RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

"i turisti stanno uccidendo il Carnevale"


  1. Forum
  2. »
  3. Viaggi, Natura, Escursioni ed Eventi
  4. » "i turisti stanno uccidendo il Carnevale"





avatarsenior
inviato il 17 Febbraio 2022 ore 16:28

Non è affatto una risorsa scarsa. Il 90% delle strade di Venezia sono praticamente vuote e deserte tutto l'anno, anche durante il carnevale e la Biennale. E la città è bella dappertutto, mica è fatta di una sola piazza e di un solo ponte.
Comunque anche piazza San Marco/Rialto sono sempre perfettamente vivibili a parte quei 4-5 giorni l'anno di maggior affluenza (i due weekend di Carnevale ad esempio).

E comunque l'accesso a un luogo pubblico, come Piazza San Marco deve essere libero e gratuito per principio. Non è un cortile interno di una casa privata, non esiste che venga fatto pagare l'ingresso.


Come non quotare ...

avatarsenior
inviato il 17 Febbraio 2022 ore 17:11

@Ls83

Ho visitato Venezia parecchie volte e con tempi abbastanza dilatati per consentirmi di girare senza meta per ore anche molto lontano dal tipico percorso Stazione-Rialto-San Marco. Se non ricordo male, la mia permanenza più breve è stata di sei giorni.

Permettimi quindi di dissentire. La zona di Rialto l'ho trovata affollata anche nella tarda primavera del 2021, quando l'Italia emergeva dalla prima ondata della pandemia. Così come gli accessi a tutti i musei.

Ma la questione che pongo è un'altra: il tessuto commerciale delle zone più battute dai turisti si è adattato alle capacità di spesa del turista mordi-e-fuggi, offrendo ricordini made in China o prodotti artigianali di bassissima lega.

Si tratta di un problema che ritroviamo anche in altre città a forte vocazione turistica, come Firenze (altra città che conosco bene, avendoci anche vissuto per un po', proprio nel centro storico), ma a Venezia è ancora più stridente per la continua morìa di residenti.

Che Venezia sia (almeno in parte) un museo a cielo aperto è incontrovertibile. E per accedere ad un museo si deve pagare il biglietto.

E comunque l'accesso a un luogo pubblico, come Piazza San Marco deve essere libero e gratuito per principio.

Questo principio, in teoria condivisibile, va contemperato con il fatto che quel luogo è scarso per definizione. Non solo: il tuo diritto a visitarlo comporta delle esternalità negative alla comunità che ci vive che devono essere compensate.

Provo a spiegarmi con un altro esempio. Ho vissuto a Milano, in zona Garibaldi-Lagosta, per una decina di anni. Mi sono sobbarcato un costo molto superiore a chi viveva, nello stesso periodo, a Sesto San Giovanni o altrove nell'hinterland milanese. Quelle persone, però, nella maggior parte dei casi lavorano a Milano, e quindi ne utilizzano le strutture per gran parte della giornata. Cioè, la comunità dei Milanesi si sobbarca costi dei quali si avvantaggiano anche i non milanesi.

A te sembra giusto? A me no.

avatarsenior
inviato il 17 Febbraio 2022 ore 17:53

Il carnevale secondo me lo sta uccidendo halloween


avatarsenior
inviato il 17 Febbraio 2022 ore 17:56

@fotografo agnostico

A me l'unica cosa scarsa sembra il tuo ragionamento.

