RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Liberatoria per ritratti


  1. Forum
  2. »
  3. Tecnica, Composizione e altri temi
  4. » Liberatoria per ritratti





avatarjunior
inviato il 25 Maggio 2023 ore 8:03

Io non sono un avvocato, ma fotografo matrimonilista e di moda. Nel pratico io chiedo semplicemente al soggetto/coppia ecc. se posso pubblicare qualche scatto. Nell' 99% dei casi la risposta è positiva, pubblico tranquillamente. Nella fotografia street (genere ridicolo, che non pratico) si fotografano gente a casaccio per strada. Sarebbe assurdo chiedere la liberatoria a tutti quelli che capitano nella foto. Quindi nella maggior parte dei casi non c'è alcun consenso da nessuno. Su un forum come questo si pubblica di tutto, tanto chi vuoi che ti venga a sgamare? L'anziano fotografato in Thailandia?

avatarsenior
inviato il 25 Maggio 2023 ore 11:15

Guarda, io non faccio quasi mai ritratti o foto alle persone: sono un fotoamatore perciò non ho necessità di doverne fare per forza e ultimamente gli esseri umani non mi ispirano più di tanto e non ne fotografo quasi mai. Però quando mi capita, se penso che saranno foto che magari vorrò far vedere in giro, mi sono scaricato un modello di liberatoria adatto alle mie esigenze, lo tengo nella borsa della fotocamera e se alla persona fotografata le foto piacciono e vuole averne una copia gli spiego di che si tratta e chiedo una firma. Costa niente, male non ne fa ed è un pezzetto di carta che potrebbe essere meglio avere in futuro. Magari non sarà un documento inattaccabile al 100% ma sempre meglio di niente. Se la persona non si fida e non vuole firmare meglio lasciar perdere le foto, e lasciar perdere anche l'idea di pubblicarle: ci sono buone probabilità che si tratti di una persona magari non troppo intelligente o magari troppo furba, che, date queste sue qualità, potrebbe dare problemi. Sarò paranoico ma non voglio avere casini semplicemente per un mio hobby.

Lo so anch'io che all'estero le cose vanno diversamente, ma qui da noi invece vanno così. Può essere pure interessante domandarsi il perché, assieme al domandarsi perchè siamo un popolo con che va in tribunale più degli altri e da noi ci sono più avvocati che all'estero. Però le cose, quali che siano le cause, stanno così.

user109536
avatar
inviato il 25 Maggio 2023 ore 11:58

Nella fotografia street (genere ridicolo, che non pratico) si fotografano gente a casaccio per strada

Stai scherzando ? Se é un genere ridicolo, cosa assolutamente non vera, i matrimoni ( visto che sei un matrimonialista) con gli sposi in luoghi e posizioni improbabili lo sono ancora di più.
Ed è una balla che street significa fotografare a casaccio in strada

avatarsenior
inviato il 28 Maggio 2023 ore 23:56

"Nella fotografia street (genere ridicolo, che non pratico) si fotografano gente a casaccio per strada. Sarebbe assurdo chiedere la liberatoria a tutti quelli che capitano nella foto. Quindi nella maggior parte dei casi non c'è alcun consenso da nessuno. Su un forum come questo si pubblica di tutto, tanto chi vuoi che ti venga a sgamare? L'anziano fotografato in Thailandia?"...non credo sia proprio così, il genere diventa ridicolo quando si scatta senza avere delle idee di base (cosa che fanno in molti purtroppo). La foto di strada puoi farla in due modi: giocare sulla casualità del quotidiano o realizzare un reportage, tutto il resto sono foto prive di senso (questo è il mio punto di vista, c'è chi la pensa diversamente). Discorso liberatoria nonostante sia semplice nelle discussioni sul forum diventa troppo complicato spiegarlo per cui ognuno è libero di fare come gli pare. Mai chiesto il consenso a nessuno (nella maggior parte dei casi non serve, tra l'altro sarebbe complicato). Il vecchio in India è consapevole di essere fotografato altrimenti non vedresti tutti quei primi piani in posa. Fotografare in strada è semplice, alla portata di tutti. Farlo bene richiede esperienza è pianificazione. La foto di matrimonio senza offesa la trovo noiosa è poco interessante ma per un professionista specializzato nel genere è sicuramente una buona fonte di guadagno.

avatarsenior
inviato il 29 Maggio 2023 ore 11:22

Sarebbe assurdo chiedere la liberatoria a tutti quelli che capitano nella foto. Quindi nella maggior parte dei casi non c'è alcun consenso da nessuno.


