RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Silkypix - tecniche avanzate -


  1. Forum
  2. »
  3. Fotocamere, Accessori e Fotoritocco
  4. » Silkypix - tecniche avanzate -





avatarjunior
inviato il 02 Febbraio 2021 ore 15:34

Questa foto che linko sotto l'ho ottenuta da un file JPG fatto in macchina con una compatta (niente RAW).
Avendo solo il JPG ho provato ad usare la versione Silkypix10 dedicata ai JPG (l'ho scaricata in prova gratuita, per vedere come lavora il motore alleggerito da tutte le componenti per i file RAW). E' velocissimo.

Come funziona:

Il programma in pratica è identico a quello per RAW nella versione PRO.
Ha le stesse identiche utilities, con la sola limitazione che può elaborare solo file JPG.
Se gli dai come directory la cartella dove conservi le foto dell'altro programma lui riconosce in automatico tutto: valutazioni, precedenti modifiche, ecc... ma ovviamente ti fa vedere solo i file post-prodotti (in formato JPG) e non gli originali in RAW e neppure i TIFF.

Non essendoci un vero e proprio "file catalogo" come quello di LR non serve importare nulla ed i due programmi si comunicano tramite l'uso delle comuni cartelle "Side-car" dove vengono memorizzate tutte le modifiche. Comodo.

Questo programma ti passa in automatico il tuo JPG da 8 bit a 16 bit durante tutta l'elaborazione.
Ma non ti permette di esportare a 16 bit.
Per esportare puoi farlo solo con JPG 8 bit (come importi quindi esporti).

Quanto alla foto, ho impostato un "taste" stravolgi curve già pronto di default ("Instant film") poi ho fatto una maschera degradante per calare luminosità, aumentare saturazione e stravolgere il bilanciamento bianco nel cielo in alto e una per la parte in mezzo - dove c'è la fortezza - li volevo più nitidezza, luce e contrasto. Infine ho settato i parametri per la pulizia del rumore generato dall'elaborazione e ho croppato (parecchio) la foto. Quindi ho esportato di nuovo il mio JPG.

Beh, a me sembra che il file abbia retto bene considerando che era già all'origine un JPG di una compatta e che ci sono andato pesante con le variazioni. In tutto ci avrò messo 5 minuti. Con Affinity potevo fare molto di più, ma anche solo per arrivare fin qui, ci avrei messo più tempo credo.


www.juzaphoto.com/galleria.php?l=it&t=3857898


Per chi ama fotografare in JPG magari settando la macchina già con dei filtri (tipo i pellicola di Fuji, o i Picture-style di Panasonic) può essere ampiamente sufficiente, credo, questa versione del programma, perché non gli manca nulla se non, appunto, la possibilità di gestire i RAW. E non ha bisogno di computer potenti e recenti per girare.

avatarsenior
inviato il 02 Febbraio 2021 ore 16:01

Ciao Gian Carlo
sai se il formato .DCR lo importa?

Grazie

avatarsenior
inviato il 02 Febbraio 2021 ore 16:39

Metto il link



non ho ben capito come ha fatto a generare ben 4 pannelli verticali ai latiEeeek!!!

avatarsenior
inviato il 02 Febbraio 2021 ore 16:53

silkypix.isl.co.jp/en/product/dsp10/supported-cameras/

Ciao Gian Carlo
sai se il formato .DCR lo importa?

Grazie


guarda nel link sopra se trovi la fotocamera, se non sbaglio è un formato Kodak, mi pare le nomini

avatarsenior
inviato il 02 Febbraio 2021 ore 16:56

miiiiiiin.. grande Gian Carlo Sorriso , grazie è presente il formato kodak

avatarsenior
inviato il 02 Febbraio 2021 ore 16:58

per così poco....!MrGreenMrGreen

Questo è un software dalle 1000 risorseMrGreen

avatarsenior
inviato il 02 Febbraio 2021 ore 17:01

ahahaha è vero .. ho visto tutorial, gente che lo utilizza e ne parla solo bene

Se ricordo bene in un thread di due anni fa si diceva che c'era un metodo per velocizzare il lavoro in quanto risultava lento come programma

avatarjunior
inviato il 02 Febbraio 2021 ore 18:48

Allora GianCarlo, tu puoi letteralmente smontare tutta la scrivania di lavoro e ricomporla come preferisci secondo le tue esigenze.

