RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Un brutto anno per tutti?


  1. Forum
  2. »
  3. Viaggi, Natura, Escursioni ed Eventi
  4. » Un brutto anno per tutti?





avatarsenior
inviato il 15 Gennaio 2019 ore 18:59

Antonio, vedo che la situazione è uguale dal Trentino alla Basilicata, dalla Lombardia al Veneto è per quello che associo il tutto al tempo. E poi ci sono stati altri anni uguali

user87191
avatar
inviato il 15 Gennaio 2019 ore 19:09

Certo Andrea, il tuo ragionamento ê giusto e il male comune é un segnale di qualcosa di fortuito....resta, almeno da me, lo stato di degrado ambientale che non fa prevedere tempi migliori...Confuso

avatarsupporter
inviato il 15 Gennaio 2019 ore 20:45

Io ormai al capanno vado solo a rifornire per le poche cinciallegre presenti, visto che nonostante faccia freddo da quasi un mese, per il resto non si vede nulla in giro, nemmeno nei giorni con la neve e questo secondo me è molto indicativo. Vi dico solo che nella mangiatoia (non fotografica) messa nel giardino di casa da fine ottobre avrò consumato si è no 100/150 gr di semi forse nemmeno, quello che gli altri anni consumavo in un giorno…. con questo ho detto tutto Triste

avatarsenior
inviato il 15 Gennaio 2019 ore 22:28

Belin ragazzi pero' non me la potete tirare cosi ,

cioe' quest anno mi son fatto un culo a quadretti per approntare vasca ,pannello solare ,pompe con ricircolo, laghetto con ninfee per abbellirlo ,casetta in legno tutta camuffata per incularli meglio e voi a gufo cosi... andra' sempre peggio ,siamo nella cacca ,l inquinamento i corvi e le gazze ...

E sti cazzi dai;-)

avatarsenior
inviato il 15 Gennaio 2019 ore 22:53

Non è questione di periodo di magra, ma di trend. Mettendo semini in giardino attiri il poco che c'e' in giro e pensi che quasi sia OK; nelle oasi, meno male, si rimedia qualcosa; ma intorno spesso cresce il vuoto. C'è chi pensa che la causa sia l'incremento di corvidi, che predano uova: vero in parte, ma i corvidi crescono per altri fattori e non sono l'unica causa di un calo così visibile. Fotografo natura dal lontano 1989, facevo censimenti. Da allora frequento sempre gli stessi posti in un raggio di 20-30 Km, che conosco come le mie tasche. Ho vecchi diari di osservazione che mi dicono tante cose. Non mi aspetto di vedere le cose di trent'anni fa, ma negli ultimi 2-3 anni il calo è pauroso. Siepi che prima frullavano di ali, oggi mute. File di pali dove vedevo tanti gheppi e poiane, deserti. Si, gheppi e poiane, che consideriamo comuni… che cominciano a vedersi sempre meno, per non parlare di pellegrini e astori. E non è solo la questione delle pale eoliche che ormai infestano i miei posti migliori… Sul fiume trovo più schiuma e meno pesce, pochissime rane e bisce, alla base della catena alimentare: quindi meno aironi, anatre e tutto. Non faccio macro, ma mi dicono che si vedono meno farfalle. Nell'ultimo anno tanti appostamenti a vuoto, mi è passata la voglia di postare foto e ho rimandato l'acquisto di un nuovo tele, dato che non c'è trippa per gatti. Grazie Alby per aver impostato questa discussione. Siamo noi gli occhi (il tele…) sulla natura, non ci possiamo accontentare di fare qualche click dove capita, sempre di meno. Se non è un fenomeno locale o passeggero, sarebbe interessante capire qualcosa di più su ciò che sta succedendo, le possibili cause.

avatarsupporter
inviato il 16 Gennaio 2019 ore 12:08

;-)

avatarsenior
inviato il 19 Gennaio 2019 ore 7:34

Verissimo. Non so ma da me in pianura padana da dopo il terremoto del 2012 si vede poco o nulla.

avatarsupporter
inviato il 19 Gennaio 2019 ore 8:18

Ma parli anche di passeriformi? Di dove sei di preciso?

