RCE Foto






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

reflex e obiettivi da portare in aereo


Forum » Viaggi, Natura, Escursioni ed Eventi » reflex e obiettivi da portare in aereo




avatarsenior
inviato il 30 Marzo 2019 ore 18:06

mah… devo dire.. le volte che ho volato con easyjet ho avuto difficolta' a far entrare nel bagaglio a mano un tablet e una compatta con caricabatteria.
Altro che reflex.


tanto per dire, l'ultima volta mio figlio ha visto negato il passaggio ad un piccolo mandolino (sporgeva di 3 cm oltre sagoma)

Se voli con compagnie piu' care un po' piu di liberta' ce l'hai.

Il noleggio invece non e' da scartare (se lavori e ti pagano) ha indubbi vantaggi fiscali ed economici.

Se viceversa vai per turismo, dipende dagli obiettivi che ti poni. Credo comunque che la spedizione in stiva sia praticamente obbligata.

avatarjunior
inviato il 30 Marzo 2019 ore 20:30

Non lo so .. e su internet si trova di tutto compreso questo:

“in riferimento al Regolamento europeo 1998/2015, Cap. 4, Appendice 4-C, a tutti gli effetti un treppiede fotografico non rientra tra gli articoli esplicitamente proibiti dalla normativa di Aviation security, anche se in alcuni casi può essere considerato un oggetto contundente, assimilabile a quelli elencati al punto e) dell'Appendice, che riporta:
Corpi contundenti: oggetti che possono essere utilizzati per provocare ferite gravi quando usati per colpire, fra i quali
– mazze da baseball e softball
– mazze e bastoni, come manganelli e sfollagente
-attrezzature per arti marziali
Se il treppiede ha dimensioni e foggia paragonabili a quelle degli oggetti contundenti elencati, è necessario valutare se consentirne il trasporto a seguito passeggero o in stiva.
In alternativa, è possibile richiedere che venga etichettato come bagaglio “Delivery at aircraft” in accordo con il vettore.”

E adesso ? Ne sappiamo come prima !! A discrezione

Però non bisogna confondere la dimensione e il peso del bagaglio a mano con la sicurezza ! Nel bagaglio a mano conta la compagnia.. la classe in cui voli eccc....... la sicurezza negli aeroporti é uguale per tutti sia in business che in economy .. con qualsiasi compagnia .. é affidata a società terze .. che hanno mandato pieno .. e anche discrezionale su tutto il bagaglio a mano .. anche quello che hai in tasca e nel giubbotto, scarpe ... vedi i nuovi body scanner eccc

é il primo filtro ( coda indistinta ) che si fa dopo il check-in , dove lasci le valige x la stiva .. in tutti gli aeroporti del mondo !

Al ceckin se credono, ti controllano il peso e dimensione di quello che non imbarchi a secondo della classe e volo eccc
E questo si dipende dalla compagnia..


avatarjunior
inviato il 03 Aprile 2019 ore 18:42

Quando viaggi con attrezzatura che supera il valore di 300 euro la legge prescrive che si debba fare un "permesso di esportazione temporanea" all' ufficio doganale di uscita, da far timbrare ad ogni passaggio di frontiera durante il viaggio.

Non è esattamente così, per lo meno leggendo la "Carta doganale del viaggiatore", consultabile sul sito ufficiale dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.
Per gli effetti personali portati al seguito (ovviamente per la roba di valore come apparecchiature fotografiche, informatiche, etc.), in caso di controlli al rientro in Italia sono richiesti la ricevuta d'acquisto ovvero, in mancanza di questa, una dichiarazione di possesso da rendere all'ufficio doganale prima della partenza dall'Italia.
Il limite dei € 300, o € 430 se arrivi in aereo o nave, è il limite del valore degli articoli che è possibile importare ad personam senza che sia necessario pagare i dazi doganali al rientro, oltre questi limiti si paga.
Comunque per fugare ogni dubbio consiglio di consultare personalmente il documento presente sul sito dell'Agenzia in cui è descritto tutto in modo chiaro Sorriso

avatarsenior
inviato il 04 Aprile 2019 ore 0:52

si ma se il funzionario stima che la tua merce superi il valore di 300 euro e reputa che tu possa averla comprata all'estero... se non hai quel benedetto foglio ti tocca pagare dazio….


Se e' inferiore ai 300 euro il problema non si pone… puoi importare quello che vuoi (che non sia alcool o tabacco)

avatarjunior
inviato il 04 Aprile 2019 ore 7:23

Non mi sembra che ciò che sia scritto sia soggetto a molteplici interpretazioni, se hai la ricevuta d'acquisto o la dichiarazione di possesso non c'è problema, in caso contrario sei esposto al pagamento del dazio ;)

avatarjunior
inviato il 04 Aprile 2019 ore 11:38

Scusate ma, usato a parte (per il quale in ogni caso è lecito chiedere lo scontrino di acquisto al venditore), nel 2019 non è possibile non avere una ricevuta d'acquisto. Ormai è tutto digitale (ci sono negozi che mandano lo scontrino direttamente al telefono o alla mail) e conservare uno scontrino cartaceo non mi sembra una cosa tanto strana...
Ecco, per non dover correre il rischio di pagare basta conservarne una copia....

avatarjunior
inviato il 04 Aprile 2019 ore 12:19

Io compro tutto usato e avere gli scontrini è quasi impossibile.

avatarjunior
inviato il 04 Aprile 2019 ore 12:32

usato a parte (per il quale in ogni caso è lecito chiedere lo scontrino di acquisto al venditore)

sarebbe opportuno soprattutto per evitare ben altri problemi

nel 2019 non è possibile non avere una ricevuta d'acquisto. Ormai è tutto digitale (ci sono negozi che mandano lo scontrino direttamente al telefono o alla mail) e conservare uno scontrino cartaceo non mi sembra una cosa tanto strana...

diciamo che dovrebbe essere la normalità o quantomeno non così complicato Sorriso

Ecco, per non dover correre il rischio di pagare basta conservarne una copia....

sic et simpliciter

avatarjunior
inviato il 04 Aprile 2019 ore 18:57

Sono all'aeroporto di Orio e sul cartello degli oggetti vietati c'è indicato in grande con tanto di immagine un cavalletto fotografico.

avatarsenior
inviato il 05 Aprile 2019 ore 0:19

C.V.D. MrGreen

avatarjunior
inviato il 05 Aprile 2019 ore 7:20

Vedi post del 30/03 .. cvd .. oggetto contundente

avatarsenior
inviato il 11 Aprile 2019 ore 18:16

grazie mille a tutti ancora, diciamo che adesso ho le idee più chiare per quanto riguarda il viaggio. Ricapitolando, è meglio portare sia la ricevuta di acquisto dei prodotti, anche se per la d810 purtroppo non ne sono in possesso (faranno fede i piccoli segni di usura spero MrGreen). Magari è meglio accompagnarli con una lista vidimata dall'ufficio doganale, per maggior sicurezza. Per quanto riguarda il Pixi, sarà un terno al lotto Eeeek!!!

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 173000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me