E finché nessuno ha niente da ridire va bene così. Se però una persona raffigurata in una foto pubblicata pensa di essere stata in qualche modo danneggiata dalla diffusione di quell'immagine in itaglia può farti causa e magari la vince pure: bisogna vedere caso per caso ma noi abbiamo una legge estremamente restrittiva.
Un po' come i limiti di velocità a 50km/h in posti dove è assurdo andare a quella velocità. Tutti se ne fregano ma se trovi il poliziotto con le palle girate che ha voglia di prendersela con qualcuno la multa te la fa e la devi pagare (oddìo, dovresti, se in itaglia le multe si pagassero tutte per davvero...)

avatarsenior
inviato il 29 Maggio 2023 ore 17:00

Miopiartistica se cominciamo con il sé è con il ma la miglior cosa è fotografare altro.Credo che la legge sulla privacy venga storpiata è questo crea molta confusione. Non mi è mai stata chiesta la rimozione di una foto (non fotografo da ieri in strada). Si viene portati in causa con la richiesta di risarcimento per motivi specifici che non riguardano le foto di cui si parla. La strada se saputa sfruttare offre grandi opportunità, il rispetto è il buon senso verso chi si fotografa non deve mai mancare. Chiunque si aggrappa alla legge sulla privacy, liberatoria ecc. sono sempre fotografi priva di esperienza perché hanno un'idea sbagliata della foto di strada. Allego alcuni ritratti ambientati realizzati tempo dopo aver immortalato"furtivamente" per le vie di Milano i soggetti è pubblicati sui social.
Inaspettatamente sono stato contattato ed invitato a fotografarli (non sono gli unici). Altro che richiesta di rimozione ecc., da semplici scatti spontanei pubblicati senza liberatoria sono nate amicizia è collaborazioni. Trovo tutto questo gratificante, poi giustamente ognuno la pensa come gli pare. www.instagram.com/p/CpnuV9lo0Rv/?igshid=MmJiY2I4NDBkZg== www.instagram.com/p/CplJR1HI-38/?igshid=MmJiY2I4NDBkZg==

avatarjunior
inviato il 29 Maggio 2023 ore 17:24

Nella fotografia street (genere ridicolo, che non pratico) si fotografano gente a casaccio per strada.


Chiedo Venia, potrei chiedere perchè la street sarebbe un genere ridicolo? Perchè sto immaginando un McCurry o una Letizia Battaglia che la mattina si svegliava e pensava "andiamo a fare un pò di foto a casaccio, vediamo che ne esce"

avatarsenior
inviato il 29 Maggio 2023 ore 19:30

il rispetto è il buon senso verso chi si fotografa non deve mai mancare. Chiunque si aggrappa alla legge sulla privacy, liberatoria ecc. sono sempre fotografi priva di esperienza perché hanno un'idea sbagliata della foto di strada.


Questo è ovvio. Facevo però presente che da noi c'è una legislazione demenziale in materia che all'estero non esiste, mi pare.
A me personalmente la cosa interessa per altro molto poco, visto che non faccio street, per cui, come direbbe Montalbano, me ne stracatafotto...

avatarsenior
inviato il 29 Maggio 2023 ore 21:35

Le leggi sono uguali ovunque più o meno.

avatarsenior
inviato il 29 Maggio 2023 ore 22:44

Le leggi sono uguali ovunque più o meno.


Non sono particolarmente esperto e aggiornato in materia, ma mi pareva di aver letto che tra la normativa italiana e quella della maggior parte degli altri paesi ci fosse una certa differenza... però, ripeto, non sono un esperto. In caso contrario, felice di essermi sbagliato.

avatarsenior
inviato il 30 Maggio 2023 ore 13:05

Considerato il GDPR, il regolamento europeo per la protezione dei dati personali, sono portato a credere che almeno a livello di comunità europea le norme siano pressoché uguali tra Italia e altri stati appartenenti all'unione.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 243000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.






Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve una commissione in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me