RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Fotoritocco: da dove cominciare?


  1. Forum
  2. »
  3. Fotocamere, Accessori e Fotoritocco
  4. » Fotoritocco: da dove cominciare?





avatarsenior
inviato il 26 Maggio 2019 ore 15:19

Quindi non ci si può fidare nemmeno di ciò che cattura il sensore? Si può ovviare settando la fotocamera in qualche maniera?

A dire il vero non ti potresti fidare nemmeno di quello che cattura la retina, essendo il cervello quello che poi interpreta i colori e monta l'immagine, cioè quello che fa la post produzione.
Ma a parte questo, quello che esce dal sensore è una serie di bit, la corrispondenza con la luce catturata alle diverse frequenze/intensità dipende dalle caratteristiche dell'elettronica, e il suo risultato nudo e crudo è improponibile all'osservazione. Per renderlo coerente con ciò che si aspetta l'occhio devi interpolarlo, profilarlo e caratterizzarlo, anche la nitidezza/riduzione rumore va ricavata con un algoritmo, poi va compresso per farlo rientrare nella gamma RGB o comunque del mezzo di rappresentazione ... tutti questi ragionamenti li fa la macchina per ottenere il jpg, applicandoli sull'intera scena e in base alle poche impostazioni previste per l'utente (profili, stili, effetti, ottimizzazione dinamica etc... in base alle cose che prevede la camera, ma sono poche cose e predefinite).
Con la pp questi ragionamenti li fai tu, a seconda della scena che hai, i tuoi gusti e l'impronta che vuoi dare alla foto, li puoi fare anche su una parte dell'immagine, anche su alcuni colori/toni, e soprattutto puoi verificare il risultato e agire di conseguenza, quante volte vuoi, stabilendo quali informazioni dell'immagine esaltare e quali perdere.

avatarsenior
inviato il 26 Maggio 2019 ore 15:29

Altra domanda da ignorante: ma cosa sono questi livelli di cui leggo sempre sul forum? Scusate ma proprio non lo riesco capire...

I livelli di capture one sono delle "maschere" che puoi disegnare (o ottenere da colori/toni) sulle quali puoi applicare regolazioni, in questo modo puoi agire solo su una parte dell'immagine, lasciando invariato il resto (ad esempio cambiare il wb, ma solo delle zone di un certo colore, o la nitidizza, ma ad esclusione del volto, o applicare una curva di contrasto, ma solo al mare).
In PS i livelli sono lo strumento principale per fare tutto, ci si applicano regolazioni, maschere, altre immagini ... le sovrapponi/fondi e ottieni il risultato voluto.
In LR si chiamano pennelli, hanno lo stesso scopo di C1.

avatarjunior
inviato il 26 Maggio 2019 ore 15:47

Grazie per le spiegazioni. Tornando al discorso di prima, prendiamo per buono che quello che vedo a occhio nudo è la realtà e quindi voglio che la fotocamera riprenda esattamente quello che vedo con gli occhi. Come devo fare ad impostare la fotocamera in questo modo? Non posso certo ricordare in fase di post com'erano i colori che avevo davanti in quell'istante. Se voglio ottenere un altro effetto allora si che lo posso decidere in post ma voglio partire da ciò che è reale per poi eventualmente spaziare...

avatarsenior
inviato il 26 Maggio 2019 ore 16:22

Dico la mia:
Partirei dai punti fermi, e cioè hai una D80 e un PC datato con i5. Mi sembra un ottimo punto di partenza se non devi stampare le foto, quindi per il momento non cambierei nulla (visto che le finanze non te lo consentono) e farei un po' di gavetta con quello che hai.
La D80 sforna file piuttosto leggeri per il tuo PC, per cui non dovresti avere problemi.
Scatta in RAW, lavora i file con il software a corredo della tua macchina, fai una pp molto light che poi tra qualche anno, quando ci avrai preso la mano, potrai migliorare.
Per ora accontentati di giocare con l'esposizione, luci e ombre, bilanciamento del bianco e cosine del genere.
Scatta tantissimo, sviluppa solo le foto migliori, salva il lavoro finale, mettilo nella tua galleria così quelli bravi possono commentare e noi principianti possiamo migliorare.
Poi riprendi la macchina e ricomincia a scattare.

In alternativa, se non hai a corredo della tua macchina un software per sviluppare i RAW, scarica DarkTable, gratuito e ottimo e abbastanza semplice da usare a livello base.

avatarsenior
inviato il 26 Maggio 2019 ore 16:24

Tornando al discorso di prima, prendiamo per buono che quello che vedo a occhio nudo è la realtà e quindi voglio che la fotocamera riprenda esattamente quello che vedo con gli occhi.

