RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Referendum per l'abolizione della caccia


  1. Forum
  2. »
  3. Viaggi, Natura, Escursioni ed Eventi
  4. » Referendum per l'abolizione della caccia





avatarsenior
inviato il 22 Luglio 2021 ore 14:07

Mettiamo che queste prime 15 pagine siano all'insegna della generalizzazione oltre che nel far finta di non capire quando si cerca di spiegare le differenze sulle possibili attività venatorie fatte con utilità,

ma le prossime seconde 15/30/45/60........saranno diverse?
Altrimenti cambiamo il titolo il "Spariamo a zero su tutte le argomentazioni" e così diventa la solita discussione da consegnare il giorno giusto nell'indifferenziato. Confuso

avatarsenior
inviato il 22 Luglio 2021 ore 14:21

SaroGrey quale sarebbe stato il tuo inestimabile contributo a questa discussione? Tanto per sapere...?
E come pensi si possa discutere sul referendum che propone di abolire la caccia senza discutere in merito alla caccia stessa?
La proposta propone la modifica della legge 157/1992 negli articoli che consentono la caccia (di fatto vietandola) e propone di abrogare il primo e il secondo comma dell'articolo 842 del codice civile, che concede l'ingresso nelle proprietà private per esercitare la caccia anche senza il consenso dei legittimi proprietari.
Sulla prima questione si deve partire da quello che uno pensa della caccia. E le valutazioni possono partire da principi etici, naturalistici, utilitarsitici ecc.. Non credo Tu sia titolato a determinare quale approccio sia corretto e quale no.
Sul secondo punto posso dirti senza ombra di dubbio che sono d'accordo senza riserva alcuna, perchè non esiste che io sia obbligato a far entrare nella mia proprietà gente armata per consentirle di svolgere un'attività che non condivido. E questo senza contare i rischi connessi all'uso di armi da fuoco e ai danni ambientali connessi a munizioni e bossoli (non da tutti raccolti).
E fermo il principio etico più volte espresso che, con buona pace del tuo disapputo, ritengo assorbente

avatarsenior
inviato il 22 Luglio 2021 ore 14:24

@Angus, con abbattimento mirato non intendevo quello fatto dai cacciatori. Quello fatto da personale specializzato che lo fa per lavoro, magari anche malvolentieri.
Il punto è sempre quello: non è per me concepibile uccidere per divertimento.
E mi considero un animale, ovviamente.
Ma questo mi pare talmente assodato: Homo sapiens. E per fortuna che hanno tolto il secondo sapiens, sembrava troppo una presa in giro!

avatarsenior
inviato il 22 Luglio 2021 ore 15:39

Biga +100

avatarsenior
inviato il 22 Luglio 2021 ore 17:53

SaroGrey quale sarebbe stato il tuo inestimabile contributo a questa discussione? Tanto per sapere...?


Come contributo alzo la posta togliendomi dalla discussione, in quanto al titolo per poter dire qualche cosa io resto con il mio contributo che do da tanto tempo a osservazione, censimenti e tante altre azioni svolte sul territorio.

Buona continuazione.Cool

avatarsenior
inviato il 22 Luglio 2021 ore 19:17

Cxxo dobbiamo lodarci un po :-P
Stiamo parlando di un argomento che scotta da non so quante pagine e ancora non è stato chiuso il topic...
Grazie a tutti , anche se non sono stato io ad aprire il topic. ;-)

avatarsupporter
inviato il 22 Luglio 2021 ore 19:40

Vero

avatarsenior
inviato il 22 Luglio 2021 ore 20:54

“ in quanto al titolo per poter dire qualche cosa io resto con il mio contributo che do da tanto tempo a osservazione, censimenti e tante altre azioni svolte sul territorio. ”
Che con il “contributo alla discussione” non c'entra una beata

avatarjunior
inviato il 22 Luglio 2021 ore 22:37

La caccia con il falco come la cataloghiamo?

avatarsenior
inviato il 22 Luglio 2021 ore 23:11

Che con il “contributo alla discussione” non c'entra una beata


Dimmi che vuoi che scriva e lo farò, basta non sia troppo tardi visto che domani mattina mi alzo di buon'ora per dare il mio contributo in fatto di gestione fauna, ( ovviamente armato solo di binocolo, Gps e blocco notes ) solo che invece che farlo da tastiera lo faccio nel bosco e in questa settimana sono già alla terza uscita, è quanto faccio da diversi anni e credo di aver sempre dato un buon contributo, sicuramente molto più utile che accontentare delle risposte su una discussione mono direzionale, ma il dubbio che non sia chiaro quanto ho appena scritto sopra si fa sempre più fondato.

