Il forum di AutoElettrica101 è ospitato su JuzaPhoto (network di fotografia). JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo


Il forum di discussione di www.autoelettrica101.it è ospitato dal network fotografico JUZAPHOTO

Prove di ricarica con colonnine Enel X

AutoElettrica101 » Forum » Prove di ricarica con colonnine Enel X




Steff
avatarsenior
inviato il 04 Agosto 2019 ore 13:56

La lista e' aggiornata e si desume che esistono oggi solo 29 punti di ricarica in Italia.
Tesla lavora alacremente per aggiungere punti di ricarica.

@Salt
Verissimo ma dimentichi le centinaia di destination charging presenti nel ns paese.io stanotte ero in un htl di questo tipo che è convenzionato con tesla e dispone di una decina di punti carica.basta aggianciare l auto alla sera e la mattina riparti col pieno.specie nei luoghi turistici ce ne sono molti.se poi questo non basta resta sempre enel X...
Insomma i limiti sono innegabili ma anche i progressi.
Resto sempre dell idea che se una piccola azienda come tesla ha fatto tutto questo cosa potevano fare le mega multinazionali dell auto?
Hanno preferito truccare le emissioni

Alvar Mayor
avatarsenior
inviato il 04 Agosto 2019 ore 14:04

Peda, a seconda del dispositivo che utilizzi, della zona in cui sei ecc. ecc., trovi prezzi diversi.
Conviene cercare i voli dalla campagna (in città le case costano di più), con un PC fisso vecchio e uno schermo piccolo (indice di povertà), nel fine settimana (le aziende possono spender edi più) e mille altri accorgimenti: le compagnie aeree cercano in ogni modo di differenziare i prezzi in base alla loro valutazione della capacità di spesa del possibile cliente.
E penso facciano lo stesso i vari siti di ricerca di alberghi: la mia compagna trovava le stesse destinazioni a meno ... io ho un PC modernissimo, uno schermo 27" di fascia alta ec, lei un vecchio catorcio, e questo mi qualifica come "ricco" mentre qualifica lei come "povera".

Tripfabio
avatarjunior
inviato il 04 Agosto 2019 ore 14:05

per emergenze e viaggi lunghi si può usare l'auto a benzina o ancor meglio ibrida


Ibrido per viaggi lunghi è inutile, ma utile invece in città

Peda
avatarsenior
inviato il 04 Agosto 2019 ore 14:15

Ragazzi non sto dicendo sui siti "pubblicità" che in base all'utenza possono sponsorizzare a me Ryanair e a qualcun'altro Lufthansa.
Io dico che se andiamo sul sito ufficiale Ryanair o Lufthansa che sia e guardiamo lo stesso volo, sia io che Salt che Alvar vediamo lo stesso prezzo.
Ho già fatto ste prove ed è sempre stato così sia che fosse col pc di casa, smartphone, pc dei miei, pc dell'università o su lavoro.

Cmq mi interessava più l'argomento mobilità elettrica Confuso

Andreasampieri
avatarjunior
inviato il 04 Agosto 2019 ore 14:27

paolo allora sei duro di comprendogno. fai pace con te stesso. il nucleare no la benzina no però mi sa che poco sai di come funziona l'energia e la sua produzione. in una nazione dove la maggior parte della gente non arriva a fine mese secondo te può permettersi 6 kwh e l'auto elettrica?lasciando perdere il discorso produzione(e non menarla con eolico e fotovoltaico che non funzionano per quello che utopicamente vorresti tu ed inquinano a loro modo). sei tu che non accetti pareri diversi dai tuoi e ritieni di possedere la verità assoluta(mi ricordi qualche nostro politico per cui la cultura è solo di una certa parte). dire che l'ibrida oggi è forse la soluzione migliore non mi sembra chissà quale eresia. che poi sia la soluzione meno conveniente per chi fa lunghi viaggi in autostrada ne convengo ma come si dice dalle mie parti piuttosto che niente meglio piuttosto.