Il programma di default ti mette alcuni strumenti aperti ai 2 lati (questi 2 lati si chiamano MAIN WINDOW, left e right)
e ti da 4 pannelli (chiamati COLOR PALETTE 1,2,3,4) vuoti che puoi attivare a tuo piacimento inserendovi altri strumenti (oppure anche spostando quelli che lui ti mette di default nelle main window).

Ma, in realtà, tu i 4 COLOR PALETTE li puoi agganciare anche dentro le 2 MAIN WINDOW, oppure a fianco di esse.
Ed alcune funzioni, come la cronologia ad esempio, la puoi inserire DA SOLA dentro una MAIN WINDOW, senza bisogno di metterla anche dentro un PANNELLO COLOR PALETTE. Insomma la "composizione" dello spazio di lavoro ha possibilità infinite.

Devi solo stare attento a cosa selezioni quando sposti le cose perché è facile sbagliarsi tra il selezionare un pannello intero ed un modulo strumento.

Venendo al pratico, quando tu clicchi su un COLOR PALETTE INTERO il programma ti da svariate possilibilità a seconda della posizione in cui si trova in quel momento, ma in generale:

1) ARRANGE TO LEFT/RIGHT THE MAIN WINDOW
2) ARRANGE TO LEFT/RIGHT OF PREVIEW WINDOW
3) MAKE IT A FLOATING WINDOW
4) CLOSE

1) Significa che inserisci il PANNELLO INTERO dentro i 2 lati principali (le MAIN WINDOW)
2) Significa che inserisci il PANNELLO INTERO a fianco dei 2 lati principali (quindi avrai, ad esempio, 4 pannelli che si spaginano a seconda di come tu preferisci per quella fase di lavoro)
3) Significa che quel pannello li (con i suoi strumenti dentro) sarà fluttuante
4) Lo chiudi

Invece, per quanto concerne i MODULI degli strumenti hai queste opzioni:

1) RENDILO FLUTTUANTE
2) FISSALO DENTRO IL CONTROL BOX PRINCIPALE
3) POSIZIONALO DENTRO UNO DEI 4 PANNELLI PALETTE 1,2,3,4
4) EDITA/SALVA UN "TASTE" PER QUELLO SPECIFICO STRUMENTO

Ultima cose:

- purtroppo non tutti gli strumenti hanno la stessa flessibilità, ma è ovvio, ad esempio lo strumento ritaglia, o correzioni locali, non può essere inserito in nessun pannello, ma è richiamabile solo dal CONTROL BOX centrale.

- non serve tenere tutti i pannelli sempre aperti, li si può collassare premendo l'icona di rientro. Dal CONTROL BOX generale, si schiaccia l'icona dello strumento desiderato ed automaticamente si spagina il pannello contenente quello strumento

- suggerisco di salvare la "configurazione" una volta ottenuto un buon risultato. Perché ogni volta che il programma si aggiorna riparte dalla situazione di default. Quindi meglio salvare la "posizione degli strumenti" e anche i settings generali, e mettere da parte il file con le configurazioni personalizzate. Ad ogni aggiornamento sarà sufficiente ricaricarlo, anziché risistemare tutto.

