RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Alla memoria di Alessio Beltrame: smontiamo insieme le bufale in fotografia digitale


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » Alla memoria di Alessio Beltrame: smontiamo insieme le bufale in fotografia digitale





avatarsenior
inviato il 11 Settembre 2019 ore 22:48

Scusatemi,

ma io sono molto pratico e meno teorico (anche se la teoria mi affascina) e sono giunto a queste conclusioni:

1. Alessio Beltrame è un mito che ha avuto la scienza ed il coraggio di dire cose che, in precedenza, erano state raramente scritte.
Ho scaricato (a suo tempo) tutti i suoi libri, che ho tutt'ora, ho avuto degli scambi epistolari di tecnica fotografica con lui, ma non ho mai avuto la fortuna di conoscerlo di persona (pur vivendo a 30 km da casa sua).

2. Alessio ha fatto un manuale in materia di foto sportiva che dovrebbe essere utilizzato in tutte le scuole d'arte d'Italia.

3. Pochi l'hanno capito (Alessio), con particolare riguardo alla necessità di scattare come minimo a 1/1.500 di secondo, ma chi l'ha capito ha fatto miracoli con le sue informazioni.

4. Quanto al rumore, sono giunto (personalmente) alla conclusione che è sempre meglio settare a +1 /3 (o perfino + 2 / 3 in alcuni casi) l'esposimetro sulla sovraesposizione (ovviamente va visto caso per caso).
Il risultato è sempre ottimo ed in PP si possono regolare senza fatica quel paio di EV di sovraesposizione, nelle luci e nella peggiore delle ipotesi.

5. Concludo dicendo che Alessio è nato Friulano, fosse nato USA le cose - probabilmente - sarebbero state diverse sotto il profilo della sua conoscenza da parte del pubblico.

Grazie Alessio!
Grazie di tutto.

Riposa in pace, noi qui Ti ricordiamo con grande stima e nostalgia.


avatarjunior
inviato il 11 Settembre 2019 ore 23:54

Pochi l'hanno capito (Alessio), con particolare riguardo alla necessità di scattare come minimo a 1/1.500 di secondo, ma chi l'ha capito ha fatto miracoli con le sue informazioni.


ecco, questa cosa mi interessa assai.. perchè dici ciò?

avatarsenior
inviato il 12 Settembre 2019 ore 0:53

@Simone a sx 100 ISO, a dx 800 ISO, come vedi una è a pacco, la prima è esposta nominalmente (si era lasciato headroom apposta, non si era tentato un ETTR), non sottoesposta (in modalità A e valutativa). La A7R non si presta molto a questi confronti di ARW, perché sono lossy e perché Sony li blocca a 4058 invece che a 4094/5Triste



avatarsenior
inviato il 12 Settembre 2019 ore 1:00

@Kinelot se usi una ML o LiveView vedi in tempo reale JPEG e capisci quando tagli le luci. Sì, istogrammi Jpeg e Raw sono soltanto secondi cugini. Se ti fidi degli istogrammi JPEG, quasi sempre sacrifichi almeno uno stop di dinamica. Purtroppo istogrammi raw in tempo reale le case non ne offrono, neanche l'ottimo sistema Olympus è rawEeeek!!! Studiati Iliah Borg sotto www.rawdigger.com Cool

avatarsenior
inviato il 12 Settembre 2019 ore 1:01

@Tony io e te non litighiamo mai perché siamo sempre d'accordo, o almeno così mi pare:-P

avatarsenior
inviato il 12 Settembre 2019 ore 1:08

@TheBlackbird ci arriviamo, ci arriviamo alle ombre scure...;-) Facile non alzare gli ISO quando c'è tanta luce o si usa il cavalletto con poca luce su soggetti statici, hai ragione. E poi la 6D2 è gagliarda agli alti ISO.;-)

user68000
avatar
inviato il 12 Settembre 2019 ore 1:19

ARGH!
tutte quelle formule mi fanno venire il mal di mare
MrGreen

però, se ho capito bene, usando auto-iso posso ignorarle?
e perché P è meglio?

P.S. attualmente uso solo ML Oly

avatarsenior
inviato il 12 Settembre 2019 ore 6:43

Flyer credo si riferisse alla fotografia sportiva

io non conoscevo Beltrame prima che Valgrassi aprisse questo topic, chissà cosa avrebbe detto intervenendo in questa discussione www.juzaphoto.com/topic2.php?l=it&t=3302232

avatarsenior
inviato il 12 Settembre 2019 ore 7:00

MrGreen prepariamo i ferri corti


Grazie Val, so che richiami spesso questo programma raw digger. Peccato chela cosa non sia implementata. Forse con magic lantern?

