RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Mac VS PC la sfida finale


  1. Forum
  2. »
  3. Computer, Schermi, Tecnologia
  4. » Mac VS PC la sfida finale





avatarjunior
inviato il 09 Settembre 2011 ore 21:24

Diciamo che, ammesso che abbia un senso, definire superiore un computer semplicemente analizzando la componentistica, personalmente lo trovo poco logico. Ci sono a mio avviso molti aspetti che conttribuiscono a rendere migliore un computer. Ma è una valutazione del tutto personale


La domanda iniziale del post chiede chiaramente quale sia la macchina migliore per elaborazione fotoritocco/multimediale, traduco, come la intendo io, se mi siedo davanti ad un monitor, con un mouse in mano e con un case sotto la scrivania, quale macchina a parità di software avrà prestazioni migliori (che a sua volta si traduce sostanzialmente in tempi di attesa nell'applicazione dei filtri o attesa durante conversioni video)?

Ora si potrà girare intorno alla risposta quanto si vuole, si potranno tirare in ballo le solite menate tipo "OTTIMIZZAZIONE", "ECOSISTEMA","ESPERIENZA DI UTILIZZO", ma la verità è che da questo punto di vista un PC ben assemblato asfalta un MACpro e come ben dimostrato spendendo anche molto meno.

Per il MAC si può discutere dal punto di vista dell' assemblaggio,del design, dei materiali,dell'assistenza caratteristiche a cui molti danno peso che sicuramente hanno il loro costo,ma se uno vuole prestazioni...


Domanda.
Qualcuno saprebbe assemblare qualcosa stile macmini che nn sia apple? qualcosa di portatile, magari piú economico del mac, magari silenzioso quanto basta e che lo possa connettere a un 27' tipo Dell U2711 alla max risoluzione?

Io finora non son riuscito a trovarlo giá fatto né sono in grado di assemblarmelo io.......


Tieni d'occhi asrock, per esempio questo:

www.asrock.com/nettop/overview.it.asp?Model=Vision%203D%20Series

avatarjunior
inviato il 10 Settembre 2011 ore 1:20

allora alla fine è uscito quel Asrock che avevo visto, bella li quello è molto performante.. i7!!
Forse il design non l'avrei fatto così tanto in apple style

user95
avatar
inviato il 11 Settembre 2011 ore 7:48

apple style... `nzomma :D

con un mouse in mano e con un case sotto la scrivania

di mouse mi basta quello in ufficio, e un case tra i piedi è solo un vecchio ricordo universitario, thanks God ;)

avatarsenior
inviato il 11 Settembre 2011 ore 8:08

Poi dicono che il sistema apple è migliore ma sono dovuti arrivare alla versione 10.6 per riuscire ad implementare la possibilità di ridimensionare le finestre prendendole da un lato qualsiasi! WOW che tecnologia strafiga, su windows c'era dal 1985 con windows 1! Se avete la pazienza di aspettare una trentina di anni implementeranno le finestre apribili a schermo interno e tra 50 anni forse implementeranno le finestre come in 7 (le "sbatti" sopra o sui lati del monitor e si adattano a full screen oppure a mezzo schermo)...


In windows invece una ricerca efficace come spotlight non sanno cosa sia.
Comunque sia, per dovere di cronaca, le finestre a schermo intero sono arrivate con Lion.

avatarsenior
inviato il 11 Settembre 2011 ore 8:44

...diciamo che OSX e Win hanno due concetti diversi: win la finestra a schermo intero e OSX la finestra ottimizzata in base al contenuto!
Ad ogni modo...
Ora si potrà girare intorno alla risposta quanto si vuole, si potranno tirare in ballo le solite menate tipo "OTTIMIZZAZIONE", "ECOSISTEMA","ESPERIENZA DI UTILIZZO", ma la verità è che da questo punto di vista un PC ben assemblato asfalta un MACpro e come ben dimostrato spendendo anche molto meno.

