Il forum di AutoElettrica101 è ospitato su JuzaPhoto (network di fotografia). JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo


Il forum di discussione di www.autoelettrica101.it è ospitato dal network fotografico JUZAPHOTO

Auto elettrica VS auto con motore termico parte II

AutoElettrica101 » Forum » Auto elettrica VS auto con motore termico parte II




Flarelux
avatarsenior
inviato il 30 Luglio 2019 ore 9:15

Fatevi una passeggiata e guardate le auto passare o parcheggiate, se vedete una auto elettrica su 100 termiche vi è già andata bene

qualcosa non torna, gli analisti stanno prendendo tramavate in faccia con i loro report, a sentir loro 10 anni fa oggi staremo tutti con con l'elettrico

Ooo
avatarsenior
inviato il 30 Luglio 2019 ore 9:17

hanno esagerato con le previsioni, troppo ottimistiche.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 30 Luglio 2019 ore 13:16

Lasciamo perdere gli analisti, sono come le previsioni del tempo... basta un nuovo componente, vedi batterie, e cambia tutto, o ancora, un nuovo metodo di estrazione dell' idrogeno, e cambia tutto ancora... guardiamo il trend di auto elettriche vendute, è in costante crescita, finora, poi si vedrà.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 31 Luglio 2019 ore 13:20

Beddox, ho trovato questo link....non parla proprio di capannoni, ma sostiene che basta una superficie 1/10 della Lombardia per coprire il fabbisogno nazionale...
www.fotovoltaiconorditalia.it/mondo-fotovoltaico/fotovoltaico-e-fabbis
Non so se ci sono altri riscontri

Gabbia65
avatarsenior
inviato il 31 Luglio 2019 ore 19:57

Usciamo dal marketing. La produzione di corrente elettrica aumenterà di pari passo con la diffusione delle auto attraverso i pannelli solari: la maggior parte delle auto saranno caricate di notte, a meno che le aziende non siano ingrado di installare selve di colonnine nei parcheggi delle proprie aziende .... e chi non ha il parcheggio e l'auto deve rimanere in strada?
A casa: per caricare l'auto, diciamo con una certa affidabilità di immagazzinare l'energia necessaria, mi servono 10kw. Sono in un condominio dove ci sono 30 famiglie. Servono 300 kw e poi 300 al condominio di fianco e così via. Come faccio a portare tutta questa energia alle abitazioni private, quando già una piccola industria, sita in una zona artigianale, fa fatica ad averli?
E la seconda macchina, dove la ricarico?
E la sicurezza delle batterie, la consideriamo? La prima auto che prenderà fuoco in un garage sotterraneo ce ne farà vedere delle belle, e non è così improbabile che capiti. Poi? Come per le auto a gas, veto di parcheggio nei garage sotterranei o anche sotto le abitazioni nei garage fuori terra? E la ricarica?
Lo Stato, rinuncerà alle accise? Come verrà compensato il minor gettito fiscale?
Non voglio essere possibilista e nemmeno disfattista. Sono solo alcuni piccoli esempi per sostenere che la situazione è molto più complessa e forse l'elettrico non sarà la via vera, ma solo una fase transitoria.
Io non ho la sfera di cristallo, ma la logica mi suggerisce di riflettere.
Ciao
Gabbia65

Paolostok
avatarsenior
inviato il 31 Luglio 2019 ore 20:25

Gabbia65, come ho già scritto, non c'è l'obbligo di comprare elettrico, quindi non hai problemi, invece sulle considerazioni e previsioni, non solo io ho grossi dubbi... Marketing casomai lo fanno le case automobilistiche e certe affermazioni.

Turidsas
avatarjunior
inviato il 31 Luglio 2019 ore 20:39

dimenticate alcune cose:

1- la generazione rinnovabile è fortemente destabilizzante per la rete nazionale e potrà essere totalmente transitiva soltanto a valle dell'implementazione delle smart grid super-hispeed.

