RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Modificatori di luce softbox: scelta scarsa?


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » Modificatori di luce softbox: scelta scarsa?





avatarjunior
inviato il 26 Giugno 2020 ore 21:53

Ciao,
mi chiedo se sia solo io a ritenere che l'offerta nel mondo softbox sia piuttosto sbilanciata, almeno in Italia. Visto che non ne conosco tanto il mercato, ancora, vi chiedo un parere.

Parliamo ad esempio di un octa classico (non deep), di dimensioni intorno al 120cm , con griglia. Possibilmente del tipo quick / rapid, cioè con chiusura tipo ombrello.

Con marchi top (Broncolor, Profoto...) si ha certamente la qualità, ma su prezzi da ragionare: una griglia di tessuto Broncolor viene 1000 euro. Per Profoto siamo comunque sui 400, sempre solo per la griglia, e ci devi aggiungere lo speedring eventuale. Comunque non mi pare di vedere, tra questi, dei modelli quick/rapid.

Scendendo un po', diciamo in una fascia che dovrebbe essere prosumer, quasi il vuoto. Dico "quasi" perché i Rolatux di Elinchrom vi rientrano, però hanno un'unica opzione quick/rapid, lo Snaplux da soli 67cm.

Negli USA ci sono marchi come Westcott, i cui prodotti, quando importati qui da noi, vedono raddoppiare i loro prezzi (e sono comunque rari). Per fare un esempio, controllate i prezzi del Rapid Box XL.
In questa fascia, i Buff sembrano interessanti ma hanno attacco balcar e se si vuole il bowens, bisogna accroccare un doppio speedring (ma potrei aver capito male).

Scendendo ancora, su un livello semi-decente, oggetti tipo Walimex Pro, ancora accettabili ma più fragilini da portare in giro. Siamo sui 180 inclusa la griglia, che però fa pena. Tralasciamo i Neewer, sicuramente tanta roba per quello che costano, ma non li porterei in giro.

Faccio riferimento alla robustezza e alla rapidità di setup perché io li uso, di solito, solo in mobilità e all'aperto. Se li devi portare in giro, tra fascia alta e bassa la sensazione di affidabilità cambia parecchio. Basta vedere il modo con cui sono legate le stecche al tessuto. Certo, sulla fascia alta magari non ci sono punti di "leak" della luce, ma questo per un uso all'aperto non fa differenza.


Digressioni a parte, trovate anche voi che la fascia prosumer, su questi oggetti, sia scarsa di offerta? Avete consigli? Voi che marchi preferite?


PS: che voi sappiate, la koreana Aurora che produce il Firefly XL potrebbe essere la stessa produttrice dei Westcott?
PS2: come sempre accade, è chiaro che tra tutte queste marche, sicuramente esistono parecchie parentele strette. Magari le strutture sono le stesse e cambiano i rivestimenti.
PS 3: Ho tralasciato volutamente Phottix. Non ce la faccio a immaginare di girare in pubblico con quel marchio ben visibile MrGreen.



avatarsenior
inviato il 28 Giugno 2020 ore 16:50

Io avevo notato questo fatto con i diffusori più compatti da mettere sul flash, o cinesate oppure prodotti come i rogue che costano quel centinaio di euro.

Secondo me c'è questo gap perchè sono prodotti di nicchia per cui o si trova la roba professionale, oppure qualche clone cinese da tre lire, il tutto perchè il mercato ha una richiesta molto modesta di prodotti del genere.

avatarjunior
inviato il 28 Giugno 2020 ore 17:13

Nanlite? Aputure? Tutta robba cinese,ma di fascia superiore a Neewer..

avatarsenior
inviato il 28 Giugno 2020 ore 18:32

Beh, gli Elinchrom Octabox 100, 135 e 175 hanno il classico sistema Rotalux, abbastanza semplice - non proprio a ombrello ma piuttosto facile da montare/smontare. E credo piuttosto robusto.

avatarjunior
inviato il 28 Giugno 2020 ore 19:02

Elinchrome Rotalux sono odio puro.
Resistentissimi, ma ogni volta è un gioco d'incastri e di pazienza.
Finché è piccolo conviene caricarlo in auto montato.

Dopo anni di fastidio è arrivato un Neewer che costa un quinto e dura un decimo ma si apre e si tende come un ombrello, e sai che bellezza?
Preferisco 10 Neewer e un rotolo di nastro americano che un'altro Rotalux.

avatarsenior
inviato il 28 Giugno 2020 ore 19:02

Phot-r 120 cm/121,9 cm professionale Softbox ottagonale riflettore con Bowens S-Type Speedring per flash e flash – nero

octabox da 120 chiusura a ombrello, 65,00 euro
da westbase-direct IT

su amazon
https://www.amazon.it/professionale-Softbox-ottagonale-riflettore-Spee

o ebay



avatarjunior
inviato il 28 Giugno 2020 ore 19:48

Comunque, già da molti anni per tantissimi prodotti di consumo la classe media è sparita, perché noi tutti scegliamo di comprare contemporaneamente prodotti economici (“cinesate” per capirci) o di qualità (“quality price”).
Il reddito ci fa tendere da una parte o dall'altra, ma non ci esclude di avere oggetti di entrambe.
Io stesso ho pezzi pregiatissimi e accessori tenuti insieme dal nastro adesivo.