Per il MAC si può discutere dal punto di vista dell' assemblaggio,del design, dei materiali,dell'assistenza caratteristiche a cui molti danno peso che sicuramente hanno il loro costo,ma se uno vuole prestazioni...

Io direi anche quale dei due tra 6 mesi - 1 anno mantiene quelle prestazioni senza dover ragionevolmente spendere tempo per manutenzioni varie?
E poi, comperate una macchina solo per la cilindrata e la velocità massima? ...l'estetica, la linea, il confort, la dotazione di serie, la cura dei dettagli, i materiali, ecc...valgono per le auto mentre non valgono concetti analoghi per un computer?
Ognuno ha i suoi parametri...

avatarsenior
inviato il 11 Settembre 2011 ore 9:11

Io direi anche quale dei due tra 6 mesi - 1 anno mantiene quelle prestazioni senza dover ragionevolmente spendere tempo per manutenzioni varie?
E poi, comperate una macchina solo per la cilindrata e la velocità massima? ...l'estetica, la linea, il confort, la dotazione di serie, la cura dei dettagli, i materiali, ecc...valgono per le auto mentre non valgono concetti analoghi per un computer?
Ognuno ha i suoi parametri...


Manutenzioni varie minime anche su PC, basta non fare cose da analfabeti informatici.
Estetica, concordo il Mac sono belli, ma a mio avviso certo non più di molti case high end.
CONFORT? Di cosa parli? Del Mouse ridicolo e inutilizzabile quanto costoso? Della tastiera anche quella insulsa? O forse parli del design delle due porticine USB2 antidiluviane appiccicade dove non si attaccano manco due device che non siano mac? O forse parli del design dello chassis dei mac book che sfavorisce in ogni modo la corretta ventilazione del sistema? Poi sulla finestra a schermo intero di WIN ci vuole coraggio per dire che è una caratteristica negativa, quando io guardando la finestra di Mac per la prima volta non volevo credere che non si potesse andare a schermo intero

user755
avatar
inviato il 11 Settembre 2011 ore 10:35

Sul mighty mouse devo concordare con quanti ne lamentano l'inefficienza: quel topino è davvero inusabile!!
Francamente non capisco come Apple non si sia resa conto che il mouse, dopo i primi mesi di splendore inizia a rivelare tutte le sue pecche nella scroll-ball (cazz.. ma è mai possibile che per pulirlo lo devo strofinare a testa in giù sulla carta ruvida???!!!???!!).

Ed hanno pure il coraggio di proporlo a 60-70 euro. Incredibile...Confuso

Lo schermo intero ... ragazzi, ma voi veramente volete dirmi che navigate il fs su un 27'' a tutto schermo??!
Oppure che vi fate le ricerche su Google con la finestra a tutto schermo??!
Dai su .. non diciamo eresie. Ci son applicativi che per il corretto utilizzo necessitano dell'intero viewport, altri che posso tranquillamente occupare lo spazio richiesto.

Ad ogni modo, F3 e puoi switchare tra i vari applicativi aperti (no, è ben diverso dall'ALT-TAB di win..)

avatarsenior
inviato il 11 Settembre 2011 ore 11:26

e la rivendibilità? il fatto di "tenere" il mercato? non sono cose trascurabili .... tutte a favore di apple (tutti i prodotti in genere)

avatarsenior
inviato il 11 Settembre 2011 ore 11:47

Poi sulla finestra a schermo intero di WIN ci vuole coraggio per dire che è una caratteristica negativa

Dimmi dove ho detto che è negativa??? Confuso Cosa non è chiaro della frase "OSX e Win hanno due concetti diversi..."
CONFORT? Di cosa parli?

del trackpad che consente di essere usato senza sentire il bisogno di un mouse per la quasi totalità delle operazioni?
della tastiera retroilluminata sui portatili?
di molte funzionalità del SO e in generale dell'interfaccia dei programmi?
Ognuno difende la sua verità...
Forse sarebbe utile però non usare definizioni (analfabeti informatici), senza conoscere le persone... O magari per guidare un auto adesso serve la laurea in ingeneri a meccanica? Eeeek!!!

