RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

E lo avevo detto che era solo questione di tempo


  1. Forum
  2. »
  3. Computer, Schermi, Tecnologia
  4. » E lo avevo detto che era solo questione di tempo





avatarsenior
inviato il 24 Novembre 2021 ore 10:21

Ma nessuna AI potrà ricreare la "testimonianza" di un momento accaduto realmente: quel fatto di cronaca, quell'evento sportivo, quel matrimonio, quel viaggio…


Sui fatti di cronaca stendiamo un velo pietoso... Spesso la stessa foto "vera", anche senza ritagli viene usata su notizie completamente diverse (e a volte opposte) solo cambiando la didascalia che le accompagna... La guerra in Jugoslavia ci ha dato un sacco di esempi

Non importa lo strumento (disegno, foto analogica o digitale), la testimonianza è legata perlopiù a come viene diffusa e presentata. Quando usciamo dalle mostre controllate dal fotografo stesso, il messaggio pensato dall'autore può venire stravolto.

avatarjunior
inviato il 24 Novembre 2021 ore 11:45

Infatti la "testimonianza" non credo che esisterà più...
O meglio, non esisterà la testimonianza fotografica. Come faranno tra 100 anni a capire quale foto è reale e quale è costruita a tavolino, nel vero senso del termine, con soggetti o ambienti che in realtà non sono mai esistiti?

Sta davvero a vedere che la fotografia a pellicola sarà l'unica fonte fotografica di memorie! :P
Il negativo quello è...non è che puoi tanto cambiarlo...
Personalmente continuo a pensare che la fotografia digitale come la intendiamo oggi sia solo un momento di passaggio, anche piuttosto veloce.
Ma non è una previsione apocalittica...anzi, forse questa evoluzione permettererà a sempre più persone di veicolare messaggi, nonostante carenze tecniche che oggi non permetterebbero loro di veicolarli come vorrebbero.

avatarsenior
inviato il 24 Novembre 2021 ore 12:24

Dopo 20 anni ho comprato 3 rullini di FP4 ;-)

avatarsenior
inviato il 24 Novembre 2021 ore 12:32

Sta davvero a vedere che la fotografia a pellicola sarà l'unica fonte fotografica di memorie! :P
Il negativo quello è...non è che puoi tanto cambiarlo...


Non centra nulla... Anche con il negativo a pellicola la "memoria" può venire stravolta. Non è garanzia di veridicità... Inquadratura, impostazioni dello scatto, scelta del momento dello scatto, modifiche fisiche all'ambiente prima dello scatto (le prime foto di reportage di guerra erano fatte spostando cadaveri e armi per costruire meglio il "set"), didascalie e annotazioni a corredo falsificate....
La foto a pellicola è altrettanto potenzialmente bugiarda, quanto la digitale. I saggi a riguardo sono pieni di esempi di "foto bugiarde" fatte prima dell'avvento del digitale.

La fotografia non è mai stata rappresentazione del reale, ma solo una riproduzione parziale fatta con un mezzo tecnologico (pellicola o digitale poco importa) decisa dall'autore dello scatto. La scelta della porzione da riprodurre (momento, velocità, apertura, inquadratura) e di come modificare/diffondere/presentare la foto creata dal negativo poi può rendere falsa la "testimonianza" anche con la pellicola.
Non è più affidabile di un dipinto a pennello o digitale.

Se fra due secoli trovano come unica testimonianza di come ci vestiamo un solo negativo di un reportage di un raduno Steampunk... Non è che tutti noi nel 2021 andiamo in giro vestiti con ingranaggi cuciti sul cilindro e monocoli...


avatarjunior
inviato il 24 Novembre 2021 ore 13:12

Ls83, non bisogna essere sempre assolutisti...

Non sto dicendo che la fotografia non sia interpretazione, ma che per quanto l'intento del fotografo (ovviamente) si rifletta nello scatto, un negativo solitamente rappresenta la realtà.

Attenzione: non la realtà in senso assoluto, ma la realtà del momento. Le cose che mostra esistono, al netto di interpretazioni e veridicità della scena ripresa. La scena potrebbe non essere una documentazione della realtà del tempo (raduno steampunk), ma sarà sicuramente rappresentazione di qualcosa che esiste.
Sta poi a colui che visiona gli scatti dare a sua volta interpretazioni.

Un SW che crea una scena dal nulla, come appunto i pinguini che nuotano alle Maldive o il Kilauea con la skyline di New York come sfondo non crea interpretazioni della realtà...crea interpretazioni della fantasia...
Smettiamola di dire che parliamo della stessa cosa, perchè non è così...;-)

avatarsenior
inviato il 24 Novembre 2021 ore 13:40

Non sto dicendo che la fotografia non sia interpretazione, ma che per quanto l'intento del fotografo (ovviamente) si rifletta nello scatto, un negativo solitamente rappresenta la realtà.