..stendo poi un velo pietoso sulla citazione di Briatore.

avatarsenior
inviato il 17 Febbraio 2022 ore 18:28

Concordo con fotografoagnostico.
Il tutto gratis a tutti distrugge i luoghi ed allontana, vedi musei, chi è veramente interessato per conoscenza artistica e storica. Se per visitare la Galleria degli Uffizi mi devo sobbarcare una lunga fila d'attesa e poi una volta entrato devo essere spintonato dai sorveglianti che invitano a non sostare a lungo davanti alle opere perché c'è una massa di turisti che sta lì tanto per raccontare poi "ci sono stato" con tanto di selfie, rinuncio ad entrare. Vedrei molto bene un ingresso a 50 euro come minimo, oppure meglio, allo stesso prezzo di ingresso di Gardaland. Un centinaio di euro ci starebbero benissimo, se non sei disposto a spenderli, mentre li spendi tranquillamente altrove, vuol dire che non te ne frega nulla e quindi puoi fare a meno di entrare. L alto biglietto di ingresso consentirebbe visite tranquille e prolungate e farebbe sì che il museo, oltre a reggersi sulle sue gambe, darebbe anche un po' di reddito. Perché Pompei ha bisogno dei soldi pubblici quando dovrebbe darceli ?
È facile fare del populismo replicando "e la povera famigliola ?" . La povera famigliola quel giorno di mangerà un panino acquistato al supermercato invece di andare in trattoria, oppure sceglierà tra Gardaland e gli Uffizi.
Oltretutto non capisco l'utilità di fare entrare al museo bimbi sotto i 12, 13 anni che , bene che va, passano tutto il tempo giocando col cellulare. Personalmente ho assistito ad una visita guidata da una giovane donna che davanti al quadro di Paolo Uccello "La battaglia di San Romano" invitava i visitatori ad osservare le lance a terra, spezzate come se "fossero legno" ...avrei voluto interrompere il discorso dicendo " sembrano di legno perché erano di legno" ma il piccolo gentiluomo che sonnecchia dentro me lo ha impedito. Venezia è un museo a cielo aperto e parlare di piazza San Marco come luogo pubblico aperto a tutti, anche se adesso formalmente lo è, è voler aiutare la sua fine.
Escludendo i residenti ed i pendolari, chi circola per Venezia si dovrebbe munire di un badge da almeno 50 euro, acquistabile nelle tabaccherie o anche in altri siti. Poi basterebbero dei controlli a campione : chi venisse beccato senza andrebbe incontro ad una multa di 1000 euro più il prezzo del badge. Se cittadino estero, dovrebbe pagare la multa immediatamente, altrimenti verrà trattenuto finché non la paga. È semplice, basta volerlo, in un paese normale. Qui nel Paese dei Balocchi, capisco che è difficile.
In Svizzera per percorrere una strada a pagamento che porta sotto il Pizzo Badile, occorre acquistare in tabaccheria una marca da bollo da applicare sul parabrezza dell'auto. Non c'è alcun casello, né sorvegliante. C'è solo un cartello ad inizio strada. Qui, nel Paese dei balocchi, non l'acquisterebbe praticamente nessuno, in Svizzera l'acquistano tutti, italioti in testa... chissà perché.

avatarsenior
inviato il 17 Febbraio 2022 ore 18:32

il tuo diritto a visitarlo comporta delle esternalità negative alla comunità che ci vive che devono essere compensate


La "comunità" che ci vive (55mila persone, mi risulta), vive SOLO perché ci sono frotte di turisti che lasciano soldi, pochi o tanti che siano, per le varie cazzatine che comprano (l'ultima volta che ci sono stato toast, acqua, uso del bagno, 9 Euro), ma li lasciano. Se quei turisti diminuiscono ecco che cominciano i lai da parte di quella comunità, come è stato per la pandemia.

Vai a chiedere a quei 55mila se vogliono davvero pochi turisti, adesso che hanno visto cosa significa.

avatarsenior
inviato il 17 Febbraio 2022 ore 18:49

Ma non vi rendete conto che parlate di "costo del biglietto" in base a quanto avete nel portafoglio?
Secondo voi 100€ sono giusti solo perché ritenete questa cifra spendibile, ma perché non facciamo 10000€?..non lo proponete perché se ci volessero 10000€ sareste voi i poveri che non se lo possono più permettere il giro a Venezia.

avatarsenior
inviato il 17 Febbraio 2022 ore 18:54

Ls83
“Mi ricordavo pure io i 14€ per 10 biglietti. Sono andato sul sito del trasporto locale di Venezia e dopo lunghi giri ho trovato una tabella in cui riportano 2€ per corsa singola e 19€ per il carnet da 10 biglietti (quindi 1,9€ l'uno).

