RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Il grido di dolore di Andrea


  1. Forum
  2. »
  3. Viaggi, Natura, Escursioni ed Eventi
  4. » Il grido di dolore di Andrea





user175007
avatar
inviato il 28 Agosto 2019 ore 16:15

è arrivata Greta a New York dopo 8 giorni di crociera con la barca a vela ad impatto zero dell'amico principe, per dimostrare che l'aereo non serve per attraversare oceani MrGreenMrGreenMrGreen

la cosa patetica e che i suoi sostenitori e tutti i media non dicono nulla, anzi si una cosa la dicono, avete visto che è possibile MrGreenMrGreenMrGreen

contavo fosse un gesto stupido che sarebbe stato criticato, ma non calcolavo che era rivolto a ipocriti ancora più grandi

avatarsupporter
inviato il 12 Febbraio 2020 ore 18:28

Sono parole che toccano dentro a tutti quelli che hanno la sensibilità di ascoltare e di vedere aldilà della punta del proprio naso.

avatarsupporter
inviato il 25 Giugno 2020 ore 12:11

Il grido di dolore di Andrea
Purtroppo il mondo è carente di giovani con tale sensibilità!
L'immenso oceano è fatto di piccole gocce...ciò che serve, ora, è che tutti, NEL NOSTRO PICCOLO, facciamo qualcosa! Non grandi cose , ma piccole e costanti.
E' una questione di CONOSCENZA.
Gli adulti hanno l'obbligo morale di trasmettere tale conoscenza ai giovani, ma sembra che ora tutti preferiscano valorizzare altro...

avatarjunior
inviato il 22 Febbraio 2021 ore 14:16

Newbie86,non facciamo di tutta l'erba un fascio,dire che una fascia d'età è colpevole è sbagliato,non si possono accusare in massa delle persone dei fenomeni che hai descritto anche se sono state presenti delle grandi menti.
Grazie alle generazioni percedenti godiamo di un tenore di vita superiore rispetto al passato,gli atti di terrorismo e la criminalità organizzata,sono sempre esistiti da quando l'uomo ha creato delle comunità,ogni generazione è vittima delle precedenti e nonostante i grandi passi in avanti da una generazione all' altra ci sono cose che non possono essere debellate.
Molti giovani di oggi protestano,in realtà quelli che si sbattono e lavorano duramente sono quelli che non vedi nelle piazze,chi vuole lavorare,chi vuole studiare e chi vuole avere un futuro non sta a protestare ma lavora duramente,sono grati per i diritti che hanno e che spesso superano i doveri.
Condivido la disinformazione sulla questione ambientale di Emmegiu,ce anche da considerare che più si avanza nel tempo e più disinformazione ci sarà in ambito tecnologico.

avatarsupporter
inviato il 22 Febbraio 2021 ore 17:08

Matt11, senza offesa, ma non vuol dire nulla "lavorare sodo" e non andare nelle piazze. Anche io ne conosco tanti così, ma questo non implica che in caso di problemi queste persone si dimostrino capaci di fare qualcosa per la comunità, al contrario invece di quei pochi che ne hanno il coraggio. Il vero problema dell'italiano medio è che sino a quando riesce a stare a galla o sino a quando non gli toccano le proprie cose, allora va tutto bene.
Dire che il mondo va così perchè è sempre andato così è troppo comodo, perchè sembra presupporre che vada bene, e che si voglia vada avanti in questo modo. Ma se non cambiamo, non sarà la Terra a farci fuori in un modo o nell'altro, ma saremo noi stessi con le nostre mani.