Dab963
avatarsenior
inviato il 04 Agosto 2019 ore 15:25

Facciamo un esempio concreto.
Due anni fa abbiamo dovuto cambiare la classica seconda auto di famiglia.
La scelta è caduta su una giapponese a benzina, 1200cc, 850 kg di peso, percorre circa 20 km/l e con un pieno si avvicina ai 500 km di autonomia.
Costa 150 euro all'anno di bollo, più o meno altrettanto di tagliando (percorrenza annua attorno ai 10000 km).
Pagata chiavi in mano 13.000 euro.

Alternativa elettrica???

Steff
avatarsenior
inviato il 04 Agosto 2019 ore 15:37

@dab963
Nessuna.
Al momento l elettrico è alternativo e competitivo solo con le tesla e quindi sulle fasce premium di mercato.
Gli altri o non hanno rete di ricarica proprietaria o non sono intessanti tecnicamente.
Quindi sotto i 50k la vettura elettrica è solo un ottima seconda auto o comunque per pochi utilizzatori magari in grandi città (dove però in genere esistono validi mezzi pubblici)
Ripeto il concetto, fuori dal mercato premium l elettrico ha al momento poche chance

Peda
avatarsenior
inviato il 04 Agosto 2019 ore 16:07

Uno scooter elettrico è un alternativa che costa relativamente poco quindi sicuramente non in classe premium, e in città come Genova è uno dei mezzi più utilizzati.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 04 Agosto 2019 ore 16:23

paolo allora sei duro di comprendogno. fai pace con te stesso. il nucleare no la benzina no però mi sa che poco sai di come funziona l'energia e la sua produzione. in una nazione dove la maggior parte della gente non arriva a fine mese secondo te può permettersi 6 kwh e l'auto elettrica?lasciando perdere il discorso produzione(e non menarla con eolico e fotovoltaico che non funzionano per quello che utopicamente vorresti tu ed inquinano a loro modo). sei tu che non accetti pareri diversi dai tuoi e ritieni di possedere la verità assoluta(mi ricordi qualche nostro politico per cui la cultura è solo di una certa parte). dire che l'ibrida oggi è forse la soluzione migliore non mi sembra chissà quale eresia. che poi sia la soluzione meno conveniente per chi fa lunghi viaggi in autostrada ne convengo ma come si dice dalle mie parti piuttosto che niente meglio piuttosto.


Andrea, a parte che comprendonio bisognerebbe scriverlo correttamente, vediamo chi ha di questi problemi:
Proorio Juza in uno di questi 3D ha sintetizzato le spese per il contatore a 6KW... se non erro 200€ una tantum, che infatti sto pensando di fare, e non ho soldi da buttare; poi una Nissan Leaf usata il modello precedente all'attuale si prende a circa 16000€, per andare al lavoro, 80 Km giornalieri spendo 1/5 di quello che spendo attualmente con il gasolio, e le spese di manutenzione sono molto più basse; ho parlato con il concessionario Nissan di cui ero già cliente, e cavolate non me ne ha mai dette; quindi non mi sembra una scelta da ricchi.
Sempre parlando di comprendonio, ho più volte linkato le percentuali di energia prodotta in Europa da rinnovabili, ma o non le hai lette o non le hai capite.
Sull'inquinamento delle centrali fotovoltaiche ed eoliche, vorrei vedere con quali altre centrali vuoi paragonarle, giusto quelle idroelettriche.
Sull'energia elettrica qualcosa ne so, visto che ci lavoro da 33 anni, ma sorvoliamo.
Pace dovresti farla tu con te stesso, io espongo le mie idee e le supporto con i fatti senza offendere nessuno come invece vedo che succede sempre più spesso.
Qui siamo per confrontarsi, tu ti terrai le tue idee, io mi terrò le mie.

Andreasampieri
avatarjunior
inviato il 04 Agosto 2019 ore 16:28

va beh hai ragione tu.
adios

Salt
avatarsenior
inviato il 04 Agosto 2019 ore 19:57

una piccola azienda come tesla


piccola?... Tesla,nonostante pubblichi bilanci in profondo rosso da dieci anni e non abbia MAI PRODOTTO UNA LIRA DI UTILE ha liquidita' pressoche' inesauribile.

