RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Stampanti Hp istant ink e stampe domestiche low-cost


  1. Forum
  2. »
  3. Computer, Schermi, Tecnologia
  4. »
  5. Stampanti e Plotter
  6. » Stampanti Hp istant ink e stampe domestiche low-cost





avatarsenior
inviato il 29 Maggio 2020 ore 11:02

convinto che le cartucce finite dovessi spedirle, aspettavo 2 minuti per impacchettarle
ma scopro che in Italia è vietato, ovunque è permesso in Italia (e Portogallo) no
bisogna portarle a un isola ecologica
verranno ritrovate in futuro sotterrate da qualche parte
che paese ridicolo

fine ot

avatarsenior
inviato il 25 Settembre 2020 ore 14:59

magari già lo sapete e stasera non devo fare la prova
ma le fotocopie vengono conteggiate ?

avatarsenior
inviato il 25 Settembre 2020 ore 15:19

Yes

avatarsenior
inviato il 25 Settembre 2020 ore 15:40

immaginavo MrGreen
ormai in scadenza penso che finché non cambierò stampante con un livello superiore, terrò il minimo abbonamento da 50 stampe a 2.99 €
facendo due conti semplici costerebbero molto, ma molto meno che comprare le cartucce

avatarsenior
inviato il 26 Settembre 2020 ore 12:17

Teoricamente si possono comprare le cartucce compatibili/ricaricate e usarle per le fotocopie o un paio di cartucce nuove da negozio ( perchè le instanink verrebbo conteggiate ) e poi ricaricarle con i kit.
Usare l'abbonamento solo per la stampa di foto.

avatarsenior
inviato il 26 Settembre 2020 ore 12:26

Quindi mi stai dicendo che chi conta le stampe è la testina e non la stampante ?
Interessante e a questo punto non ho più dubbi, per quanto stampo mi bastano le 50 mensili e se devo per qualche necessità andare oltre (extra fotografia), userei una compatibile nera

avatarsenior
inviato il 26 Settembre 2020 ore 13:38

la stampante riconosce il tipo di testina.

avatarsenior
inviato il 26 Settembre 2020 ore 14:54

ottimo

avatarsenior
inviato il 27 Settembre 2020 ore 14:28

Mi sapete indicare qualcuno che fa i profili di stampa?

avatarsenior
inviato il 27 Settembre 2020 ore 16:03

Mi sapete indicare qualcuno che fa i profili di stampa?

Alberto Maccaferri di Photoactivity.

Il problema però con le HP è che non è più possibili, con le stampanti InstantInk, di usare quelli personalizzati.

avatarjunior
inviato il 27 Settembre 2020 ore 21:08

Il problema però con le HP è che non è più possibili, con le stampanti InstantInk, di usare quelli personalizzati.


Ni... In effetti è vero e credo che il profilo di default sia direttamente applicato dalla stampante e non dal driver.
Non ne ho la certezza ma ho fatto una prova: ho stampato lo stesso file con Gimp da Windows, Ubuntu e direttamente dalla SD della stampante (ho una Envy 7134 con il lettore SD): il risultato è stato identico.

Detto questo, io ho anche uno spettrofotometro "economico" (sono sempre 400 cucuzze cmq): X-Rite i1studio, che di fatto è un mero rebranding del vecchio Colormunki photo.
Tramite questo ho profilato la stampante:
- a colori fa abbastanza schifo, il profilo di default è molto più preciso, almeno con carta United Office (Lidl).
- in bianco e nero funziona perfettamente, i grigi sono perfetti, diversamente dal leggero azzurrino che ottengo con l'opzione "Grigio" del driver della stampante.

Questo per dire che i profili li puoi comunque usare, di fatto però fai una doppia profilazione e non puoi applicarli semplicemente nelle opzioni di stampa ma devi convertire la tua immagine al profilo di destinazione, per poi stampare senza alcun profilo.
Con Gimp questo si fa aprendo la foto col suo profilo incorporato (tipicamente sRGB), quindi andando in Image->Color Management->Convert to color profile... e scegliendo il profilo che volete usare.

Come dicevo di fatto è una doppia profilazione, che introduce degli errori, tanto quanto l'uso delle nostre stampanti entry-level come dispositivi RGB introduce degli errori rispetto alla gestione delle stampanti nativamente CMYK, però con i limiti del caso si può fare...

Se avete curiosità o volete che faccia altre prove con lo spettrofotometro, fatemi sapere.

avatarsenior
inviato il 27 Settembre 2020 ore 22:52

Ni... In effetti è vero e credo che il profilo di default sia direttamente applicato dalla stampante e non dal driver.
Non ne ho la certezza ma ho fatto una prova: ho stampato lo stesso file con Gimp da Windows, Ubuntu e direttamente dalla SD della stampante (ho una Envy 7134 con il lettore SD): il risultato è stato identico.

Non credo, ma potrei sbagilarmi.


Detto questo, io ho anche uno spettrofotometro "economico" (sono sempre 400 cucuzze cmq): X-Rite i1studio, che di fatto è un mero rebranding del vecchio Colormunki photo.
Tramite questo ho profilato la stampante:
- a colori fa abbastanza schifo, il profilo di default è molto più preciso, almeno con carta United Office (Lidl).
- in bianco e nero funziona perfettamente, i grigi sono perfetti, diversamente dal leggero azzurrino che ottengo con l'opzione "Grigio" del driver della stampante.

