Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Furto fotografie






avatarsenior
inviato il 20 Dicembre 2018 ore 22:00

Mauro, la sentenza che hai messo non c'entra nulla, si parla di marketing non di furto on line è un altro mondo.

Make, è un caso facilmente punibile perché hanno falsificato una foto, io parlo di chi ruba on line, se tolgono la foto non gli fa niente nessuno, te lo dico per esperienza personale, non per sentito dire o perché l'ho letto su internet.

avatarsenior
inviato il 20 Dicembre 2018 ore 22:10

" Con questa motivazione i giudici hanno garantito il risarcimento a un utente, assistito dallo studio legale Lipani Catricalà&Partners, che aveva rivendicato il diritto alla proprietà di alcune foto pubblicate in rete. E aveva fatto causa a un quotidiano che le aveva pubblicate senza alcuna autorizzazione. Il Tribunale ha riconosciuto la risarcibilità sia del danno patrimoniale sia di quello morale connesso al mancato riconoscimento della paternità delle fotografie."

Mi viene il dubbio non si sappia leggere...

Comunque sia mi sembra evidente che la legge esiste... tu hai detto che non esiste....


avatarsenior
inviato il 20 Dicembre 2018 ore 22:14

Va bene, sarò stato sfortunato io e la maggior parte dei miei colleghi MrGreen

avatarsenior
inviato il 20 Dicembre 2018 ore 22:24

I tuoi colleghi mi sembra di stiamo organizzando... strano tu non lo sappia....forse non avrai lettoMrGreen certo che se non si conoscono le leggi è difficilissimo vedere riconosciuti i propri diritti, ma non e sfortuna...

avatarsenior
inviato il 20 Dicembre 2018 ore 22:30

Come ho scritto in precedenza l'associazione di cui faccio parte ha avuto un incontro con un responsabile del Governo per trovare una soluzione legislativa... Figurati MrGreen

avatarsenior
inviato il 20 Dicembre 2018 ore 22:40

Tu continui a ritenere fondamentale una particolare casistica, ma la realtà mostra molte altre situazioni tutelate dalla legge e le sentenze lo dimostrano, quindi dire che la legge non esiste è un errore immenso, la gente può finire nei guai credendoci e i giudici non ci vanno neppure leggeri.
" In base a tali valutazioni il Tribunale ha ritenuto congruo liquidare, a titolo di danno derivante dalla riproduzione abusiva di tutte le fotografie in contestazione, l'importo di euro 10.000,00, oltre agli interessi legali dovuti dal 1 dicembre 2014 al momento del saldo."
Che poi nella legge ci possano essere delle falle può essere, è normale, ma sono eccezioni, normalmente gli strumenti per far valere i propri diritti li da...certo bisogna sbattersi

avatarjunior
inviato il 20 Dicembre 2018 ore 22:52

Riguardo al mio post, è vero che le foto le puoi modificare, ma la maggior parte dei furti di foto avviene da gente che le trova su google e quindi pensa erroneamente di poterle usare, avere un sistema di rimozione delle foto come avviene già per la musica, magari basato su google immagini (che funziona molto bene), eliminerebbe una percentuale altissima di furti di foto, noi diamo per scontato che chi ruba le foto sappia usare un programma di foto ritocco, ma non è cosi. Anche per la musica cmq è possibile alterarla accelerandola o modificando amplificandola in modo che facebook o youtube non siano in grado di riconoscerle.

avatarsenior
inviato il 20 Dicembre 2018 ore 23:05

" Make, è un caso facilmente punibile perché hanno falsificato una foto, io parlo di chi ruba on line, se tolgono la foto non gli fa niente nessuno, te lo dico per esperienza personale, non per sentito dire o perché l'ho letto su internet."
Se qualcun altro si appropria delle tue fotografie applicando la sua firma è più un "furto" che una falsificazione.
Comunque, converrai con me che se è punibile vuol dire che è possibile e se qualcuno viene punito è perché esistono i diritti sulla proprietà intellettuale. Penso non ci siano dubbi su questo, no?

Il mio esempio serviva proprio per chiarire per l'ennesima volta che queste cose possono accadere a tutti i fotografi professionisti, in qualsiasi caso (non solo ai "polli"): che si abbia o meno un proprio sito internet; che si diffondano o meno volontariamente le proprie fotografie online; che uno sia un "pollo" oppure un gallo. Succede nella realtà.

Una volta che le foto finiscono sul web (cosa quasi certa, visto che è lì che tutte le aziende del mondo si pubblicizzano) poi può accadere qualsiasi cosa: possono essere falsificate, rubate e tutto quello che ti pare. A prescindere che ce l'abbia messe tu personalmente o il tuo committente o chi per esso.

