RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Non una novità, ma seri problemi dei negozi a vendere materiale fotografico (e non) nuovo.


  1. Forum
  2. »
  3. Fotocamere, Accessori e Fotoritocco
  4. » Non una novità, ma seri problemi dei negozi a vendere materiale fotografico (e non) nuovo.





avatarsenior
inviato il 14 Ottobre 2021 ore 14:55

le elettriche vanno bene in un percorso urbano in città. Fine.


eh sì, io ci ho appena fatto bergamo-berlino andata e ritorno, in effetti sono due città MrGreen

avatarsenior
inviato il 14 Ottobre 2021 ore 15:00

Juza che usa la tesla scrive questo, fatti non parole...

www.autoelettrica101.it/topic2.php?t=1561

“ Dopo l'avventura in Svezia, sono partito per un altro lungo viaggio on the road con la Tesla Model 3: stavolta la meta è la Spagna! Il mio viaggio non mi porterà, però, nelle grandi città e nelle classiche mete turistiche, ma nelle zone più remote... foreste, montagne, deserti. Dopo solo due giorni di viaggio, ho già vissuto varie avventure "elettrizzanti": vi racconto com'è la convivenza con un'elettrica fuori dalle rotte battute!

Sono partito dall'Italia nella mattinata di martedì 12 ottobre: per cominciare, ho messo nel navigatore la prima meta, una foresta nel nord della Spagna. Già da subito noto un percorso diverso rispetto alla strada che avevo fatto nei precedenti viaggi in Spagna con auto a benzina: la rotta che attraversa la Francia, in prossimità di Tolosa, richiede una deviazione di ben 60 chilometri per raggiungere il supercharger. Come ho sottolineato innumerevoli volte, la scarsa autonomia è il problema più grande delle attuali elettriche: anche la mia Tesla, dichiarata per 530km WLTP, in autostrada non supera i 300 chilometri (con piede leggero!). Quando capita di dover far tappe da 350-400 chilometri, il percorso si deve per forza adattatare per trovare una stazione di ricarica intermedia, anche a costo di fare notevoli giri dell'oca. Comunque sia, pazienza: dopo 17 ore di guida (soste comprese) e circa 1400 chilometri, arrivo finalmente alla mia destinazione, una splendida foresta di faggi. ?


Emanuele ha una Model 3 Performance, che ha un po' meno autonomia della LR. Dalla Gigaberlin usciranno le Y con le batterie 4680 strutturali, che dovrebbero aumentare ulteriormente il range.
Per me - fatti, non parole - nessun problema a viaggiare e muoversi ovunque e con una tesla.
Le altre hanno troppi problemi per poter essere utilizzate nei viaggi lunghi, bisogna scendere a compromessi.

avatarjunior
inviato il 14 Ottobre 2021 ore 15:02

Tesla ha sviluppato, di pari passo, una rete capillare di Supercharger e Destination Charger.

Che, a mio avviso, è l'asset più importante di Tesla, e un vantaggio molto più difendibile rispetto alla mera produzione di auto, o anche allo sviluppo del software di guida autonoma.

già ora la puoi ricaricare mentre fai la spesa al supermercato, un domani ci saranno colonnine vicino agli uffici o nei parcheggi

Temo di essermi spiegato male. Rispetto alle aree attualmente occupate dai distributori di carburante, quelle destinate alla ricarica (stazioni, colonnine) occuperanno una superficie più ampia, pur avendo un impatto complessivo minore. Ma tieni conto che oggi nelle zone centrali di Milano (per fare un esempio) i distributori di carburante sono rarissimi, mentre invece sarà necessario installare colonnine di ricarica, e sottrarre quegli spazi alla sosta.

Quello che intendo dire è che il modello sviluppato da Tesla, e che gli altri produttori stanno seguendo, è modellato sui suburbs americani, con case indipendenti dotate di garage e/o parcheggio privato. Gestirlo nei centri urbani europei diventa molto più complesso, e infatti credo che in questi ambiti il car sharing, anche e soprattutto di auto elettriche, sia il modello più appropriato.

avatarsenior
inviato il 14 Ottobre 2021 ore 15:02

Per me - fatti, non parole - nessun problema a viaggiare e muoversi ovunque e con una tesla.


Ma tu sei single o hai famiglia al seguito?

avatarsenior
inviato il 14 Ottobre 2021 ore 15:06

eh sì, io ci ho appena fatto bergamo-berlino andata e ritorno, in effetti sono due città


ho scritto sotto non fare finta di nulla.

