RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Sviluppo e sovraesposizione a Padova


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. »
  5. Fotografia Analogica
  6. » Sviluppo e sovraesposizione a Padova




PAGINA: « PAGINA PRECEDENTE | TUTTE LE PAGINE |

avatarjunior
inviato il 16 Ottobre 2020 ore 14:09

Ah caspita... Lontanuccio... Adesso controllo! Grazie

avatarjunior
inviato il 17 Ottobre 2020 ore 20:05

Valuta la stampa Ra4,se vuoi colori più fedeli e stampe più nitide.

avatarjunior
inviato il 17 Ottobre 2020 ore 21:01

Scusa guarrellam non so cosa sia ra4

avatarjunior
inviato il 18 Ottobre 2020 ore 20:47

Scusa guarrellam non so cosa sia ra4


Stampa analogica da ingranditore.
Attualmente le foto,vengono stampate con tecnologia Lambda,fondamentalmente un laser impressiona la carta chimica,a seguito di una scansione dei negativi.
La stampa analogica è nettamente superiore.

avatarsenior
inviato il 18 Ottobre 2020 ore 21:11

Uno dei tanti motivi che hanno decretato la morte della forografia chimica...

Che però sarà anche uno dei motivi, quello della riscoperta della intera filiera chimica, grazie ai quali la pellicola resusciterà.

avatarjunior
inviato il 18 Ottobre 2020 ore 21:18



Uno dei tanti motivi che hanno decretato la morte della forografia chimica...

Che però sarà anche uno dei motivi, quello della riscoperta della intera filiera chimica, grazie ai quali la pellicola resusciterà.


Concordo con te,Paolo.Ho avuto la fortuna di vedere sia le stampe Ra4 che il Cibachrome,davvero uniche.Sono arrivato a stampare il colore,coi rulli,ma era massacrante.

avatarsenior
inviato il 18 Ottobre 2020 ore 21:26

In realtà il processo RA4 è riferito alla carta e al suo sviluppo, non a come è stata impressionata, quindi anche se la impressioni con Lambda o con i sistemi dei minilab resta pur sempre una stampa RA4. Inoltre RA4 era il nome del processo/prodotto Kodak; Fuji e and a avevano i loro processi con i propri nomi che però erano compatibili tutti tra loro, motivo oer cui vengono tutti convenzionalmente chiamati RA4.

avatarsenior
inviato il 18 Ottobre 2020 ore 21:40

Se esponi per 50 sviluppa per 50, altrimenti sovraesponi due volte,
ma perché la "tiri al contrario"?


Attenzione a non confondere sovraesposizione con sovrasviluppo (o sottoesposizione con sottosviluppo). Hanno conseguenze ben diverse e una sovraesposizione NON si compensa totalmente con un sottosviluppo (e viceversa, vedi il tiraggio).

Ok, ma se è da 100 e la espongo per 50 sviluppo per 50.

Con il bianconero classico è un ragionamento che ha senso (ovvero: sviluppo tenendo conto del fatto di aver esposto a 50 iso), ma non con il C41.
Il C41 non consente normalmente variazioni in fase di sviluppo. Ogni rullo C41 va messo nel rivelatore per 3:15 a 38.0°C (ci sono in realtà altre due opzioni). Ogni scostamento da questi valori, ha il serio rischio di introdurre dominanti cromatiche. Vale lo stesso per E6.

avatarsenior
inviato il 18 Ottobre 2020 ore 21:51

Bhe l'E6, cioè le diapositive, si che si può sottoporre a processi "pull" (trattare come fosse di una sensibilità inferiore) e "push" (trattare come fosse di una sensibilità superiore); entro ceri limiti ovviamente, dipendenti dal tipo di pellicola.

avatarjunior
inviato il 19 Ottobre 2020 ore 3:39

Io ho sovraesposto di uno stop.
Non ho detto nulla a rce.
Quindi han lavorato 100 iso.

Ho seri dubbi sul fatto che sia ra4....

Ho pochissimo tempo purtroppo per chiarire.

Il problema è il dettaglio e nitidezza che mi sembrano in frutto di uno scanner abbastanza pietoso...

Mi hanno scritto dicendo che è colpa di rullino scaduto.

Ma io pensavo che pellicola scaduta avesse effetti solo sui colori (che infatti sono assurdi)
Non sulla qualità d'immagine generale...
Dove sta la verità?

avatarsenior
inviato il 19 Ottobre 2020 ore 5:22

Presupponendo che non si possa, o non si voglia avere il controllo completo di tutta la filiera chimica, che è poi l'unico modo per garantirsi dei risultati eccelsi, l'unica strada da percorrere, nel tentativo di riavere ciò che si è fotografato nella stessa maniera in cui lo si è prefigurato, è ricorrere in pianta stabile alla diapositiva.
Con un minimo di accortezza e di esperienza si sarà ragionevolmente certi di ritrovare, finalmente, nelle nostre fotografie ciò che abbiamo realmente impressionato.

Senza contare che la proiezione è una esperienza unica...

avatarjunior
inviato il 19 Ottobre 2020 ore 7:10

Cardin srl, Limena

avatarjunior
inviato il 19 Ottobre 2020 ore 13:28

Grazie Paolo e grazie fool frame

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 200000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





31 Ottobre 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)
PAGINA: « PAGINA PRECEDENTE | TUTTE LE PAGINE |


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me