avatarsenior
inviato il 12 Settembre 2019 ore 8:58

@Flare Alessio era ammirevole perché era un ing gestionale, ossia l'ing meno matematico-fisico sulla carta. Ma aveva la passione della matematica-fisica e, oltre ad essere una cima nella fotografia di calcio, voleva condividere quello che aveva imparato in rete. Ti riferisci al 3D in cui due ing hanno tentato di spiegare come vanno le cose ad un autodidatta sprovvisto di basi scientifiche. Impresa ardua se lo studente non ha l'umiltà di leggere (e capire...) quello che postano fotografi più esperti!Triste
@Kinelot sono sicuro che Magic Lantern abbia implementato l'istogramma raw in tempo reale, ma non so fino a quale modello Canon. ML fa decadere la garanzia, anche se è dimostrato che è innocuo.
@Claudio le Oly hanno una modalità in cui ti mostrano sull'LCD un istogramma JPEG più ampio e "intelligente" delle altre Case. Se lo usi, difficile che sbagli l'esposizione. Poi, per fare una ETTR al limite dx dell'istogramma, hai bisogno di un istogramma raw lo stesso. Auto-ISO funziona benissimo ormai. P in sostanza è stato programmato dalla Casa che conosce bene il proprio sensore, per di più puoi sempre intervenire in tempo reale. Una mirrorless aiuta perché vedi il risultato dell'esposizione nel mirino o sullo schermo LCD in tempo reale.;-)

Prima di affrontare il tema rumore a livello strumentale, sarebbe bene dare un'occhiata a questo articolo ormai storico drive.google.com/open?id=1A72WEekZu7uGSraay3SYs37AA_B_EEFS
Vi prometto che, capiti questi due diagrammi, avete capito il 90% della fotografia digitale!:-P



avatarsenior
inviato il 12 Settembre 2019 ore 9:06

Minchia l'ho capito! Daje! MrGreen
Anche le righe verticali della saturazione sono piuttosto prevedibili. D'altronde è amplificazione artificiale, i sensori vanno a moltiplicare qualcosa, perciò se si moltiplica troppo si va fuori scala - e più si moltiplica, prima ci si va, l'esempio con i lenzuoli di prima è già esplicativo in questo senso.

La cosa che è meno intuitiva e che ci si potrebbe aspettare di meno, ma che pensandoci bene si accorda perfettamente con il modus operandi che diceva Tony (+1/3 o +2/3 di stop a seconda delle situazioni) tutto sommato, è che per le zone di ascissa bassa del grafico di destra l'SNR degli alti iso è migliore.

avatarsenior
inviato il 12 Settembre 2019 ore 9:12

Lo metto più grande a beneficio dei cecati come me, ma che sono più pigri perché non hanno aperto l'articolo:



XD
Quella cosa che può far paura sulle ascisse (asse X, logaritmo in base 2 di [phi fratto phi massimo] non è nient'altro che una scala di quanta radiazione luminosa c'è (lo dice: radiant power from the scene). All'estrema destra le zone molto scure, all'estrema destra le zone molto chiare.

avatarsenior
inviato il 12 Settembre 2019 ore 9:27

Io non conosco l'inglese. Mi pare di capire che nel primo grafico il tempo d'esposizione viene corretto in base agli ISO. Nel secondo il tempo è costante, immagino che bisognerà correggere l'esposizione in post.

avatarsenior
inviato il 12 Settembre 2019 ore 9:31

@Valgrassi
la prima è esposta nominalmente (si era lasciato headroom apposta, non si era tentato un ETTR),
. Fin lì c'ero arrivato, ma a 800 iso avevo visto male.. molto male

@TheBlackbird
Nel grafico di dx l'esposizione (quantità di luce che arriva al sensore) è costante, cambiano gli iso.
Il +1/3 o +2/3 di Tony cambia l'esposizione (vera ettr), l'effetto è come quello del grafico di sx, migliora tutto finchè non ti avvicini troppo alla saturazione

avatarsenior
inviato il 12 Settembre 2019 ore 9:31

@TheBlackbird sì, molto migliore nelle ombre, ma te lo scordi di giorno di esporre con EV da 100 ISO bloccato tirando su gli ISO (perché viene il momento che ti mangi le alte luci per sempre). Poi c'è il fatto che l'ammiraglia Canon usata per le prove era poco ISO-Invariante. Ho verificato a prezzo di tante prove sui 20s su una libreria con pochissima luce che con una Nikon 1 V2 (parecchio ISO-Invariante, sensore Aptina progenitore dei Sony a venire) il gioco non valeva la candela. Anzi, il NEF lossy della Nikon 1 da un certo recupero in poi andava in confusione. Cmq anche Alessio spiega come un buon uso degli ISO migliori le ombre (se non sfondi le luci...).
Tony approfitta del fatto che le Case lasciano a dx dell'istogramma raw come minimo 1 e alcune fino a 3 stop di spazio (headroom in anglo). Questo perché vogliono evitare luci bruciate per qualsiasi motivo. Se la scena è molto contrastata e la DR del sensore non è sufficiente a contenerla, finisce tutto a dx e può capitare di bruciare le luci ugualmente.

20 Febbraio 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)



Questa discussione ha raggiunto il limite di 15 pagine: non è possibile inviare nuove risposte.

La discussione NON deve essere riaperta A MENO CHE non ci sia ancora modo di discutere STRETTAMENTE sul tema originale.

Lo scopo della chiusura automatica è rendere il forum più leggibile, sopratutto ai nuovi utenti, evitando i "topic serpentone": un topic oltre le 15 pagine risulta spesso caotico e le informazioni utili vengono "diluite" dal grande numero di messaggi.In ogni caso, i topic non devono diventare un "forum nel forum": se avete un messaggio che non è strettamente legato col tema della discussione, aprite una nuova discussione!





 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me