Il forum di AutoElettrica101 è ospitato su JuzaPhoto (network di fotografia). JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo


Il forum di discussione di www.autoelettrica101.it è ospitato dal network fotografico JUZAPHOTO

Auto elettrica VS auto con motore termico

AutoElettrica101 » Forum » Auto elettrica VS auto con motore termico




Cirillo Donelli
avatarsenior
inviato il 24 Luglio 2019 ore 18:22

Di seguito ripropongo un video con test di guida con la Toyota Mirai, vettura super ecologica elettrica ad idrogeno

peccato che in Italia ci sia un solo distributore dell'idrogeno . . . soltanto . . . a Bolzano.
Comunque le vetture ad idrogeno hanno prezzi esorbitanti e in ogni modo, tecnologicamente, le preferisco alle Elettriche a Batteria (non mi convinco le batterie, o meglio mi potrebbero convincere le batterie ma solo per spostamenti urbani su City Car, come si sostiene nel video di greg garage appena postato).
Le vetture ad idrogeno hanno potenzialità notevoli, ma come dicevo qualche post si diffonderanno tra decenni quando le leve del potere avranno deciso per la riconversione industriale del comparto energetico (dei famigerati combustibili fossili) in campi solari a concentrazione e altre rinnovabili e forse l'ITR a fusione se riuscirà a partire.

Cirillo Donelli
avatarsenior
inviato il 24 Luglio 2019 ore 18:27

P.S. bellissimo il video di Greg garage, un tipo simpaticissimo e direi discretamente preparato anche se non condivido sempre e totalmente le opinioni, divertente da seguireSorriso

Daniele 1974
avatarjunior
inviato il 24 Luglio 2019 ore 18:48

Mi chiedo quanto sia sicuro viaggiare con una bombola che ha all'interno 700 bar di pressione. Considerate inoltre che:
- L'H2 è una molecola molto piccola, quindi le tubazioni devono essere saldate e saldate bene, altrimenti basta niente che hai una fuga
- La sua combustione ha un'enregia di attivazione molto bassa, quindi prende fuoco molto facilmente
- Il suo potere calorifico è molto alto (30000kcal/kg contro i 12000kcal/kg del metano e i 10000kcal/kg di benzina o Diesel)
- Ha una campana di esplosività molto estesa (dal 4% al 74%)
- Brucia senza fiamma, fa una fiamma azzurrina che si vede solo di notte, praticamente di giorno non si vede.
Non lo so, io a viaggiare su una macchina così non mi sentirei tranquillo

Paolostok
avatarsenior
inviato il 24 Luglio 2019 ore 21:01

beh.. prova a montare oggi un fotovoltaico a terra… vediamo se riesci.


Salt: Vediamo: a me come alternativa, visto che sul tetto disturba la visuale, mi hanno dato proprio quella, tra altre.

Le decisioni di Volkswagen, Volvo, ed altri che non cito ancora, perché tanto tu ne sai più di loro stessi ( è veramente comico ) non le sto a ripostare, dicono proprio che cesseranno la produzione di motori termici, ma tu ne sai di più...MrGreenMrGreenMrGreen

Paolostok
avatarsenior
inviato il 24 Luglio 2019 ore 21:04

poi giusto per dire… riporto un brano di un articoletto sulle terre rare…

"...e cui applicazioni sono davvero innumerevoli soprattutto in elettronica. Si utilizzano per produrre superconduttori, microchip, magneti, fibre ottiche laser, schermi a colori (contengono europio), produzione di cd, dvd e persino carte di credito. E non ultimo sono utilizzati anche per trasformare il movimento delle pale eoliche in elettricità grazie a magneti permanenti composti da una lega di neodimio (al 27%), ferro e boro. Ma questi sono solo esempi a cui possiamo aggiungere anche quello che riguarda le automobili ibride, quelle cioè a benzina ed elettriche. Anche in queste il neodimio è un elemento fondamentale, così come il lantanio, il disprosio e il terbio.
In pratica tutta l'industria elettronica, in particolare quella di smartphone e pc, non può prescindere da questi metalli.
Il maggior produttore di “terre rare” è la Cina, che negli ultimi anni tuttavia ha sempre più ridotto le esportazioni rendendole preziose. Sono molti dunque, i Paesi che sapendo di avere potenziali giacimenti si sono messi a cercarli. Si va dall'Australia al Brasile, dal Sudafrica alla Groenlandia e agli Stati Uniti e in alcuni di essi i giacimenti trovati sono comunque interessanti…"

insomma i magneti al neodimio, i lantanidi sono fondamentali per una parte costruttiva ndispensabile delle auto elettriche.. i motori elettrici e le schede di controllo degli stessi. Nonché le batterie..



