RCE Foto

(i) Per navigare su JuzaPhoto, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)






Login LogoutIscriviti a JuzaPhoto!
JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo

Iperfocale


  1. Altro
  2. »
  3. Articoli
  4. »
  5. Iperfocale
  6. » Risposte e commenti, pagina 3



2166892
« Torna all'articolo: Iperfocale

Testo e foto by Undernature. Pubblicato il 12 Gennaio 2017; 86 risposte, 22477 visite.


Risposte e commenti


Che cosa ne pensi di questo articolo?


Vuoi dire la tua, fare domande all'autore o semplicemente fare i complimenti per un articolo che ti ha colpito particolarmente? Per partecipare iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Non solo: iscrivendoti potrai creare una tua pagina personale, pubblicare foto, ricevere commenti, partecipare alle discussioni e sfruttare tutte le funzionalità di JuzaPhoto. Con oltre 207000 iscritti, c'è spazio per tutti, dal principiante al professionista.




avatarjunior
inviato il 06 Aprile 2017 ore 23:24

@Bosstheboss: se ho visto bene, il Tamron 15-30 non ha la scala sul barilotto (per capirci, come quella della lente messa da me nell'articolo), quindi utilizzando il metodo da me descritto credo non sia possibile, non ti so dire se con una applicazione da smartphone sia possibile, non l'ho mai usata e mai lo farò.

Nel disegno iniziale dici che per focale 24 a f16 l'iperfocale è 1.2 metri e quindi si dovrebbe aver a fuoco da 61 cm all'infinito... ma la messa a fuoco avviene a 61cm o a 1.2?


Nella prima immagine dell'articolo porto come esempio un'apertura di diaframma pari a 8.0, quindi, posizionando il simbolo dell'infinito sul valore 8 avremo una messa a fuoco che copre la distanza che va da circa 65 cm all'infinito, ovviamente con l'Iperfocale si ottiene una decente messa a fuoco, per messe a fuoco super dettagliate è sempre meglio focheggiare con profondità diverse, poi tanto dipende anche dalla qualità della lente.

Ti ringrazio per i complimenti Sorriso

avatarjunior
inviato il 06 Aprile 2017 ore 23:26

@Erwest79: grazie!!!

avatarjunior
inviato il 07 Aprile 2017 ore 0:09

@Undernature grazie ancora. Chiarissimo

avatarsenior
inviato il 07 Aprile 2017 ore 10:00

Iperfocale: è un concetto che ogni fotografo deve conoscere, ma che con le digitali ed i sensori di oggi è appena meglio che focheggiare a tentativi.

avatarsenior
inviato il 07 Aprile 2017 ore 22:31

Scusami Gr8wings.. Vuoi dire che la fotografia digitale risponde a principi di fisica ottica diversi rispetto a quella analogica per cui l'iperfocale è poco meglio che focheggiare a tentativi? a parità di distanza di ripresa, lunghezza focale e apertura di diaframma avrai sempre la stessa profondità di campo, sia su una vecchia rollei di 30 anni fa che sull'ultimo modello moderno digitale. E poi... Le differenze in termini di cdc tra sensori digitali (formato pieno) e pellicola sono infinitesimali. Se sbagli grossolanamente la MAF, che tu stia fotografando a pellicola o con un sensore da 50 MP, la foto la butti via comunque... A mio giudizio se oltre al concetto di iperfocale, si imparasse anche ad applicarlo non sarebbe male. E si eviterebbe di pensare che basti un sensore performante per fare foto sempre a fuoco...

avatarsenior
inviato il 07 Aprile 2017 ore 22:51

Grazie dell'articolo, una buona sintesi.

avatarjunior
inviato il 08 Aprile 2017 ore 16:28

Chiarisco alcuni concetti che forse nell'articolo non sono passati e me ne scuso, non sono così bravo a scrivere quello penso.
L'articolo è vero che spiega un vecchio sistema utilizzato in passato, o comunque poco utilizzato oggi, ma il mio intento era di "denunciare", oggi, la mancanza di spontaneità, creatività e immediatezza che un sistema così ti offriva, forse non ce ne siamo accorti, o forse ci va bene così, ma viviamo in un mondo preconfezionato, dal sistema operativo del pc fino ai figli in provetta scelti da catalogo genitori.