avatarjunior
inviato il 11 Settembre 2011 ore 18:06


di mouse mi basta quello in ufficio, e un case tra i piedi è solo un vecchio ricordo universitario, thanks God ;)


Io adoro i pc desktop invece odio i portatili (anche se sono comodi ed ora scrivo dal treno proprio da un portatile Dell... e senza stupide chiavette, il dell ce l'ha dentro la chiavetta 3G) e odio i notebook perchè alla fine sulla scrivania hai 150 cavi, la tavoeltta grafica, l'alimentaizone, la ricarica del telefono, il cavo che va al disco esterno, lettore cf, etc, dal mio desktop invece escono 2 cavi dvi, 6 usb, 2 jack, 1 coassiale, corrente, e-sata, lan, ma tutti i cavi finiscono dentro la gamba del tavolo e passando all'interno delle gambe e di un'apposita barra sotto il tavolo arrivano a destinazione e sulla scrivania hai solo la prolunga usb e il cavo per alimentare il telefono, è tutto stra mega ordinato, cavi ce ne sono un fottio perchè poi c'è l'hub lan, il dolby, il gruppo di continuità etc, avevo contato che in totale ci sono oltre 40 cavi di ogni tipo nella mia scrivania, ma nessuno è in disordine, quando invece mi metto col portatile su un tavolo alla fine ci sono cavi ovunque perchè non è una postazione stabile e i cavi sono voltanti. Poi il desktop è fuori dalla scrivania e anche fosse sotto non darebbe fastidio, con 180x80cm di tavolo non può dare disturbo. PC fisso tutta la vita!


Estetica, concordo il Mac sono belli, ma a mio avviso certo non più di molti case high end.


A me piaceva apple quando ad ogni generazione stravolgeva tutto, l'abajour quanto era bello ed originale? poi hanno iniziato con il design attuale e ci fanno ogni volta micro modifiche, ma alla fine è sempre uguale, è monotono, noioso, standard! Un design che non mi stanca è quello dei Think Pad IBM/lenovo perchè è un design funzionale dove ogni silngolo pezzo se è curvo lo è perchè serve a qualcosa, sono geniali quei pc, solo provandoli si può capire, trovo molto bello anche il design sobrio all'estremo del mio Dell Latitude E6400, è semplice, ed elegante, sembra più vecchio di quel che è al primo sguardo, ma quando si notano i dettagli come la cerniera del monitor da aperto ci si rende conto che il design è particolarmente ricercato.

Sui fissi io trovo stupendo il Thermaltake Level 10 e attenzione NON il level 10 gt che invece è una schifezza.
Il level 10 è progettato dal centro design BMW, alla progettazione hanno lavorato designer ed architetti, esclusi alcuni dettagli come i 2 maniglioni che non avrei mai messo e le usb anteriori che non avrei mai e poi mai messo (è un fisso le usb servono solo dietro, le chiavette si collegano a prolunghe portate direttamente sulla scrivania che è anche più comodo) è veramente ben fatto, è l'unico case desktop al mondo che esce dallo schema classico di una scatola con dei buchi, è un design assolutamente contemporaneo, un mix tra hi-tech e decostruttivismo. Peccato che gli oltre 16 kg di alluminio con cui è realizzato, la cura dei dettagli, le finiture e l'esclusività del prodotto lo rendano uno dei case più costosi mai messsi in commercio, quando è uscito costava 700€ adesso si trova a non meno di 350€!