Mentre, con difficoltà compriamo “premium”, potendocelo permettere.

avatarsenior
inviato il 28 Giugno 2020 ore 20:10

@Maurese: ognuno ha le sue idiosincrasie, io per esempio non riesco mai a richiudere le "praticissime" strutture Lastolite per fondali che dovrebbero trasformarsi in pochi secondi in un disco da 60-70 cm di diametro, mentre sinceramente non ho mai avuto grossi problemi coi Rotalux, anche l'Indirect da 150 cm.

avatarjunior
inviato il 28 Giugno 2020 ore 22:41

Ecco, per me quelle sono praticissime, devi chiuderle a 8 ruotando un lato e aggiungere un ulteriore movimento di polso nella stessa direzione.

avatarjunior
inviato il 28 Giugno 2020 ore 23:10

Però questo è un movimento che si impara oppure no, basta esercizio.

Coi Rotalux devi proprio fare lavoro.

avatarsenior
inviato il 29 Giugno 2020 ore 0:01

Per un octa fisso, mi trovo molto bene con i profoto.
Durevoli, robusti e con un ottimo speedring.

Con la chiusura ad ombrello ho invece dei prostudio ez pro: decisamente leggerini ma son ancora in buono stato dopo 8 anni d'uso.

avatarjunior
inviato il 30 Giugno 2020 ore 10:29

@Matteo N.
Io avevo notato questo fatto con i diffusori più compatti da mettere sul flash, o cinesate oppure prodotti come i rogue che costano quel centinaio di euro.


Vero, non ho mai comprato quel tipo di diffusori ma a memoria, mi pare tu abbia ragione. Visto che ci siamo ti faccio una domanda. Conosci una piccola strip molto portatile, da usare su uno speedlight cobra classico? Chi sa se piegando il Rogue a U si ottiene un effetto vagamente paragonabile


@Baga80
Modificatori Aputure mai visti di persona, tu? Potrebbero essere una opzione interessante, concordo.

Ho dimenticato di dire che a parte i Westcott, dei marchi che ho citato ho visto o usato almeno un esemplare di persona. Al momento uso Aurora (tutt'altro che economico) e Walimex.


@Maurese
Concordo sia sui Rotalux, che sulla tua analisi. Anche sui riflettori dai, è un movimentino da ripetere, e sono anche robusti, di solito

@Cos78
Grazie, Ez Pro non li conosco. Posso chiederti quante volte potresti averli usati, in 8 anni? Regge tutto? Tessuto, attacchi dei diffusori, rivestimento...?

avatarsenior
inviato il 30 Giugno 2020 ore 11:06

Ecco, per me quelle sono praticissime, devi chiuderle a 8 ruotando un lato e aggiungere un ulteriore movimento di polso nella stessa direzione.

L'ho imparato con la tenda da mare decathlon, l'ho fatto mio con le retine parasole da auto e arrivato al panello lastolite trigrip da 90 (che diventa un cerchietto da 30 cm, ormai per me è automatico. A parte le istruzioni a corredo, basta guardare un video sul tubo e apprendere il gesto che naturale non è (avviatare ad otto e poi il tutto si aggiusta da sé).

avatarsenior
inviato il 30 Giugno 2020 ore 13:58

Posso chiederti quante volte potresti averli usati, in 8 anni? Regge tutto? Tessuto, attacchi dei diffusori, rivestimento...?


Intorno alle 150-200 volte soltanto perché li uso per cose meno impegnative (con dei flash Einstein perlopiù).
Per le cose più impegnative una volta che sposto i generatori tanto vale portarmi dietro i softbox profoto che preferisco.

In ogni caso ha retto tutto.
Il tessuto è comunque leggerino rispetto a quello di un softbox "fisso" anche cinese.
E ci sono minime perdite di luce posteriormente ma se li usi in esterna no problem.
I diffusori non sono ingialliti (ma le potenze in gioco erano comunque basse avendoli usati con dei monotorcia).
A livello di baionetta, ho un set Bowens che è robusto e ben fatto.
Quello Balcar come ogni attacco Balcar è mediocre di suo.
Quelli profoto ha la gomma leggermente più stretta degli originali purtroppo.

Complessivamente sono lontani da un softbox profoto o bron ma la loro portabilità (e velocità d'uso) è ottima.

Altrimenti di trasportabile c'erano i softbox dell'italiana Lightech in softshell, leggeri e poco ingombranti ma non so se esistono più.
Peraltro non li ho mai potuti provare...

avatarsenior
inviato il 30 Giugno 2020 ore 15:33

Cosa intendi di preciso con strip?

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 195000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





13 Luglio 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me