avatarsupporter
inviato il 19 Gennaio 2019 ore 10:15

Capanno: Cinciarella, Cincia bigia, Cinciarella, picchio muratore, picchio rosso maggiore, pettirosso, merlo, Fringuello e peppola sono sempre presenti e molto assidui (quest'anno particolarmente numerose le peppole). Rapide e sporadiche incursioni di picchio verde, Migliarino di palude e ghiandaia. Fino a novembre erano presenti e assidui il regolo, il rampichino, lo zigolo muciatto e il codibugnolo, ora sembrano scomparsi. Ci sono 2/3 poiane che si contendono il territorio, ma da circa un mese non vengono più al posatoio. A dicembre è arrivato per 3 volte in pochi giorni lo Sparviere (2 volte il maschio e 1 la femmina), poi sparito. Il picchio nero c'è perché una coppia nidifica ad un centinaio di metri dal capanno, ma solo avvistamenti da lontano. Per ora non si sono ancora visti frosone, lucherino e ciuffolotto. C'è da dire che qui in Canavese non piove da parecchio e le pozze nel mio boschetto sono ormai asciutte. Inoltre inverno mite e niente neve in montagna, perciò molte specie che in inverno scendono, sono ancora in quota. Vedremo dopo le nevicate previste la prossima settimana.
In giardino: molti verdoni e fringuelli, codirosso spazzacamino, cince (esclusa la bigia), ballerina bianca, merlo e pettirosso. Insomma, non posso lamentarmi troppo ma, soprattutto al capanno, specie che dovrebbero vedersi da dicembre in poi, sono del tutto assenti. Vedremo...

avatarsenior
inviato il 19 Gennaio 2019 ore 12:29

Alby85...bassa pianura padana...mirandola per l'esattezza....solo aironi..Confuso

avatarsenior
inviato il 19 Gennaio 2019 ore 12:55

Qualcosa in piu' si muove zona colli euganei. Ma sempre e solo cincie, fringuelli e 1 ghiandaia nonostante la varieta' di cibo: girasole, pastone per insettivori e palline di grasso.

avatarjunior
inviato il 19 Gennaio 2019 ore 13:09

Abito in piena campagna bassa Bresciana...i tempi che si sentivano cinguettare i passeriformi all'alba,sono spariti...Triste aiutavano a svegliarsi con il buon umore...MrGreen la causa? a detta dei cacciatori (che detesto) ma alcuni sono conoscenti...è da ricercare dalla troppa proliferazione di uccelli rapaci che si nutrono di piccoli appena nati o uova...forse hanno ragione...infatti ora si vede solo gazze...corvi..e tortore..pochissimi passeriformi...
Comunque secondo me, l'uomo che con i suoi insetticidi nei campi non aiuta di certo...

avatarsenior
inviato il 19 Gennaio 2019 ore 13:15

Guardate che l'anno scorso era pieno, perciò non andiamo a tirare fuori cause inesistenti

avatarsenior
inviato il 19 Gennaio 2019 ore 16:24

Penso che le cause siano molteplici, vi e' un articolo interessante su focus, spiega come non siano ancora ben indivuidate anche le cause della diminuzione del passero europeo .

Specie come cornacchia e gazza possono influire sul numero delle nascite in quanto predatori dei piccoli da nido , diserbanti e altri prodotti chimici influiscono certamente e poi il clima .

Insomma c e davvero poco da stare allegri d altronde la nostra educazione ambientale concepita proprio come formazione di un nuovo individuo collegato al rispetto dell acqua della terra e dei boschi e' un utopistico miraggio ,si discute molto di piu su altri argomenti ,negli ambienti che piu dovrebbero essere preposti ad una sensibilita' superiore siamo ancora a tirare l aratro dell ingordigia .

Non e' forse ingordigia voler scattare alle poiane galline (cosi tanto per dirne una)

avatarsupporter
inviato il 22 Gennaio 2019 ore 16:13

Finalmente mi si è riempita la postazione in pianura..

Visite si

Cinciallegra
Cinciarella
Codirosso spazzacamino
Passerà mattugia
Merlo
Capinere..

Direi anche in quantità considerevole!

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 204000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.





21 Gennaio 2021

Metti la tua pubblicità
su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me