user95
avatar
inviato il 11 Settembre 2011 ore 19:26

Riccardo ma io per diletto personale ho un iMac, non un notebook Cool (e il portatile al lavoro inserito sulla dock non è sto gran disordine, devo dire)
l'elenco delle tue periferiche e dei relativi cavi mi fa più orrore di Poltergeist MrGreen

avatarjunior
inviato il 11 Settembre 2011 ore 20:22

@Bafman

A casa mia i cavi sono sacri e non sono mai abbastanza, se il misero elenco che ho fatto ti ha fatto orrore allora non ti piacerebbe aprire uno a caso dei miei cassetti, c'è ogni sorta di cavo, immagina di dover collegare una cosa con una connessione ad un'altra con un'altra... ecco non importa che connessione abbiano, io ho il cavo adatto per collegarli, e se il cavo non ce l'ho già fatto ho la crimpatrice e svariati spinotti recuperati qua e la. MrGreen

Come dico sempre io: 8 veri fili di vero rame... della LAN puoi sempre fidarti!

Cmq per la cronaca eravamo in 4 a casa fino a 1 anno fa, in 3 studiavamo arch. e uno medicina avevamo:
6 pc fissi di cui un serverino, 2 vecchi inutilizzati e 2 workstation quad core
8 portatili di cui 1 ultraportatile, 1 netbook e 1 inutilizzato
Considerando che i fissi erano in lan e c'erano 1 modem, 1 wifi-router, 1 hub 10/100/1000 e un hub 10/100 immagina quanti cavi potevano esserci (rigorosamente messi bene e fissati) per darti un po' di numeri che ti faranno accapponare la pelle ti dico solo che i metri lineari di cavo lan erano quasi 200, adesso sono un po' meno perchè i nuovi inquilini sono dei babbei! Ah si scusa, in salotto per le casse del videoproiettore (comprato perchè DECISAMENTE più economico di una televisione) avevamo messo un centinaio di metri di cavi audio (che sono ancora li ovviamente).
Ovviamente non avevamo pagato neanche un singolo metro di cavi lan (ce ne siamo fatti regalare svariati metri da fastweb e alcuni da un amica che ha una ditta che produce cavi dati) e neppure degli altri altrimenti col C... che li avrei messi!

Mu ha ha ha... più cavi per tutti!

avatarsenior
inviato il 11 Settembre 2011 ore 21:37

un mix tra hi-tech e decostruttivismo


Ecco, hai detto tutto, io i destruttiviti li metterei in prigione, Libeskind, Fuksas e tutti gli altri. Loro e chi gli da spago pagando milioni per i loro disordini mentali trasformati in progetti architettonici.
L'architettura degna di essere chiamata tale e' solo la classica e la sua naturale evoluzione (che non e' certo decostruzionismo).

Quel plinto di bubboni di alluminio (thermaltake) sta bene in un incubo......

MrGreen




avatarjunior
inviato il 11 Settembre 2011 ore 22:39

Ecco, hai detto tutto, io i destruttiviti li metterei in prigione, Libeskind, Fuksas e tutti gli altri. Loro e chi gli da spago pagando milioni per i loro disordini mentali trasformati in progetti architettonici.
L'architettura degna di essere chiamata tale e' solo la classica e la sua naturale evoluzione (che non e' certo decostruzionismo).

Quel plinto di bubboni di alluminio (thermaltake) sta bene in un incubo......


