240 W


avatarsupporter
inviato il 08 Dicembre 2023 ore 7:29

Occhio che l'andamento nel tempo della curva di potenza di ricarica della batteria, se non è ricaricata da un caricabatteria "intelligente", non è lineare ma si abbassa con l'aumentare della percentuale di carica della batteria che si sta ricaricando.

avatarsenior
inviato il 08 Dicembre 2023 ore 8:03

Molto interessante, bravo!

avatarsenior
inviato il 08 Dicembre 2023 ore 8:14

Tutti i dispositivi che si collegano ad un alimentatore USB (Fotocamere, PC, Torce, etc.) hanno un caricabatterie interno che gestisce opportunamente la ricarica delle batterie di cui è dotato. In generale tutti i caricabatterie hanno una opportuna gestione delle batterie in carica. Fanno eccezione alcuni semplici caricabatterie per batterie al Piombo Automobilistiche e simili con ricarica lenta in cui è la batteria stessa a limitare la corrente di carica quando si avvicina alla tensione di completa ricarica
I caricatori di batterie al Litio esterni, originali o compatibili, sono sempre caricatori "Intelligenti" che iniziano con fasi in cui erogano in corrente e concludono la carica limitando la tensione ai valori propri della batteria fino ai valori specifici di ricarica completa, non potrebbe essere il contrario per non distruggere le batterie.

avataradmin
inviato il 09 Dicembre 2023 ore 8:33

Occhio che l'andamento nel tempo della curva di potenza di ricarica della batteria, se non è ricaricata da un caricabatteria "intelligente", non è lineare ma si abbassa con l'aumentare della percentuale di carica della batteria che si sta ricaricando.


Da possessore di un'auto elettrica lo so bene :-) ho fatto questi test attorno al 40% di carica, percentuale a cui si dovrebbe ancora caricare alla massima potenza, sopratutto con dispositivi "lenti" come quelli esaminati.

Nei prossimi giorni farò qualche prova anche con percentuali più basse o più alte.

avataradmin
inviato il 09 Dicembre 2023 ore 8:35

Sony A7C che normalmente dovrebbe caricare a 5V a 1.5 A ovvero 7.5 W . Probabilmente è colpa del cavo che non consente un corretto dialogo per definire la configurazione corretta e di conseguenza la ricarica passa alla configurazione di default di 500 mA (0.5A)


Interessante, non sapevo di questa configurazione minima di default. In teoria sia il caricatore che uso che il cavo rispettano tutti gli standard e il Power Delivery... alla prima occasione li proverò con un'altra fotocamera per vedere come va.

avatarsenior
inviato il 09 Dicembre 2023 ore 9:59

Tanto meglio, caricare le batterie in maniera più gentile ne massimizza la durata nel tempo. Certo magari ci vorrebbe una via di mezzo....

avataradmin
inviato il 09 Dicembre 2023 ore 10:24

Vero, però appunto ci vuola la giusta via di mezzo :-)

Caricare a 200W uno smartphone per avere ricarica in 10 minuti magari ha poco senso, ma una ricarica a 40-50W (rispettando lo standard PD) sarebbe una comodità che non dovrebbe danneggiare troppo le attuali batterie.

Idem per la fotocamera, che ha pressappoco una batteria con la capacità dello smartphone. O almeno 20 o 30W, ma non 2.5!

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 240000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve una commissione in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me