RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Illuminazione LOW cost per still life


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. »
  5. Still Life e illuminazione
  6. » Illuminazione LOW cost per still life





avatarsenior
inviato il 23 Maggio 2019 ore 15:17

Se vai sul canale youtube di AProma store ( distributore sekonic ) trovi dei video tutorial sugli esposimetri esterni.
Al netto del fatto che vogliono venderti il loro prodotto potrai verificare la differenza nella misurazione della luce tra i vari tipi di esposimetro, luce riflessa o incidente.
Aggiungendo qualche guida allo still life dovresti poteri evitare acquisti inutili.

avatarjunior
inviato il 23 Maggio 2019 ore 15:20

@Anam72
Grazie!

avatarjunior
inviato il 23 Maggio 2019 ore 15:43

Perdonami Arthur, l'approccio che hai è quello giusto per imparare e crescere.
Permettimi 2 precisazioni:
1) cartoncino grigio serve per l'esposizione corretta.
2) bilanciamento del bianco si fa con il colorchecker. Ci sono diversi sistemi per farlo, ma questo è meglio che lo spieghi gente più ferrata di me.

avatarjunior
inviato il 23 Maggio 2019 ore 15:57

La mia Nikon può fare la taratura del bianco fotografando il cartoncino grigio o bianco per esempio il lastolite EzyBalance.
L'EzyBalance l'ho sempre usato per la taratura in macchina e non in post anche se è possibile farlo.
Bisogna avere comunque un po' di occhio.
Con il colorchecker la calibrazione è indubbiamente migliore e non mi mettete altre pulci, ne ho già troppe... Eeeek!!!Eeeek!!!Eeeek!!!

avatarsenior
inviato il 23 Maggio 2019 ore 16:12

Su questi discorsi si rischia spesso di mischiare metodologie diverse solo per scimmiottare abitudini di altri.
Giustissima la precisazione di Ottobrerosso ( hai dato al tuo gatto il nome di un sommergibile russo ? ) ma conviene cercare di informarsi prima di acquistare cose.
Nel mondo dello still life, ma questo credo che lo hai già notato, esiste un mondo di soluzioni fai da te a basso costo dalle quali attingere.
Il famoso cartoncino si può sostituire facilmente, volendo anche la colorchecker, basta sapere cosa si fa e quali risultati si cercano.
Io ne ho una pieghevole per uso in esterno, mi ha risolto un sacco di problemi e quindi ti dico che funziona, ma magari tu puoi farne a meno lavorando in casa con tutte le comodità del caso.

avatarjunior
inviato il 23 Maggio 2019 ore 16:47

Il Manfrotto Lastolite EzyBalance si può utilizzare sia per l'esposizione che per la taratura del bianco.
Giustamente come dicono @Ottobrerosso e @Aman72, il colorchecker consente di avere la massima rispondenza cromatica, non soltanto per il punto di bianco ma anche per tarare la post produzione con i colori "reali" dell'oggetto e per rettificare la risposta del sensore sui vari punti di colore.
Il processo del colorchecker va fatto nei vari programmi di post produzione con attenzione, per questo preferisco l'Ezybalance in quanto più semplice e per adesso mi accontento di questa precisione.
Grazie @Anam72 per i consigli sempre più che ben accetti e smetti di pungolarmi altrimenti aumenta il prurito....:-PMrGreenMrGreen.

avatarjunior
inviato il 23 Maggio 2019 ore 18:52

Il riferimento è esatto, quello è il mio nick.
Non sono così cattivoMrGreen
Il gatto si chiamava Il Principe.
Scusate lot.

avatarsenior
inviato il 23 Maggio 2019 ore 22:49

bah sarà che io sono nativo digitale, però non trovo veramente il senso di "perdere tempo" a tarare il bilanciamento del bianco in fase di scatto... farlo in post puoi ottenere di volta in volta la resa che vuoi e cambiarla se non ti piace... mi sembra veramente un inutile complicazione che non porti da nessuna parte.

Stessa cosa per l'esposimetro, andresti solo a sprecare soldi, e non pochi visto che un buon esposimetro esterno al giorno d'oggi ti costa 200 euro. Per creare l'automatismo sul che impostazioni usare basta fare qualche scatto di prova e via, tanto più che appunto facendo still life la corretta potenza luminosa non è necessariamente (per non dire quasi mai) quella che da corretta esposizione, specialmente quando hai tante luci nello stesso set, tutte con diversa orientazione. Poteva giusto aver senso avessi fatto foto di ritratto, però anche lì non ha senso in questo genere andare a cercare un'esposizione scientifica, molto meglio studiare la giusta esposizione sulla base degli scatti che mano a mano escono.

avatarsenior
inviato il 24 Maggio 2019 ore 11:04

Non è che il monitor abbia tutta questa precisione, tanto più che ti fa vedere il jpg del picture control che usi in quel momento. L'istogramma è utile ma non sufficiente, visto che non ti dice "dove è la luce". Dell'esposimetro se ne può fare a meno ma usarlo è molto utile

avatarsenior
inviato il 24 Maggio 2019 ore 11:41

Il monitor calibrato è per definizione preciso... Ovvio che se nel mondo della fotografia digitale non si usano dispositivi all altezza non si può pretendere grandi risultati...

avatarsenior
inviato il 24 Maggio 2019 ore 12:51

parlo del monitor LCD della fotocamera che ha una sua luminosità ed è influenzato pure da quanto le nostre pupille sono aperte: guarda la stessa foto al buio e sotto il sole...
Sai bene che in digitale si evita di clippare le luci arrivandoci vicino. Il monitor LCD ti restituisce una luminosità che è influenzata dal picture control che utilizzi, sia esso flat o meno. Se calibri il tuo lavoro con un esposimetro è meglio. Poi in software correggi tante cose ma a volte a discapito della qualità

avatarjunior
inviato il 24 Maggio 2019 ore 20:25

Scusate vorrei riportare la discussione sul mio quesito;-)

In giro si trovano gli esposimetri Quantum Calcu Flash che sembra siano buoni a prezzi (sull'usato) bassi. Qualcuno li conosce oppure ha delle alternative da consigliarmi?



avatarjunior
inviato il 24 Maggio 2019 ore 22:35

Onestamente non li ho mai sentiti.
Posso dirti che con Sekonic o Minolta usati difficilmente si prendono cantonate.
Poi, ovviamente, bisogna capire come funziona/ragiona l'attrezzo.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 182000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





16 Novembre 2019

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me