C'è decostruttivismo e decostruttivismo.
C'è il decostruttivismo di Ghery, strampalato e disordinato che è perfetto per un museo ma è inadeguato a tutte le altre funzioni (perchè ricordiamocelo che la funzione* viene prima di tutto).
Poi c'è il decostruttivismo di Libenskind che è tutta un'altra cosa, il museo dell'olocauso di Berlino è un vero e proprio capolavoro di architettura contemporanea, svolge in maniera ineccepibile la sua funzione, io non ci sono stato (per ora) ma chi c'è stato mi ha raccontato che è un'esperienza sensoriale visitarlo. E' una combinazione di installazioni d'arte e architettura fuse insieme in maniera indissolubile.
Poi c'è un arch. che odio, è l'unica architetto donna famosa (Gae Aulenti non la considero architetto da quando ha distrutto le vele del palavela di Torino per costruirci sotto una schifezzina, non sapere cosa da il nome all'edificio su cui si sta intervenendo e distruggerla per me è da espulsione dall'albo per non dire impiccagione, quindi per me non è più Architetto) ossia Zaha Hadid, le sue architetture non mi sono mai particolarmente piaciute, si salva il maxxi ma la odio non solo per le opere ma anche perchè lei ha dichiarato in un suo libro: a me piace la matematica, parto da forme complesse che derivano da formule e dentro ci metto poi qualcosa... uhm ok bocciata, la funzione dovrebbe arrivare prima della forma. Un'altro × che però ha fatto anche belle cose è eisenman, lui ha progettato edifici basandosi sulle linee che formano le tracce dei giocatori di calcio con i loro movimenti in campo durante una partita... ora ditemi voi se è possibile anche solo pensare un'idiozia simile, il suo libro di teorie strampalate è assurdo c'è da mettersi le mani nei capelli, un'altro divertentemente × è un professore del politecnico di torino il nome purtroppo non lo ricordo, ha scritto un librettino di poche pagine sulla progettazione, lui dice che si parte da una forma, per esempio una foglia, si costruisce un involucro con quella forma e poi in base alla forma si decide cosa mettere dentro e in che scala costruirlo, per la serie che uno ti chiede di progettare la casa, lui quel giorno si ispira a sto c... e allora visto che è immenso ci fa un ippodromo e ti dice: mi scusi sign. committente faremo un'ippodromo perchè la casa con la forma di sto ca... non viene bene... quella è idiozia!

Poi ci sono architetti Bravi, c'è foster per esempio, le sue arch. da fuori fanno un po' schifo o comunque sono quasi banali ma dentro... dentro sono stupende.
E poi c'è il migliore di tutti tra i viventi, un certo Renzo Piano, le sue architetture (lui è high tech e non potrebbe essere altrimenti visto che il manifesto dell'high tech lo ha "scitto" lui assieme a R. Roghers negli anni 80 a parigi, parlo ovviamente del Centre George Pompidour**). Renzo Piano Building Workshop è ad oggi lo studio migliore a cui affidare un progetto, la cura quasi artigianale dei dettagli delle loro costruzioni è impressionante, e poi pensano a tutto, andate a vedere a roma gli auditorium realizzati da renzo piano, di fuori non sono bellissimi e pensi che la forma sia un vezzo, poi scopri che la forma è data da complicatissimi studi del suono che hanno permesso di realizzare il più grande e capiente auditorium in acustica naturale del mondo, la dentro si possono cambiare i parametri di amplificazione naturale di ogni strumento è pazzesco, si può variare il reverbero, risonanza etc, andate a fare il giro con la guida e capirete perchè Renzo Piano è il migliore. Ogni volta che vedo o rivedo una sua opera mi rendo conto di quanto sia bravo!
Tu dici che le costruzioni classiche sono le migliori, ma vai a vedere cosa costruiva il nostro italianissimo Ing. Pier Luigi Nervi a S.Francisco... resterai estasiato, una struttura immensa in cemento armato con travature nervate sorretta su soli 4 pilastri.
Guarda le opere di F.L. Wright, A. Aalto, Rietveld (casa Schr?der è la più famosa), poi Gropius, Loos etc...

Hai mai visto il Lloyd a Londra? E' high tech e firmato da Richard Rogers, se non ti piace quello non ci credo, io ci stavo andando con i miei amici (l'avevo già visto), loro erano lenti e si fermavano qui e li, quando sono arrivato in un punto da cui si iniziava a vedere li ho abbandonati e sono andato sotto a guardarlo da tutti i lati come se fossi attratto da un magnete, è semplicemente bellerrimo!


