RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

chi è stato in Marocco che obiettivi mi consiglia?


Forum » Viaggi, Natura, Escursioni ed Eventi » chi è stato in Marocco che obiettivi mi consiglia?



PAGINA: « PAGINA PRECEDENTE | TUTTE LE PAGINE |

avatarjunior
inviato il 15 Maggio 2019 ore 17:48

sempre tutti a chieder dei soldi per qualunque cosa perchè sei il bianco da spennare


In effetti il "pressing monetario" c'era già anche allora...Sorriso

avatarjunior
inviato il 15 Maggio 2019 ore 17:49

Comunque, adesso che ricordo,
l'attrezzatura fotografica e da ripresa l'ho dovuta dichiarare in entrata e l'hanno ricontrollata in uscita....

avatarjunior
inviato il 15 Maggio 2019 ore 17:53

Camouflajj. come vuoi. visitare un paese senza guida necessita almeno di una lettura di un buon libro su quello che c'è di interessante da vedere e/o fare. Mi sono trovato a portare in giro gente che non hanno mai aperto un libro a riguardo. cosa pensare ?

avatarjunior
inviato il 15 Maggio 2019 ore 17:55

Ornito. non serve dichiarare attrezzatura fotografica. solo i gps. ( che vengono sequestrati e poi riconsegnati all'uscita )

avatarjunior
inviato il 15 Maggio 2019 ore 18:00

Comunque, vengo in Marocco dall'86, ho casa ad Agadir e mia moglie è Marocchina. Posso dire di conoscere il paese molto bene, compresi i posti più remoti. Non ho mai avuto nessun tipo di problema. Certo, basta non andarli a cercare !

avatarsenior
inviato il 16 Maggio 2019 ore 0:09

Allora...
5 anni fa. non facevo foto all'epoca. viaggio con la mia migliore amica. 2 settimane itineranti a tappe forzate. tutto organizzato con ottima agenzia locale di stampo famigliare. sostanzialmente avevamo un ragazzo di questa famiglia, un berbero, che ci ha portato ovunque in fuoristrada, guidava lui, prenotava tutto lui ecc. molto simpatico, siamo rimasti in contatto. Costo modico ma ottimo servizio e prenotato Riad favolosi. ottimo anche che nel corso del viaggio abbia ripianificato in base ai nostri gusti ed esigenze.
dopo il primo gg con guida a fez, il secondo eravamo liberi e il tour vero e proprio del resto partiva il terzo gg.
il secondo gg all'ingresso del mercato veniamo approcciati da questo ragazzo le cui intenzioni mi son state chiare ancora prima che parlasse... avevo letto le guide come dice Puma... poi un po' ho viaggiato...
al nostro gentile rifiuto di prenderlo come guida, visto che volevamo solo dare un'occhiata (il tour fatto il gg prima) ha iniziato a urlare e inveire e minacciarci che se fossimo entrati senza di lui ce la faceva pagare. per fortuna dei poliziotti con poca convinzione e poca energia gli hanno detto bonariamente di lasciarci in pace e lui ci ha urlato (in italiano) che ci avrebbe aspettato e che non finiva lì.
e così è stato. abbiamo iniziato il nostro giro e dopo un quarto d'ora l'ho intravvisto che ci fissava (evidentemente era entrato pure lui nonostante i poliziotti l'avessero allontanato). cerco di disperdermi fra la folla e quando arriviamo all'uscita c'era lui appostato con gli amici. rientrati nel mercato e cercato altra uscita.
così un paio di volte finché non siamo finiti in una specie di favelas con topi e rifiuti per le strade, gente che ogni tanto ci scherniva, altri che provavano ad attaccare bottone ridacchiando. Ovviamente googlemaps lì non va ma per fortuna ho un buon senso dell'orientamento e avevo scaricato le mappe da consultare senza rete. sensazione di esser seguiti, mi giro e lo rivedo, inizia a rincorrerci e urlare così corriamo anche noi in mezzo a quel quartiere fatiscente. dopo 2 ore siamo arrivati in zona più civile... la mia amica tremava come una foglia. io simulavo sicurezza ma me l'ero vista bruttina. per il resto della giornata non è voluta uscire e ha preteso che non lo facessi io da solo.
col senno di poi glieli avrei dati malvolentieri 10€ ma sarebbe stato meglio farlo, col senno di poi.
è sbagliato? certo. ma sono pragmatico, la mia sicurezza e la mia serenità in vacanza vale più di 10€... imho
resto del viaggio stupendo, posti meravigliosi... è forse il viaggio per cui rimpiango di più di non aver avuto la fotocamera.
anche a marrakech sensazioni non belle di esser sempre approcciato per spillar soldi, a volte anche in modo sgarbato, anche in modo poco elegante con lei. di sera anche lì non si è fidata ad uscire visto il "clima" che c'era. tutto il resto, ripeto, viaggio stupendo.
ma la sensazione di esser in pericolo così l'ho avuta solo a Parigi Belleville (bottiglia rotta puntata alla gola) o in giamaica (aggressione 8 contro 4 di noi).
ah, sottolineo, sono uno che tiene profilo basso all'estero, molto.

