RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Approccio street-Pareri e consigli


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » Approccio street-Pareri e consigli





avatarjunior
inviato il 24 Febbraio 2021 ore 18:32

La cosidetta "street" è un settore interessante della fotografia perché resterà a documento di un'epoca destinata, come tutte a scomparire. Nel tempo, saranno le uniche foto interessanti che avremo scattato. E se la presenza umana è importante, lo è anche l'ambiente. Un bar qualsiasi in periferia di Roma, con persone sedute ai tavolini e le automobili parcheggiate accanto è fotograficamente più interessante del Colosseo.
Se si fotografa per il "dopo", la liberatoria da parte dei soggetti non è necessaria, perchè possono sorgere problemi solo con una pubblicazione attuale. Inoltre la liberatoria non è necessaria se si fa una fotografia in cui il soggetto non sia il principale elemento. Se fotografo una via cittadina non mi devo certo preoccupare di oscurare le targhe delle automobili riprese, come non mi devo preoccupare se fotografo un bar con degli avventori nei pressi. Però è bene non cercare di rubare la fotografia, perché sarebbe un comportamento che insospettisce i soggetti e li indispone. Quando ho chiesto se potevo fotografare mi è sempre stato consentito. Anche l'attrezzatura usata è importante: deve essere la meno appariscente possibile. Una ingombrante e vistosa attrezzatura viene vista come professionale ed in genere procura noie. Se si mette una piccola macchina fotografica su un treppiedi qualsiasi in una piazza cittadina difficilmente verremo importunati, nemmeno dai vigili urbani. Ma se usassimo un grosso treppiedi professionale con sopra una grande reflex FF con un poderoso obbiettivo, sarebbe difficile farla franca.

avatarsenior
inviato il 24 Febbraio 2021 ore 18:42

comunque usciamo dalle etichette, la fotografia alla fine si divide in buona e meno buona.
Chiamarla street, fotogiornalismo, reportage è un banale dettaglio che non aiuta nessuno.

Come diceva il grande Giacomelli "La fotografia è una cosa semplice a condizione di aver qualcosa da dire".

Il punto è tutto qui. Semplice e difficile al contempo.
Se la mente viaggia qualcosa di buono verrà fuori...prima o poi.

avatarjunior
inviato il 24 Febbraio 2021 ore 18:52

farmi capire dove correggere il tiro, se come dici tu le avessi cancellate già in macchina da quegli errori non avrei potuto trarne anche se pur piccolo miglioramento, d'altronde non puoi uscire e far la foto perfetta dal nulla. Servono tentativi, serve scattare, studiare e confrontarsi

E' un atteggiamento sano e costruttivo, sicuramente più coraggioso del mio, che non porta da nessuna parte in quanto rinunciante. Il mio motivo è che scarto a priori un'immagine che non mi solletica niente, prescindendo totalmente da composizione e altro. Magari ho scattato inseguendo delle linee, ma poi mi chiedo: perché ho preso quell'immagine?
Questo succede meno a chi ha un occhio "fotografico". Una mia amica fotografa tira fuori delle cose incredibili in situazioni da cui io non trarrei nulla. Lei vede già la foto, deve solo impressionarla. Un po' ci vuole studio, un po' anche talento. I fotografi Magnum sono già una selezione di professionisti che vedono quello che io non vedo. Sicuramente lo studio delle immagini può aiutare la suggestione di un meccanismo evocativo quando si guarda in giro, il mitico HCB dopotutto è nato pittore.

avatarjunior
inviato il 24 Febbraio 2021 ore 18:55

Giacomelli dice proprio quello che intendevo ed è uno dei miei preferiti in assoluto. Tanto semplice quanto efficace. Sono belle le immagini, è bellissimo anche sentirlo parlare di fotografia nelle interviste che per fortuna sono facilmente reperibili.

avatarsenior
inviato il 24 Febbraio 2021 ore 19:03

A me queste foto sparate in faccia non piacciono le ritengo una forzatura e non un racconto di vita (quella che dovrebbe essere per me la street). La street che mi piace veramente è quella che oltre a raccontare un luogo e gli usi e costumi delle persone è quella che sfrutta linee forme e colori in armonia

avatarsenior
inviato il 24 Febbraio 2021 ore 20:33

tra i secondi i primi nomi che mi vengono in mente sono Winogrand, Frank, Klein, Meyerowitz, Eggleston, Shore, Gilden, Cohen... se vuoi metto anche qualche contemporaneo... ovvio che siano autori meno noti.


Frank,Klein,Meyerowitz e Shore la composizione la curavano,chi più,chi meno. Forse Meyerowitz è meno costante in questo,ha scattato foto abbastanza curate da quel punto di vista e altre meno,idem Frank

avatarsenior
inviato il 24 Febbraio 2021 ore 22:14

Forse abbiamo due edizioni diverse degli americani di Frank... sugli altri ciascuno può anche semplicemente usare google immagini e farsi la propria idea.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 206000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





03 Marzo 2021

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me