Io ho visto una casa antica nella mia città ristrutturata da un ×, ora sembra una casa vecchia messa in ordine, peccato che un arch. si accorge all'istante che i contrafforti non sono originali, pensate li hanno rifatti perchè erano "irregolari" ma il bello era propria la loro imperfezione, erano autentici, bastava rifare le fughe che ormai erano deteriorate, poi c'erano muri antichi a dir poco slendidi in muratura in pietra listata in mattone, li hanno intonacati dritti perchè orano un po' sbilenchi, sul davanti hanno fatto un pezzo di muro nuovo drittissimo in cemento e l'hanno rivestito di mattoni (incollati) a vista ed è perfetto, sterile e fintissimo, avevano la storia vera e l'hanno cancellata in favore di un finto antico che non significa niente, gli archettini (che nella mia zona non sono tipici), etc pura idiozia e la gente che l'ha commissionata come chi l'ha progettata è gentaglia che non apprezza l'architettura contemporanea ma che a quanto pare non sa nulla di nulla neppure di arch. storica! Un buon restauro è il restauro che conserva ciò che c'è di storico e costruisce in maniera più contemporanea ciò che manca in modo che sia leggibile la stratificazione storica, perchè sono le stratificazioni, i passaggi, l'evoluzione a segnare la storia!



Scusate per il lungo OT, ma non posso sentire gente che senza cognizione di causa insulta il lavoro di migliaia e migliaia di Architetti i quali nonostante l'ignoranza delle pubbliche amministrazioni e la stupidità dei committenti riescono comunque a migliorare il nostro mondo. Ricordatevi che il bello dell'italia è nella varietà della sua architettura e nella sua arte, se in passato non avessero innovato in campo architettonico ora l'italia non sarebbe quella che è, smettere di innovare equivale a rinnegare la propria storia!
Ogni volta che sento queste discussioni sui forum o in giro sono felice di aver scelto di intraprendere la carriera della didattica a scapito dell'architettura, perchè come archietto posso progettare bene, ma io sono 1, mentre come docente posso insegnare a progettare a tanti, ma sopratutto posso insegnare a distinguere tra architettura, falso storico ed edilizia, sembra una banalità ma non lo è!

Domanda: questa casa è bella o brutta?




* ricordiamo anche che "apparire" è una delle tantissime funzioni che può avere l'achitettura ed è una di quelle che ha mosso di più l'achitettura da sempre, i romani non facevano le cose grandi perchè serviva fare un arco apocalittico, si faceva grande e costoso per dimostrare di poterselo permettere, es si usavano materiali come il porfido per dimostrare che punto primo loro riuscivano a trasportarlo, punto sencodo avevano manodoper a go go per lavorarlo (il porfido è una delle pietre più dure e sicuramente la più dura mai usata in edilizia, scalpellarlo non è divertente! per secoli i palazzoni erano costruiti senza alcun riguardo per l'abitabilità interna le finestre si mettevano regolari perchè doveva essere così, ora si mettono come servono perchè la funzione è più importante o comunque dovrebbe esserlo)
** Del centre george pompidour io nella presentazione candidato dell mia laurea ho scritto: Rimasi sbalordito, quella costruzione che nulla condivideva con i palazzi parigini se non il luogo, era perfettamente integrata nel contesto, la mostra d?arte contemporanea al suo interno, passiva e superiore alle pesanti critiche dei miei amici, mi trasmetteva sensazioni ed emozioni, ero un bambino nel negozio di caramelle.

avatarsenior
inviato il 12 Settembre 2011 ore 7:27

Risposta: quella casa, per me, e' talmente brutta che non solo non vorrei abitarci, ma non vorrei nemmeno che si vedesse da una qualsiasi finestra di casa mia.
Meglio sarebbe se non la vedessi nemmeno lungo il percorso casa-ufficio o casa-supermercato.

Dissento anche sul resto, ma qui saremmo OT, al massimo posdiamo spostarci nella sezione OT ma credo che finiremmo per arroccarci ognuno sulla sua posizione. Pitrei aprire un 3d ma ho poco tempo per scrivere e i vorrebbe un trattato...

Dimmi te, Molliamo qui o ci spostiamo?

Sorriso

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 220000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me