RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Il PO con sempre meno acqua..


  1. Forum
  2. »
  3. Tema Libero
  4. » Il PO con sempre meno acqua..





avatarsenior
inviato il 21 Giugno 2022 ore 8:12

visto l'impossibilita dei paesi produttori non solo di diminuire ma anche di arrestare la Co2, l'alternativa potrebbe essere quella di imporre ai paesi che producono CO2 di compensare piantando alberi, purtroppo utopia pure questa

non riuscimo ad arrestare la deforestazione delle foreste equatoriali, un danno immenso per la biodiversita , non solo perche le piante si mangiano c02 e producono ossigeno

la cosa migliore da farsi e prepararsi all'aumento delle temperature e periodi prolungati di siccita, inutile perdere energie per cambiare il paradigma mondiale sul sistema produttivo ed energetico

anche qui ci sono posizioni posizioni ecologiste che rasentano l'×ta, si fa facile ironia sui negazionisti, gli stessi poi sono contro il nucleare, con il risultato che produciamo elettricita a gas e carbone, pure a questi i neuroni girano storti e poi fanno ironia sugli altri


avatarsenior
inviato il 21 Giugno 2022 ore 8:52

Io fino a settembre non guardo più nessuna notizia sia in tv sia sul web riguardo agli allarmi sul clima e la siccità.
Emergenza risolta.
E funzionaMrGreen
Meditate......

user215112
avatar
inviato il 21 Giugno 2022 ore 9:08

perche le piante si mangiano c02 e producono ossigeno




Il 70% dell'ossigeno del pianeta viene prodotto dagli oceani, il problema che la troppa immissione di gas serra ha reso ampie zone di oceano delle vere e proprie zone morte, non solo non vi è più vita, ma non produce più ossigeno e questo è allarmante.

Si parla sempre di CO2 ma si parla troppo poco del metano, gas terribilmente più nocivo della CO2 con un effetto serra devastante, si sa che deve essere assolutamente ridotto il livello di emissione di metano in atmosfera, ma si deve andare contro la lobby mondiale della produzione di CARNE, perché si sa senza se e senza ma, che 2 miliardi di bovini da allevamento (senza gli equini) nel mondo, compongono la terza fonte di immissione di gas serra in atmosfera (CO2 della respirazione , metano e ammoniaca delle deiezioni), senza contare l'immensa quantità di cereali che consumano e l'acqua dolce che bevono, cereali stessi (mais in primis) che hanno un impatto ambientale devastante, infatti coltivare mais costa tantissimo in termini di acqua consumata e deforestazione.

Se non si cambia modello di vita, si andrà poco lontano, ma quando lo si diceva, si veniva accusati di essere dei pazzi visionari, ci si faceva deridere, prendere in giro, isolare come dei poveri matti (ancora oggi anche di fronte all'evidenza), solo che ora il pianeta inizia a presentarci il conto e sarà salatissimo.

E anche di fronte alla realtà, ci saranno sempre quelli che diranno "eh ma quante balle, quando ero piccolo era già tutto cosi...."

avatarsenior
inviato il 21 Giugno 2022 ore 9:21

Noi "grandi ed evoluti" umani siamo oramai totalmente schiavi delle aree climatizzate, automobile, ufficio, casa area ristorazione, area dormitorio, area relax, area "tazza evacuazioni varie", ogni zona pilotata da termostati temporizzati al decimo di grado,

pretendere che questo avvenga sul nostro pianeta è pura idiozia, le fasi climatiche ci sono sempre state e se non essendo presenti da troppo poco tempo non ne simo testimoni poco conta,

ci son state glaciazioni e scioglimenti immani con variazioni dei livelli dei mari che manco immaginiamo, ovviamente con i suoi tempi, variazioni senza alcun intervento umano,

variazioni comandate da delle forze lente ma immani, spero tanto che quelli che si illudono di poterle contrastare si ravvedano perché pensare di poterlo fare è fuori discussione,

forse potremmo riuscire a rendere meno vivibili e maggiormente tossiche certe zone ma solamente incompatibili per il nostro genere, il pianeta se ne "fottttte" di noi, è sempre esistito ed ha sempre scandito le sue evoluzioni senza di noi, lo farà con noi presenti e continuerà a farlo quando ci saremo tolti dalle balle senza alcuna nostalgia.Cool


P.S.
Mi fanno ridere certi annunci drammatici ai Tg.
"Caldo torrido, le città trasformate in fornaci"!!!!

però anche:

"Spiagge prese d'assalto, alberghi tutto esaurito"!!!!

due temporali e......

