RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

RAW in bianco e nero


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » RAW in bianco e nero





avatarsenior
inviato il 16 Novembre 2021 ore 21:12

@Giov per B/N le Merrill sono più flessibili delle Quattro perchè i canali RGB sono tutti e tre di quasi 15 mpx.
È quasi sicuro che il blu (B) delle Quattro sia più pancromatico del B delle Merril. Finisci in una situazione come la Monochrom in cui hai i tre RGB insieme a spessore fisso, qui hai un B a spessore fisso. Quando mischi gli R e G mischi quasi 20 mpx con 5 mpx in una Quattro.
La differenza con Merrill in B/N è comunque limitata. Le Quattro risolvono di più nel B.

avatarsenior
inviato il 16 Novembre 2021 ore 22:29

Ho avuto per circa un anno una Fuji XT-3 e per il bianco e nero partivo sempre dalla simulazione pellicola Across per poi fare le modifiche sul file con Capture One. A mio avviso come bianco e nero la Sigma DP quattro è superiore, però per le modifiche in post è necessario utilizzare il programma proprietario della Sigma. Il livello di dettaglio e le sfumature di grigio che trovi sul file della DP a mio avviso non li trovi su altri corpi macchina con sensori con filtro Bayer e Xtrans. Oltre ad aver avuto la fuji, posseggo anche una Panasonic Full Frame ed una Olympus e per le foto in bianco e nero (per ritratti posati,paesaggi o urban) preferisco sempre la Sigma.
Ti ripeto, da utilizzare però solo come secondo corpo, perché come corpo principale le Sigma con sensore Foveon sono troppo limitati e per alcuni generi non sono proprio adatte.
Come suggerito da Valgrassi se sei interessato al foveon puoi cercare anche una Merril usata che costa meno è pure più compatta ed è forse più adatta al B&N

avatarsenior
inviato il 17 Novembre 2021 ore 5:05

@Giov quello che illustro a seguire qui risulterà chiaro in proporzione a quanto uno abbia esperienza di spettroscopia. Lo stato solido del sensore al silicio Si non è molto intuitivo.
Quindi fate prima uscite con qualsiasi macchina con sensore Foveon regolata così:
- SPP, SW proprietario Sigma per Foveon;
- modalità monochrome;
- canale blu (B della terna RGB) portato al 100% con R e G portati a 0%;
- regola del 16 che prescrive 1/100s, f/16 a ISO 100 con sole splendente;
- con cielo nuvoloso e meno luce, mantenere f/16 e 1/100s agendo sugli ISO;
- in modalità messa a fuoco manuale, posizionarsi a metà del simbolo di infinito che è un 8 ruotato di 90°.
La macchina Foveon è ora predisposta per Merklinger in azione. Merklinger afferma che con fuoco ad infinito saranno ragionevolmente a fuoco tutti i dettagli più grandi dell'apertura fisica del diaframma (in altre parole: il diametro in mm dell'apertura).
Prendiamo una dp2M o dp2Q come esempio. Montano obiettivi 30/2.8. A f/16 l'apertura è 30/16=~ 2mm.
Siete pronti a fare paesaggi su cavalletto a ISO 100 o street con ISO più alti per congelare il movimento e minimizzare il micromosso. Fino a ISO 1600 va tutto bene in termini di rumore, anzi alcuni prediligono la grana pseudo-argentica del canale blu B Foveon.Cool
Tener presente che le ciglia non saranno mai a fuoco perché < 2 mm.

avatarsenior
inviato il 17 Novembre 2021 ore 6:21

avevo letto diversi commenti di utenti sul tubo che lo dicevano..però cavolo con la mia Fuji X-PRO arrivo a 3200 e ci stampo senza grosse difficoltà. MrGreen


i Foveon lavorano a iso base, 100 200 max 400 iso, in BN e canale Blu puoi arrivare a 800, peró hanno una resa nel dettaglio che la tua Fuji apsc non potrà mai avere, nemmeno se smanetti su PS, per avere un dettaglio simile ad un foveon devi andare di Fuji MF o FF Big Pixel e ottiche adeguate

quello che posso consigliare, meglio le compatte DP che le SD ad ottica intercambiabile, le DP hanno la stesa resa fenomenale nel dettaglio, ma decisamente più compatte e più usabili, le SD con gli Art sono veramente ingombranti e pesanti e non danno nulla in più

avatarjunior
inviato il 17 Novembre 2021 ore 7:51

GrAzie a tutti …. Tante informazioni utilissime. Vedrò una DP2 nell'usato e la imposterò per il BW nel modo suggeritomi

avatarsenior
inviato il 17 Novembre 2021 ore 10:37

Non sono dell'idea che un buon B&N debba esibire un dettaglio elevato, credo che piuttosto debba esibire delle sfumature coerenti con una eccellente capacità di descrivere la scena, per anni ho sviluppato il B&N partendo da un file a colori bilanciato a dovere, recentemente sviluppo il B&N partendo direttamente dal raw utilizzando il modulo di sviluppo raw di Affinity Photo in particolar modo nella sezione toni B&W ci sono i controlli dei sei toni fondamentali, poi con il controllo del punto del nero, della chiarezza ecc. e del dettaglio lente rifinisco la foto, se serve regolo un pelo livelli e curve.