avatarjunior
inviato il 22 Febbraio 2021 ore 19:09

l'idealismo dei giovani, se da un lato è stato un grande motore per i cambiamenti ha anche rappresentato un enorme fardello per le successive strumentalizzazioni. Tutti noi da giovani siamo stati chi più chi meno idealisti poi l'incedere dell'età matura ci ha salvato dagli slanci "eroici" che avrebbero potuto portarci a derive di cui non conoscevamo le conseguenze. Il male della nostra società nasce spesso, anche in epoche passate, da fermenti sociali che hanno accopagnato l'evoluzione della società stessa ma a parte la religione, è la politica che ha maggiormente influito sul disastro attuale. Il meccanismo è stato ed'è ancora : c'è un disagio, i giovani, spontaneamente si fanno promotori della comunicazione di questi fenomeni e fin qui siamo nella parte positiva dell'azione, poi qualche politico nota questi fermenti e sporca l'ideologia nata positivamente in un meccanismo di gestione aggregando questi gruppi spontanei e cercando di gestirli. Fu così col socialsimo che naque con l'intento di elevare socialmente il proletariato, giusto nel preciso contesto storico per tentare di arginare il capitalismo industriale ... giusto anche il moviemnto del 68 cioè la rivisitazione del concetto di famiglia restituendo alla persona l'individualità e la creatività ma, la cattiva gestione successiva di questi eventi ci ha portato ad affidarci a movimenti di pensiero o politici che fingendo di cavalcare le contestazioni ha invece creato una classe dirigente politica sorda alle piazze e concentrata solo sulla gestione del potere arrivando a oggi dove è in discussione il concetto di democrazia e rappresentatività. La colpa non è della notra generazione, io ho 55 anni e mi sono ritrovato adulto a metà degli anni 80 dove i giochi di potere erano già stati fatti. Se vogliamo incolpare una generazione giusto come gioco mentale, dovremmo ricercare le motivazioni in chi negli anni 60 aveva 20/26 anni, loro avrebbero potuto realmente intervenire per cambiare qualcoa ma, purtroppo l'ingnoranza diffusa e i sistemi di comunicazione non veloci quanto adesso non hanno consentito di cogliere l'opportunità che si era palesata durante i boom economico, anzi è stat proprio il governo che in quesgli anni ha spinto le persone a imboccare percorsi di autoaffermazione a danno della collettività. Arriviamo agli anni 80 dove il fenomeno dello yuppismo a sancito definitivamente la disgregazione sociale e l'interesse del privato. Noi siamo vittime di un sistema che non ci consente nessuna rappresentanza, lo vediamo col movimento 5 stelle che doveva cambiare il modno e si è trovato imbrigliato nel meccanismo delle poltrone, Lo vediamo nel movimento delle sardine che dopo alcuni flash mob è sparito ... per arrivare a Greta, provo tanta tenerezza per questa ragazza manipolata dalla madre e da uno staff di tecnici della comunicazione, amo invece i ragazzi come Andrea che con semplicità e coraggio espongono il loro giusto punto di vista, se tutti fossero così ma, sappiamo bene che anche loro, tra qualche anno si troveranno a doversi confrontare col mondo del lavoro, la pensione, la famiglia e rimarranno incastrati nel meccanismo che ai nostri tempi incastrò noi ...

avatarjunior
inviato il 22 Febbraio 2021 ore 20:28

Eh già! Per cambiare servirebbe altro, la storia insegna...

avatarjunior
inviato il 22 Febbraio 2021 ore 20:34

Gundmarx91,intendevo dire che se una persona desidera realmente fare qualcosa,è più probabile che la faccia,invece di trovare una scusa.
Condivido la tua opinione sull' italiano medio.

avatarsenior
inviato il 23 Febbraio 2021 ore 9:05

Eh purtroppo è un circolo vizioso cui è difficile sottrarsi .
Lui che scrive in merito al telefonino ma probabilmente anche lui ha scritto con un PC o con un telefonino .
Chiunque di noi può muovere tante critiche al consumismo sfrenato della società moderna ma poi in sostanza ci viviamo e ne beneficiamo tutti quanti .

Che poi ... beneficiamo ... oddio ... a volte mi pongo delle riflessioni. Diciamo delle domande riflessive . Quando vedo fotografie di persone che vivono in tribù remote o in luoghi sperduti nei pochi angoli della terra non civilizzati (siberia , deserti caldi o freddi , montagne , isolette o semplicemente anfratti distanti da civilizzazioni rilevanti) .
Siamo poi cosi sicuri che la nostra vita occidentale sia meglio di quella che conducono queste tribù ? Cioè vivere nella tecnologia e negli agi civilizzati cui beneficiamo noi , è davvero meglio che vivere una vita lenta ed a stretto contatto con la natura ? E' proprio vero che la vita migliore è questa dove per millenni si sono combattute guerre per arrivare ad oggi e combatterne altre ? E' proprio vero che il denaro sia una buona soluzione per incentivare l'ingegno umano ? E poi ... ingegno umano è davvero necessario ?

Io qui su Juza ed anche altrove vedo spesso foto di persone che vivono in tribù isolate(qui su juza sono prevalentemente africane) e mi vien da chiedere spesso se quel tipo di vita non sia migliore di questa che ci sforziamo di considerare migliore e difendiamo noi tutti : una vita di corsa per arrivare ... dove ? Il punto di arrivo è sempre lo stesso per tutti quanti .

Io ritengo la vita sia un dono meraviglioso e che ogni giorno sia importante addormentarsi sereni e fieri di aver vissuto tutta la giornata senza sciupare attimi preziosi . Però ... beh ogni tanto qualche riflessione di cui sopra mi viene da farla .