"L'estate è finita, i turisti scappano"!!!

20 centimetri di neve, ma anche con meno e.....

"Citta bloccate nella morsa del gelo, incidenti e traffico paralizzato"!!!

CoolSorriso

avatarsenior
inviato il 21 Giugno 2022 ore 9:28

Di fondo, secondo me, SIAMO TROPPI !

avatarjunior
inviato il 21 Giugno 2022 ore 9:36

Se siamo troppi e ci sono troppi bovini, meglio meno bovini. Che l'agricoltura abbia un impatto devastante è fuori discussione. Che non cambino le cose anche, perché non riesco ad imporre una conduzione sostenibile del mio orto neanche in famiglia, nonostante i discreti risultati.

avatarjunior
inviato il 21 Giugno 2022 ore 9:42

Quello che succederà è già successo sull'isola di Pasqua, solo che in quel caso erano su un'isola e gli abitanti sono potuti scappare sulla terra ferma, noi invece migreremo su stazioni orbitanti, o meglio quelli che potranno permetterselo, gli altri si godranno un fantastico monnezzaio MrGreen

avatarsenior
inviato il 21 Giugno 2022 ore 9:49

www.sapereambiente.it/opinioni/il-ventinovesimo-giorno/

avatarsenior
inviato il 21 Giugno 2022 ore 9:54

Se siamo troppi e ci sono troppi bovini, meglio meno bovini. Che l'agricoltura abbia un impatto devastante è fuori discussione. Che non cambino le cose anche, perché non riesco ad imporre una conduzione sostenibile del mio orto neanche in famiglia, nonostante i discreti risultati.


Ma se carne significa inquinamento e l'agricoltura è devastante che diamo da mangiare agli svariati miliardi di umanoidi presenti?

Cannibalismo?

Potrebbe essere una soluzione, tremenda ma dal risultato dannatamente scontato.

avatarjunior
inviato il 21 Giugno 2022 ore 10:09

Certo dal punto di vista del rendimento energetico non e' il massimo distruggere foreste x coltivare vegetali x
alimentare per anni delle povere bestie per poi ricavarne qualche bistecca.. A questo punto converrebbe consumare
noi direttamente i vegetali..

avatarsenior
inviato il 21 Giugno 2022 ore 10:46

Che manicomio !!! Triste

avatarsenior
inviato il 21 Giugno 2022 ore 10:52

Che l'agricoltura abbia un impatto devastante è fuori discussione.

Questa agricoltura è devastante, fatta di colture che richiedono acqua come se non ci fosse un domani, che produce mucche da latte da 50 lt quando una mucca VERA, di latte ne ha circa 15-20 lt e dopo 2 anni la abbatti perchè è stata spremuta come un limone, dove ci sono stalle da 400 capi di bestiame e gli antibiotici corrono nelle rogge d'acqua come la cocaina.

avatarsenior
inviato il 21 Giugno 2022 ore 11:17

Accade che è ormai tardi per recuperare... Mettiamoci l'animo in pace e godiamoci quello che è possibile goderci.

avatarsenior
inviato il 21 Giugno 2022 ore 11:24

Che ci sia un problema strutturale è evidente. Quello che mi fa imbestialire, modo tipico italiano (poi forse ovunque, ma qua è lampante), il problema esiste solo quando diventa palese (la manutenzione ai ponti, ora la siccità,...). Prima a un passo dal precipizio invece va tutto bene...
Non so voi, ma spesso quando vado in giro vedo i cannoni d'acqua annaffiare come se non ci fosse un domani ad orari del tutto senza senso, tipo a ridosso delle ore più calde. Immagino che un sistema a goccia sia molto più costoso, ma quante migliaia di m3 d'acqua si risparmierebbero? Idem un investimento serio sulle infrastrutture. Dispersione rete idrica nazionale (dato 2018), 42%, su 100 litri 42 si perdono nel tragitto. asvis.it/notizie-sull-alleanza/19-10622/litalia-e-il-goal-6-rete-idric
Ora o siamo noi tutti fenomeni o là su qualcuno ci marcia con questo totale immobilismo e poi è sempre emergenza...

avatarsenior
inviato il 21 Giugno 2022 ore 11:25

@Mmc12 il problema è che entriamo in argomenti politici.

Ma in uno Stato come il nostro dove non c'è mai un soldo, che si pretende???

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 224000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me