RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Alla memoria di Alessio Beltrame: smontiamo insieme le bufale in fotografia digitale


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » Alla memoria di Alessio Beltrame: smontiamo insieme le bufale in fotografia digitale





avatarsenior
inviato il 17 Settembre 2019 ore 16:18

può andar bene in alcuni ambiti, tipo ritratto dove il viso pesantemente sottoesposto, in quel caso la priorità non sono le luci, ma portare fuori un incarnato con buoni colori, cosa che non si ha se apri molto le ombre

avatarsenior
inviato il 17 Settembre 2019 ore 16:45

Provo a scrivere quello che ho capito io.
L'esposimetro è nato quando le pellicole non raggiungevano i 10 f-stop di Gamma Dinamica ed è tarato per misurare la luce riflessa dal grigio medio, ora che i sensori superano i 10 f-stop se esponiamo per il grigio medio ci perdiamo gli fstop in alto, quelli delle luci.
Do per scontato che il guadagno di GD dei sensori moderni sia verso le luci, ovvero vanno in saturazione con più luce.
Da qui nasce la tecnica dell'esposizione a destra.
Almeno così ho capito

avatarjunior
inviato il 17 Settembre 2019 ore 16:50

secondo me, la scelta del grigio è perchè ha la stessa luminosità di buona parte degli oggetti che vediamo normalmente: l'erba, l'acqua, il cielo, la carnagione....è praticamente tutto vicino al grigio medio.

avatarsenior
inviato il 17 Settembre 2019 ore 16:51

Beh però anche i neri troppo profondi sono "clippati" e contengono meno informazioni, ci sono situazioni in cui vanno fatte delle scelte in base alle "capacità" di forza bruta della GD del sensore.

avatarsenior
inviato il 17 Settembre 2019 ore 16:59

Black hai letto "il negativo" di Ansel Adams? Quelle sono le basi della fotografia. A voglia qualcuno a dire che è roba vecchia, ma l'esposizione si basa ancora su quei principí.

avatarsenior
inviato il 17 Settembre 2019 ore 17:06

Non credo ci siano vie obbligatorie, ciacuno usa le tecniche che vuole che lo portano al risultato che più gli aggrada. Fatta questa doverosa premessa, trovo questa tecnica un vero e proprio controsenso, per lo meno in uno scatto singolo. Mi spiego: la dinamica della scena è molto alta e noi cosa dovremmo fare..ridurre ulteriormente quella del sensore, alzando gli iso? Se interessa qualcosa nelle ombre basta esporre su quelle, escludendo dall' inquadratura o limitando l'impatto delle aree sovraesposte. Lo scatto panoramico sarebbe meglio rinviarlo ad orari in cui la luce è meno dura.

Con macchine cosiddette "iso-invarianti" addirittura c'è chi dice di fare l'esatto contrario di questa "sovraesposizione con gli iso" : trovati gli iso per il tempo di sicurezza, mettiamo 1/125 a 400 iso, si potrebbe lasciare invariata la coppia f, t trovata con l'esposimetro e a quel punto girare la rotellina degli iso al valore iso 100. Il vantaggio sarebbe quello di agire poi in pp selettivamente su ombre e luci, partendo da un raw registrato dove il sensore ha la massima gamma dinamica. Con macchine iso- variant questo approccio sicuramente non va bene.
In realtà veri iso-invariant sono forse i vecchi ccd o i foveon..

avatarsenior
inviato il 17 Settembre 2019 ore 17:08

No, se lo trovo cartaceo qui da me lo leggo volentieri, grazie... vedo che c'è su Amazon ma i libri mi piace comprarli in libreria se devono essere di carta! Sorriso

avatarsenior
inviato il 17 Settembre 2019 ore 17:18

No, se lo trovo cartaceo qui da me lo leggo volentieri


Fatto 30 fai 31, e accaparrati la trilogia Cool

avatarsenior
inviato il 17 Settembre 2019 ore 17:31

"Il negativo" di A. Adams ce l'ho, non serve a niente per uno che non espone lastre. Non ricordo neanche se l'ho in italiano o in inglese tanto l'ho lettoSorry Ho anche il negativo in Kindle di Schewe, questo è più utile, ma è travolto dai miglioramenti tecnologici. Pensate che il compianto Nasse (Zeiss) parla di sensori FF con 20 Mpx (nel 2010, penso) come meraviglie della scienza e della tecnica!
Per stare alla pari: Jack Hogan, Brandon Dube, Iliah Borg e il suo sito commerciale: www.rawdigger.com
Adesso sfrutto la statistica incorporata in RawDigger e a 100 ISO vado a vedere SNR a -1, -2, -3 EV, speriamo che i numeri parlino da sé;-)

avatarjunior
inviato il 17 Settembre 2019 ore 17:38

Se interessa qualcosa nelle ombre basta esporre su quelle, escludendo dall' inquadratura o limitando l'impatto delle aree sovraesposte. Lo scatto panoramico sarebbe meglio rinviarlo ad orari in cui la luce è meno dura.


sovraesporre la scena o esporre sulle ombre, il risultato è poi che lo stesso: una volta massimizzata l'esposizione, se nella scena ho ombre e luci, conviene alzare gli iso per avere meno rumore quando aprirò le ombre o conviene tenere gli iso bassi per mantenere il massimo dettaglio nelle luci.
Visto che uno dei due devo scegliere, l'idea è di avere elementi per capire quando sia meglio uno e quando l'altra.


L'opzione di modificare la scena o, peggio ancora, rinviarla non è nemmeno da prendere in considerazione, perchè ovviamente si sta parlando di dover affrontare una certa situazione, e quella è.