Questo per dire che i profili li puoi comunque usare, di fatto però fai una doppia profilazione e non puoi applicarli semplicemente nelle opzioni di stampa ma devi convertire la tua immagine al profilo di destinazione, per poi stampare senza alcun profilo.
Con Gimp questo si fa aprendo la foto col suo profilo incorporato (tipicamente sRGB), quindi andando in Image->Color Management->Convert to color profile... e scegliendo il profilo che volete usare.

Come dicevo di fatto è una doppia profilazione, che introduce degli errori, tanto quanto l'uso delle nostre stampanti entry-level come dispositivi RGB introduce degli errori rispetto alla gestione delle stampanti nativamente CMYK, però con i limiti del caso si può fare...

Se avete curiosità o volete che faccia altre prove con lo spettrofotometro, fatemi sapere.

Non capisco come tu possa aver calibrato la stampante, da windows, se dal driver non è più possibile escludere la gestione del colore ( infatti dici che il profilo colore non è uscito bene ) e non è possibile stampare il pattern dei colori da campionare.
Forse potrebbe essere fatto da linux tramite qualche driver compatibile.

avatarjunior
inviato il 29 Settembre 2020 ore 3:11

Non capisco come tu possa aver calibrato la stampante, da windows, se dal driver non è più possibile escludere la gestione del colore ( infatti dici che il profilo colore non è uscito bene ) e non è possibile stampare il pattern dei colori da campionare.
Forse potrebbe essere fatto da linux tramite qualche driver compatibile.

La calibrazione può essere fatta sia col loro sw "i1studio" su Windows, che con ArgyllCMS, sia su Windows (sostituendo il driver come specificato in documentazione) che su Linux (con driver originale HPLIP).
Con i1studio semplicemente stampi il primo pattern, lo leggi, stampi il secondo pattern generato, leggi anche quello e lui genera il profilo, non ho avuto nessun problema nel farlo direttamente dall'applicazione stessa, ovviamente con la gestione colore della stampante (o del driver che dir si voglia) sempre attiva, dato che non è possibile disattivarla.
Il profilo che genera per il bianco e nero è perfetto, per il colore non mi piace, ma semplicemente perché cmq a mio avviso il numero di patch (50+50) è troppo basso e il profilo di default è dannatamente fantastico.
Con ArgyllCMS invece sono riuscito a "strizzare" 720 patch in un singolo foglio A4 e a leggerlo con lo strumento, pur con qualche accorgimento, ovvero una guida in plexiglass autocostruita. Quel profilo è decisamente migliore, ma di fatto con la carta che uso è praticamente identico a quello di default "incorporato". Il discorso probabilmente cambierebbe se usassi carta diversa, inadatta al profilo di default.

avatarsenior
inviato il 29 Settembre 2020 ore 7:43

che carta usi ?

avatarsenior
inviato il 29 Settembre 2020 ore 9:13

La calibrazione può essere fatta sia col loro sw "i1studio" su Windows, che con ArgyllCMS, sia su Windows (sostituendo il driver come specificato in documentazione) che su Linux (con driver originale HPLIP).
Con i1studio semplicemente stampi il primo pattern, lo leggi, stampi il secondo pattern generato, leggi anche quello e lui genera il profilo, non ho avuto nessun problema nel farlo direttamente dall'applicazione stessa, ovviamente con la gestione colore della stampante (o del driver che dir si voglia) sempre attiva, dato che non è possibile disattivarla.
Il profilo che genera per il bianco e nero è perfetto, per il colore non mi piace, ma semplicemente perché cmq a mio avviso il numero di patch (50+50) è troppo basso e il profilo di default è dannatamente fantastico.
Con ArgyllCMS invece sono riuscito a "strizzare" 720 patch in un singolo foglio A4 e a leggerlo con lo strumento, pur con qualche accorgimento, ovvero una guida in plexiglass autocostruita. Quel profilo è decisamente migliore, ma di fatto con la carta che uso è praticamente identico a quello di default "incorporato". Il discorso probabilmente cambierebbe se usassi carta diversa, inadatta al profilo di default.

Sotto Windows con il driver di serie delle stampanti HP non capisco questo procedimento, perchè senza poter disabilitare la gestione colore si sta snaturalizzando il processo di creazione del profilo stesso, visto poi che il driver di default applicherà anche delle correzioni colore trovo il tuo lavoro inutile.
Se poi utilizzi un driver alternativo con supporto alla disabilitazione del profilo colore allora posso capire tutto ciò ( ma io non l'ho trovato ).



Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)



Questa discussione ha raggiunto il limite di 15 pagine: non è possibile inviare nuove risposte.

La discussione NON deve essere riaperta A MENO CHE non ci sia ancora modo di discutere STRETTAMENTE sul tema originale.

Lo scopo della chiusura automatica è rendere il forum più leggibile, sopratutto ai nuovi utenti, evitando i "topic serpentone": un topic oltre le 15 pagine risulta spesso caotico e le informazioni utili vengono "diluite" dal grande numero di messaggi.In ogni caso, i topic non devono diventare un "forum nel forum": se avete un messaggio che non è strettamente legato col tema della discussione, aprite una nuova discussione!





 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me