Il forum di AutoElettrica101 è ospitato su JuzaPhoto (network di fotografia). JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo


Il forum di discussione di www.autoelettrica101.it è ospitato dal network fotografico JUZAPHOTO

Nuova Renault Zoe Z.E. 50

AutoElettrica101 » Forum » Nuova Renault Zoe Z.E. 50




Banjo911
avatarsupporter
inviato il 29 Luglio 2019 ore 16:25

“molto di piu' di quanto pensi bosch ha già dispositivi per far tornare in auge il diesel”

Grazie Marco. Valgono piu' 4 parole dette da uno che e' del settore, che altre 1000 castronerie dette a caso da forumisti convinti.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 29 Luglio 2019 ore 17:04

per Paolostock adesso ho detto cose scomode spero domani di avere ancora la mia Concessionaria


No Marco Messa, te ne sei ben guardato, non hai detto niente di scomodo, e non avevo dubbi...ma è giusto così, perché ci si deve esporre per un qualsiasi tema su un forum? Quello che dico lo dico guardando i prezzi e vedendo come sono fatte le auto... ma io sono in una posizione estranea alle parti, tu no.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 29 Luglio 2019 ore 17:04

Grazie Marco. Valgono piu' 4 parole dette da uno dche e' del settore, che altre 1000 castronerie dette a caso da forumisti convinti.


E questo vale per tutti...Cool

Paolostok
avatarsenior
inviato il 29 Luglio 2019 ore 17:08

Marco Messa vediamo tra qualche anno quello che succederà... io scrivo su questo forum da circa il 2010... probabilmente ho detto caxxate, ma anche verità... il tempo è galantuomo

Banjo911
avatarsupporter
inviato il 29 Luglio 2019 ore 17:42

Paolo vai a fare opera di convincimento presso i politicanti, che e' piu' utile, visto che ne sai tanto e visto che la situazione ti sta' abbastanza a cuore. Magari ne cavi qualcosa.

Marco Messa
avatarjunior
inviato il 29 Luglio 2019 ore 18:47


ultimo mio intervento poi chiudo.

Paolo stock non ho detto che dici caxxate, ma quello che dici resta e rimane un tuo pensiero, senza conoscere le dinamiche di questo mercato,

rispetta senza polemiche chi la pensa diversamente da te io non ho bisogno ne di darmi le zappate sui piedi, ne tantomeno leccare il fondoschiena di una multinazionale. certo sono coinvolto con la mia attività , ma non vuol dire che debba per forza dire fesserie

cosa succederà fra un paio di anni?... niente, sarà come oggi finchè ci sarà petrolio. l'elettrico da qui al 2022 aumenterà fino al 3% del mercato globale, forse nel 2030 si passerà al 10%, cifre sempre troppo basse per far diminuire i prezzi a meno che non calano i costi delle batterie.

perdi 5 minuti e cerca un articolo del sole 24 ore dove gli analisti finanziari sono seriamente preoccupati per gli investimenti fatti dalle case automobilistiche sulle le auto elettriche,
le previsioni di mercato fanno si che senza avere ritorni economici a breve termine i costruttori sono esposti a rischi economici finanziari importanti.

la realtà e ben diversa da quello che si pensa








Luca77sp
avatarsenior
inviato il 29 Luglio 2019 ore 19:27

Iniziamo a obbligare ognuno che guadagna 100000euro all'anno ad intestarsene una ogni poi vedrai come il mercato inizia a muoversi. Ma come fa una persona con uno stipendio normale a comprarsi una macchina elettrica e migliorare la salute del pianeta se una scatoletta come la Zoe costa 30mila euro. Con i prezzi di ora ma chi volete che le compra?

Banjo911
avatarsupporter
inviato il 29 Luglio 2019 ore 19:29

Bravo Luca, comunque Marco ha già detto tutto. La penso esattamente come lui.

Hbd
avatarsenior
inviato il 29 Luglio 2019 ore 20:52

Come già sottolineato da Marco Messa, per le case costruttrici la priorità è la sopravvivenza economica.

Dal 2021 vi saranno delle sanzioni (o meglio, vi sono già ora, ma le normative sono meno restrittive) - considerevoli - per i costruttori che hanno una gamma di modelli la cui MEDIA di emissioni di CO2 supererà i 95g/CO2 al km, e prevedono ulteriori abbassamenti del limite, entro il 2030. Se fate una ricerca, tra le utilitarie dotate del solo motore termico sono davvero poche quelle che rientrano in tali vincoli: infatti, le emissioni di CO2 dipendono essenzialmente dal consumo di carburante, e il limite fissato è molto basso. Siamo attorno ai 25km/l, per le auto con motore a ciclo otto (benzina, gpl, metano).

ec.europa.eu/clima/policies/transport/vehicles/cars_en

"From 2021, phased in from 2020, the EU fleet-wide average emission target for new cars will be 95 g CO2/km.

