RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Carta per stampa analogica Fomabrom Variant 112 FB


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » Carta per stampa analogica Fomabrom Variant 112 FB





avatarsenior
inviato il 22 Novembre 2022 ore 20:50

MrGreenMrGreen

avatarjunior
inviato il 22 Novembre 2022 ore 21:13

Good news

avatarsenior
inviato il 22 Novembre 2022 ore 22:58

Rispetto alla carta la stampa su pannello telato con emulsione liquida ha una marcia in più... c'è poco da dire Cool

avatarsenior
inviato il 23 Novembre 2022 ore 9:32

Eccovi le stampe



Non sono malvagie... la carta opaca le rende un po' poco "briose", ma tant'è.
Dapprima ho messo 1 filtro M2 (magenta scuro per aumentare il contrasto), poi 2 filtri M2, poi ne ho tolto uno. Man mano ho accorciato il tempo d'esposizione e chiuso il diaframma dell'ingranditore che fa da lampada.


E qui sotto gli stessi cachi, ma su pannello telato con emulsione liquida (stavolta è una scansione)
Se non ricordo male avevo un po' mascherato con la mano le zone troppo illuminate.
La stampa è più calda (i neri sono dei bellissimi marroni scuri) e leggermente più brillante. L'impressione generale è migliore: come "oggetto" è più gradevole sia alla vista che da tenere in mano. Si percepisce come oggetto più "di pregio".



avatarsenior
inviato il 23 Novembre 2022 ore 11:41

Sarà probabilmente un'ovvietà per voi topi da camera oscura ...

Per far uscire i neri bisogna sviluppare a lungo, fino in fondo, quindi l'esposizione dev'essere giusta. Togliere la stampa dallo sviluppo troppo presto per salvarla da una sovraesposizione significa non avere i neri, e quindi avere una stampa grigiastra.

Sorriso Elementare Watson! Sorriso

avatarjunior
inviato il 23 Novembre 2022 ore 16:28

Per far uscire i neri bisogna sviluppare a lungo, fino in fondo, quindi l'esposizione dev'essere giusta. Togliere la stampa dallo sviluppo troppo presto per salvarla da una sovraesposizione significa non avere i neri, e quindi avere una stampa grigiastra.


Vero fino ad un certo punto Skylab. il problema lo puoi avere anche se il negativo è sottoesposto. Per questo sarebbe interessante poterlo vedere

avatarsenior
inviato il 23 Novembre 2022 ore 16:51

Nel caso dei cachi il negativo è effettivamente un po' sottoesposto, e questo accentua i problemi.
Ho notato però che il nero esce veramente tardi (circa 1 minuto di sviluppo e più), forse anche per lo sviluppo un po' fiacco? Il prossimo weekend lo cambio per davvero.

Sono però felice di essere riuscito a tirare fuori qualcosa. Negativi utilizzabili per stampe a contatto ne ho pochi (ne ho parecchi in 24x36 mm, ma non sono lo scopo dell'operazione). Dovrò darmi da fare per produrne altri, magari di formati più grandi. Prima di buttar via carta voglio però essere sicuro dei tempi di esposizione. Magari provo ad inventarmi un metodo per misurare la luce. Non proiettando da ingranditore non posso nemmeno misurare l'immagine del negativo proiettato sul piano. Potrei però provare a tenere in mano la lastra e misurare la luce che passa attraverso e raggiunge il piano. Mah... vedremo. Sennò vado ad occhio e faccio provini finché trovo la giusta esposizione.

I negativi sono molto diversi fra loro dato che la latitudine di posa è veramente limitata. E' facile quindi ritrovarsi zone di luce bruciate e ombre buie sullo stesso negativo. Bisogna cercare soggetti con ombre e zone più illuminate per avere un po' di profondità, ma bisogna evitare il sole come la peste. E' totalmente un altro modo di fotografare.

avatarjunior
inviato il 24 Novembre 2022 ore 11:07

però occhio che se la lasci troppo nello sviluppo poi i bianchi diventano grigi

avatarsenior
inviato il 24 Novembre 2022 ore 11:15

Beh, certo... quando si vede che non succede più nulla, in ogni caso bisogna togliere la carta dallo sviluppo sennò poi va a male, come dici tu.

Ora devo preparare un po' di nuove lastre e uscire a far foto.
Basta prove e provini... mi sono rotto ;-)MrGreen

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 226000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me