L'importante è mettere un punto su questo dato di fatto .

L'unico modo per tutelarsi è quello che stiamo cercando di dire da quasi un mese ormai...ma c'è chi si ostina a negare anche l'evidenza. Pensa un po'...

avatarsenior
inviato il 20 Dicembre 2018 ore 23:12

Ma che esistano delle casistiche punibili è chiaro, purtroppo ne esistono molte non punibili, esistono piattaforme come Facebook che fanno soldi grazie alle foto ma non le retribuzioni... Insomma sono tanti i casi e non tutti sono purtroppo punibili, il fatto che il governo si stia impegnando a trovare una soluzione è lodevole, vedremo se ci riusciranno.

avatarsenior
inviato il 20 Dicembre 2018 ore 23:31

" Ma che esistano delle casistiche punibili è chiaro"
Non è chiaro a tutti.

Come avrai letto, Ubrigantu sostiene che queste cose non possono accadere ai professionisti (ma solo ai "polli"), che quello che dico è fantasia. Cito alcuni dei sui passaggi che coinvolgono ripetutamente anche la tua opinione:

" al professionista nessuno ruba le foto, perchè essendo professionista ha fatto gavetta, conosce le dinamiche della fotografia, sa come procacciare i clienti
[...]
Makexoas, tu sei troppo convinto di saperne più di altri. qui molti professionisti o ex professionisti ti stanno dicendo che quello che tu pensi è fantasia.
[...]
se descrivi una realtà che non esiste è giusto che chi ne sappia più di te te lo faccia notare, poi con umiltà puoi accettare la cosa
[...]
il professionista, anche su internet, LAVORA con il metodo che ti ho descritto io, ti ha confermato blacdiamond e anche altri. rassegnati!
[...]
blackdiamond, (ne cito uno che in caso confermerà subito qui chi sbaglia e chi no):
"


Poiché non ho la presunzione di saperne più di altri e l'abitudine di parlare a nome degli altri, ti ho chiesto conferma personalmente.

Che i diritti del fotografo (anche professionista e di qualunque genere) possano essere lesi sul web (furto e/o falsificazione che sia) è un dato di fatto noto su cui siamo tutti d'accordo. Tutti, tranne Ubrigantu MrGreen :-P

avatarsenior
inviato il 20 Dicembre 2018 ore 23:39

" Ma che esistano delle casistiche punibili è chiaro"
Ok, quindi vediamo innanzitutto di non fare disinformazione negando l'esistenza di leggi che ci sono e vengono pure applicate...potrei andare avanti e cominciare a parlare di cosa fanno davvero i professionisti sul web e anche qui passando agli esempi pratici sarebbe facile far vedere come stanno le cose realmente, ma non ce n'è bisogno mi sembra che superficialità e poca conoscenza presenti alla base di certe affermazioni siano già state dimostrate, il resto viene di conseguenza.

Per quanto riguarda la modifica...anche qui ho letto un bel po' di inesattezze... buttate un'occhio qui


" esistono piattaforme come Facebook che fanno soldi grazie alle foto ma non le retribuzioni.."

Veramente qui la cessione dei diritti d'utilizzo alla piattaformama " si concede alla piattaforma una licenza non esclusiva che è legata alla messa a disposizione delle foto pubblicate sul social network. Questo vuol dire che le foto possono circolare nell'ambito del social network stesso e che questa circolazione dovrebbe terminare quando il profilo viene cancellato. " ( attenzione a lei, non a terzi o a chiunque la frequenti ) è accettata dall'utente nelle condizioni d'uso, quindi la cosa è perfettamente legale.

avatarsenior
inviato il 22 Dicembre 2018 ore 18:38

Secondo me non bisognerebbe parlare di “furto di fotografie” ma di “utilizzo non autorizzato” di immagini coperte da copyright.
Faccio un esempio capitato in questi giorni:
Io faccio fotografie durante le regate di vela pagato dall'organizzazione per fare poi una gallery su un sito internet, i regatanti possono fare un utilizzo gratuito ma è assolutamente vietato l'uso commerciale di queste foto.
L'armatore, di una imbarcazione partecipante con sponsor, ha fatto un post su Facebook abbinando due mie fotografie a un immagine “logo” dello sponsor, promuovendo anche con uno scritto l'azienda stessa.
Ho mandato una comunicazione a Facebook, non sono iscritto, motivando e dimostrando l'utilizzo commerciale e l'hanno tolta dopo un ora.
Le foto non sono state “rubate” ma si è fatto un utilizzo non autorizzato.
Mi avvalgo della possibilità di chiedere i danni all'armatore :)

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 167000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me