RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy e preso visione delle opzioni per la gestione dei cookie.

OK, confermo


Puoi gestire in qualsiasi momento le tue preferenze cookie dalla pagina Preferenze Cookie, raggiugibile da qualsiasi pagina del sito tramite il link a fondo pagina, o direttamente tramite da qui:

Accetta CookiePersonalizzaRifiuta Cookie

Photo Stack vs Filtri ND


  1. Altro
  2. »
  3. Articoli
  4. »
  5. Photo Stack vs Filtri ND
  6. » Risposte e commenti, pagina 5



3516996
« Torna all'articolo: Photo Stack vs Filtri ND

Testo e foto by Juza. Pubblicato il 16 Marzo 2020; 190 risposte, 28142 visite.


Risposte e commenti


Che cosa ne pensi di questo articolo?


Vuoi dire la tua, fare domande all'autore o semplicemente fare i complimenti per un articolo che ti ha colpito particolarmente? Per partecipare iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti, partecipare alle discussioni e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 220000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.




avatarsenior
inviato il 17 Marzo 2020 ore 9:50

Una tecnica molto utile per catturare movimenti talmente lunghi che non sarebbe possibile farlo con un filtro ND, ad es. qui ho fatto 80 scatti, uno ogni 30sec per 40min:



avatarsenior
inviato il 17 Marzo 2020 ore 10:41

“ ..e secondo me proprio chi usa fotocamere con sensori piccoli ne può beneficiare maggiormente“
Casualmente

avatarjunior
inviato il 17 Marzo 2020 ore 10:51

bellissimo articolo!

avatarsenior
inviato il 17 Marzo 2020 ore 11:10

Una domanda: c'è una versione minima di Photoshop con la quale si può fare ? Io possiedo solo la CS5
Grazie

avatarjunior
inviato il 17 Marzo 2020 ore 11:21

Salve a tutti, non ho mai usato la multi esposizione per più di 2/3 scatti ma non per passaggio, qualcuno può spiegarmi come il software della fotocamera, nell'umore le foto, "sceglie" ad esempio (per una foto con un fiume) l'acqua con effetto seta dopo una lunga esposizione, anziché l'acqua con le increspature?

Grazie mille!

avataradmin
inviato il 17 Marzo 2020 ore 11:27

può spiegarmi come il software della fotocamera, nell'umore le foto, "sceglie" ad esempio (per una foto con un fiume) l'acqua con effetto seta dopo una lunga esposizione, anziché l'acqua con le increspature?


non fa una scelta, ma fa tanti scatti con tempi più brevi (che quindi avranno tutti l'acqua "ferma") e poi fa una media di tutti i fotogrammi.

sommanto tutti i fotogrammi con acqua "ferma", si ottienere l'effetto mosso o seta (perchè l'acqua non è mai ferma esattamente nella stessa posizione, quindi sovrapponendo dettagli diversi questi pian piano si vanno ad offuscare dando l'effetto mosso).

avatarjunior
inviato il 17 Marzo 2020 ore 11:48

grazie mille per la risposta, ma per esempio (perdona l'ignoranza a riguardo) se faccio una multi exposure con diciamo 4 scatti, uno lungo per avere l'effetto sera sull'acqua, uno veloce per le luci dei lampioni per esempio se siamo verso il tramonto, uno medio per le zone in ombra e un altro per ottimizzare il cielo, come fa il software a "capire" quali sono i singoli effetti che voglio ottenere nell'immagine finale?

avatarjunior
inviato il 17 Marzo 2020 ore 11:53

Si può usare questa tecnica per i notturni tipo via lattea? Come si risolve il problema dello spostamento relativo della volta celeste?


Avevo letto in passato che si può fare.
Senza inseguitore (utile per la parte del cielo, "mascherando" il paesaggio), immagino si debba mettere in conto che la foto andrà ritagliata.
Mi spiego meglio, utilizzando un 15mm e facendo 30 scatti da 12 secondi l'uno, andando poi a sovrapporre la parte di cielo presente in tutti i fotogrammi, la porzione "buona" (cioè quella che è rimasta visibile in tutti gli scatti) è solo una parte dell'angolo coperto dal 15mm; avresti sì questo effetto, ma "allungheresti la focale" dovendo tenere solo la parte centrale.
E sempre ammesso che si riesca a sovrapporre bene tutti gli scatti (cosa che comunque sicuramente alcuni software fanno abbastanza bene).

Poi ripeto, non ci ho mai provato, ma credo che in linea di massima sia così ;-)

avatarsenior
inviato il 17 Marzo 2020 ore 12:01

Grazie Juza articolo molto completo e interessante

avataradmin
inviato il 17 Marzo 2020 ore 12:01

ma per esempio (perdona l'ignoranza a riguardo) se faccio una multi exposure con diciamo 4 scatti, uno lungo per avere l'effetto sera sull'acqua, uno veloce per le luci dei lampioni per esempio se siamo verso il tramonto,


questa è una tecnica totalmente diversa ;-)

quella di cui parli tu è un'esposizione multipla per estendere la gamma dinamica; per ottenere i risultati migliori e più "personalizzabili" va fatta in fase di post produzione, con layer mask, quindi sarai tu a selezionare manualmente quali aree prendere da ciascun fotogramma.

la tecnica di cui si parla in questo articolo invece prevede di scattare tante foto esattamente identiche come esposizione, con scopi diversi - non per estendere la gamma dinamica (anche se in parte, come "effetto collaterale", un po' la si estende) ma per avere tempi molto lunghi e minor rumore.

avatarjunior
inviato il 17 Marzo 2020 ore 12:01

come fa il software a "capire" quali sono i singoli effetti che voglio ottenere nell'immagine finale?


non credo possa farlo, o meglio lui si limita a sommare i tuoi scatti (da fare tutti veloci), l'acqua si sarà mossa e quindi avrai l'effetto seta mentre i lampioni sono sempre fermi e quindi anche sommandoli saranno fermi...

avatarsenior
inviato il 17 Marzo 2020 ore 12:06

Maledettamente interessante.
Avevo giusto del materiale con un ottimo cielo di montagna al tramonto di poche settimane fa. 8 scatti da 40 secondi con sony AIII e Voightlander 15mm. Unendoli il risultato è davvero eccellente. Anche se non ho notato un gran miglioramento dell'immagine. Ma forse il 15mm è troppo wide per apprezzarlo.
Devo provare la tecnica di riduzione rumore in notturno.
Bravo Juza! Cool

avatarjunior
inviato il 17 Marzo 2020 ore 12:08

Ah ecco, perfetto, mi sfuggiva questo aspetto! grazie mille per la precisazione! Infatti ricordo che quando avevo iniziato a testare la multi exposure di fatto (considerando i 9 scatti al massimo) aveva più una funzione creativa.

Grazie ancora

avatarjunior
inviato il 17 Marzo 2020 ore 13:57

Grazie Juza, ignoravo questa tecnica, articolo moooolto interessante!

avatarjunior
inviato il 17 Marzo 2020 ore 16:09

Mlto molto interessante !!





 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me