RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Street: come rompere la barriera della timidezza?


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » Street: come rompere la barriera della timidezza?





avatarsenior
inviato il 22 Giugno 2023 ore 11:24

la street non fa per me.

Neanche per me, anche se spesso gradisco quella fatta da altri;-) Non direi per timidezza. Piuttosto per scarso interesse su soggetti che si stanno facendo gli affari propri. Devo trovarmi di fronte a un soggetto o a una scena veramente molto interessante per indurmi a scattare a persone per strada.

avatarsenior
inviato il 22 Giugno 2023 ore 11:26

Praticamente tutte le street più famose e celebrate della storia della fotografia sono state scattate "di nascosto" e se la situazione non è in alcun modo pregiudizievole per il "protagonista" (...)


Io distinguerei: anch'io ho fatto alcune foto di persone (poche). Una era nel periodo del covid, una ragazza con la mascherina che camminava in riva al lago sotto la pioggia, con l'ombrello. Questo tipo di foto è quello delle foto postate da Checofuli: il protagonista non è importante, spesso non è neppure riconoscibile: potrebbe anche essere un manichino o un automa e la foto funzionerebbe lo stesso. In questi casi vale tutto, si scattano tranquillamente senza problemi. Diverso il caso di persone riconoscibili, il cui volto esprime sentimenti o in atteggiamenti particolari. Lì secondo me ci vuole rispetto e sono foto da fare con la collaborazione del soggetto. Non è che occorrano grandi discorsi, spesso basta un'occhiata per capire se la persona ci sta e si diverte o se la stai infastidendo.
Discorso ancora diverso il reportage: lì lo scopo è mostrare cosa sta succedendo, e che alle persone coinvolte la cosa stia bene o meno conta relativamente poco.

avatarjunior
inviato il 22 Giugno 2023 ore 11:50

Provo a dire la mia: legislazione vigente o no, privacy o no, suscettibilità o no, per fortuna in passato tutto questo era in termini ridotti rispetto al presente: questo ci permette di godere di immagini straordinarie che ci testimoniano tempi passati, attimi passati che non si ripeteranno piú. Sono memoria storica, non mi riferisco in questo alle sole immagini fatte dai grandi maestri ma anche alle foto fatte dai fotoamatori. Stesso dicasi per le foto ai bambini: in passato sono state scritte pagine infinite di poesia con le foto ai bambini. Tutto questo sarà un miraggio, un gran peccato in nome ed ossequio di un talebanesimo politically correct infarcito anche di "cancel culture" che caratterizza i nostri tempi. Gran peccato! Ma pazienza.
P.S. : che male c'è a fotografare i bambini? Sono immagini che potrebbero essere usate per scopi abominevoli? Lungi, ovviamente, dall'avere questa intenzione, ma vi pare che il maledettissimo malintenzionato non abbia a disposizione un telefonino o altra diffusissima tecnologia a sua disposizione per i suoi turpi e maledetti scopi?

avatarsenior
inviato il 22 Giugno 2023 ore 12:24

posso dire di moltissime immagini "rubate" di persone o luoghi e persone che non ci sono più, che consegnate ai figli o eredi, mi hanno riempito di gratitudine e li hanno resi di una felicità unica.

avatarsupporter
inviato il 22 Giugno 2023 ore 12:31

Non "ci sarebbe" nulla di male nel fotografare i bambini , per noi appassionati ovviamente che non abbiamo alcun altro scopo che non sia quello di immortalare una creatura che a volte sembra veramente un piccolo angelo ed è l'immagine della freschezza e dell'innocenza ma ... questo al genitore o genitrice non è dato sapere e quindi eventuali reazioni anche risentite sono assolutamente comprensibili , quindi moooolto meglio evitare.
Sul fatto che il soggetto principale della nostra foto non sia riconoscibile in viso posso anche essere d'accordo quando possibile , a meno si tratti appunto di persone che in qualche modo sono nelle condizioni di essere fotografate e non mi riferisco solo ad artisti di strada (ai quali ovviamente va elargito il giusto obolo) ma anche , ad esempio , nelle fiere , gli antichi mestieri o anche in pubblici esercizi : in questo caso ovviamente la richiesta di poter fotografare è d'obbligo e in genere la risposta è affermativa .
Non è comunque facile stabilire una casistica completa e onnicomprensiva e quindi , come sempre , è tutto demandato alla sensibilità del fotoamatore (che , appunto in quanto tale , non dovrebbe esserne privo !).
Ciò che , per quel che può valere, personalmente disapprovo e quindi evito accuratamente è il disagio , a trecentosessanta gradi , nel nostro Paese e all'estero (a meno che ovviamente non si tratti di un progetto/reportage-denuncia ma qui entriamo già in un altro àmbito) perché , sempre opinione mia , il disagio altrui non deve divenire il nostro passatempo.

avatarsenior
inviato il 22 Giugno 2023 ore 12:32

Nelle foto "rubate" io non ci credo, ed anche alcune foto di street del passato, che sono state spacciate per istantanee acchiappate sul momento, alla fine si sono dimostrate non acchiappate sul momento ma costruite, senza Photoshop ma coi soggetti.

Per la street io uso di solito la D4 ed il 24 - 70 F 2,8, che sono visibilissimi, e normalmente io fermo le persone, uomini e donne, in modo molto cortese, gli spiego che sono un fotoamatore e che stampo, e che mi ci vuole una figura umana adatta (= vestita in un certo modo e che si muove in modo regale) che mi si muova in una certa zona della mia scena, etc., e che la inquadro di spalle, raramente riprendo il viso e se lo faccio, glielo dico sempre prima, se me lo permette.