2- l'attuale tempo di ricarica medio di un'auto elettrica con consumo medio di 15-45 kWh e autonomia di 400km è dell'ordine di 6h con una potenza di ricarica di 6kW e 1,5h con 50kW (colonnine teslacharger o similari) quindi supponendo un condominio di circa 10 famiglie, con 10 auto elettriche e supponendo una percorrenza media di 60km al giorno vuol dire un'autonomia di 6 giorni circa cioò vuol dire che se ci si alterna si hanno sempre impegnati almeno 100kW/giorno supponendo che i consumi siano sfalsati e nel caso peggiore 0,5MW/16h-giorno (impensabile per la nostra distribuzione primaria in quanto per un isolato di 10 condomini vorrebbe dire 5MW l'equivalente di 3 pale eoliche di grande formato o 4500mq di solare fotovoltaico in tecnologia ibrida.

Le potenze necessarie sono ancora troppo alte, penso che l'unica strada possibile sia quella del roll-in/roll-out delle batterie nei distributori che si accollerebbero lo snodo di potenza necessario a gestire la rotazione

Andreasampieri
avatarjunior
inviato il 31 Luglio 2019 ore 20:47

si ricopriamo tutto di fotovoltaico., ma siamo seri e non diciamo fregnacce. Potresti affiancare il nosfro ministro dei trasportiMrGreen

Turidsas
avatarjunior
inviato il 31 Luglio 2019 ore 20:52

la mia è un rapido conto della serva per dimostrare la non fattibilità del percorso quando qualcuno esce fuori dal cesto e urla "ma installiamo rinnovabile e passiamo tutto ad elettrico". 4500 metri quadri vuol dire una superficie pari ad un campo da calcio coperta da solare a isolato... non sò se rendo l'idea.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 31 Luglio 2019 ore 20:53

Le potenze necessarie sono ancora troppo alte, penso che l'unica strada possibile sia quella del roll-in/roll-out delle batterie nei distributori che si accollerebbero lo snodo di potenza necessario a gestire la rotazione

si ricopriamo tutto di fotovoltaico., ma siamo seri e non diciamo fregnacce.


Questo è quello che dite voi sempre con poco rispetto e conoscenza analoga:
www.fotovoltaiconorditalia.it/mondo-fotovoltaico/fotovoltaico-e-fabbis
Questo è quello che sostiene chi presumo abbia un po' più di conoscenza di voi... sempre senza offesa

Turidsas
avatarjunior
inviato il 31 Luglio 2019 ore 20:55

penso che non abbiate mai sentito parlare di stabilizzazione primaria di frequenza di rete se state appresso a queste cose.. oltre al fatto che quel fabbisogno è calcolato sulla base ATTUALE, andando a calcolare il fabbisogno ridimensionato rispetto alla mobilità media son ben altri numeri.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 31 Luglio 2019 ore 20:55

www.repubblica.it/economia/2018/04/05/news/portogallo_da_record_l_ener

Questo è quello che fanno in un paese che dovrebbe essere tecnologicamente dietro a noi, sempre senza offesaMrGreen

Paolostok
avatarsenior
inviato il 31 Luglio 2019 ore 20:56

penso che non abbiate mai sentito parlare di stabilizzazione primaria di frequenza di rete se state appresso a queste cose..


Non ho capito quale centrale di smistamento energia elettrica dirigi....

Cosa centra la frequenza di rete, ci sono gli inverter.. lo sapevi? comunque illuminaci, non vedo l'ora

Turidsas
avatarjunior
inviato il 31 Luglio 2019 ore 20:57

www.repubblica.it/economia/2018/04/05/news/portogallo_da_record_l_ener

Questo è quello che fanno in un paese che dovrebbe essere tecnologicamente dietro a noi, sempre senza offesaMrGreen

il portogallo può fare questo perchè tutto il termoelettrico e idroelettrico della spagna unito alla dorsale francese compensano la rete del portogallo che non me ne vogliate ha un consumo ben più esiguo e una conformazione territoriale completamente diversa dall'italia. non per nulla la nostra rete nazionale si configura in due macro-dorsali con interconnessioni laterali e centrali in 4 punti.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 31 Luglio 2019 ore 21:01

I dati sono in percentuale, cosa centra che il Portogallo ha un consumo minore?




Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Forum AutoElettrica101 su JuzaPhoto - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it