P.s. altra riflessione che pongo su quelle foto è chiedermi se sia giusto andare ad interferire con le loro vite e fotografarli invece che mantenerci a distanza per non incombere nel rischio di attrarli nella civiltà occidentale moderna .

avatarjunior
inviato il 23 Febbraio 2021 ore 10:17

Yellowstone77 ... la democrazia è la peggiore invenzione che la mente umana ha concepito. E' vero che è il migliore compromesso per avere un accettabile qualità di vita ma, Le tribù si sono sempre fatte la guerra tra loro, si sono scannate e hanno compiuto genocidi senza convenzioni di Ginevra e con la violenza massima possibile. Il pensiero filosofico, l'alfabetizzazione, la religione e il senso di appartenenza, il sociale etc etc etc ... hanno migliorato la qualità di vita così come le scoperte scientifiche e la tecnologia ma nel contempo anche lo sfruttamento delle risorse e l'accaparramento. Quello che non'è cambiato è l'atteggiamento predatorio dell'essere umano che per quanto evoluto è sempre un animale. Per cambiare tutto questo, ci vuole la volontà di farlo da parte di chi gestisce il vero potere, gente tipo Soros e amichetti, noi semplici numeri di questo mondo possiamo, forse, intervenire nelle discussioni condominiali, forse ...

avatarsenior
inviato il 23 Febbraio 2021 ore 11:18

la democrazia è la peggiore invenzione che la mente umana ha concepito

Concordo con il pensiero, ma solo in merito alla moderna democrazia. Quella ateniese era ben altra cosa.

@Yellostone77
Continuando con le tue riflessioni aggiungo: siamo sicuri che l'essere umano sia veramente andato avanti?
- l'uomo per caso ha meno paura della morte?
- riesce ad amare in modo più profondo?
- gli aborigeni, un tempo, si mettevano in viaggio giorni prima per arrivare puntuali ai funerali di un capo villaggio lontano chilometri. Come facevano a comunicare?
-oggi l'uomo saprebbe scolpire il durissimo porfido con estrema precisione alla pari degli antichi egizi?
Qualche pensiero su questa civiltà basata sul nulla io lo farei.
Per l'induismo siamo nel Kali yuga.
Un saluto

avatarsenior
inviato il 23 Febbraio 2021 ore 16:46

x Blve

“ la democrazia è la peggiore invenzione che la mente umana ha concepito ?


E' una frase d'impatto e li per li mi verrebbe da dire ok . Si . Hai ragione .
Poi la riflessione mi porta a pensare alla Corea del Nord che vivono la dittatura . Ma loro son nati li , hanno vissuto cosi e per loro quella è la normalità . Pertanto probabilmente nemmeno si pongono il problema (si ... forse i parenti di un colpevole che vengono incarterati fino alla terza generazione solo per essere parenti , si forse loro si pongono il problema. Soprattutto se finiscono nel campo di concentramento) .

Infine però per curiosità apro google e cerco le dittature nel mondo . Trovo questa immagine che mi porta a risponderti con : "forse la democrazia incompleta è deleteria ma la democrazia reale e completa segna un divario molto ampio con la nostra situazione" .

Guardiamo Canada , paesi baltici ...

www.infodata.ilsole24ore.com/2020/08/30/solo-57-delle-popolazione-mond

avatarjunior
inviato il 23 Febbraio 2021 ore 18:20

ai giovani dico da 57 enne: invece di fare le sardine andate in piazza a protestare come facevo io a 17 anni,io ho iniziato a lavorare a 13 anni durante le vacanze estive e per tutte le estati a tagliare le mattonelle a mano,gli amici delle mie figlie(anche loro) non hanno alzato un dito fino ai 25 anni.io da un anno che lavoro e dopo sto chiuso in casa o al limite mi faccio una passeggiata a piedi.spesso ho visto giovani e giovanissimi incuranti delle regole andare in massa a fare gli spritz e bruch sbattendone le balle della gente che moriva.
prodi nel 2002 disse che bisognava fare dei sacrifici per le generazioni future,draghi dopo 20 anni lo stesso discorso.
io mi sono rotto i maroni di fare dei sacrifici per le generazioni future,che comincino loro a fare dei sacrifici per se stessi come ha il sottoscritto andato a fare anche i lavori piu' umili.

avatarjunior
inviato il 23 Febbraio 2021 ore 18:45

x Yellowstone77 ...
inteso che è l'anarchia la migliore forma di governo ma inattuabile poichè l'essere umano ha più vizi che virtù, non ci rimane che la democrazia come ripiego, più idonea e comprensibile ai più, ricordando che l'eccesso di democrazia è essa stessa una dittatura, più accettabile ma non meno coercitiva ... non esistono poteri buoni.

avatarjunior
inviato il 23 Febbraio 2021 ore 18:49

x Miguelandiaz ...
abbiamo condiviso un percorso simile, io a 14 anni andavo a fare pratica di cantiere (facevo la scuola per Geometri) prendevamo solo una diaria per coprire i costi, si partiva alle 06,30 per il cantiere e si finiva alle 17,30 con 30 minuti di pausa pranzo. Noi giovincelli lavoravamo alle palificazioni di una piccola diga, tutto il giorno in acqua, questo tutte le estati delle scuole superiori, non c'era sicurezza del lavoro e non era considerato praticantato che prevedeva il lavoro dopo i 16 anni, ma pratica extrascolastica ... e i figli degli amici di famiglia sono arrivati alla laurea senza fare un giorno di lavoro, anche dopo i 30 anni ...

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 207000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.




20 Aprile 2021

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me