Risultati eccellenti li ottengo con l'xtrans da 24 Mpx nel mio caso xpro2, ottima anche l'xt3 che ho avuto per molti mesi ma un pelo inferiore a xpro2.

Il sensore xtrans da 24 Mpx utilizzando il modulo di conversione del B&W di Affinity si dimostra molto malleabile in fatto di sfumature ottenibili modulando i canali, o provato anche sigma SD Quattro H, ottima e ben modulabile sui canali anche lei ma ho trovato + rumore digitale. Ad oggi per il B&N preferisco l'xtrans.

avatarsenior
inviato il 17 Novembre 2021 ore 10:47

Diciamo che una resa mediocre ai bordi del fotogramma o la tendenza a impastare sono difetti che a volte si perdonano in un'immagine a colori: se la resa dei colori è equilibrata e piacevole la foto a volte (a volte) funziona lo stesso. Nel BN viceversa, non essendoci ovviamente il colore nelle stesse condizioni la papera non galleggia...
Poi è verissimo che la resa delle sfumature è l'altro aspetto determinante nel bianco e nero, e viene particolarmente in evidenza anche lui per l'assenza del colore.
Comunque ho una dp1 e una dp2 che non sono neanche merril (non so come si chiamino le sigma dp pre-merril) che mi pare facciano un ottimo bianco e nero (la dp2 meglio della dp1) e che mi sono costate una sciocchezza.
Stavo anche meditando sulla possibilità di prendere una sd quattro, ma condivido quanto detto a proposito delle compatte e reflex (e mirrorless) sigma: meglio le compatte. La SD quattro mi piacerebbe averla perché mi manca un tele moderato sul foveon, tutto qui.


avatarsenior
inviato il 17 Novembre 2021 ore 11:01

La tendenza ad impastare nel B&N è massima e propria dei sensori Bayer con filtro AA Sorriso e nel B&N è una pecca non da poco, i sensori xtrans (quelli da 24 Mpx li ritengo i migliori) non avendo il filtro AA non hanno questo problema, per quanto riguarda la resa ai bordi dipende sia dall'ottica se telecentrica che da come sono sfalsate le microlenti in periferia del sensore per raccogliere meglio il segnale luminoso, Fuji e pure Leica hanno adottato questo accorgimento. Da questo punto di vista, oggi, le migliori soluzioni sono Leica Monochrome, Fuji e Sigma Foveon.

avatarjunior
inviato il 17 Novembre 2021 ore 11:19

sviluppo il B&N partendo direttamente dal raw utilizzando il modulo di sviluppo raw di Affinity Photo in particolar modo nella sezione toni B&W


lo facevo anche io dopo aver seguito un tutorial sul tubo di Furlan, poi essendo passato a MacOs M1 non posso sfruttare la licenza acquistata su win10. Ho sempre trovato assurda questa cosa vista che la email è sempre la stessa.
Mi rimane quello su Ipad.

avatarsenior
inviato il 21 Novembre 2021 ore 0:09




Un piccolo compendio di cosa fa una Merrill dp2m (F=30mm, eq. 45 FF) in B/N a 2000 ISO, proibitivi per i Foveon nel colore con luce che non sia buona.
1. dall'alto: modalità Monochrome coi tre canali R=33%, G=33%, B=34%. Ci sono modi diversi di arrivare al B/N partendo dal colore, chissà se le percentuali indicate da SPP Sigma sono reali.Cool;
2. B: il primo strato B=100%, SNR massimo;
3. G: il secondo strato G=100%, SNR declina, si comincia a non leggere i caratteri;
4. R: il terzo strato R=100%, SNR inaccettabile.