Per quanto riguarda le tecniche di esposizione usate nella pellicola, non sono sicuro che siano ancora così attuali....anzi, più approfondisco questi argomenti, più mi convinco che tecniche come il sistema zonale ormai non abbiano più quel valore che avevano un tempo. Il digitale si espone con l'istogramma, non con l'esposimetro.
L'unica ragione per cui ancora non si riesce a evidenziarne le enormi potenzialità è che, purtroppo, ancora nessun produttore fornisce un istogramma degno di tale nome e men che meno lo usa per calcolare l'esposizione.

OPS: anticipato da Valgrassi

avatarjunior
inviato il 17 Settembre 2019 ore 17:49

@Valgrassi
Grazie per questo post, non conoscevo Alessio Beltrame ma apprezzo l'eredita' che ha lasciato, cerchero' di farne tesoro.

Leggendo i complessi interventi ho visto che Francesco I. e TheBlackbird hanno competenze con Mathlab. Qualche tempo fa mi sono imbattuto in un articolo circa lo sviluppo di un code per Mathlab per l'analisi strutturale di immagini
www.cns.nyu.edu/pub/eero/wang03-reprint.pdf
Sembra che abbiano preso anche in considerazione la possibilita' di analizzare il decadimento qualitativo di un'immagine determinato dal rumore. Io non uso Mathlab, ma sarei curiose di capire se fosse possibile usarlo per avere uno strumento, non soggetto alla variabile umana, per "valutare" il decadimento qualitativo di una specifica macchina al variare degli iso (scusate la lunga frase). Sono abbastanza sicuro di aver scaricato il code (devo controllare a casa), in caso qualcuno sarebbe interessato?
Grazie a tutti :)

avatarsenior
inviato il 17 Settembre 2019 ore 18:03

@Angor è vero che esporre spot per le ombre sposta tutto l'istogramma verso dx. E qualche volta la conseguenza è bruciare le luci. Più prudente esporre spot il punto più luminoso e "indovinare" la sovraesposizione ottimale ETTR. Once again: ETTR propriamente detta a ISO base. A ISO diversi dai nativi è una sovraesposizione più o meno sotto controllo. Usare ISO come gain non è consigliabile, vedremo via RawDigger perché.;-)
Ecco SNR di un quadrato di lato 250 pixel, al centro. Parete bianca, luce solare, Nikkor Micro 60/28 a f/2.8. Ev tenuto fisso. Compensazione 0, -1, -2, -3 EV. ISO 100. Sony A7R, ARW lossy (forzatamente)
SNR (0 EV) = 51.385:1
SNR (-1 EV) = 39.427:1
SNR (-2 EV) = 28.152:1
SNR (-3 EV) = 20.823:1
Si vede perché in digitale non si dovrebbe sottoesporre?Eeeek!!!

user68000
avatar
inviato il 17 Settembre 2019 ore 18:14

Si vede perché in digitale non si dovrebbe sottoesporre?


direi che si vede...

ma allora, se il mio occhio vede con maggiore piacere la foto più scura, come faccio a scurirla?

certo, posso accorciare T o chiudere di più, ma così gli ISO vanno per conto loro (in salita)

dunque l'unica è accorciare T o chiudere di più, MA DOPO aver bloccato gli ISO sul valore di prima
ho capito giusto o è meglio che torni a pettinare le bambole?
MrGreen

avatarsenior
inviato il 17 Settembre 2019 ore 18:22

Valgrassi, non direi che il sistema zonale è da scartare, per me è come dire che non servono più le tabelline perché ci sono i computer.

avatarsenior
inviato il 17 Settembre 2019 ore 18:47

"Il negativo" di A. Adams ce l'ho, non serve a niente per uno che non espone lastre


Non sono d'accordo.
Facendo bianconero da sempre, sono assolutamente convinto che serva ancora oggi più di mille trattati tecnici.
Ovviamente se lo scopo è fare una "buona fotografia".

Se l'applicazione del sistema zonale integrale richiede ovviamente lo sviluppo della singola lastra (e questo è ovviamente vero), i principi su cui basa sono assolutamente validi in generale, se fai bianconero.
Pensare l'esposizione in funzione della post (ripeto, in bianconero) è un fondamentale ieri come oggi.
Esempio banale: esporre correttamente il viso di un soggetto umano è perfettamente inutile, e chiunque fa bianconero davvero lo sa.
Quindi, al di là del sottoesporre o sovraesporre o esporre "giusto", è una base ancora estremamente interessante per capire con quale logica e criterio esporre, in funzione del risutato atteso.
Per cui, in termini concettuali, lo trovo un evergreen imperdibile.

Aggiungo una cosa poco "scientifica" ma comunque non senza rilievo secondo me: chi lo conosce, molto spesso fa un bianconero "bello", mentre altrettanto spesso, parlando di approcci attuali, vedo tanti toni e tanto microcontrasto, ma pochissima fotografia. ;-)

E dammi atto che, seppure usciamo dalla tecnica pura, la fotografia resta pur sempre il fine di tutto quello che facciamo e diciamo qui Sorriso

19 Febbraio 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)



Questa discussione ha raggiunto il limite di 15 pagine: non è possibile inviare nuove risposte.

La discussione NON deve essere riaperta A MENO CHE non ci sia ancora modo di discutere STRETTAMENTE sul tema originale.

Lo scopo della chiusura automatica è rendere il forum più leggibile, sopratutto ai nuovi utenti, evitando i "topic serpentone": un topic oltre le 15 pagine risulta spesso caotico e le informazioni utili vengono "diluite" dal grande numero di messaggi.In ogni caso, i topic non devono diventare un "forum nel forum": se avete un messaggio che non è strettamente legato col tema della discussione, aprite una nuova discussione!





 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me