RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

primo sviluppo pellicola.







avatarsenior
inviato il 22 Marzo 2020 ore 17:56

@speedking no, quando metto la pellicola nuova dentro alla macchina non è nera.


Non quando la metti dentrola macchina ma quando la estrai dalla tank......
Lo spezzone che estrai per caricare il rullino deve essere nero perche' nella fase di caricamento e' completamente alla luce

Se non hai 12/15 cm della pellicola neri vuol dire che hai problemi con lo sviluppo.

avatarsenior
inviato il 22 Marzo 2020 ore 18:04

Come dice giustamente Speedking fai una foto alla parte iniziale della pellicola

avatarsenior
inviato il 22 Marzo 2020 ore 18:24

Ma sul sito di Ars Imago ci sono tutte le informazioni che servono, tipo di bagno, diluizioni, tempi per le più comuni pellicole in commercio. Lo sviluppo FD può essere diluito a 1+19, 1+39, 1+59 con diversi tempi di sviluppo a seconda del tipo di pellicola ed esposizione ad ISO non nominali. Sviluppo FE (ecologico) diluito 1+1, 1+3 a seconda (vedi sopra).
Un FE a 1+39 molto probalmente non fa quello che dovrebbe fare. Un FD a 1+3 fa troppo. Coraggio, ce la si può fare.

avatarjunior
inviato il 22 Marzo 2020 ore 18:31

uso l'FE, proverò ad utilizzare la diluizione 1+1! dopo di questa non so piu che fare!

avatarsenior
inviato il 22 Marzo 2020 ore 18:36

Leggo:

ARS-IMAGO FE è uno sviluppo ecologico, a base di acido ascorbico e senza idrochinone, per pellicole in bianco e nero. La soluzione di lavoro, facilmente preparabile con la diluizione 1+1, sfrutta a fondo la sensibilità delle pellicole e restituisce un'elevata acutanza. I negativi mantengono una grana fine e si caratterizzano per un ottimo contrasto nei toni medio-scuri e buon dettaglio nelle alte luci. Alla diluizione 1+3 la nitiezza è particolarmente elevata, la grana leggermente più visibile e l'effetto compensatore, consigliato per scene ad alto contrato, più evidente ed efficace.



CARATTERISTICHE

• Sviluppo ecologico senza idrochinone

• Sviluppo universale per qualsiasi pellciola bn

• Sensibilità delle pellicole sfruttata a fondo

• Grana fine e ottima nitidezza

• Compensatore con risultati nelle alte luci

PREPARAZIONE: ARS-IMAGO FE ECO FILM DEVELOPER è una soluzione concentrata che può essere diluita 1+1 o 1+3. Preparare la soluzione di lavoro con acqua corrente. Il volume della soluzione di lavoro necessaria dipende dalla dimensione e dal tipo di Tank utilizzata e dal numero di pellicole/spirali presenti .

TEMPERATURA: La soluzione di lavoro deve essere utilizzata a 20°.

AGITAZIONE: Continua per i primi 30 secondi, due inversioni ogni 30 secondi per il restante tempo di sviluppo (per lo sviluppo in Tank).

TEMPI DI SVILUPPO: I tempi di sviluppo forniti sono indicati per ottenere un negativo con un' ottimale estensione tonale rispetto agli I.E. suggeriti. Consultare la tabella dei tempi di sviluppo.

Attenzione a queste ultime 4 righe

CAPACITA' E DURATA: La soluzione con diluzione 1+1 può sviluppare fino a 15 pellicole. Il tempo di sviluppo deve essere aumentato del 15% ogni 3 pellicole. Si consiglia di usare la soluzione di lavoro entro 4 mesi (contenitore completamente pieno) o 2 mesi (contenitore parzialmente pieno). La soluzione one shot diluita 1+3 deve essere gettata dopo l'utilizzo.




avatarjunior
inviato il 22 Marzo 2020 ore 19:22

ti ringrazio Ettore, se riesco domani faro una 30ina di foto e provo a svilupparlo! ci aggiorniamo domani.

avatarjunior
inviato il 23 Marzo 2020 ore 1:06

Se ho capito bene è successo di nuovo quello che ti dicevo, cioè hai sottosviluppato, la macchia è l'argento che non è riuscito a togliere il fix, probabilmente perché comincia a esaurirsi (se lo riutilizzi) o chissà per quale altro motivo. Per questo consiglio sempre di iniziare con rilevatori (sviluppi) ben collaudati e super conosciuti (d76, rodinal, HC 110 o equivalenti) in quanto si trovano molte più informazioni ed è più difficile confondersi con i nomi e le diluizioni. Quelli della ars imago probabilmente vanno benissimo ma avendo nomi simili e tutti tipo fd fe ecc ecc è molto facile leggere il data sheet sbagliato e incasinare tutto. Se hai usato una diluizione 1+39 per uno sviluppo che al massimo arriva a 1+3 non uscirà fuori mai niente (forse con lo stand ma li c'è proprio da sperimentare). La prima volta che hai sviluppato hai usato l'1+1 che ti ha dato negativi molto densi non perché scorretto ma perché probabilmente l'hai tenuto dentro troppo a lungo, ottenendo il risultano opposto; me lo conferma il fatto che qualcosa si vedeva (a proposito, hai provato a scansionarli? È molto più facile recuperare un negativo bruciato che uno sottosviluppato).