La particolarità di questo scatto (oltre a ISO 2000) è f/16 e soprattutto il fuoco manuale su infinito. Il cartellone-menu è stato ripreso da poco più di un metro di distanza.
Si è partiti da qui



La foto del ristorante è a 640 ISO, il menu a 2000 ISO, per entrambe f/16 e fuoco all'infinito.

avatarsenior
inviato il 21 Novembre 2021 ore 6:08

Il B/N Foveon non è da paragonare alle ultime Leica Monochrom che sono FF con 47 mpx. Tuttavia è più flessibile. Il sensore Leitz è a spessore fisso e ha davanti solo un filtro IR (anche UV). Chi compra una Monochrom si consegna al B/N come lo vede Leitz che verosimilmente emula il B/N argentico. Poi si usano i filtri ottici classici. Se osservate la parola Sanuk vi fate un'idea di come sono resi i grigi dai tre canali RGB della Merrill. Naturalmente a 100 ISO, f/4 e focheggiando sulla distanza reale, la qualità sarebbe molto superiore.;-)
Per chi ha qualche nozione di fisica: B, G e R risentono nell'ordine di più della diffrazione.
F/16 di un Foveon corrisponde più o meno a un f/12 di un Bayer.
Una cosa è abbastanza sicura: i sensori Leitz Monochrom sono la più alta espressione dei sensori al Si sul mercato.
Naturalmente ci sono anche fotografi che sono convinti di fare meglio in B/N partendo da un Bayer. Non si rendono conto che spesso non ottengono scale di grigi propriamente detti, creano grigi colorati...

avatarsenior
inviato il 21 Novembre 2021 ore 8:45

Salve una curiosità.

Come mai solo la Leica fa macchine fotografiche "monochrom" ?? costa molto realizzarla? eppure non mi sembra che manchino gli appassionati del BnW.
So che anche Sigma fa qualcosa del genere, ma non ho capito se il RAW è reale o solo una desaturazione.
So anche che con LEICA i canali dei colori HSL non sono gestibili.

Qualcuno potrebbe dire meglio farla in PP MrGreen
.........


Questi sono argomenti che portano a disquisizioni infinite e che lasciano sempre al punto di partenza.
Io dico solo questo:

- abbiamo la fortuna di poter scattare con il negativo digitale che ci memorizza tutto, compresi i singoli colori, perchè autocastrarci per memorizzare una banale scala di grigi determinata da altri?

- abbiamo la fortuna di disporre di svariati software meravigliosi (tipo Affinity, PS, DxO, Silkypix, C1, ecc.), che ci permettono di convertire i nostri raw agendo su singoli colori, simulando addirittura pellicole del passato (grana compresa), ecc. perchè mai devo smanettare in continuazione sulla mia fotocamera per scegliere di volta in volta (poche) impostazioni quando posso farlo comodamente a tavolino utilizzando le regolazioni (moltissime) di un buon software tipo quelli sopra elencati?

- infine perchè spendere molti (secondo me troppi) quattrini per limitarsi e autocastrarsi?

senza contare un "piccolo particolare": con un raw tradizionale potrò sempre tornare al colore, con un raw monocromatico no.
Per queste banali ragioni io, pur amando molto il BN, non acquisterò mai una fotocamera digitale monocromatica. Se proprio vorrò "soffrire" acquisterò dei rulli 120 di FP4 e li userò sulla mia 500C Hassy.

Poi è normale che esistano prodotti di nicchia tipo le fotocamere Leica, ciascuno fa le sue scelte e ha le sue priorità e queste ovviamente non si discutono.

avatarsenior
inviato il 21 Novembre 2021 ore 11:14

In effetti il grande vantaggio dello scattare a colori e convertire in BN in PP è che in questo modo si può emulare qualsiasi tipo di filtro colorato. E non è poco.

avatarsenior
inviato il 21 Novembre 2021 ore 11:44

In effetti il grande vantaggio dello scattare a colori e convertire in BN in PP è che in questo modo si può emulare qualsiasi tipo di filtro colorato. E non è poco.


non solo..... tu con un raw a colori puoi scurire o schiarire qualsiasi colore senza toccare gli altri.
Ad esempio inscurisci solo il cielo (blu) senza emulare nessun filtro (rosso o arancio o giallo), che inevitabilmente modificherebbe i restanti colori complementari (il rosso schiarirebbe i rossi ed arancio e così via...).

Con un sensore monocromatico non ti è consentito, lavori come se avessi una pellicola e i filtri li applichi solo in fase di ripresa. Una differenza abissale.

avatarsenior
inviato il 21 Novembre 2021 ore 13:26

non solo..... tu con un raw a colori puoi scurire o schiarire qualsiasi colore senza toccare gli altri.
Ad esempio inscurisci solo il cielo (blu) senza emulare nessun filtro (rosso o arancio o giallo), che inevitabilmente modificherebbe i restanti colori complementari (il rosso schiarirebbe i rossi ed arancio e così via...).


Partire da un raw colore 14 bit canale è un vantaggio, ma ho notato che i Bayer con filtro AA, oltre che impastare leggermente il dettaglio che nel B&N e importante, sembrano essere meno sensibili ai controlli dei sei toni fondamentali, vi preferisco il sensore xtrans che è privo di AA e risponde meglio al controllo tonale.

Il sensore monocromatico ha il vantaggio della risoluzione e di uno stop in più in ripresa proprio perchè legge tutta la luminanza su ogni foto diodo.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 216000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me