Il forum di AutoElettrica101 è ospitato su JuzaPhoto (network di fotografia). JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo


Il forum di discussione di www.autoelettrica101.it è ospitato dal network fotografico JUZAPHOTO

Nuova Volkswagen ID.3

AutoElettrica101 » Forum » Nuova Volkswagen ID.3




Juza
avataradmin
inviato il 08 Maggio 2019 ore 15:32





Volkswagen ha presentato ufficialmente la Volkswagen ID.3, utilitaria elettrica con dimensioni simili alla Golf, prezzi particolarmente contenuti e autonomia dai 330 ai 550 chilometri, a seconda della batteria. Le consegne avranno inizio da Aprile 2020, ma è possibile prenotarla immediatamente versando un anticipo di 1000 euro, completamente rimborsabile. I dettagli verranno resi noti a settembre, ma sono già state rese note le caratteristiche salienti:

Volkswagen ID.3 (45 kWh): 330 km autonomia WLTP, prezzo attorno ai 30000 euro
Volkswagen ID.3 (58 kWh): 420 km autonomia WLTP, prezzo attorno ai 40000 euro
Volkswagen ID.3 (77 kWh): 550 km cautonomia WLTP

A questi prezzi si vanno a togliere i 4000/6000 euro di incentivi, il che significa poter acquistare il modello "base" a una cifra attorno ai 25000 euro, un prezzo in linea con un'auto a benzina di pari categoria (es. VW Golf).

La garanzia sulla batteria è di ben 8 anni/160000km; supporta ricarica rapida via CCS fino a 125 kW, permettendo di raggiungere l'80% di ricarica in 30 minuti.

Pagina ufficiale e dettagli : www.volkswagen.it/e-mobility/it/famiglia-id/id.html

Ilcentaurorosso
avatarsenior
inviato il 09 Maggio 2019 ore 10:28

In quanto possessore di auto del gruppo, mi hanno appena proposto di prenotarla in prevendita ma come prezzi non ci siamo proprio, nonostante gli incentivi. Anche perchè oggi come oggi, non può che essere una seconda macchina da affiancare ad una tradizionale o ibrida. Avrà comunque successo, come 2a macchina, in ambito urbano, anche in Italia IMHO.

TheRealB
avatarjunior
inviato il 09 Maggio 2019 ore 22:00

Mi sembra che al momento Musk possa ancora dormire tranquillo.

Gianni05
avatarjunior
inviato il 10 Maggio 2019 ore 22:57

Prezzo, autonomia, tempo di ricarica, punti di ricarica sono già un bel problema (in Italia poi....) e poi 8 anni di garanzia vanno bene a chi la vettura la cambia con una certa frequenza ma chi la tiene a lungo o chi la comprerebbe usata trovarsi difronte a dei costi che oggi sono dai 6000 ai 12000 euro per pacco batterie non è un incentivo all'acquisto e probabilmente il propietario avrà difficoltà a rivenderla. Con le formule diverse dal classico acquisto la vedo più semplice ma per ora solo elettrico come già detto può essere valido in ambito urbano.

TheRealB
avatarjunior
inviato il 11 Maggio 2019 ore 0:52

Nella mia zona (Italia centrale, lontano da grandi centri urbani) vedo qualche Tesla con targa nordeuropea (Austria, Germania, Danimarca) e hanno appena installato una stazione di ricarica. Il supercharger più vicino è a centosessanta km.

Sembrerebbe che i teutonici non temano di rimanere "a secco".

Kermit68
avatarjunior
inviato il 11 Maggio 2019 ore 20:24

Prezzo, autonomia, tempo di ricarica, punti di ricarica sono già un bel problema (in Italia poi....)


L'Italia è il sesto paese al mondo per colonnine installate e per densità forse anche meglio ..
www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2019-04-30/auto-elettriche-italia-t

Zuepes
avatarjunior
inviato il 11 Maggio 2019 ore 20:37

sarà, ma io continuo a vedere un elettrico come un aggirare un problema e non come un risolverlo Confuso

TheRealB
avatarjunior
inviato il 11 Maggio 2019 ore 20:44

Musk sostiene invece che le auto elettriche siano una sorta di grimaldello per scardinare il modello di produzione e distribuzione dell'energia.

Kermit68
avatarjunior
inviato il 11 Maggio 2019 ore 20:46

L'importante è essere focalizzati sui fatti, poi ciascuno ci tira fuori le proprie conclusioni.
Per esempio un problema reale è che le colonnine in Italia non sono poche ma, questo si al solito, sono tante al nord, meno al centro e poche al sud e isole.