Salt, ancora insisti??? Hai spacciato per terre rare Alluminio, Tantalio, Rame... lasciale stare, non sai nemmeno quali sono.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 24 Luglio 2019 ore 21:19

youtu.be/4nyAReJHMp0

Ci mancava lo scienziato del garagino...che spettacolo: previsioni del caxxo, ogni anno l'elettrico si incrementa, alla faccia di gente come questa.
Banjo, grazie, dopo il video di questo luminare si è capito tutto...MrGreen

Salt
avatarsenior
inviato il 24 Luglio 2019 ore 21:22

Salt: Vediamo: a me come alternativa, visto che sul tetto disturba la visuale, mi hanno dato proprio quella, tra altre.



si vabbe'.. nel giardino di casa… l'impiantino per il boiler..


Io sto parlando di impianti fotovoltaici.. su terreni agricoli, roba vera non giocattoli per la Barbie.
quelli neppure li noti .

I megacampi fotovoltaici invece hanno un impatto ambientale enorme



Certo che le case automobilistiche dismettono le linee di produzione …lo fanno da 50 anni periodicamente con la uscita di produzione dei vari modelli... Ma le stesse linee partono per essere installate altrove e ricominciare la produzione a pieno ritmo sotto altro marchio.. Per esempio La "padmini" ti dice nulla?...

Ma di automotive ne sai qualcosa o parli solo perche' esce aria dalla bocca?

Fanatico...

Paolostok
avatarsenior
inviato il 24 Luglio 2019 ore 21:33

www.fotovoltaicosulweb.it/guida/installare-un-impianto-fotovoltaico-in

Salt, hanno tolto gli incentivi e regolarizzato le potenze massime, non hanno vietato i campi fotovoltaici a terra...ma un po' di informazione no???

Paolostok
avatarsenior
inviato il 24 Luglio 2019 ore 21:35

Ma di automotive ne sai qualcosa o parli solo perche' esce aria dalla bocca?

Fanatico...

Vedo te quanto ne sai, quindi procurati di informarti per te, e non preoccuparti degli altri.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 24 Luglio 2019 ore 21:39

La buona notizia è che nonostante tutti i bastian contrari, i prezzi gonfiati delle macchine elettriche, e la montagna di falsità, l'Elettrico cresce, alla faccia di chi ne dice male... i fatti sono questi, ad oggi.

Salt
avatarsenior
inviato il 24 Luglio 2019 ore 21:43

Salt, hanno tolto gli incentivi e regolarizzato le potenze massime, non hanno vietato i campi fotovoltaici a terra...ma un po' di informazione no???



dipende dai comuni… Alcuni hanno bloccato completamente.


Ad ogni modo togliere gli incentivi equivale a renderli antieconomici. Gli impianti oltre 1 Mw Non si fanno piu a terra.

Gli impiantini da 100 kw son grandi come un qualsiasi tetto di stalla. Non ha senso farli a terra

Comunque si sta parlando tra amici, non discutendo una tesi di laurea.. anche se si semplifica il discorso commettendo imprecisioni, non cambia il senso..un po' di flessibilita' diamine!!…


Alla fine ribadisco… gli impianti a terra di grandi dimensioni distruggono terreno fertile e sono orribili a vedersi,
Distruggono l'aspetto di intere vallate, giustamente sono stati regolati.


Paolostok
avatarsenior
inviato il 24 Luglio 2019 ore 21:54

Comunque si sta parlando tra amici, non discutendo una tesi di laurea.. un po' di flessibilita' diamine!!…

Salt, questo lo spererei, finora non mi sembra una discussione tra amici... avrò detto qualcosa fuori anch'io, ma non si perde occasione per dare contro all'elettrico!!... non c'è mica l'obbligo di acquistarlo; se convince lo si fa, se no niente.
Alla fine ribadisco… gli impianti a terra di grandi dimensioni distruggono terreno fertile e sono orribili a vedersi,
Distruggono l'aspetto di intere vallate, giustamente sono stati regolati.

Si, OK ma se ad un agricoltore dessero dei prezzi decenti per quello che produce, non credo ci sarebbero, non così tanti, almeno

Salt
avatarsenior
inviato il 24 Luglio 2019 ore 22:17

Guarda.. in famiglia abbiamo una azienda agricola in Piemonte piuttosto grande. Conosco bene il problema dell'agricoltura italiana.

Attorno a noi, con gli incentivi hanno tutti coperto i tetti con fotovoltaico. Hanno addirittura coperto tetti orientati a nord. Poi cosa producano non so…
Qualcuno ha fatto i digestori per convertire i residui di stalla in gas e poi in energia elettrica.
In uno di questi viene immessa pollina (che non produce nulla, ma e' stata ammessa) mais (coltivato apposta) e residuo di stalla.

A parte le continue denunce dei vicini. per la puzza. A parte gli sversamenti periodici con inquinamenti anche gravi del rio e dei corsi d'acqua, sanzionati con multe corpose… Il residuo di questi impianti e' una porcheria che impesta i terreni agricoli dove viene smaltito.

