Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

la fotografia è solo del fotografo


Forum » Tecnica, Composizione e altri temi » la fotografia è solo del fotografo




avatarsenior
inviato il 11 Febbraio 2019 ore 10:07

" Devi produrre una fotografia gia' avendo pensato PRIMA di averla scattata i possibili tagli (verticale, orizzontale, doppia pagina),nella composizione avere cura di lasciare ampi spazi vuoti ed uniformi per i testi, inquadrare in modo che la fotografia possa risultare destrorsa o sinistrorsa etc etc...
"


Appunto.
A me per dire danno le grafiche da sovrapporre nel sw di tethering per comporre la scena.
Parlo di scatti per packaging di prodotti food.
Danno a volte disegni di come DEVE essere la scena.
Danno nel 95% dei casi, colori, mood e scelta di props e fondali.
Che per fortuna attingo dal vastissimo archivio/magazzino costruito nel tempo.

Altre volte (rispondo a Vincenzo) ci sono moodboard con foto stock ritagliate e non solo disegni (oramai minoranza).

e si opera reiterando finchè lo scatto di bozza non viene approvato in una certa scala gerarchica.
a volte avviene in pochi minuti, altri in ore e ore (con le problematiche di mantenimento del prodotto che necessitano appunto di un bravo e collaudato home economist che è importante tanto quanto il fotografo per la resa finale).


avatarsenior
inviato il 11 Febbraio 2019 ore 10:30

Vedi la differenza tra un xxxxx e una persona seria, mi sono preso la briga di vedere il sito di Cos78, perchè parla nel dettaglio e vedendo il sito capisci che forse qualcosa sa.MrGreen
Purtroppo non si può dire lo stesso di chi ha aperto il topic, oggi la credibilità è fondamentale.
Scusa Cos se ti ho messo in mezzo.;-)
Ottime foto e ottimo servizio.
Ciao
LC

avatarsenior
inviato il 11 Febbraio 2019 ore 11:00

" Scusa Cos se ti ho messo in mezzo.;-)
Ottime foto e ottimo servizio.
"



Figurati!
Qui si cerca di migliorare ogni giorno perchè "ars longa, vita brevis"!
Imparare cose nuove e aumentare l'esperienza e le varie abilità è il mantra!

Leggere che non è il caso di cambiare il "solito" schema luci che si usa fa sorridere visto che si sperimentano per ogni scatto nuove varianti e cose diverse, anche perchè le richieste sono sempre diverse.
Poi c'è pure la sperimentazione.
Ma forse nasce da chi non ha interesse ad avere uno studio, dove appunto, si "studia" sul campo.
Ogni giorno.

Altrimenti ci si fossilizza.
Non ci si evolve.


Leggere che è SOLO merito del fotografo non rientra nella mia esperienza.
Magari in quella di qualcun'altro.
Ma la cosa rattrista.

Ecco come scambio di esperienze e crescita, sarebbe bello poter studiare esperienze diverse.
Vedere cosa hanno fruttato prese di posizioni così forti.

Dico questo e stamattina rivedevo l'IMMENSO e MERAVIGLIOSO lavoro di uno studio milanese di video.
Dov'è c'è un direttore della fotografia e director, molto molto bravo ma un team (numerosissimo) altrettanto importante, dagli ingegneri meccanici agli esperti pirotecnici o di sfx.
Certo, altri (e alti) budget ma non si può non vedere il risultato finale come una sinfonia dove TUTTI hanno una loro parte importantissima.
Perchè se Abbado era Abbado, non è che i masterpiece li abbia fatti dirigendo, con tutto il rispetto, la banda cittadine del paese di pincopallo.
Perchè se Sergio Leone era Sergio Leone, non è che non gli è servito un attore con due sole espressioni e un Morricone qualsiasi per fare la famosa trilogia del dollaro, anzi!

E parlo di direttori e registi.
Se torno a chiosa alla fotografia e penso che il fotografo (o negli studi in cui partecipano due o più fotografi allo stesso progetto) non è sempre il regista, ecco che il paragonarlo alla direzione della fotografia in un film, ci sta tutta.


