RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

foto di paesaggio e bilanciamento del bianco


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » foto di paesaggio e bilanciamento del bianco





avatarsenior
inviato il 12 Maggio 2016 ore 20:30

ok allora lascio tutto com'è già ;-);-);-) grazie mille ,scusate del disturbo

avatarsupporter
inviato il 12 Maggio 2016 ore 20:51

Scalco88, perché scusarsi? Continua a domandare se qualcosa non la conosci o vuoi approfondirla troverai sempre qualcuno che potrà darti una mano (magari anche con modalità meno aggressive di " te capì" ;-) MrGreen
Che comunque ha detto una cosa corretta. Se scatti in modalità RAW ha poca importanza l'impostazione del bilanciamento del bianco che andrà ad influenzare solamente il Jpg incorporato che si vede in anteprima sulla fotocamera.
In fase di sviluppo del RAW puoi impostare qualunque valore del WB e vedrai l'immagine adeguarsi di conseguenza. Puoi anche impostare dei valori arbitrari oltre che i pre-set selezionabili.
Lavorando in Raw qualunque impostazione del WB ha effetto solo sulla visualizzazione del JPG quindi per avere un'idea realistica di quanto visto in natura conviene impostare un valore WB quanto più simile alla luce della scena, nel tuo caso essendo un paesaggio con illuminazione naturale non mi sembra sbagliato, così come ti è stato suggerito pocanzi, impostare i 5200 °K
Un saluto
Baldassarre

avatarsenior
inviato il 12 Maggio 2016 ore 21:02

grazie mille ragazzi , a ogni singola persona che è intervenuta !! tutto chiaro !Sorriso

user46920
avatar
inviato il 12 Maggio 2016 ore 21:56

Scalco88, perché scusarsi? Continua a domandare se qualcosa non la conosci o vuoi approfondirla troverai sempre qualcuno che potrà darti una mano

concordo

magari anche con modalità meno aggressive di " te capì"

beh, dai ... quella era la parte più simpatica dell'intervento! ;-)

avatarsupporter
inviato il 12 Maggio 2016 ore 22:14

MrGreen Si capiva dalle emoticon occhio ;-)
MrGreen

avatarsenior
inviato il 23 Giugno 2022 ore 15:30

riapro questa discussione perchè ha il titolo perfetto anche se credo che sia solamente stato scalfita la punta dell'iceberg
diciamo che fino al bilanciamento del bianco ci siamo da un pezzo (la discussione era del 2016! MrGreen)

capisco anche che per rispondere a questo quesito ci siano diversi libri belli grossi e pieni di teoria e tecnica

ma per farla breve: come vi comporate quando un paesaggio ha diverse esposizioni alla luce, zone in ombra, e aggiungiamo a tutto varie foschie dovute a inquinamento, e quant'altro presente in atmosfera??

io uso maschere zonali, ma la faccenda spesso diventa complicata
quello che più di tutto è difficile da correggere e non si sa mai fino a che punto bisogna snaturarlo sono proprio le foschie

posto di seguito alcuni esempi su cui sto ragionando di foto mie, fatte di giorno da cima di montagna

grazie in anticipo a tutti quelli che daranno pareri e contributi!




















avatarsenior
inviato il 23 Giugno 2022 ore 17:03

io lo lascio in auto che tanto non fà differenza perché poi allo sviluppo del raw puoi scegliere la wb che vuoi e per le foto in luce diurna la regolo sistematicamente a 5200° come le diapositive cosi conservi le dominanti della luce naturale che fanno tutta la bellezza della luce, la wb auto azzera tuttoSorriso...a volte quando la dominante é troppo forte tipo foto al crepuscolo correggo la wb solo parzialmente sempre partendo dalla T° daylight cioé 5200°....per il velo atmosferico bluastro ci vogliono correzioni locali

avatarsenior
inviato il 23 Giugno 2022 ore 17:17

Io la penso come Leo. In luce naturale, molto spesso le dominanti sono un ingrediente importante, prima di correggerle ci penso parecchio. Per questo nel paesaggio non uso il WB auto ma Daylight.
Per me è del tutto ammissibile e naturale che zone al sole e zone in ombra abbiano dominanti diverse.

