RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Due modi di vedere.. Canon 16/35 vs Batis


  1. Forum
  2. »
  3. Obiettivi
  4. » Due modi di vedere.. Canon 16/35 vs Batis





avatarsenior
inviato il 15 Gennaio 2020 ore 9:00

Uly io da paesaggista focheggio sempre ad 1/3 dal punto più lontano sullo sfondo, poi lascio che la PDC ed il diaframma (da f/8 a “quasi” f/16) facciano il resto.

Con 21/2.8 Distagon ed il vecchio 17-40 la cosa funzionava discretamente bene, con tutti i limiti ai bordi del 17-40 rispetto al 21

Qui, col Batis invece come la vedi? Funziona lo stesso o conviene cambiare approccio?

avatarsenior
inviato il 15 Gennaio 2020 ore 11:00

Con tutti questi megapixel, tutte le tecniche che si usavano prima per mettere a fuoco, vedi l'iperfocale, vedi questa che dici di focheggiare ad 1/3 dal punto più lontano (lo facevo anche io), si fanno benedire.
Purtroppo bisogna sempre controllare a schermo e verificare, in quanto l'altissima risoluzione di questi sensori mette in luce sempre anche il minimo difetto di messa a fuoco che su altri corpi neanche si sarebbe notato.

avatarsupporter
inviato il 15 Gennaio 2020 ore 11:05

Ma qui con il Batis,come avevano già scritto precedentemente,penso sia più il "problema" di questa curvatura di campo da compensare focheggiando ai bordi come mi è stato suggerito...perchè focheggiando normale ad un terzo della scena ho già notato anch'io che tende ad avere i bordi non ok...e questo su A7III da 24mp

avatarsenior
inviato il 15 Gennaio 2020 ore 11:23

Onestamente ho passato quella mattina a stare dietro il "problema" della curvatura.


Colpa appunto del 24 70 che quando è usato Wide ormai lo uso in mf come il voigtlander.. ingrandsco al 100% e scatto , se a infinito, con aperture anche enormi come a 2.8 senza perdere troppo ma controllando il fuoco sul bordo.

Come detto va così anche il batis.. a 2.8 su scenari distanti, fuoco sul bordo.


Poi ho provato prima sull'isola bella.. stessa cosa , fuoco a infinito e via al bordo e solo dopo se ho soggetti in primo piano tiro dietro la PDC senza toccare il fuoco e ha funzionato e bene...

Questa del fico d'india... È diversa... Fuoco sul cactus e f18.f20.. infinito non Sharp come sopra.. ma primo piano eccelso e infinito ottimo.

Avendo il mirino elettronico per me è stupido non vedere di volta in volta come va.. ma come regola per me vale ciò che ho scritto sopra... A meno di non avere primi piani così vicini, dove focheggi vicino e spari la f20.. vado a infinito e correggo prima il bordo e poi chiudo quanto serve... Chiudere col batis serve quasi solo per questo e non per nitidezza.

avatarsenior
inviato il 15 Gennaio 2020 ore 11:36

Aggiungiamo che la maggior parte dei moderni obiettivi hanno l'aberrazione sferica over-corretta, il che può portare ad un lieve focus shift verso il fotografo... ed ecco che, se facciamo affidamento come facevano i nonni sull'aumento di pdc verso l'infinito, oggi restiamo spesso delusi, lo sfondo non viene nitido, perché la pdc, diaframmando, aumenta davanti al soggetto, e poco dietro, contrariamente a quanto avveniva con gli schemi più classici. I fissi Zeiss e il Canon 24-70 II ne sono un esempio lampante. Se fai un paesaggio in iperfocale con il Milvus 15, butti la foto.

avatarsenior
inviato il 15 Gennaio 2020 ore 11:50

Col 16-35 sarebbe stato diverso ..
mettendo a fuoco sul cactus veniva sfocato lo sfondo perché ha una pdc minore anche a diaframma chiuso. Non chiedetemi perché.

avatarsenior
inviato il 15 Gennaio 2020 ore 11:56

Mi correggo .. sul fico d'india, ora ricordo, ho messo il promontorio dietro il primo piano a fuoco , di fatto Taormina e poi ho compensato l'apertura.

Verissimo, se focheggi il primo piano non avrai mai infinito a fuoco.

avatarsenior
inviato il 15 Gennaio 2020 ore 13:35

se può servire, altro esempio..

Scatto con p45+ e lente 28mm.

Lente che ha curvatura di campo e maf , a infinito essendo in verticale, corrispondente all'isola che per la curvatura sta sul bordo..

Chiusura a f20 per ingigantire la pdc che in un 28 su 49mm di sensore diventa meno di un 21...

qua il prima e dopo..




e qua la versione big.
ulysseita.prodibi.com/a/48r40xdzeg4l56/i/qlmm7g5ykeoxr9r


per me basta curare la scatto con l'attenzione che serve di volta in volta e non servono stacking..

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 186000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





21 Gennaio 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me