Dev'essere brutto iniziare così e avere questi risultati ma non mollare, ne vale la pena; io sviluppo tutto in casa, compreso il colore (negativo, c41) nonostante si dica in giro che sia più difficile (secondo me è il contrario), riesco ad ottenere risultati soddisfacenti, risparmio un sacco di soldi e ho il pieno controllo del processo (che nel bianco e nero secondo me è molto importante). Vedrai che una volta padroneggiato il processo si automatizza tutto molto in fretta e sarà quasi meccanico!

avatarsenior
inviato il 23 Marzo 2020 ore 6:29

Ciao, non conosco questi prodotti Ars Imago ma leggendo quello che è successo, mi sono fatto anch'io l'idea che sia stato tutto un problema di diluizioni.
Ad ogni modo, mi associo anch'io al consiglio di non scoraggiarti perché abbiamo avuto tutti questi problemi all'inizio e ti assicuro che ogni rullino perso per colpa di qualche errore insegna molto di più di un workshop o di un tutorial online. Per cui, come ti è stato già consigliato, prendi sempre molti appunti su quello che fai. Diluizioni, tempi, temperature, pellicole usate, come le hai esposte e come le hai trattate. E vedrai che in breve tempo avrai il tuo personale database da cui attingere per ogni situazione ;-)
Un altro consiglio che mi sento di darti, è quello di cercare online una bobinatrice e farti i tuoi rullini in casa. Personalmente, quando voglio testare una fotocamera, provare rivelatori nuovi, o fare altri esperimenti, preparo dei rullini da 8-10 pose e così riesco a fare molte prove con minimo "spreco" di pellicola. Oltre al fatto che, a parità di pose, un rullino fatto da te costa molto meno di quelli acquistati pronti. Ci vuole un po' di manualità ma alla fine è una cosa semplice ;-)

avatarsenior
inviato il 23 Marzo 2020 ore 8:12

Osservando l'immagine dell'ultima rullino sviluppato mi sembra che questo sia un pò "deformato" come se il caricamento nella spirale fosse stato un tantino difficoltoso e con qualche forzatura.
Se fosse così è probabile che in qualche punto una faccia della pellicola sia venuta a contatto con l'altra faccia sull'altra spira e abbia originato la macchia.
Quindi attenzione che la spirale sia sempre ben asciutta, basta una goccia d'acqua e son bestemmie.

avatarjunior
inviato il 23 Marzo 2020 ore 9:09

Ho fatto un po' fatica a mettere insieme tutte le informazioni, per favore, per agevolarci, fai una lunga lista dei prodotti che usi, delle diluizioni, del link o foglietto dove le hai lette.
Poi delle operazioni che fai per diluire e sviluppare.

Mi viene il sospetto che il problema sia nello sviluppo.
Forse è sbagliata la diluizione, forse è scaduto. La vitamina C sapevo che si degrada facilmente con luce o calore, potrebbe essere stato conservato male.

Se le diluizioni saranno corrette ordina un altro rivelatore, più comune e collaudato, io mi trovo bene con HC110, Rodinal o R09, ID11.

I primi due sono densi, li uso con una siringa, l'altro è polvere da diluire in bottiglie.

Col Rodinal mi è successa la tua stessa cosa dopo un periodo in cui è rimasto al caldo, in estate: smette di funzionare di colpo.



avatarjunior
inviato il 23 Marzo 2020 ore 9:10

La macchia dell'ultimo rullino invece dovrebbe essere un'aderenza, con il fissaggio che non ha agito.

Prova a rifare fissaggio (e lavaggio veloce) e vedi se lo completa.

avatarjunior
inviato il 23 Marzo 2020 ore 9:13

Se vuoi fare esperimenti esponi un rullino (varie esposizioni, magari qualcuna anche molto sovraesposto).

Taglialo a metà, e sviluppa una parte per volta, magari ora e quando avrai il rivelatore nuovo.

avatarsenior
inviato il 23 Marzo 2020 ore 10:51

Domenico mancuso ho una z60 dici riesco a caricarci qualche bobina moderna?

avatarsenior
inviato il 23 Marzo 2020 ore 11:00

Non ho letto.
Io uso gli stessi prodotti e uso anche l'imbibente ars imago.
All'inizio usavo 1+3 ora sono passato a 1+1 perché mi preparo i rullini e buttare 75cc per una prova da 12 pose mi dava fastidio.
I tempi sul sito sono giusti. Per compensare con la temperatura uso la tebella scaricata da ilford.
Avrai grana fine con questo sviluppo.
Ah dimenticavo. Se hai acqua dura l'ultimo lavaggio fallo con acqua distillata (e magari con l'imbibente/stabilizzatore)

avatarsenior
inviato il 23 Marzo 2020 ore 11:03

Le soluzioni sia fix che fe durano 4 mesi.
Se hai dubbi del fissaggio fai la prova della goccia.
Cioè su una coda senza svilupparla metti una goccia di fix. Dopo i 4/5 minuti la togli, e in quel punto deve essere trasparente.

02 Giugno 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)



Questa discussione ha raggiunto il limite di 15 pagine: non è possibile inviare nuove risposte.

La discussione NON deve essere riaperta A MENO CHE non ci sia ancora modo di discutere STRETTAMENTE sul tema originale.

Lo scopo della chiusura automatica è rendere il forum più leggibile, sopratutto ai nuovi utenti, evitando i "topic serpentone": un topic oltre le 15 pagine risulta spesso caotico e le informazioni utili vengono "diluite" dal grande numero di messaggi.In ogni caso, i topic non devono diventare un "forum nel forum": se avete un messaggio che non è strettamente legato col tema della discussione, aprite una nuova discussione!





 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me