PS sono contento che ti siano piaciuti i nostri lavori! :)

avatarjunior
inviato il 11 Febbraio 2019 ore 11:46

Tutto dipende... Ci sono pubblicità in cui si indica il nome del modello, pubblicità in cui viene indicata l'agenzia pubblicitaria... ma del fotografo nisba.
Se chiamo tizio per avere una foto è perché penso che il suo stile si sposi con la mia idea, oppure perché è di grido e in automatico darà risalto alla campagna, oppure è il più economico :-D.
La foto finale in genere è un risultato di vari passaggi, già dall'idea iniziale solo parlandone con un amico si potrebbe avere un'influenza, figurarsi nello sviluppo quanti interventi possono influire, ma se parliamo solo del click, in parte è vera la preponderanza del fotografo, se non è un semplice esecutore.. ma possa decidere qualcosa.
Il click lo farà quando riterrà tutto apposto, tutto come deve essere, che sia un suo progetto o che ci sia da soddisfare richieste di un committente.
Non vuol dire che è tutto merito suo tecnicamente, ma essendo l'ultima voce in capitolo per il click, lui ne è l'artefice principale, che poi l'art director, il committente, l'ufficio marketing o la moglie/figlio/amico gli dicano fa cagare... Può anche succedere

avatarsenior
inviato il 11 Febbraio 2019 ore 13:16

"Altre volte (rispondo a Vincenzo) ci sono moodboard con foto stock ritagliate e non solo disegni (oramai minoranza)."... Cos, non disegno più da molti anni perché avevo intuito che con il tempo sarebbero cambiate le cose e non mi ero sbagliato. Sono intervenuto nel post per il semplice motivo che ho collaborato anche con diversi fotografi per cui se il cliente ti contatta per realizzare delle immagini che vuole utilizzare per manifesti o altro è un conto se invece si parla di campagne pubblicitarie le cose son ben diverse e ci affida di solito ad agenzie che studiano le strategie per raggiungere l'obiettivo. In questo caso diventa un vero lavoro di squadra e di budget a disposizione.

avatarjunior
inviato il 14 Febbraio 2019 ore 22:59

VABBE' , MA QUI SI VA FUORI DAL SEMINATO. Un conto e' il riconoscere l'importanza del fotografo nel fare una determinata fotografia ed il valore aggiunto che il fotografo da' all'immagine risultante e che e' frutto della sua abilita' .. un conto e' invece il disconoscere il valore di tutti quegli altri elementi che contribuiscono a rendere un immagine memorabile , e di cui il fotografo , seppur ci possa mettere del suo , non puo' intervenire in alcun modo perche' non e' affar suo ... la bellezza della modella non e' affar suo , la bravura della truccatrice non e' affar suo , il concept dell'art director non e' affar suo .... e potrei dilungarmi in 3000 altre variabili che ci farebbero dire : stiamo calmini perche' se facciamo per lavoro belle immagini , qualche volta e' merito anche delle persone che coinvolgiamo .
Diverso il discorso nel caso dei progetti personali perche' siamo noi che decidiamo tutto.
Ma il soggetto e' il re , e governa ogni cosa. Difficilmente se faccio una fotografia ad una prateria di poseidonia la cosa sara' in grado di destare interesse.Dovrei trovare veramente qualcosa di particolare. Nello still life ed il food probabilmente il discorso e' diverso , ma solo perche' il valore aggiunto che danno le altre persone coinvolte nella creazione dell'immagine ha un peso decisamente inferiore.My two cents .

avatarjunior
inviato il 15 Febbraio 2019 ore 1:34

" Se il regista (e il fotografo sul set è un regista) è, come affermano alcuni, l'unica figura a decretare il successo o meno di una pellicola grazie al suo talento, mi spiegate perchè si assegnano gli Oscar al direttore della fotografia, allo sceneggiatore, agli attori e a molte altre figure tecniche?
In un set fotografico non cambia; un bravo, bravissimo, geniale fotografo da solo non fa nulla.
"



Perchè la serata degli Oscar è trasmissione venduta e seguita da emittenti di mezzo globo, ce la vedresti durare un quarto d'ora? MrGreen

Ecco il perchè di tali esigenze, per farla durare qualche ora... si sono inventati tutti gli altri premi di "contorno". Sorriso

Battute a parte, mi pare però che di qualsiasi pellicola si parli, si ricordino per antonomasia i soli registi, ad es. la Dolce vita di Fellini, Il Padrino di Coppola, il 2001 di Kubrik, Malena di Tornatore... O no?

Ovvio che contribuiscano decine o centinaia di operatori, professionisti di livello, ricordati in coda di ogni proiezione, ma per ogni titolo di un film viene associato come opera solo o per antonomasia il proprio regista.