Sui miei terreni non ne trovi.. ma intere vallate vengono concimate con questa porcheria.

Vale la pena distruggere terreni agricoli fertili per produrre 100 kw di picco?


Il digestore due valli piu in la' 250 kw.. non riesce ad andare a regime.. vedi trattori carichi di mais andare e venire… per la valle.. l'anno scorso si e' rotto uno dei motori a 12 cilindri che azionano i generatori.
Non e' stato sostituito… semplicemente mancavano i soldi.

Cinque anni fa mediatori offrivano sottobanco affitti iperbolici per terreni da utilizzare iin appoggio ai vari termovalorizzatori.. Che pare abbiano bisogno di "combustibile" sano per bruciare la monnezza…

Allora tutto questa elettricita' come la produciamo? bruciando legna? trasformando mais?

e la CO2 dove va a finire^... certo se calcoliamo solo lo scarico del motore elettrico e' pulito…

Ma quanto e' pulita la filiera di produzione energia?..

Io ho foreste che sequestrano co2.. mi pare un delitto bruciarle per fare kwh elettrici.

10 anni fa abbiamo provato a realizzare un pirogassificatore da 50 kw. Funziona.. gassifica legna di risulta .
Il motore pero' dura 8000 ore e poi va revisionato.. il gas risulta troppo inquinato da particelle carboniose e si deteriora.

Almeno pero' chi usa il pirogassificatore, spara co2 in atmosfera, ma il residuo (charcoal) e' un ottimo ammendante per i terreni poco fertili...








Salt
avatarsenior
inviato il 24 Luglio 2019 ore 22:44

ma non si perde occasione per dare contro all'elettrico!!...



Manno.. in fondo c'e' chi dice che le ML sono il futuro del mondo… Qualcuno invece vede nel P30 la soluzione a tutti i problemi… Puo starci che qualcuno indichi l'elettrico come la soluzione finale.


Io credo che lo sara'… non c'e' scampo. Non rendera' il mondo migliore o piu pulito.. ma saranno auto fantastiche.

Auto meravigliose come lo sono state la 500Abarth, l'alfa romeo osso di seppia, la stratos, e tutte le altre prodotte dagli anni 50 ad oggi.. (con qualche eccezione, naturalmenteMrGreen)

Cirillo Donelli
avatarsenior
inviato il 25 Luglio 2019 ore 0:10

Ma quanto e' pulita la filiera di produzione energia?..

Io ho foreste che sequestrano co2.. mi pare un delitto bruciarle per fare kwh elettrici.


La filiera attuale della produzione dell'energia elettrica non è per nulla pulita, genera migliaia di morti l'anno causa polveri e micropolveri e aria avvelenata, la percentuale più cospicua è ancora appannaggio delle fonti fossili, poi una piccola fetta è idroelettrico, una fettina sono rinnovabili e una fetta considerevole è il nucleare a fissione che è discretamente pulito e non elargisce CO2 ma tiene in serbo per le generazione future le scorie di combustibili esausti radioattivi.

Il fotovoltaico onestamente va bene solo per i tetti dei capannoni e delle case.

Mi aspetto per il futuro l'ulteriore sviluppo dei campi solari a concentrazione nelle aree desertiche e semi desertiche, l'ulteriore affinamento di tecniche di risparmio energetico e altre rinnovabili ma sopratutto abbiamo bisogno di sostituire le centrali nucleari di prima e seconda generazione con centrali a fusione nucleare intrinsecamente pulite e sicure ( vedi progetto ITER ecc.) ma la tecnologia è ancora molto acerba e arretrata nonostante le sperimentazioni abbiamo dato qualche risultato positivo ( pochi finora).

A conti fatti il genere umano si crogiola in tanti apparenti successi ma siamo lontani da una gestione eco sostenibile delle esigenze della modernità, ben vengano le vetture elettriche a batteria o idrogeno ma va riconvertito buona parte del sistema industriale mondiale o saremo fritti in padella. Sorriso



Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)



Questa discussione ha raggiunto il limite di 15 pagine: non è possibile inviare nuove risposte.

La discussione NON deve essere riaperta A MENO CHE non ci sia ancora modo di discutere STRETTAMENTE sul tema originale.

Lo scopo della chiusura automatica è rendere il forum più leggibile, sopratutto ai nuovi utenti, evitando i "topic serpentone": un topic oltre le 15 pagine risulta spesso caotico e le informazioni utili vengono "diluite" dal grande numero di messaggi.In ogni caso, i topic non devono diventare un "forum nel forum": se avete un messaggio che non è strettamente legato col tema della discussione, aprite una nuova discussione!





 ^

Forum AutoElettrica101 su JuzaPhoto - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it