avatarsenior
inviato il 16 Maggio 2019 ore 4:15

@Puma2

Il Marocco lo ritengo un paese sicuro per un turista. Io non ho mai avuto nessun problema. E l'ho girato in moto in lungo e in largo.
Il discorso delle faux guides, serve solo a non avere rompiballe appiccicati addosso mentre cammini nella medina e vuoi fare delle fotografie. Basta dirlo prima. E' un servizio che si paga e basta.
Ti da fastidio perche fai la guida ed ho usato la parola fake? Bene, allora basta prendere una guida vera se la cosa ti fa piacere. Ma il discorso non cambia.
Ho suggerito quanto ho fatto personalmente perche e' un metodo che funziona se vuoi fare delle foto senza avere uno attaccato agli zebedei ogni 3 metri che ti vuole trascinare nel suo negozio.
Queste false guide, nei negozi prendono una provvigione su quello che tu compri...ammesso che compri. E per inciso, lo fanno spesso anche le guide vere. Basta dirgli che vuoi fare solo delle foto e che non comprerai nulla, il prezzo del servizio aumenta di conseguenza perche cercano di avere da te un qualcosa in piu dovuto al fatto che sanno gia che non comprerai nulla. Ma almeno fai le tue sacrosante fotografie, se e' quello che vuoi fare.

Se poi e' un metodo che non ti piace o non ti convince, beh...quello e' un'altro discorso.
In merito alle Lonely Planet, ho smesso di leggerle 25 anni fa. Io vivo all'estero e per lavoro cambio paese ogni 2 o 3 anni. A volte fuori dalle rotte turistiche, a volte come ora, nel pieno della civilta.
Mi documento sempre prima andare in un posto che non conosco. Ma non e' certo la Lonely Planet che ti tiene lontano dai guai. Ogni paese, popolo e' diverso. Basta saper stare alle regole e rispettare le persone e le diverse culture. E puoi credermi che per il lavoro che faccio, sono stato in posti dove la guida della Lonely Planet neanche ci entra.








avatarjunior
inviato il 16 Maggio 2019 ore 11:00

Allora : Innanzi tutto non sono una guida turistica, sono una guida Alpina . ed è tutto diverso.
La lonely da una indicazione di quello che è un paese, non è certo legge e non può SICURAMENTE raccontare tutto.
E poi ne lonely ne Routard coprono tutto il pianeta, anche perche certe zone sono belle ed interessanti solo sulla carta geografica oppure ci si va appunto solo per lavoro. Quindi !!
Camouflajj . Non sei stato fortunato in Marocco ! Io ho praticamente girato tutta l'Africa, compresi i paesi più instabili e non ho mai avuto nessun tipo di problema. Ma ciò dipende da quella che è la propria soglia di pericolo, la mia è piuttosto alta.
Lecter, il metodo non deve convincere me !!! deve piacere a te.
Anche io vivo all'estero, ora sono in Africa e ci resto fino a Dicenbre, ma per il 2020 sarò in Canada e Alaska, ( per lavoro ) ma la Lonely la leggo comunque.

avatarjunior
inviato il 16 Maggio 2019 ore 11:48

Io ho praticamente girato tutta l'Africa, compresi i paesi più instabili e non ho mai avuto nessun tipo di problema. Ma ciò dipende da quella che è la propria soglia di pericolo, la mia è piuttosto alta.

Con il massimo rispetto, visti anche gli episodi citati da Camouflajj, non credo che sia un problema di "soglia di pericolo" o pericolosità percepita....
Se ti puntano una bottiglia rotta alla gola o se, come ad una mia ex collega in ascensore di hotel centralissimo a NYC , coltello alla gola e borsetta "prelevata", c'è ben poco da "sogliare"....
Come dicono gli anglosassoni: "shit happens".
Leggendo il tuo post sembra quasi che non esistano problematiche di sicurezza...
Il non aver avuto problemi significa che a te non sono mai capitati... a te, appunto.
A volte capita che per quanto bravi e capaci a "schivare", ci si presentino situazioni in cui i problemi siano direttamente davanti a noi e non ci sia alcun modo di evitarli...
Basta una volta sola...

avatarjunior
inviato il 16 Maggio 2019 ore 12:31

Certo, alcun sono casi particolari, casi che per pura fortuna non ho mai incontrato. Ma in altri casi c'è invece chi se li va a cercare. E se li cerchi li trovi.

Leggendo il tuo post sembra quasi che non esistano problematiche di sicurezza...
Appunto, sembra ! Io non ho mai detto questo, o solo parlato di soglie, chi se la fa sotto per poco chi invece è "indifferente" sotto minaccia diversa. Tutto è relativo.

Il non aver avuto problemi significa che a te non sono mai capitati... a te, appunto.
Vero, ma gli ho anche sempre evitati ! Poi in casi particolari, vedi es la tua mica New York ecc... allora è veramente merda.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 173000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)
PAGINA: « PAGINA PRECEDENTE | TUTTE LE PAGINE |


 ^

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me