Vanno bene per tratte coperte altrimenti diventa un calvario. Non travisiamo la realtà e non cerchiamo di far credere quello che non è.

avatarsenior
inviato il 14 Ottobre 2021 ore 15:07

Per me - fatti, non parole - nessun problema a viaggiare e muoversi ovunque e con una tesla. ?


ma ovunque dove? tratta BG-Berlino?

No perchè nella realtà 'ovunque' un par di b***e MrGreen

avatarsenior
inviato il 14 Ottobre 2021 ore 15:08

Purtroppo... soprattutto per chi ha famiglia, l'elettrica non può essere considerata come unica automobile.

Spero che ci arriveremo in un futuro non troppo lontano....

avatarsenior
inviato il 14 Ottobre 2021 ore 15:11

e io la potrei usare tranquillamente visto che faccio 10.000 km all'anno, ma se devo per una volta fare 500 km mi devo programmare le soste ricarica , dove , come ...


Ci sono delle apposite app, che aiutano nella pianificazione del viaggio, soste comprese.
Per un viaggio, una tantum, non starei a fasciarmi la testa...

avatarsupporter
inviato il 14 Ottobre 2021 ore 15:12

Con un'auto a metano non è molto meno complicato programmare un viaggio di 500km

avatarsenior
inviato il 14 Ottobre 2021 ore 15:31

Che, a mio avviso, è l'asset più importante di Tesla, e un vantaggio molto più difendibile rispetto alla mera produzione di auto, o anche allo sviluppo del software di guida autonoma.


Non sono d'accordo. E' solo uno degli innumerevoli importanti asset di Tesla, e tra l'altro a breve lo apriranno anche alle auto della concorrenza.
Con la capacità produttiva sono avanti parecchi anni rispetto a chiunque altro, e dovrebbero arrivare per primi alla guida autonoma... è un mercato che vale miliardi di dollari.


Temo di essermi spiegato male. Rispetto alle aree attualmente occupate dai distributori di carburante, quelle destinate alla ricarica (stazioni, colonnine) occuperanno una superficie più ampia, pur avendo un impatto complessivo minore. Ma tieni conto che oggi nelle zone centrali di Milano (per fare un esempio) i distributori di carburante sono rarissimi, mentre invece sarà necessario installare colonnine di ricarica, e sottrarre quegli spazi alla sosta.


Ma una colonnina non occupa molto spazio. Arrivi al lavoro, parcheggi, e hai il connettore da collegare. Vai al supermecato, idem. Se hai una casa con il box (e magari i pannelli solari), tanto meglio. Onestamente, non ci vedo un impatto così grande, anzi.

Quello che intendo dire è che il modello sviluppato da Tesla, e che gli altri produttori stanno seguendo, è modellato sui suburbs americani, con case indipendenti dotate di garage e/o parcheggio privato. Gestirlo nei centri urbani europei diventa molto più complesso, e infatti credo che in questi ambiti il car sharing, anche e soprattutto di auto elettriche, sia il modello più appropriato.


Il modello dell'auto elettrica funziona bene anche in città, non dovete pensare ad avere poche colonnine, ma molte.
Cmq concordo, a tendere nelle città sarà inutile l'auto privata, quando arriveranno i robotaxi Tesla. Anzi, sarà un costo inutile.

Ma tu sei single o hai famiglia al seguito?


Niente famiglia al seguito, ma conosco gente con famiglie che ha Tesla e di problemi non se ne fa.

Purtroppo... soprattutto per chi ha famiglia, l'elettrica non può essere considerata come unica automobile.


è quello che dicono in molti. Poi ne provano una, ci fanno un viaggio, e cambiano idea Sorriso

Ci sono delle apposite app, che aiutano nella pianificazione del viaggio, soste comprese.


lo fa direttamente il navigatore Tesla, con i supercharger.

Per un viaggio, una tantum, non starei a fasciarmi la testa...


infatti, è solo questione di cambiare mentalità.

ho scritto sotto non fare finta di nulla.

Vanno bene per tratte coperte altrimenti diventa un calvario. Non travisiamo la realtà e non cerchiamo di far credere quello che non è.


be' in effetti se dovessi decidere di fare Milano-Cairo, potrebbe essere complicato Sorriso

avatarsenior
inviato il 14 Ottobre 2021 ore 15:41

be' in effetti se dovessi decidere di fare Milano-Cairo, potrebbe essere complicato


basta voler girare in alcune zone in Italia senza andare in Egitto.

Per far la carica dovrei farmi molti più km che per fare benzina. Con conseguente tempo etc.

