RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Chiude Photo Professional. Crisi globale o crisi della fotografia?


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » Chiude Photo Professional. Crisi globale o crisi della fotografia?





avatarjunior
inviato il 21 Settembre 2022 ore 9:04

Oramai in edicola compro solo La Settimana EnigmisticaMrGreen

Forse si salvano le rivista di gossip con titoloni Totti contro Blasi, Belen ha un nuovo fidanzato oppure la Leotta è stata mollata e la brava casalinga per rimanere informata compra.MrGreen

avatarsenior
inviato il 21 Settembre 2022 ore 10:23

Oramai in edicola compro solo La Settimana EnigmisticaMrGreen

Ancora prendo qualche rivista specializzata e qualche collana di fumetti e la settimana enigmistica che non penso verrà mai soppiantata dall'edizione digitale.MrGreen

avatarsenior
inviato il 21 Settembre 2022 ore 10:25

Oramai in edicola compro solo La Settimana EnigmisticaMrGreen

Ancora prendo qualche rivista specializzata e qualche collana di fumetti e la settimana enigmistica che non penso verrà mai soppiantata dall'edizione digitale.MrGreen

avatarjunior
inviato il 21 Settembre 2022 ore 12:14

in passato (diciamo metà 90-metà 00?) ho comprato diverse riviste su diversi argomenti, salvo scoprire immancabilmente che:
- le recensioni presenti negli articoli sono tutte IDENTICHE, probabilmente avevano in redazione in redazione un generatore automatico con quelle due o tre frasette di circostanza. Tutto funzionava alla perfezione per il mitologico amatore evoluto che si sente un po' professionista (in ogni ambito, eh), c'è anche la recensione dell'attrezzo povero "per la moglie", interesse pari a ZERO
- gli articoli tecnici, dovendo rimestare sempre la stessa roba, hanno sempre le stesse quattro fregnacce e i presunti consigli sono roba che si impara dopo i primi tre mesi di hobby
- i report di eventi/fiere del settore sono tutti un siamo bravi, siamo belli, evento impeccabile, organizzazione eccellente, nessun problema, era buono persino il caffè della fiera in cui si teneva l'evento
- la pubblicità dichiarata era almeno il 60-65% della foliazione. Il resto erano gli articoli sopra, cioè marchettoni travestiti e non dichiarati.

In sostanza non credo di aver mai imparato nulla da una rivista di settore, ho sempre avuto l'impressione di pagare per comprare pubblicità e prese in giro.
Capisco la difficoltà di parlare sempre di cose nuove e di finanziare un'impresa del genere, ma francamente...

avatarjunior
inviato il 21 Settembre 2022 ore 12:35

Mai comprata una rivista di fotografia quello che ho imparato proviene da questo sito e dalla rete internet che risponde a miei dubbi/quesitiMrGreen

avatarsenior
inviato il 21 Settembre 2022 ore 12:55

C'è il mondo pre internet ed il mondo post internet. Fatta questa doverosa premessa difficilmente le riviste hanno formato, pochi gli articoli che puntavano a ciò, le riviste hanno informato, divulgato.Ritengo che la loro presenza, per un largo periodo, abbia avuto la sua importanza, con tutti i “se” ed i “ma” del caso.
Aggiungo, negli anni passati ho pubblicato tre articoli per DCM poi è passata a comperare solo articoli anglofoni ed ha cambiato direttore.

avatarsenior
inviato il 21 Settembre 2022 ore 13:05

Anche oggi su internet si ha spesso il dubbio e talora la certezza che gli articoli di contenuto tecnico in italiano, su riviste o siti specialistici on line, siano la traduzione di un articolo madre in inglese.
Restano le riviste cartacee dedicate alla cultura fotografica, con stampe di buona qualità su buona carta. Con il prezzo che ne consegue.

avatarjunior
inviato il 21 Settembre 2022 ore 13:26

Anche oggi su internet si ha spesso il dubbio e talora la certezza che gli articoli di contenuto tecnico in italiano, su riviste o siti specialistici on line, siano la traduzione di un articolo madre in inglese.

la massima parte della roba su internet è una rimasticatura di altri contenuti, spesso fatta da gente che manco ha le competenze, spesso che dice cose false o propina leggende metropolitane.

Però almeno non pago per leggerle (o se lo faccio poi m'in×).

avatarsenior
inviato il 21 Settembre 2022 ore 14:11

Anche molti contenuti video su Youtube sono tecnicamente approssimativi

avatarjunior
inviato il 21 Settembre 2022 ore 14:13

e pure peggio che approssimativi.
Ma, anche lì: non pago per vederli.

avatarjunior
inviato il 21 Settembre 2022 ore 14:16

Penso che sia nel campo informatico che fotografico i migliori articoli siano in inglese, purtroppo siti che pubblicano in italiano fanno la traduzione con Google Traduttore...ho detto tutto (Totò)MrGreen

avatarjunior
inviato il 21 Settembre 2022 ore 14:27

@andra.taiana mi riferisco per esempio all'ambito fumettistico

avatarsenior
inviato il 21 Settembre 2022 ore 16:09

Prima che arrivasse Internet, le riviste erano un punto di riferimento per noi amatori. E questo per 40 anni almeno. Fotografare, Progresso Fotografico, Tutti Fotografi ed Almanacco Fotografare le principali riviste del settore. Ora le cose sono completamente cambiate, con la mia generazione probabilmente morirà anche questo tipo di editoria.

avatarsenior
inviato il 21 Settembre 2022 ore 18:56

"mi riferisco per esempio all'ambito fumettistico"
Ho capito ora. Non lo immaginavo in effetti.

avatarjunior
inviato il 22 Settembre 2022 ore 16:47

Sono d'accordo sul fatto che una parte della carta stampata sia in grande difficoltà/declino, però è anche vero che forse negli anni stampati si è stampato troppo.
Molte riviste , anche in campo fotograficao erano cloni di cloni, abbastanza inutili.
ma questo non credo che voglia dire che l'arte e la cultura, siano in fase terminale.
Anzi, nel campo fotografico io vedo comunque mostre e molti libri fotografici interessanti, vedo un certo movimento.
Alcune riviste come "IL fotografo" si sono ammodernate ed escono sia in cartaceo che in digitale ad esempio.
Per resistere bisogna anche saper stare al passo dei tempi.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 224000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me