Credo che questa idea derivi dalle mie "radici analogiche" e in gran parte applico lo stesso principio anche nei casi problematici che tu citi, come ad esempio il velo atmosferico.
Se la porzione dell'immagine velata è molto ampia e importante, allora la correggo ma sempre parzialmente.
Una correzione completa mi pare appiattisca la scena. Non a caso molti pittori imitano il velo negli sfondi più lontani proprio per dare profondità.

Discorso completamente diverso se intendi applicare tu una "color correction" parecchio invasiva, interpretando tu i colori e staccandoti dalla scena originale. In questo caso una buona color correction dovrebbe sempre partire da un wb perfetto…

avatarsenior
inviato il 23 Giugno 2022 ore 17:32

Interessante il discorso di partire da 5200 e poi virare. Non lo sapevo

Concordo poi che in questi casi bisogna valutare i gusti e lo scopo delle foto.
Comunque certe velature sono belle altre danno fastidio. Dove vivo io sul l'ho di Como dall autunno all inverno ci sono velature viola-blu fantastiche che mi piacciono
Ma la velatura azzurrina spesso non mi piace

avatarsenior
inviato il 27 Giugno 2022 ore 10:32

Cosa fà la specificità della luce della Finlandia rispetto a quella della Sicilia (tanto per citare gli estremi della zona €)?...oppure di una foto fatta in una foresta (dominante verde della luce che traversa le foglie) rispetto a una fatta nel deserto o nel Grand Canyon? o anche semplicemente la luce a diverse ore del giorno o condizioni atmosferiche?....con la WB auto o con un bilanciamento perfetto azzeri tutto, semplicemente non ha sensoSorriso...per il velo atmosferico o le dominanti troppo forti si puo fare un'eccezione e corregerli solo parzialmente.

PS : il velo azzurrino puo diventare spiacevole se hai tendenza a aumentare o esagerare la saturazione se no tranne in situazioni estreme (foto a distanza fatta col teleobbiettivo tutta blu) dà un senso di profondità (vedi dipinti di Leonardo da Vinci), al limite se si vogliono saturare i colori lo si puo fare in maniera selettiva (per esempio solo il giallo, rosso e verde senza il blu e il cyan) oppure con delle maschere di selezione.

comunque ognuno ha le sue idiosyncrasie, io per esempio non sopporto le dominanti magenta...ognuno i suoi gustiMrGreen

avatarsenior
inviato il 27 Giugno 2022 ore 12:38

comunque ognuno ha le sue idiosyncrasie, io per esempio non sopporto le dominanti magenta...ognuno i suoi gustiMrGreen


la mia era una domanda tecnica.
sui gusti non discuto... a ognuno il suo

tu che tecnica usi quindi?

se ti va spara pure sulle foto che ho postato sopra. magari commenta la terza dall'alto
in particolare in questa ho avuto problemi perchè la parte gialla sotto e il cielo hanno bilanciamenti bianco completamente diversi... fammi sapere cosa avresti fatto tu! spara pure pensate! non mi offendo se ti fa schifo MrGreen
preferisco pareri sintetici e pesanti piuttosto che il nulla

avatarjunior
inviato il 27 Giugno 2022 ore 18:48

Il bilanciamento del bianco può essere considerato un elemento artistico e trattato come tale. Se invece si è interessati ad ottenere toni naturali nelle proprie fotografie, come spesso succede coi paesaggi, è bene sapere che lo sbilanciamento non è una proprietà di alcune aree nella scena ma nasce dall'adattamento del sistema visivo alla luce in cui è immerso il fotografo al momento dello scatto. Bisogna quindi avere un modo per indicare al programma che fa la conversione da raw quale era l'adattamento.

Con una (tele)foto simile alla prima sopra, sembrerebbe che la luce in cui eri tu fosse la stessa che illuminava la scena. In queste situazioni è utile scattare una foto di un oggetto neutro che rifletta il 'bianco' della luce stessa. Per esempio la gray card mostrata nella figura 10 qui. La si può utilizzare per il bilanciamento del bianco di tutte le foto prese nella stessa o simile luce.