Raramente, ma veramente molto raramente mi dicono di no.

avatarsenior
inviato il 22 Giugno 2023 ore 12:37

Io ne faccio di street e non mi è mai capitato nulla anche perché alle volte chiedo;-)

avatarsenior
inviato il 22 Giugno 2023 ore 12:58

FrancoS64 se posso permettermi rinunciare così è veramente un peccato. Tutti, chi più chi meno, all'inizio erano intimoriti anche solo semplicemente nel girare con una macchina fotografica in mano. È naturale si pensa di essere strani di ricevere occhiate accusatorie. L'unico modo per vincere questa timidezza è mettercisi giorno dopo giorno con tutti i trucchi e consigli ricevuti dagli altri utenti tutti molto validi.
All'inizio si alzerà la macchina fotografica all'occhio una volta dopo aver verificato che nessuno ci guardi poi piano piano la cosa sara sempre più naturale fino a non farci più caso. Fidati, la street è a mio avviso una tipologia di foto tra le più belle non mollare solo perché pensi di non esserne capace!

user109536
avatar
inviato il 22 Giugno 2023 ore 13:17

Parlo in generale.

user109536
avatar
inviato il 22 Giugno 2023 ore 13:23

Che male c'è a fotografare dei bambini ? C'è ancora qualcuno che si pone questa domanda ? Prova a farlo negli USA ( classico bus scolastico ) o in riva al lago a Zurigo poi vedi cosa succede ! O prova a farlo con i miei nipoti ! Tollo71 dove vivi ?


avatarsenior
inviato il 22 Giugno 2023 ore 13:24

Ciao FrancoS64, e ciao a tutti

Se uno fa una cosa che mette fortemente a disagio mi chiederei quanto ne valga la pena. A meno che uno non abbia un obbligo o motivazione particolare, ad es lo deve fare per mestiere o perché utile come una sorta di terapia comportamentale. FrancoS64, anche io ho provato molte volte perché nelle prime fasi della mia passione fotografica ho subito la fascinazione di quella piccola sezione della 'street' che prevede foto a sconosciuti, ma ho sempre avuto estrema difficoltà per i tuoi stessi motivi. E difatti, pur utilizzando tutti i trucchi del mestiere, già elencati sopra, non ho mai ottenuto quello che desideravo o mi aspettavo. Semplicemente perché le foto, per farle bene, devi prenderti il tempo per farle, e rubare al volo uno scatto carico d'ansia non è il modo migliore per procedere.
Allora mi sono detto "a me sta roba non viene, lo psicanalista non me l'ha prescritto e visto che è un hobby mi deve rilassare o creare la 'giusta' tensione, non farmi montare il panico". Ed ho praticamente (quasi) mollato; quasi perché ho sempre con me una macchina fotografica, per cui se mi capita un occasione ci provo...ma senza farne una questione di vita o morte. Ho scoperto che mi piace molto di più fare altro e vivo felice!

Mi spiace se ho scritto banalità o cose che non volevi sentirti dire, ma ho voluto riportare la mia esperienza perché mi sono immedesimato con te, e con quella buona fetta di fotoamatori, che il pelo sullo stomaco modello Gilden non ce l'hanno.

avatarsenior
inviato il 22 Giugno 2023 ore 13:48

L'esibizione in pubblico evidentemente in me fa scattare altri meccanismi. Io sono ciò che "produco" con il mio strumento musicale,


Franco, forse hai toccato il nodo personale che sta sotto tutta la questione: la motivazione.
La musica per te ha un'importanza che ti fa superare la "timidezza". La fotografia no.
Se tu trovassi in te le ragioni che rendono importante fotografare le persone in un certo contesto, troveresti anche i modi per rendere questa cosa evidente ai tuoi soggetti. Con i "sorrisi" o le spiegazioni verbali o qualsiasi altro modo.

Sorriso

avatarjunior
inviato il 22 Giugno 2023 ore 13:51

beh ma non vuol dire che se uno che vivace/a suo agio in pubblico poi lo debba essere anche a casa o in giro a fare foto.
Vi ricordo Teo Teocoli grande attore sul palcoscenico, ma molto timido nel privato e lo disse lui in una intervista.Confuso

avatarsenior
inviato il 22 Giugno 2023 ore 14:16

I bambini non ci penso proprio a fotografarli, non si può mai sapere come va a finire;-)

avatarsupporter
inviato il 22 Giugno 2023 ore 14:17

©Teofilatto.
Concordo con te in tutto. Io peraltro sono super schivo e super riservato. In paese non ho amici. Il mio migliore amico sta in un paese vicino, foto-amatore come me e l'altro mio migliore amico sta a Casemurate. Quindi la mia strana condizione di non voler avere relazioni con gli altri, se non epistolari (scrivo su un portale di Geopolitica) non so perché muta se me ne vado in giro per gli altri paeselli del mio circondario del prea-appennino laziale e mi rilassa anche fare una chiacchierata. A volte le persone ti vedono con il missile (come hanno definito il 70-200) e si incuriosiscono, altre volte no e sono estremamente chiusi. Ma da un paesello all'altro ci sono pochi km e cambia tutto.
Però per me deve essere comunque una sorta di relax (terapeutico? Forse non lo so). Quindi a me piacciono i paesaggi, sono un mediocre fotografo, ma a volte faccio della street e sono contento dei risultati.
Ho fotografato anche tipi urtosi e c'è n'è qualcuno nella mia galleria che si vede che era alquanto scocciato, ma eravamo in un contesto di auto storiche e quindi ha fatto finta di nulla. Quindi dipende sempre dalle circostanze. Una volta ero andato per fotografare dei palazzi in stile liberty e mi sono ritrovato invece a fare della street.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 242000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.




RCE Foto

Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve una commissione in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me