RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

Se vuoi, puoi anche abilitare o disabilitare specifici cookie tramite la pagina Preferenze Cookie.

OK, confermo

Nikkor 180 f2.8 ai


  1. Forum
  2. »
  3. Obiettivi
  4. »
  5. Obiettivi Vintage
  6. » Nikkor 180 f2.8 ai





avatarsenior
inviato il 15 Ottobre 2021 ore 22:55

Tempo fa mi insegnasti come aprire un 180, era un af-d con il doppietto leggermente opaco ma le ho provate tutte, non ha ceduto manco un decimo di millimetro, lo avevo da una decina d'anni in compagnia di uno a forcella quello AI-S Ed però volendo avere la coppia mi sono comperato un'altro af, bello, nel caso riprovando facessi un disastro con il primo al limite sono coperto, la coppia di quella focale è d'obbligo.Sorriso

avatarsenior
inviato il 17 Ottobre 2021 ore 18:26

Ottima strategia Cool
Oggi ho riaperto il 180: il movimento non era sufficientemente fluido nella zona vicino ad infinito, presentando saltuariamente qualche irregolarita'.
Ho cosi' verificato che ero stato troppo conservativo nello spennellare il grasso: c'e' bisogno di una piccola quantita' extra di lubrificante un po' dappertutto, ma soprattutto alla fine dell'elicoide piu' esterno; tale sovrappiu' funziona come "riserva" ed ha la funzione di compensare eventuali perdite di grasso che in virtu' della sua viscosita' rimane non omogeneamente spalmanto tra le gole di scorrimento durante l'azionamento della maf.
Ora ho un burrosissimo obiettivo !
Per info: uso un grasso rosso al litio per cuscinetti ad alte temperature con coefficiente di viscosita' NLGI 3, che e' considerato "extra firm" nei forum stranieri di riparazione di obiettivi manuali, mentre di solito si adopera lo scivolosissimo NLGI 1: e' una scelta soggettiva, dato che a me piacciono le ghiere belle cicciottose e frenate MrGreen
NLGI 2 e' una via di mezzo.

Una cosa da considerare e' la tenuta del grasso nel tempo alla separazione tra la componente oleosa e quella additiva e saponificante, che da' luogo ad un'alterazione delle sue proprieta' lubrificanti e meccaniche, modificandone la viscosita' e lasciando libero l'olio residuo di trafilare in giro per l'ottica, raggiungendo posti dove potrebbe fare danni, per esempio dentro le delicate lamelle del diaframma, rendendole molto meno scorrevoli e rallentando la risposta allo scatto sovraesponendo cosi' ogni foto.
La viscosita' del grasso deve poi essere stabile alle alte e basse temperature, altrimenti d'inverno vi troverete una maschia & ruvidissima pietra da girare e d'estate uno scorrevolissimo cuscinetto da formula 1 MrGreen

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 213000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me