In foto come quelle che hai mostrato, l'adattamento del sistema visivo non cambia se guardi 'la parte gialla' o 'il cielo' perchè sono entrambi molto lontani e c'è molto altro nel campo visivo dell'osservatore. Quindi in tanti casi simili, indicando al convertitore con il contagoccie cosa è un oggetto neutro risolvi il problema. Se il convertitore ha buoni dati per la trasformazione del colore per la tua macchina gli altri colori dovrebbero allinearsi come dovuto.

avatarsenior
inviato il 28 Giugno 2022 ore 9:45

Con una (tele)foto simile alla prima sopra, sembrerebbe che la luce in cui eri tu fosse la stessa che illuminava la scena. In queste situazioni è utile scattare una foto di un oggetto neutro che rifletta il 'bianco' della luce stessa. Per esempio la gray card mostrata nella figura 10 qui. La si può utilizzare per il bilanciamento del bianco di tutte le foto prese nella stessa o simile luce.

In foto come quelle che hai mostrato, l'adattamento del sistema visivo non cambia se guardi 'la parte gialla' o 'il cielo' perchè sono entrambi molto lontani e c'è molto altro nel campo visivo dell'osservatore. Quindi in tanti casi simili, indicando al convertitore con il contagoccie cosa è un oggetto neutro risolvi il problema. Se il convertitore ha buoni dati per la trasformazione del colore per la tua macchina gli altri colori dovrebbero allinearsi come dovuto.


si ok il grigio neutro o il bianco
di solito uso o nubi o la neve delle montagne e poi correggo leggermente perchè le nubi sono di solito un pò più gialle e anche la neve. se posso uso anche il grigio neutro a volte
diciamo che fino qui, la base, ci siamo

ma dopo?
tantissimi fotografi usano le zone e vari ragionamenti più o meno astrusi... qualcuno condivide il suo metodo?

avatarjunior
inviato il 28 Giugno 2022 ore 11:07

Il bilanciamento del bianco va sul binario della trasformazione dei dati digitali da intensità raw a colori mostrabili su dispositivi reali. Premessa buona scienza colori in-macchina, ne è forse la più importante componente per ottenere colori naturali. Avere un buon misuratore di colori sarebbe la cosa ideale, una carta grigia second best, lasciare fare alla macchina... aiutati che dio ti aiuta.

Il sistema a zone va invece sul binario analogico dell'esposizione, indipendente da quello dei colori. Con una certa luminanza dalla scena è utile a visualizzare il risultato desiderato e quindi scegliere l'apertura relativa, il tempo d'esposizione, tangenzialmente anche l'ISO.

Nel caso di paesaggi con macchine digitali però abbiamo oggi un paio di grandi aiuti che rende il sistema a zone quasi ridondante sul campo: l'istogramma e i lampeggianti. Premesso che nella maggioranza di tali casi l'ISO è ancorato alla base e il numero f è dettato dalla profondità di campo desiderata - l'unica vera variabile rimane quindi il tempo di esposizione. Si può praticamente scattare sempre in modalità manuale aggiustandolo di volta in volta. Per la migliore qualità di immagine, si sceglie la velocità che lascia appena sotto la saturazione dell'istogramma l'oggetto più luminoso della scena di cui si desidera avere dettaglio. In aggiunta, subito dopo lo scatto si può guardare l'immagine catturata, vedere quali parti lampeggiano, eventualmente compensare e ripetere.

E' una scelta artistica. A me per esempio piace vedere dettagli nelle nuvole e nella neve, quindi tendo a tenere tempi di esposizione più lenti di quelli normalmente suggeriti dalla macchina. La luminosità dell'immagine finale viene poi aggiustata in post produzione.

avatarsenior
inviato il 28 Giugno 2022 ore 11:43

ok giacomo, tutta già vista la teoria
ma a me interessano i flussi di lavoro e la pratica

per esempio questa foto di Juza in cui lui mi ha confermato che ha lavorato su diversi layer mask





quindi in questa foto riconosco una zona a destra con un livello in cui sono stati modificati soprattutto i toni caldi ed è stato schiarito il primopiano
sulla sx vedo invece una maschera in cui si sono privilegiati i toni freddi del mare
sarebbe bello avere la spiega da Juza
mi sembra di riconoscere anche una terza maschera sui fiori in primo piano con una decisa schiarita

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 222000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me