Il forum di AutoElettrica101 è ospitato su JuzaPhoto (network di fotografia). JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo


Il forum di discussione di www.autoelettrica101.it è ospitato dal network fotografico JUZAPHOTO

Auto elettriche,ma per piacere...

AutoElettrica101 » Forum » Auto elettriche,ma per piacere...




Paolostok
avatarsenior
inviato il 19 Aprile 2019 ore 10:37

La vedo dura...

Stile70
avatarjunior
inviato il 19 Aprile 2019 ore 10:37

Ok non torneremo al carretto con gli asinelli..

Ma non si può crescere all' infinito in un sistema che non lo è
Sì è sempre ragionato in termini di crescita di stimolo ai consumi, ma non è un atteggiamento che possiamo tenere all'infinito

Serve 100 ok produciamo 100, serve 200 ok produciamo 200 e così via.. non può funzionare per sempre

Intanto sarebbero da ottimizzare i consumi cercando di eliminare il più possibile gli sprechi
Ma ciò vorrebbe dire rallentare il business per alcuni e ad oggi sarebbe improponibile
perché c'è ancora grasso che cola quindi avanti così..

Alla fine le scelte impopolari non le vuole fare nessuno fintanto che non è costretto.


L'auto elettrica di per se è interessante ed avrà la propria evoluzione
Anche perché è l'ancora di salvezza dei grossi gruppi automotive,
sono arrivati ad un punto di non ritorno ormai hanno margini di guadagno molto bassi (in perdita in alcuni casi)
basta vedere la condivisione di piattaforme sempre più estesa.

Con l'elettrico hanno modo in un certo senso di ripartire e far girare nuovamente il loro ecosistema economico.

S_m_art
avatarsenior
inviato il 19 Aprile 2019 ore 10:39

Stepie,
ho parlato di controllo democratico "illuminato" non perché parliamo di luce elettrica, ma proprio perché dovrebbe essere (e non è) inverato il principio einaudiano del "conoscere per deliberare".

Del resto, la democrazia fa schifo ma è il meno peggio dei sistemi di governo. Di meglio c'è solo l'anarchia (il non governo) ma è roba per palati fini (e il Grande Inquisitore ci insegna che vogliamo sempre un "pastore").

Il governo dei tecnocrati (dei competenti, li chiami tu) non è che nella Storia abbia fornito prove così luminose...

Il chirurgo dovrebbe dirmi pro e contra, ma, se permetti, decido io se operarmi o meno.
E quando è in gioco il kulo di tutti (come per il nucleare) è meglio (o quantomeno giusto) che decidano tutti.

S_m_art
avatarsenior
inviato il 19 Aprile 2019 ore 10:46

Jaclarmax,
trent'anni fa quanti avevano il condizionatore in macchina e in casa?
E di esempi del genere potremmo farne tanti.
Il Pianeta è finito (in tutti i sensi) e lo sviluppo non può essere infinito.
Se non lo capiamo da soli (Greta l'ha capito, ma lei è adulta) ce lo farà capire il Pianeta (nelle periferie del mondo è già molto evidente).
E anche a modo suo.

Stile70
avatarjunior
inviato il 19 Aprile 2019 ore 10:54

Io tra un po' probabilmente dovrò andare una volta a settimana da un paesino in Emilia Romagna ad un altro paesino in alto Veneto ... ci vado con i mezzi pubblici? Due treni ed una corriera sia andata che ritorno? Quattro ore andata e quattro ore ritorno se va bene? Sempre che ci siano i mezzi per farlo. Che faccio, mi alzo alle tre di notte e torno a casa alle dieci di sera per uisare i mezzi pubblici?

Non tutti abitano a Milano, prendono la metro per andare a lavorare IN Milano, ed hanno tutto sotto casa.
Io anche solo per fare la spesa ho BISOGNO dell'auto privata ...


infatti nei tuo caso l'auto privata è una esigenza indiscutibile.

Ma ci sono molte alte situazione dove con una più attenta pianificazione dei trasporti e dell' urbanistica
si potrebbero togliere molte auto dalla strada.

nel mio caso devo fare fortunatamente solo 15 km,
ma dove abito zona residenziale fatta lontano da qualsiasi servizio,
no autobus (fermata più vicina 5km) e poi dovrei cambiare due autobus con orari che ovviamnete non combaciano
in Bici rischierei la vita visto che obbligatoriamente dovrei fare diversi km su statale a grande scorrimento
treno vedi autobus

Il tutto perchè tra la zona industriale fatta in posto assurdo lontano da qualsiasi servizio
una zona residenziale poco servita, assenza di percorsi sicuri da fare in bici.....

quindi mi rimane lo scooterone perchè il traffico è pure intenso


moltiplica queste situazioni per tutta italia/europa....


Jaclarmax
avatarsenior
inviato il 19 Aprile 2019 ore 10:54

"La vedo dura..."