E' uno dei casi strani del mondo finanziario, dove investitori continuano a versarci su cifre ingentissime, nonostante i risultati finanziari siano pessimi.

www.google.it/search?source=hp&ei=6RpHXbO4Cr6GwPAPxIes0AI&q=tesla+stoc

Io,come altri investitori, ci ho investito su una cifra importante (per le mie tasche).

E l'ho fatto con fiducia PRIMA che le cose cominciassero a funzionare, per cui non posso non ringraziare tesla e non guardarla con simpatia.Sorriso Ha moltiplicato per dieci il denaro investito.

Innegabile pero' che la societa' sia ancora in forte passivo ed i bilanci siano ancora tutti in rosso.

In pratica e' una societa' che sta su con i soldi degli speculatori. Per il momento,se guardiamo ai numeri, non tiene il mercato e non ha possibilita' di sopravvivenza.

Se guardiamo oltre al nostro naso pero', io credo che un futuro ci sia eccome…
Almeno fino a quando gli investitori le rovesceranno in tasca montagne di dollari.


Flarelux
avatarsenior
inviato il 04 Agosto 2019 ore 20:06

Tesla per me è finanziariamente una bomba a orologeria, non può continuare a presentare bilanci in rosso, prima o poi un big che ha investito si stanca, vende tutto e succede come i tulipani

Salt
avatarsenior
inviato il 04 Agosto 2019 ore 23:34

diciamo che son uscito da un po'.
Ma tendenzialmente tesla ha ancora molte carte da giocare.
Per cui resta sotto osservazione e un altro giro lo farei…

la vera ricchezza di tesla non sono le auto, ma la rete di distribuzione.


Quello che e' certo pero' e' che a sostenere l'elettrico e' la parte "aggressiva" del capitale.
Sono gli speculatori puri.Q uelli che NON lavorano. Quelli che basta un battito d'ali e smobilitano in massa.
I produttori, quelli che stampano metallo, sono indietro e frenano. Vedono il burrone...

Wolfschanz
avatarsenior
inviato il 05 Agosto 2019 ore 8:18

Ma allora, dico, qual'è il vantaggio, oggigiorno, nel comprare un'auto elettrica, a meno di essere masochisti? L'auto ibrida costa ancora abbastanza cara e, a parte i tempi di "ricarica" i costi di rifornimento mi sembrano superiori al GPL e l'autonomia uguale e dunque? Chi me lo fa fare?

Dab963
avatarsenior
inviato il 05 Agosto 2019 ore 9:32

Ad oggi il termico è ancora imbattibile sulle lunghe percorrenze, mentre l'elettrico inizia ad essere pratico quando ti sposti in città.
Finchè questa è la situazione, il compromesso migliore sono le PHEV (PlugIn Hybrid), che di norma garantiscono alcune decine di km in trazione elettrica, ma hanno l'autonomia del termico per i lunghi spostamenti.
Sono però compromessi, e quindi sommano non solo i vantaggi ma anche gli svantaggi, quindi doppio powertrain che vuol dire maggior peso, maggior costo e doppia manutenzione.
Ancora una volta, sono soluzioni che vanno bene per macchine grandi e pesanti, sulle quali l'aumento di peso per batterie e motori elettrici non incide in maniera esagerata sulla massa totale .. e quindi parliamo sempre e comunque di segmenti non esattamente 'popolari', a meno che si diffonda massicciamente il ricorso al noleggio a lungo termine, al posto dell'acquisto, che è ancora la modalità prevalente per entrare in possesso di un veicolo.



Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)



Questa discussione ha raggiunto il limite di 15 pagine: non è possibile inviare nuove risposte.

La discussione NON deve essere riaperta A MENO CHE non ci sia ancora modo di discutere STRETTAMENTE sul tema originale.

Lo scopo della chiusura automatica è rendere il forum più leggibile, sopratutto ai nuovi utenti, evitando i "topic serpentone": un topic oltre le 15 pagine risulta spesso caotico e le informazioni utili vengono "diluite" dal grande numero di messaggi.In ogni caso, i topic non devono diventare un "forum nel forum": se avete un messaggio che non è strettamente legato col tema della discussione, aprite una nuova discussione!





 ^

Forum AutoElettrica101 su JuzaPhoto - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it