RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

primo sviluppo pellicola.







avatarjunior
inviato il 27 Marzo 2020 ore 19:54

con cosa bobini??


Con una bobinatrice senza marca, presa a pochi soldi su ebay; è identica a quelle che trovi in giro col nome "legacy Pro Lloyd" contiene bobine fino a 30 m è molto semplice ma fa il suo dovere. Di quel problema della bobinatrice z ne avevo già sentito parlare parlare purtroppo non c'è soluzione, mi sembra che uno dei modelli più piccoli sia compatibile coi rocchetti moderni. Fossi in te ne prenderei un'altra aspettando un'offerta su ebay; sono oggetti semplici e spesso poco usati quindi è facile trovarne di messe bene. La mia era nuova impacchettata dagli anni '60 e l'ho pagata 15 euro.

A proposito comuqnue; qualcuno sa se esistono pellicole a colore in bobina?? Con gli ultimi rincari cu farei più di un pensiero; io finora ho trovato solo pellicola cinematografica ma a parte il fastidio durante lo sviluppo dello strato remjet bisogna farsi le bobine da soli dal master, che anche se preso in saldo (ritagli di avanzo di produzioni cinematografiche) spesso è lungo centinaia di metri e tra apri e chiudi taglia e arrotola aumentano i rischi di infiltrazioni, polvere, graffi ecc.

avatarsenior
inviato il 27 Marzo 2020 ore 19:57

Io bobinatrice ho una z60(che ho caricata con apx400) e una z17

avatarsenior
inviato il 27 Marzo 2020 ore 22:04

grande piro come hai fatto hai srotolato tutto e poi l'hai caricata nella fessura?

avatarsenior
inviato il 27 Marzo 2020 ore 22:05

No ho solo tolto il nocciolo in plastica

avatarjunior
inviato il 27 Marzo 2020 ore 22:09

Ma poi come fai ad avvitare il pomello di chiusura se togli il perno? (Chiedo da ignorante, non ne ho mai presa una in mano di quel tipo)

avatarsenior
inviato il 27 Marzo 2020 ore 22:13

Dalla bobina. Riesci a toglierlo senza svolgerla.

avatarsenior
inviato il 27 Marzo 2020 ore 22:51

A proposito comuqnue; qualcuno sa se esistono pellicole a colore in bobina?? Con gli ultimi rincari cu farei più di un pensiero; io finora ho trovato solo pellicola cinematografica ma a parte il fastidio durante lo sviluppo dello strato remjet bisogna farsi le bobine da soli dal master, che anche se preso in saldo (ritagli di avanzo di produzioni cinematografiche) spesso è lungo centinaia di metri e tra apri e chiudi taglia e arrotola aumentano i rischi di infiltrazioni, polvere, graffi ecc.


Le uniche che trovo in giro sono proprio le Cine tipo Kodak xxx che ha un indice di esposizione variabile tra 300 e 500 ASA. Il problema del remjet lo risolvo con un pre lavaggio con acqua e bicarbonato ed energiche agitazioni. Riguardo la dimensione della bobina, è come dici tu. Però a comprare bobine più piccole, spesso si perde quasi tutto il risparmio.

avatarsenior
inviato il 27 Marzo 2020 ore 23:05

No ho solo tolto il nocciolo in plastica
ma scusami togli il nocciolo dalla bobinatrice quello a 4 spunzoni per capirsi o dallle bobine di pellicola?? poi carichi dal rocchettino sopra?? scusami per le domande piro ma ho sempre desistito appunto perchè mi dicevano fosse difficile!!!

avatarsenior
inviato il 27 Marzo 2020 ore 23:16

Il nocciolo della bobina. Quello di plastica.. é su a pressione e non é incollato o scocciato. Allargando poco la bobina si riesce a sfilarlo. Basta poco.
Come quando stringi la spirale di un nastro.. ma all'incontratio...

avatarjunior
inviato il 28 Marzo 2020 ore 12:16

lo risolvo con un pre lavaggio con acqua e bicarbonato


Anch'io avevo provato a suo tempo. Un po' però ne rimaneva sempre attaccato a fine sviluppo e dovevo rimuoverlo delicatamente con il pollice (a mano guantata) passando la pellicola in acqua prima del bagno di stab. ma avendo provato questa soluzione poche volte probabilmente non l'ho affinata bene. In ogni caso dovessi rimettere le mani su pellicole cine probabilmente utilizzerei direttamente i chimici giusti, la bellini ora fa un kit ECN-2, che a quanto ho capito è identico al c41 ma prevede la rimozione del remjet di default quindi immagino sia più efficace.

avatarsenior
inviato il 28 Marzo 2020 ore 12:25

Parecchi anni fa, con le pellicole cine, usavamo una pinza tergifilm avvolta in carta igienica bagnata, a fine lavaggio.

avatarsenior
inviato il 28 Marzo 2020 ore 12:31

Ho la tergifilm. Ma me l'hanno sconsigliata. Sopratutto se ultimo bagno con acqua distillata. Un attimo strisciare la pellicola.

avatarsenior
inviato il 28 Marzo 2020 ore 14:27

Parecchi anni fa, con le pellicole cine, usavamo una pinza tergifilm avvolta in carta igienica bagnata, a fine lavaggio.
A parer mio non bisogna fasciarsi la testa. Basta una goccia di shampoo nell'ultimo risciacquo della pellicola nella tank e poi anche l'uso delle pinze tergifilm usate con leggerezza e tutto va nel verso giusto

avatarjunior
inviato il 28 Marzo 2020 ore 16:20

Non è questione di fascarsi la testa, con lo sviluppo colore di pellicole cine il remjet va tolto bene o le foto vengono tutte macchiate; per quanto riguarda saponi vari può valere per il bianco e nero ma per il colore no, in quanto l'ultimo bagno chimico si fa DOPO il lavaggio e dev'esser fatto con lo stabilizzatore, che fa anche da imbibente (cioè fa scivolare via l'acqua in eccesso). Perciò il remjet delle cine va tolto prima.

avatarsenior
inviato il 28 Marzo 2020 ore 16:57

L'imbibente va usato alla fine del lavaggio, in modo che la pellicola asciughi senza fare macchie.
Per la tergifilm, soluzione alternativa all'imbibente, l'importante è che non ci siano impurità solide, a contatto della pellicola che la graffierebbero.
Per sviluppare le pellicole non ho mai usato la tergifilm a fine lavaggio, perché l'ho sempre ritenuta poco efficace, almeno con l'acqua di Roma, molto calcarea, qui parlo di un uso diverso: pinza rivestita su entrambi i lati con carta igienica bagnata, per asportare lo strato nero.
Fatta la pulizia dela pellicola, finisci il lavaggio, fai l'ultima passata con l'imbibente e poi la lasci asciugare.

04 Giugno 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)



Questa discussione ha raggiunto il limite di 15 pagine: non è possibile inviare nuove risposte.

La discussione NON deve essere riaperta A MENO CHE non ci sia ancora modo di discutere STRETTAMENTE sul tema originale.

Lo scopo della chiusura automatica è rendere il forum più leggibile, sopratutto ai nuovi utenti, evitando i "topic serpentone": un topic oltre le 15 pagine risulta spesso caotico e le informazioni utili vengono "diluite" dal grande numero di messaggi.In ogni caso, i topic non devono diventare un "forum nel forum": se avete un messaggio che non è strettamente legato col tema della discussione, aprite una nuova discussione!





 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me