avatarsenior
inviato il 23 Luglio 2021 ore 0:07

Dopo i primi dieci interventi son passato direttamente in ultima pagina , leggere che se il leone mangia il bufalo giustifica che un uomo spari ad uno degli ultimi esemplari di questa o quella specie toglie la voglia di intervenire , domanda : quanti sono i leoni in tutto il mondo ? Quanti gli umani ? 8 miliardi , tutti con gli stessi diritti ? Quindi ognuno degli 8 miliardi ha il diritto di uccidere un mammifero o un uccello o un pesce numerose volte in un anno ? Bene se lo facessimo sarebbe la fine della vita sulla terra . Tornando in Italia siamo 65 milioni su 311 mila km 2 , compresi picchi delle montagne , laghi fiumi , porti e aeroporti etc etc , ci sono quindi circa 211 abitanti per km2 , in questa situazione lo spazio per lo sviluppo della vita naturale non esiste più , gli animali liberi in realtà sono in gabbia , costretti cioè a rimanere in piccoli spazi limitati , raggiungerli , nelle loro gabbiette , armati con le più moderne armi , e ucciderli non vedo che soddisfazione possa dare , vedo invece che danno rappresenta .

avatarsenior
inviato il 23 Luglio 2021 ore 1:30


Quindi ognuno degli 8 miliardi ha il diritto di uccidere un mammifero o un uccello o un pesce numerose volte in un anno


Succede e molte più volte di quello in cui scrivi, la carne è uno degli alimenti principali del pianeta, non vi siete resi conto che esiste una cosa chiamata "catena alimentare"?

it.m.wikipedia.org/wiki/Catena_alimentare

Consiglio di leggere le 3 fasi del ciclo della vita

Io il 95% dei cacciatori lo metterei sott'acqua in quanto sono pericolosi con un'arma in mano ma continuo a non capire l'astio per una pratica che esiste da milioni e milioni di anni, in quanto chi sta sotto è cibo. Se non vi piace l'idea consiglio di andarlo a spiegare ad un Grande predatore come una tigre.

In più l'uomo ha questo incredibile vizio di dover mantenere lo status quo di tutto... La natura è il più grande killer e cambia le carte in tavola continuamente sotto ogni aspetto (morfologia, calore, precipitazioni ecc)

avatarsenior
inviato il 23 Luglio 2021 ore 4:04

Sarogrey Abbiamo capito che vai per boschi col binocolo. Voglio tranquillizzarti su questo. Bravissimo…
Ora che tutti hanno capito quanto sei socialmente utile e indispensabile, ti ripeto:
1. Questo non ti Da alcun titolo per stabilire quale sia la prospettiva (etico, morale, sociologica, utilitaristica, ambientalista) da cui partire per esprimere giudizi sulla caccia
2. Questo non ti rende automaticamente utile alla discussione, alla quale sino ad ora non mi risulta tu abbia dato alcun particolare contributo (ed è inutile che fai del sarcasmo da martire perché te l'ho fatto notare in risposta a tuoi ripetuti interventi con i quali eri tu a giudicare l'utilità degli interventi altrui)

avatarsenior
inviato il 23 Luglio 2021 ore 4:11

Cesare capisco quello che dici. Nessuno nega la catena alimentare. Ma credo che la presenza umana sia diventata ormai talmente “invadente” sia numericamente che come stile di vita che non sia più possibile comportarci come se fossimo un normale anello di quella catena.
E anzi ormai il normale equilibrio lo abbiamo alterato e se ci pensi abbiamo necessità di mantenerne uno artificioso.
Se così non fosse lasceremmo fare alla natura e non esisterebbe la necessità di effettuare continuamente interventi per cercare di ridurre o incrementare la popolazione di alcune specie.
Ma non è più possibile perché il nostro stile di vita, giusto o sbagliato che sia, ci impone di forzarlo il naturale equilibrio.
Non possiamo comportarci come fossimo delle tigri…

avatarsenior
inviato il 23 Luglio 2021 ore 5:07

"Quanti gli umani ? 8 miliardi , tutti con gli stessi diritti ? Quindi ognuno degli 8 miliardi ha il diritto di uccidere un mammifero o un uccello o un pesce numerose volte in un anno ? Bene se lo facessimo sarebbe la fine della vita sulla terra."

Argumentum ad peram, deformazione grottesca del procedimento kantiano.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 215000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me