Gianni05
avatarjunior
inviato il 11 Maggio 2019 ore 22:04

Non voglio fare nessuna contestazione ma il numero di colonnine è solo un dato poi c'è la quantità di autovetture, la estensione della rete stradale che modificano i valori assoluti. La diffusione di auto elettriche può portare un vantaggio immediato al problema dell'inquinamento nei grossi centri poi per una diffusione maggiore bisognerà che l'energia da cui si produce l'elettricità non derivi da combustibili fossili.

Juza
avataradmin
inviato il 12 Maggio 2019 ore 9:55

Più che il numero di colonnine, penso che il problema sia la loro velocità - la maggior parte delle colonnine Enel ha potenza 22 kW, che significa 3, 4 o 5 ore per una ricarica!

Ovviamente un tempo del genere rende impensabile l'utilizzo su larga scala o per lunghi spostamenti...

Al momento l'unico network di ricarica fatto come si deve è quello Tesla - colonnine da 150 kW (che presto arriveranno a 250 kW), con tempi di ricarica tra i 40 e i 25 minuti, decisamente più gestibili.

Al di fuori di Tesla, penso che ci sarà un reale cambiamento solo con l'arrivo di Ionity, colonnine da 350 kW che rendono la ricarica molto più gestibile. La copertura è ancora piccola: ionity.eu/en/where-and-how.html

...però è in costante miglioramento, e si tratta di un network aperto a tutti.

Kermit68
avatarjunior
inviato il 12 Maggio 2019 ore 10:49

Ionity in Italia ne prevede solo 20 a regime, quindi per quanto comode non potranno fare la differenza più di tanto. Su questo, ma anche su altre cose, Tesla è avanti anni luce.
C'è di buono che Enel X sta installando moltissime colonnine DC 50kw anche in città e comunque da questo punto di vista la situazione negli altri paesi non è così dissimile, a parte forse la Germania.
L'Olanda non la prendo in considerazione perché è piccola e ci vuole relativamente poco ad avere una buona densità di colonnine (sempre Tesla esclusa).

Juza
avataradmin
inviato il 12 Maggio 2019 ore 11:01

Ionity in Italia ne prevede solo 20 a regime,


Però sono 20 stazioni, non 20 colonnine :-)

Ogni stazione ha da 4 a 10 colonnine... e questo è solo l'inizio, in teoria sono "20 stazioni entro il 2020", poi dovrebbero arrivarne molto altre (al momento Ionity è un pò indietro sulla tabella di marcia, ma pian piano ci si arriva).

50 kW è ancora troppo poco... nel migliore di casi corrisponde a un'ora e mezza di ricarica, ma con le batterie da 100, 150 e 200 kWh in arrivo nei prossimi anni significa dalle tre alle cinque ore...

Secondo me colonnine da 100-150 kW sono il "minimo sindacale" per rendere l'elettrico una cosa fattibile per tutti, e 250-350 kW dovranno diventare lo standard quando la percentuale di auto elettriche comincerà a diventare significante.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 12 Maggio 2019 ore 11:23

I prezzi delle elettriche si stanno abbassando, ma ancora non ci siamo... una vettura come la id3 se non scende sotto al prezzo della equivalente Golf, non avrà mai grossi volumi di vendita, anche perché ancora l'autonomia è inferiore... con le nuove batterie allo stato solido potrebbe diventare competitiva, perché queste avranno oltre alla maggiore autonomia anche una maggior durata, non dimentichiamo che per le attuali batterie al litio, le ricariche rapide sono deleterie per la durata.

Kermit68
avatarjunior
inviato il 12 Maggio 2019 ore 16:53

Giusto, sono 20 stazioni in effetti, ma più colonnine. Solo che se non me sparpagli sul territorio non mi aiuta più di tanto nei viaggi.
La potenza disponibile per la ricarica è fondamentale nei viaggi, molto meno nell'uso cittadino. Sono due anni che ho una i3 che non ha nemmeno la possibilità del fast charge (era un optional da 1600 euro...) ma non ne sento la mancanza. Mia moglie ci ha fatto 20.000 km ricaricano sempre e solo la sera a casa, neanche tutte le notti. Credo di averlo già detto: se puoi caricare a casa, l'auto elettrica è già perfetta per l'uso cittadino. Prezzo a parte naturalmente, anche se con i noleggi a lungo termine ci sono cose interessanti.

Comunque per il futuro sono d'accordo con Juza e Paolo, servono prezzi più bassi, più colonnine, più potenza e batterie migliori. Insomma c'è ancora molto da fare...

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Iscrivendoti potrai sfruttare tutte le funzionalità di AutoElettrica101 e di JuzaPhoto.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Forum AutoElettrica101 su JuzaPhoto - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it