Allora non mi sono spiegato molto bene.
Se vuoi riprodurre più fedelmente i colori in teoria puoi usare un color checker e farti un profilo ad hoc, ma non è quello che ha catturato l'occhio, cioè il cervello, perché questo raccoglie informazioni multiple della scena, si sposta, cambia diaframma e sensibilità saltando da un punto all'altro, adatta il wb a quello che ritiene il più adatto, tutta la costruzione del colore e della scena è una interpretazione, una fusione tra realtà, percezione soggettiva e modelli pre-esistenti in memoria.

La gamma dinamica dell'occhio supera i 20 stop, con queste tecniche intrinseche di visione, quella della fotocamera non supera i 14, quella del monitor si ferma a 8. Il fuoco dell'occhio è ridotto ad una porzione centralissima, la fotocamera può avere tutto a fuoco. La nitidezza periferica dell'occhio è bassissima, e anche falsata, quella delle fotocamera può essere costante per tutto il frame. In zone di bassa luce l'occhio si adatta, poi ci vede, ma perde le alte luci, la fotocamere le può fondere insieme. Ci sono decine di altri esempi. Non esiste la visione "nuda" dell'occhio.

avatarsenior
inviato il 26 Maggio 2019 ore 16:26

Tornando al discorso di prima, prendiamo per buono che quello che vedo a occhio nudo è la realtà e quindi voglio che la fotocamera riprenda esattamente quello che vedo con gli occhi. Come devo fare ad impostare la fotocamera in questo modo?

Se scatti in RAW, te ne fotti!
Il RAW per definizione cattura ciò che arriva al sensore senza elaborazioni. Poi lavori in PP e produci il jpg che più ti piace. Per questo sarebbe importante la calibrazione del monitor, ma credo che per iniziare potresti tranquillamente accontentarti di un monitor non calibrato al centesimo di millimetro.

avatarsenior
inviato il 26 Maggio 2019 ore 16:28

Scatta in RAW, lavora i file con il software a corredo della tua macchina, fai una pp molto light che poi tra qualche anno, quando ci avrai preso la mano, potrai migliorare.

E la miseria, "qualche anno" per prendersi un software tipo AP o LR e migliorare.
Non esageriamo su.

avatarsenior
inviato il 26 Maggio 2019 ore 16:29

No, qualche anno per imparare a usare bene la pp e decidere di lavorare di nuovo i vecchi file.
Non ho mai parlato di cambiare o comprare un software

avatarjunior
inviato il 26 Maggio 2019 ore 16:33

Grazie per tutti i consigli ragazzi. Le mie idee sono molto più chiare rispetto a prima. Grazie davvero. Cercherò di mettere in pratica quello che mi avete detto.

avatarsenior
inviato il 26 Maggio 2019 ore 16:38

Ottimo. A questo serve il forum

avatarjunior
inviato il 26 Maggio 2019 ore 20:07

Leggendo in giro, mi pare di aver capito che se utilizzo Gimp (che non mi sembra essere un raw converter, giusto?) si possono scaricare altri programmi che invece permettono di leggere i raw, tipo ufraw. Quindi si apre il raw con ufraw (o quello che volete) si fanno le modifiche di base e poi si conclude con gli altri ritocchi sotto Gimp. È tutto giusto? Praticamente così è come se si usasse un solo software? Spero di non aver detto una cavolata...

avatarsenior
inviato il 26 Maggio 2019 ore 20:45

Io ti consiglio di partire solo con un RAW converter come può essere quello incluso nei cd sella Nikon che hai.

avatarjunior
inviato il 26 Maggio 2019 ore 21:04

Si si certo. Era solo per capire se avevo afferrato il concetto da quello che ho letto in reteSorriso

avatarjunior
inviato il 26 Maggio 2019 ore 21:15

Gimp può operare nelle versioni più recenti insieme a Dark Table e Raw Converter, Ufraw è un vecchio progetto credo ormai sul binario morto.
Funziona così, puoi aprire un raw con Gimp, che passa il controllo a Dt o RT (se li hai installati), quando esci il controllo del file ripassa a Gimp, oppure puoi elaborare il file con RT o DT, salvare il jpg e successivamente aprirlo con Gimp per fare auteriori elaborazioni.

avatarjunior
inviato il 26 Maggio 2019 ore 21:34

Capito. Grazie mille. Credo che seguirò il consiglio di iniziare solo con un raw converter, o quello di Nikon o un altro.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 187000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





27 Gennaio 2020

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me