Si, ha un costo anche il tempo.

avatarjunior
inviato il 14 Ottobre 2021 ore 15:44

guida autonoma

Sto seguendo la questione da anni, perché è stato uno dei leitmotif delle mie scelte di investimento. Siamo ancora lontanissimi da soluzioni accettabili.

avatarsenior
inviato il 14 Ottobre 2021 ore 15:46

Sto seguendo la questione da anni, perché è stato uno dei leitmotif delle mie scelte di investimento. Siamo ancora lontanissimi da soluzioni accettabili.


no, siamo molto vicini invece. Se hai investito in Tesla, immagino avrai seguito l'AI Day che hanno fatto di recente.

basta voler girare in alcune zone in Italia senza andare in Egitto.

Per far la carica dovrei farmi molti più km che per fare benzina. Con conseguente tempo etc.

Si, ha un costo anche il tempo.


anche la salute: mai fatto viaggi così rilassanti come con le Tesla. Se preferisci fare tirate da 700 km alla volta, senza pause, sei liberissimo. Si vede che le attuali auto elettriche non fanno per te.

avatarsenior
inviato il 14 Ottobre 2021 ore 15:50


anche la salute: mai fatto viaggi così rilassanti come con le Tesla. Se preferisci fare tirate da 700 km alla volta, senza pause, sei liberissimo. Si vede che le attuali auto elettriche non fanno per te.


Perdonami, ma posso fare pause anche con le altre macchine. Invece trovo stressante in alcuni casi dover uscire dall'autostrada o dalla strada indicata per andare a cercare una carica.... Figuriamoci fare dei km in più per andare a caricare se sono in una situazione piacevole.

Certo, se poi il concetto è quello di mia moglie che vuole il cane senza averne cura lei direttamente "ma ti fa bene, così passeggi un po'" allora alzo le mani MrGreen

avatarjunior
inviato il 14 Ottobre 2021 ore 15:52

Però Perbo io ragiono sulla base di quello che vedo adesso, che poi è quello che vedono milioni di persone come me.

Al momento mi divido tra centro città (in cui ho una casa) e provincia (in cui sto in affitto parte della settimana), e in nessuno dei due casi ho un box auto.
Ho posti auto, ma non box auto.

Mediamente faccio per lavoro 60-70 km al giorno, e non ho colonnine di ricarica rapida nelle vicinanze.

Lavoro in un'azienda privata, abbiamo 2 parcheggi privati davanti all'azienda nei quali mediamente sono parcheggiate 300 automobili (m'immagino 300 colonnine a ricarica rapida che vanno insieme...) MrGreen

Come posso anche solo prendere in considerazione l'idea di guidare una Tesla?
E guarda che vivo in uno dei centri economici della nostra bella Italia, non in Aspromonte (con tutto il rispetto per chi ci vive).
Questa è la realtà in Italia adesso, e in tante altre parti d'Europa.

P.S., a proposito di un futuro "senza auto private"...
Nel paese in cui lavoro, 30'000 abitanti, non c'è un autobus che sia uno, il car sharing praticamente non esiste e l'unico collegamento col resto del mondo è una stazione ferroviaria, a 5 km dal paese (quindi anche venendo in treno, avrei bisogno di un altro mezzo che mi porti poi in azienda).
E ripeto ancora: non è l'Aspromonte, sto tra le province di Modena e Bologna. Sorriso

La mia situazione credo che rispecchi quella del 98% dei nostri connazionali...questa è la realtà vera dell'Italia che lavora.
L'idea di un futuro elettrico è forse affascinante, ma è una cosa che non riesco a vedere nell'imminente futuro. Anche lasciando da parte conti, inquinamento, ecc ecc ecc...
Parlo proprio di fattibilità nel breve termine.

Il mio problema ora è che a breve dovrei cambiare auto, ma il diesel, nel nuovo, praticamente non lo fa più nessuno (ricordo: 45k km all'anno)...soluzioni a benzina o ibride, per chi fa i miei km, saranno un bagno di sangue a livello di spese di carburante...inquinando pure di più, se vogliamo dirla tutta...



Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)



Questa discussione ha raggiunto il limite di 15 pagine: non è possibile inviare nuove risposte.

La discussione NON deve essere riaperta A MENO CHE non ci sia ancora modo di discutere STRETTAMENTE sul tema originale.

Lo scopo della chiusura automatica è rendere il forum più leggibile, sopratutto ai nuovi utenti, evitando i "topic serpentone": un topic oltre le 15 pagine risulta spesso caotico e le informazioni utili vengono "diluite" dal grande numero di messaggi.In ogni caso, i topic non devono diventare un "forum nel forum": se avete un messaggio che non è strettamente legato col tema della discussione, aprite una nuova discussione!





 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me