Mi sa che si sono alzati i prezzi pure su questo Triste ”


Non si sono alzati hai letto la riga sbagliatala. 19€ per il carnet é relativo alla corsa da 100 minuti la classica da 75 min costa sempre 14euro

avatarsenior
inviato il 17 Febbraio 2022 ore 19:13

Se per visitare la Galleria degli Uffizi mi devo sobbarcare una lunga fila d'attesa e poi una volta entrato devo essere spintonato dai sorveglianti che invitano a non sostare a lungo davanti alle opere perché c'è una massa di turisti che sta lì tanto per raccontare poi "ci sono stato" con tanto di selfie, rinuncio ad entrare. Vedrei molto bene un ingresso a 50 euro come minimo, oppure meglio, allo stesso prezzo di ingresso di Gardaland. Un centinaio di euro ci starebbero benissimo, se non sei disposto a spenderli, mentre li spendi tranquillamente altrove, vuol dire che non te ne frega nulla e quindi puoi fare a meno di entrare. L alto biglietto di ingresso consentirebbe visite tranquille e prolungate e farebbe sì che il museo, oltre a reggersi sulle sue gambe, darebbe anche un po' di reddito. Perché Pompei ha bisogno dei soldi pubblici quando dovrebbe darceli ?...............


che idiozia.
Dobbiamo passare attraverso l'educazione alla cultura non attraverso il portafogli.

avatarsenior
inviato il 17 Febbraio 2022 ore 19:14

Io vivo a Roma. Sono più di quaranta anni che non entro nei Musei Vaticani

avatarsenior
inviato il 17 Febbraio 2022 ore 19:15

Io vivo a Roma. Sono più di quaranta anni che non entro nei Musei Vaticani

bravo, hai comunque scritto un'idiozia

avatarsenior
inviato il 17 Febbraio 2022 ore 19:16

Ahhhh...l ' educazione.....
Mi ricorda il megadirettoregalattico di Fantozzi. "Posso aspettare .....IO"


Forse non sono io a scrivere idiozie

avatarsenior
inviato il 17 Febbraio 2022 ore 19:45

A me sembra che il turismo 'mordi e fuggi' visto con orrore da molti sia stato indotto per decenni di atteggiamento insano da parte dei veneziani.
Dalle trattorie che vendevano cibo surgelato ai negozi di souvenir dai prezzi simili a Bulgari.
Ora la maggior parte di questi ha venduto le attività e le case a stranieri guadagnandoci molto. Ma molto molto.
Fortunatamente le nuove generazioni stanno cambiando la città di Venezia. L'ultima volta che sono stato ho trovato cortesia, onestà e simpatia, cosa che (a mio avviso) prima era assai rara.

Carlo

avatarsenior
inviato il 17 Febbraio 2022 ore 20:00

Beh dai..... VENEZIA e' VENEZIA...e Felix ha ragione...

Il carnevale e' delle maschere .. si certo ma e' diventato famoso e noto in tutto il mondo anche per le foto che molti hanno fatto e divulgato.....


avatarsupporter
inviato il 17 Febbraio 2022 ore 20:16

Il carnevale è di tutti, se non vuoi essere fotografato non venire in maschera in piazza oppure travestiti in una festa privata. Ci mancherebbe di non poter venire a Venezia durante il carnevale se non si è in maschera. Al massimo posso mettermi una mascherina, tanto di questi tempi ...MrGreen
@fotografo agnotistico, il bene si chiama pubblico perchè è di tutti, altrimenti si chiamerebbe bene privato. I fondi statali, cioè le tasse che paghiamo tutti, servono per mantenere i beni pubblici, se così non fosse il "Mose" lo avrebbero pagato solo i veneziani.



Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me