- si può configurare il programma in modo diverso a seconda di quale modalità di visualizzazione stiamo usando (SELECT, ADJUST e PRINT). Perché, naturalmente, quando siamo in SELECT non ci serve a nulla avere aperto i moduli strumenti.

avatarsenior
inviato il 02 Febbraio 2021 ore 21:25

Ramon sei un guru!!
Grazie;-)

avatarsenior
inviato il 03 Febbraio 2021 ore 9:11

Allora GianCarlo, tu puoi letteralmente smontare tutta la scrivania di lavoro e ricomporla come preferisci secondo le tue esigenze........


fatto, mi pare sia venuto un ottimo lavoro, ho memorizzato le impostazioni, tra l'altro se ne possono impostare diverse alla bisogna.
Quando si aprono tutte le palette si capisce quanto sia ampio e completo questo software.

Grazie ancora Ramon

avatarjunior
inviato il 03 Febbraio 2021 ore 11:04

Ma figurati ;-)
Si giusto, se ne possono salvare anche diverse da richiamare in diversi momenti.
Ci vuole sempre un po di fantasia e qualche esperimento, ma alla fine la totale modularità è un plus.

Per dire, ho creato una scrivania ottimizzata per il ritaglio della foto, quando decido l'aspetto complessivo dell'immagine, prima di entrare a smenare sui colori ecc...

In questo caso tengo aperti sulle palette i moduli
LENS ABERRATION CONTROLLER
ROTATION/SHIFT LENS EFFECT
EFFECTS
attivo lo strumento CROP e, lasciandolo sempre aperto, vado a settare prospettiva, blur/sharp ai bordi, rotazione foto, distorsioni ottica e shading lente.
Potere fare questo gruppo di modifiche mentre c'è il CROP TOOL contemporaneamente attivo sullo schermo lo trovo più comodo che fare uno step alla volta, mi sembra di avere più controllo sul risultato finale.
Poi tutti quei strumenti spariscono, cambiando scrivania, e mi dedico ad altro.
Ma nulla toglie che alla fine dell'elaborazione possa richiamare quella scrivania per una ultima aggiustatina complessiva.

P.s. - ricordare che non c'è rasterizzazione, se ci sono maschere controlliamo come si sono spostate dopo l'eventuale ri-aggiustatina finale.

avatarjunior
inviato il 03 Febbraio 2021 ore 11:17

Idem dicasi per il pannello delle modifiche locali, il PARTIAL CORRECTION TOOL.
Questo strumento (come il CROP) può essere solo fluttuante, non può essere agganciato, ma perché?
Credo perché sia più utile averlo aperto in contemporanea a tutti gli altri strumenti che abbiamo predisposto ai lati nei pannelli, perché così regoli sia la modifica che stai apportando dentro la tua maschera SIA quello che c'è dietro ad essa, ed intorno ad essa.

Esempio: anziché dare +2 di luminosità dentro la maschera, dai solo un +1 e contemporaneamente abbassi un po la luce attorno ad essa usando gli strumenti che ti sei apparecchiato ai lati, nei pannelli. Ma sempre con il modulo della maschera attivato, in modo da regolare meglio il tutto. E' come se fosse un multi-livello di fatto, ma ovviamente senza metodi di fusione. Le modifiche non sono "pittoriche" ma fotografiche, e per quello secondo me risultano molto naturali gli effetti.

avatarsenior
inviato il 03 Febbraio 2021 ore 12:01

mizzica Ramon devo leggerti con calma perchè non ho seguito tutto ...grazie in anticipo , più tardi appena mi libero darò una lettura a tutto

avatarsenior
inviato il 03 Febbraio 2021 ore 13:58

quì bisogna studiare e lavorare sodo!!!MrGreenMrGreen

avatarjunior
inviato il 03 Febbraio 2021 ore 14:31

per farlo mi sono dovuto creare questa scala di colori

Giancarlo, vorrei provare a fare una roba simile su LR ma non ho idea di come creare la scala di colori. Che valori RGB dovrebbero avere i vari colori? Sono colori standard secondo Pantone, Ral, cosa?

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 207000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.




20 Aprile 2021

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me