Quindi se vogliamo annoverare la fotografia come arte bisognerebbe essere più liberi di fare tutto non solo alcune cose, è solo di fronte alle necessità che la mente si apre e si ingegna per risolvere il problema, e non si sa perché, ma quando lo facciamo avviene come una magia, tutto sembra più bello, più vero, più professionale, più strettamente personale e questo per me vale per tutti gli ambiti della nostra vita.

Filosoficamente parlando, capisco che questo, a livello sociale non comporta grossi traumi, quindi dell'Iperfocale se ne può fare a meno, si vive ugualmente, ma sono tutte queste piccole cose, messe insieme, che poi fanno la differenza, parafrasando Totò: "è la somma che fa il totale"

Insomma qualcuno ha voluto che ci fosse un'omologazione, nella fotografia, solo per scopi puramente economici, fregandosene bellamente del passato e di tutto quello che hanno fatto i grandi maestri, con mezzi, paragonati ad oggi, antidiluviani.

Ringrazio tutti per i bei commenti

avatarsenior
inviato il 08 Aprile 2017 ore 17:56

Ben detto... Davvero.

avatarsenior
inviato il 06 Giugno 2017 ore 6:44

Undernature, il tuo articolo è molto interessante
Lo ho salvato in segnalibro
Grazie
Paolo

avatarjunior
inviato il 06 Giugno 2017 ore 12:59

Grazie Paolo, molto gentile Sorriso

Ciao!!

user118485
avatar
inviato il 04 Luglio 2017 ore 18:18

Ciao Undernature. Nikon d750, nikkor 35 mm f/2D.
Metto il diaframma a f/11, il simbolo di infinito allineato col numero 11 sulla scala iperfocale: secondo gli allineamenti tra valori di scala iperfocale e valori di distanze dovrei avere a fuoco tra circa 2 metri e l'infinito. Scatto la foto al mare. L'orizzonte, vista la foto, è palesemente sfocato. Penso sia normale (circolo di confusione). Oppure ho sbagliato qualcosa?
Un saluto, ciao Sorriso
Marcello

avatarjunior
inviato il 05 Luglio 2017 ore 15:28

Ciao Mar-cello, a parte il circolo di confusione, il metodo dell'iperfocale non garantisce una perfetta messa a fuoco su tutta la profondità impostata ma una buona messa a fuoco, il tuo problema però sembrerebbe diverso, secondo me c'è discrepanza tra le tacche segnate sul barilotto e l'effettiva profondità vista dalla lente, non ricordo se nell'articolo l'ho specificato, comunque per sistemare la cosa dovresti prima fare delle prove, quando hai trovato la messa a fuoco ottimale segnati lo scarto in eccesso o in difetto che hai tra la tacca segnata e invece quello che realmente ti da la foto a fuoco. Sicuramente dovrai spostarla di un pochino, a volte non sono precisi nella marcatura della scala.
Spero di essere stato chiaro, non sono un asso a scrivere le spiegazioni.Sorriso

Un saluto

user118485
avatar
inviato il 05 Luglio 2017 ore 15:36

Grande! Farò delle prove, per fortuna col digitale non costano nulla SorrisoSorrisoSorriso
Ciao e grazie per la risposta ;-)

avatarjunior
inviato il 24 Luglio 2017 ore 22:27

Complimenti
ho trovato utile l'articolo e condivido la sua visione dell'eccessiva tecnologia aggregata alle lenti.
Saluti
Salvatore

avatarjunior
inviato il 25 Luglio 2017 ore 1:39

@Salvatore, grazie, sono felice di condividere con lei questa visione
Marco





 ^

JuzaPhoto contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per smartphone - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it

Possa la Bellezza Essere Ovunque Attorno a Me