Tanto quanto un file raw... Sui JPG ti posso dare ragione, ma il raw è quello. Soprattutto se salvato sulle schede SD/CF a singola scrittura non modificabile per le prove forensi. Ma anche senza quelle, chi va a modificare l'immagine sul raw? E' al 99,99% rappresentazione della realtà del momento anche se è digitale.

avatarsenior
inviato il 24 Novembre 2021 ore 14:22

Come faranno tra 100 anni a capire quale foto è reale e quale è costruita a tavolino, nel vero senso del termine, con soggetti o ambienti che in realtà non sono mai esistiti?

Come si è sempre fatto.
Ciò che dà garanzia è l'autorevolezza della fonte, è l'etica del fotografo. Era così anche con la pellicola.

Per questo occorre mantenere vivo nei fotografi l'idea che ciò che rende unica e specifica la fotografia è proprio quel legame stretto con la realtà. Che va gelosamente preservato.

Il "fotografo" (tra virgolette) che frulla i pixel e stravolge tutto si è ormai messo in un vicolo cieco. Una strada che lo porta ad entrare in concorrenza con macchine che tra poco lo supereranno in capacità, rendendolo inutile.

Solo questo patto con la realtà salverà il fotografo dall'estinzione.


avatarsenior
inviato il 24 Novembre 2021 ore 14:36

Pensate, fra qualche tempo diremo ad Alexa:
peperonata con salsiccia!
...e Amazon farà comparire il tutto direttamente nel nostro piatto.
Contestualmente farà sparire un po di soldi dal nostro conto.

Ma noi saremo felici.

MrGreen


avatarjunior
inviato il 24 Novembre 2021 ore 14:44

Solo questo patto con la realtà salverà il fotografo dall'estinzione.

Da qualche settimana sto studiando un micro-settore artigianale, che in Italia avrà un mercato di poche centinaia di potenziali clienti, per il quale non esiste una valida alternativa industriale e nel quale i prezzi unitari possono facilmente superare i cinquemila euro (a fronte di circa tre settimane di lavoro).

La fisicità, o se volete la realtà, avrà un prezzo sempre più elevato e sarà appannaggio di pochi.

Il vero punto di svolta, però, avverrà con la fusione tra film e videogiochi.

avatarjunior
inviato il 24 Novembre 2021 ore 15:10

Come si è sempre fatto.
Ciò che dà garanzia è l'autorevolezza della fonte, è l'etica del fotografo. Era così anche con la pellicola.

Per questo occorre mantenere vivo nei fotografi l'idea che ciò che rende unica e specifica la fotografia è proprio quel legame stretto con la realtà. Che va gelosamente preservato.

Il "fotografo" (tra virgolette) che frulla i pixel e stravolge tutto si è ormai messo in un vicolo cieco. Una strada che lo porta ad entrare in concorrenza con macchine che tra poco lo supereranno in capacità, rendendolo inutile.

Solo questo patto con la realtà salverà il fotografo dall'estinzione.


Lo trovo molto sensato, condivido pienamente.

Tanto quanto un file raw... Sui JPG ti posso dare ragione, ma il raw è quello. Soprattutto se salvato sulle schede SD/CF a singola scrittura non modificabile per le prove forensi. Ma anche senza quelle, chi va a modificare l'immagine sul raw? E' al 99,99% rappresentazione della realtà del momento anche se è digitale.


Il Raw ha bisogno di essere decodificato, di per sé è un insieme di numeretti, mentre il negativo è un'immagine...nel primo, prima della fruizione, c'è almeno un passaggio in più.

E' chiaro che oggi la situazione sia quella che descrivi tu, il Raw bene o male è una "prova" dello scatto, ma qui stiamo parlando di SW che non hanno bisogno dello scatto, ma che creano (o creeranno a breve) immagini apparentemente reali, ma che di reale non hanno nulla.
Chissà tra 100 anni quale sarà il modo per fruire delle immagini...chissà se ci saranno ancora software di decodifica, chissà quali saranno i supporti...chi può saperlo?

La cosa certa è che più avanza lo sviluppo dell'AI (estremamente affascinante), meno serve la componente umana.
Non dovremmo trovare qualcosa che pensi al posto nostro, ma qualcosa che ci sollevi dai compiti più gravosi/pericolosi...

avatarsenior
inviato il 24 Novembre 2021 ore 16:35

La cosa certa è che più avanza lo sviluppo dell'AI (estremamente affascinante), meno serve la componente umana.
Non dovremmo trovare qualcosa che pensi al posto nostro, ma qualcosa che ci sollevi dai compiti più gravosi/pericolosi...

Tipo combattere in guerra. Ci stanno già pensando.
Spaventoso, per noi...

avatarjunior
inviato il 24 Novembre 2021 ore 16:42

Pensavo più a certi tipi di lavori, ma in effetti…

Alla Skynet! MrGreen

avatarsenior
inviato il 24 Novembre 2021 ore 17:28

Bon... l'mportante e che sta Ai non rompa i...
quando si Tr°mb@.... altrimenti si che e finitaSorriso

avatarsenior
inviato il 24 Novembre 2021 ore 18:24

Si aggiunga :

www.google.com/search?q=K%2Flens&oq=K%2Flens&aqs=chrome..69i57j0i30l6j

avatarsenior
inviato il 24 Novembre 2021 ore 19:12

Scusate... anche la Velvia ha l'AI?

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 216000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me