Basti pensare allo sceneggiatore, senza il quale non esisterebbe alcuna storia da raccontare, ma accidenti nessuno ne ricorda mai uno, per qualsiasi film a scelta (forse ad eccezione di clamorosi successi letterari, poi sfociati in film, ma nel caso si parla di scrittori di libri, estranei al mondo cinematografico)

Ugualmente nel fotografico (oltretutto ricordo che hai detto tu, giustamente, Fotografo = Regista, che perfettamente basta a dimostrazione ;-)) come nel campo Moda a partire dagli anni 80/90, in qualsiasi magazine di un certo livello del settore (tranne forse Postalmarket MrGreen ), veniva presentato un servizio o una campagna unicamente sulla figura del Fotografo, da Penn a Avedon, da Newton a Meisel, da Demarchelier a Lindbergh, da Weber a Glaviano, Barbieri, fino a Testino, Richardson, Sorrenti... sono coloro che portano la firma delle foto e nessuno menziona o ricorda lo stuolo di collaboratori che hanno dato il loro contributo.
E se all'oggi in qualche rivista di secondo piano viene omesso l'autore è perchè evidentemente quel nome dice poco, non ha peso rilevante o non rappresenta un valore aggiunto o firma degna di nota. ;-)

Anche nella musica mi pare che si ricordino solo i Toscanini, i Muti o i Von Karajan, come qualsiasi altro direttore d'orchestra, e mannaggia mai nessun musicista, che sono per giunta i reali esecutori delle note che ci giungono ai timpani.

Ci mancherebbe solo che parlando che so, di architettura, quello che resta memoria storica sono gli edifici di Wryght, Aalto, Van de Roe, di Nervi o Piano, e qualcuno si sognasse di obiettare che senza le maestranze, elettricisti e idraulici, muratori, imbianchini e manovali, gruisti e camionisti, fornitori, geometri e capocantieri, oltre i finanziatori e committenti delle loro opere, queste non esisterebbero.

Quindi, ma di che diavolo stiamo parlando? Sorriso MrGreen
Forse dell'acqua tiepida?

Mancherebbe solo di disquisire su Spielberg che visto il suo talento, potrebbe benissimo usare sconosciuti attori amatoriali, Muti che diriga autodidatti o neo-diplomati al conservatorio, e la Leibowitz cimentarsi con "modelle" racchie scelte tra le passanti o reclutate al supermercato, conciate dalla parrucchiera e truccatrice del rione più vicino al set, con volontari addetti alle luci. Sorriso

avatarjunior
inviato il 15 Febbraio 2019 ore 1:52

Chissà perchè gli art director, i creativi o chi sopra loro della committenza, non danno le direttive per la realizzazione di schizzi delle loro idee e richieste, e per attuarle non lo deleghino a quel punto al primo nome di un fotografo dignitoso che possono trovare sulle pagine gialle, da utilizzare come mero copiatore/esecutore di quegli schizzi, e delle loro definite idee e pre-visualizzazioni spendendo così quattro spiccioli, ma come dei fessi invece preferiscano buttare cifre a 4 o 5 zeri per affidarsi a fotografi di fama, che per giunta gli "rubano" la scena, meriti, paternità e la firma di quelle foto?

E tutto questo solo per pigiare un pulsante di scatto, dal momento che gli assistenti sono loro che si occupano di tutto ciò che riguarda l'allestimento set.
Eh sì si può dire che a certi livelli, ma quanti polli bazzicano in quel settore? MrGreen

avatarjunior
inviato il 15 Febbraio 2019 ore 13:21

Contento che qualcuno abbia capito i punto sul concetto del lavoro di squadra.

" Ovvio che contribuiscano decine o centinaia di operatori, professionisti di livello, ricordati in coda di ogni proiezione, ma per ogni titolo di un film viene associato come opera solo o per antonomasia il proprio regista"

E' proprio questo il punto.
Nessuno può negare che il ruolo del fotografo in uno scatto di moda sia il più importante e spesso determinante nella riuscita della fotografia stessa. Ma tra questo e il dire che:
" Settimana scorsa mi hanno chiesto di chi fossero i meriti di una bella fotografia di moda,ma anche di tante altre:"solo del fotografo,la fotografia non è un lavoro di squadra,il fotografo è il solo ed unico creatore delle immagini"
beh... ce ne vuole di presunzione.

C.



avatarsenior
inviato il 15 Febbraio 2019 ore 14:32

" Chissà perchè gli art director, i creativi o chi sopra loro della committenza, non danno le direttive per la realizzazione di schizzi delle loro idee e richieste "

???

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 167000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





15 Febbraio 2019

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me