RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Come valutare l'apertura


Forum » Tecnica, Composizione e altri temi » Come valutare l'apertura




avatarsenior
inviato il 16 Marzo 2019 ore 0:56

In alternativa, per i gruppi di persone, si va a sentimento ed esperienza.

avatarsenior
inviato il 16 Marzo 2019 ore 7:26

No daneel, a un dato diaframma (per essere precisi "entro una data pdc") la macchina rileva e tiene a fuoco (in af-c quindi) i visi (non ricordo quanti ma sicuramente più di due).
Ma la macchina non sa quello che vuoi fare, è evoluta ma non intelligente, se hai solo due soggetti nell'inquadratura non ci sono problemi, se vuoi a fuoco un viso in mezzo a tanti invece devi fare in modo che la macchina faccia quello che vuoi tu.
"Piani focali differenti" non esiste, esiste un solo piano focale e una profondità di campo entro la quale i soggetti sono accettabilmente a fuoco.
Per lasciare decidere la PDC alla macchina puoi usare le priorità tempi, o la modalità auto, e concentrarti sulla composizione e lo scatto

avatarsenior
inviato il 16 Marzo 2019 ore 9:16

Capo, se il diaframma è troppo aperto allora quando i volti sono disposti su una pdc troppo estesa, semplicemente non ce la farà, se funziona come hai detto, a tenere a fuoco tutti i volti che rileva... E si torna al fatto che è lui a dover avere ben chiaro che diaframma gli serve per avere a fuoco chi gli serve! ;-)

avatarsupporter
inviato il 16 Marzo 2019 ore 9:50

Non è complicato, e tu vuoi una risposta pratica e veloce.
Scatti di giorno, penso. Tu hai una apsc, quindi meno problemi di profondità di campo rispetto a una full frame.
Chiudi a f.8, fai un paio di scatti per evitare di beccare qualcuno con gli occhi chiusi.
Il tempo considerarlo di sicurezza attorno a 1/125 circa, anche un po più breve.
Scatta e ingrandisci bene a monitor.
Poi...quando torni a casa.....studia un pochino di teoria applicataMrGreen

avatarsenior
inviato il 16 Marzo 2019 ore 13:12

Blackbird hai ragione, ma mettiamo per assurdo che stia usando un 24mm a f2.8, magari a 5 metri dal primo soggetto e il secondo soggetto mezzo metro più indietro..MrGreen
Dipende dalla lunghezza focale oltre che dal diaframma usato, dalla distanza dai e tra i soggetti.. è tutto relativo... Basta memorizzare quanta PDC ha il suo obiettivo a un dato diaframma e a una certa distanza.. Ma lui vuole un metodo semplice e veloce...

avatarjunior
inviato il 16 Marzo 2019 ore 14:27

Ormai con le mirrorless basterebbe cliccare sulla faccia in primo piano, poi sulla faccia in secondo piano e la macchina imposta l'apertura affinché entrambe siano a fuoco grazie alla giusta profondità di campo.

avatarsenior
inviato il 16 Marzo 2019 ore 14:37

Giusto, anche dalla focale, Capo, mi mancava un pezzo si ;-)

avatarsenior
inviato il 16 Marzo 2019 ore 18:32

Poi tutto dipende sempre dal contesto.
Misurare l'area circostante come un architetto paesaggista o fidarsi ciecamente degli automatismi della macchina sono teorie che puoi mettere in pratica solo quando tutto l'universo si ferma e si mette al servizio del fotografo.

Nel caso di un reportage o un evento, ad esempio, per scattare hai al massimo quell'istante poi tutto è già cambiato. Intanto che prendi le misure e smanetti con la macchina, addio momento!
Se poi le condizioni di luce sono difficili e/o cambiano di frequente, degli automatismi non te ne fai niente.

Se invece sei in un ambito di "posa" (a casa con i parenti per la foto del compleanno o, meglio ancora, in studio fotografico con le "belle statuine") hai tutto il tempo per fare millemila tentativi e azzeccarne qualcuna. Prima o poi qualcosa a fuoco uscirà, anche se lasci la macchina a scattare da sola in automatico su un cavalletto mentre tu vai a farti un bel caffè. MrGreen

avatarsenior
inviato il 16 Marzo 2019 ore 18:43

Esatto Makexaos!

Proprio a questo serve l'esperienza, che oggi, con il digitale, "costa" molto meno e si acquisisce più in fretta ...

avatarjunior
inviato il 17 Marzo 2019 ore 18:51

Interessante anche la funzione in modalità manuale che offre la Leica SL. Una volta messo a fuoco il soggetto, nel mirino appare l'indicazione ( da attivare tramite menù camera ) dei metri della profondità di campo di fronte e dietro il punto messo a fuoco.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 173000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me