This emission level corresponds to a fuel consumption of around 4.1 l/100 km of petrol or 3.6 l/100 km of diesel. "

Ovviamente, avere veicoli ibridi o totalmente elettrici consente di abbassare la media delle emissioni dell'intera gamma, ma al contempo richiede costi di progettazione e sviluppo non indifferenti. Pertanto, ogni costruttore sta cercando un compromesso tra i costi relativi all'aggiunta di modelli elettrici (o ibridi), e l'entità delle sanzioni da versare.

Tuttavia, sono soluzioni ideate per tamponare un problema economico, e non denotano necessariamente una imminente "conversione di massa" all'elettrico, da parte dei costruttori di auto, nell'arco di pochi anni.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 29 Luglio 2019 ore 21:40

Paolo vai a fare opera di convincimento presso i politicanti, che e' piu' utile, visto che ne sai tanto e visto che la situazione ti sta' abbastanza a cuore. Magari ne cavi qualcosa.

Vedi Banjo, io non devo e non voglio convincere nessuno, metto sul forum quello che trovo facendo ricerca, perché il tema mi appassiona, non ne voglio cavare nulla, ho un altro lavoro.
ultimo mio intervento poi chiudo.

Paolo stock non ho detto che dici caxxate, ma quello che dici resta e rimane un tuo pensiero, senza conoscere le dinamiche di questo mercato,

rispetta senza polemiche chi la pensa diversamente da te io non ho bisogno ne di darmi le zappate sui piedi, ne tantomeno leccare il fondoschiena di una multinazionale. certo sono coinvolto con la mia attività , ma non vuol dire che debba per forza dire fesserie

cosa succederà fra un paio di anni?... niente, sarà come oggi finchè ci sarà petrolio. l'elettrico da qui al 2022 aumenterà fino al 3% del mercato globale, forse nel 2030 si passerà al 10%, cifre sempre troppo basse per far diminuire i prezzi a meno che non calano i costi delle batterie.

perdi 5 minuti e cerca un articolo del sole 24 ore dove gli analisti finanziari sono seriamente preoccupati per gli investimenti fatti dalle case automobilistiche sulle le auto elettriche,
le previsioni di mercato fanno si che senza avere ritorni economici a breve termine i costruttori sono esposti a rischi economici finanziari importanti.

la realtà e ben diversa da quello che si pensa


Marco Messa, quando ho detto che qualche volta ho detto caxxate, non ce l'avevo mica con te, è normale sbagliare, ed in tanti anni qualcosa di sbagliato avrò scritto.. ed infatti ho detto che vedremo cosa succederà, io non sono così sicuro che tutto si ridurrà ad un fuoco di paglia, tu lo sei e fai bene a dirlo... altrettanto faccio io , si chiama scambio di opinioni , idee, conoscenze.
Non parliamo di polemiche, perché se tiriamo fuori quelle che ognuno di noi ha detto, non se ne esce piùCool

Musicapiccinini
avatarjunior
inviato il 30 Luglio 2019 ore 13:17

Bel problema quello delle multe. l'azienda ricarica i listini? Sono tutte quotate in borsa con ripercussioni negative sul valore azionario quindi se solo penso che le azioni caleranno di valore, io, come investitore, scappo da quel segmento perchè penso e prevedo una perdita di denaro. Figuriamoci i grandi investitori.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 31 Luglio 2019 ore 13:45

Si ok, continuiamo a dire che le auto elettriche costano, e le povere case automobilistiche non ci vanno pari, chi non ci va pari sono i consumatori, che sono regolarmente spennati...Come nel 2000 al passaggio dalla lira all'euro, quando le auto, come altri prodotti, passarono da x lire alla stessa x in euro...va bè... come la Zoe, che costa quasi il doppio di una pari classe termica, non è un problema della Renault, di tutte le case automobilistiche, se no si offende un altro concessionario Renault.

Ooo
avatarsenior
inviato il 31 Luglio 2019 ore 13:47

intanto Tesla abbassa i prezzi del 5%.
più si vendono e più si riducono i costi di produzione.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 31 Luglio 2019 ore 13:56

E già Ooo, ma Tesla vende solo macchine elettriche… E per la classe delle sue auto, i prezzi sono concorrenziali con quelle pari classe termiche della concorrenza.

Baiosso
avatarjunior
inviato il 31 Luglio 2019 ore 14:26

io aspetto una citycar a max 16.000 euro con mini generatore interno ma elettrica.. anni fa leggevo di case che cercavano di inserire un wankel come mini generatore per ridurre le vibrazioni ..se non erro audi.. poi non se n'è saputo più nulla.. penso che per i casi di emergenza sarebbe l'ideale... un po come il motocompressore inserito nei nostri caccia reggiane durante la ww2 .. che permettevano di far partire il motore senza l'aiuto da terra

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Iscrivendoti potrai sfruttare tutte le funzionalità di AutoElettrica101 e di JuzaPhoto.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Forum AutoElettrica101 su JuzaPhoto - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it