Paolo io non la vedo solo dura, ma addirittura impossibile! Soprattutto in Italia ma un po dappertutto. Spiego brevemente il motivo.
Faccio un ragionamento semplicissimo, improntato sempre sull'efficienza e sul risparmio energetico. Mettiamo il caso che dovessimo realizzare una rete di trasporti pubblica elettrica (perché spero sia questo che si vuole dire) che debba soddisfare completamente le esigenze di ogni singolo individuo che abbia voglia e/o necessità di recarsi presso un centro urbano. Supponiamo quindi vi siano treni (di superficie e/o interrati), bus e chi più ne ha più ne metta ad altissima frequenza e capillarità che circolino praticamente ad ogni ora del giorno (e magari anche della notte). Secondo voi questo sarebbe più efficiente che ognuno si muova col suo piccolo mezzo elettrico secondo le proprie necessità reali, o che per lunghi tratti di tempo e di spazio questi grossi mezzi vengano movimentati con un carico di persone che non ne giustificherebbe i consumi? Come si riesce ad ottimizzare questo discorso?
Poi non parliamo di come sono strutturate le città italiane, che molte non abbiano possibilità di metropolitane di superficie e/o interrate del fatto che bisognerebbe spostare interamente tutte le attività commerciali fuori dai centri etc etc.
Spero di aver argomentato a sufficienza, oggi sono in relax e me lo posso permettere Cool

Alvar Mayor
avatarsenior
inviato il 19 Aprile 2019 ore 10:59

Quando lavoravo a 16 km da casa, nella bella stagione ... MTB!
Con buona pace dei consumi, dell'inquinamento ecc.
Ma quando i km diventano tanti non c'è bici che tenga.

E poi in inverno andavo comunque in macchina.

Jack_96
avatarsenior
inviato il 19 Aprile 2019 ore 11:04

Alla fine le scelte impopolari non le vuole fare nessuno fintanto che non è costretto.

E probabilmente sarà troppo tardi, con mia sfortuna; spero di trovarmi nel lato giusto della Terra, per quel momento...

Mettiamo il caso che dovessimo realizzare una rete di trasporti pubblica elettrica (perché spero sia questo che si vuole dire) che debba soddisfare completamente le esigenze di ogni singolo individuo che abbia voglia e/o necessità di recarsi presso un centro urbano. Supponiamo quindi vi siano treni (di superficie e/o interrati), bus e chi più ne ha più ne metta ad altissima frequenza e capillarità che circolino praticamente ad ogni ora del giorno (e magari anche della notte). Secondo voi questo sarebbe più efficiente che ognuno si muova col suo piccolo mezzo secondo le proprie necessità reali, o che per lunghi tratti di tempo e di spazio questi grossi mezzi vengano movimentati con un carico di persone che non ne giustificherebbe i consumi? Come si riesce ad ottimizzare questo discorso?

Ti sei dimenticato solo una cosa: l'uso dei piedini e della bicicletta; chè, siete tutti paralitici? ;-)

infatti nei tuo caso l'auto privata è una esigenza indiscutibile.

Nemmeno, basterebbe: car/bike sharing fino alla stazione del treno, spostamento in treno, poi di nuovo bike/car sharing; adesso ovviamente non è possibile, ma fin quando non pensiamo in queso senso, non sarà mai possibile Triste

Jaclarmax
avatarsenior
inviato il 19 Aprile 2019 ore 11:11

"Ti sei dimenticato solo una cosa: l'uso dei piedini e della bicicletta; chè, siete tutti paralitici?"

Jack, a parte che detta così la tua frase è un po infelice, ma ti assicuro che per recarmi da una parte all'altra di una città, anche se piccola, la bici mi farebbe perdere troppo tempo. E se devo prendere i bambini da scuola non lo faccio in bici, come pure se devo passare per far spesa. Senza contare il meteo :-P Se sono in czzeggio la prendo, certo ed è anche più rilassante. Ma non puoi pensare di risolvere i problemi dicendo a tutti andate in bici! Dai su.. Sorriso

@S_m_art: rispetto il tuo modo di vedere, ma tanti anziani e bambini credo vivano meglio grazie ai riscaldamenti d'inverno e al fresco d'estate. In alcuni casi può anche salvare la vita ad alcuni. Sono cose che ci permettono di vivere meglio, fine. Quindi permettimi dissentire.

Jack_96
avatarsenior
inviato il 19 Aprile 2019 ore 11:25

ma ti assicuro che per recarmi da una parte all'altra di una città, anche se piccola, la bici mi farebbe perdere troppo tempo. E se devo prendere i bambini da scuola non lo faccio in bici, come pure se devo passare per far spesa. Senza contare il meteo :-P Se sono in czzeggio la prendo, certo ed è anche più rilassante.

Sai cosa? Di tanto in tanto mi chiedo: ma fino a prima degli anni '80, la gente come faceva a vivere?
Evidentemente, non poteva!

Ma non puoi pensare di risolvere i problemi dicendo a tutti andate in bici! Dai su..

Dipende da qual è il problema.
Se il problema è che a camminare in mezzo a una colonna d'auto e sentire odori sgradevoli, guarda: vendono delle pratiche ed economiche mascherine :-P
Se il problema è la sostenibilità ambientale, allora l'auto elettrica non è certo la soluzione: è un non problema, perchè non esiste; non puoi pensare di vivere in tutti i comodi, senza pagarli: certo, puoi dire che l'elettrico non inquina perché non hai il camino di una centrale davanti a casa tua, e in questo caso parlo per esperienza diretta, puoi dire che le batterie vanno benissimo, perché tanto le miniere sono in Bolivia e tu mica le vedi e avanti così... ;-)

Il problema va risolto alla base, cioè i nostri folli consumi, non mettendoci continuamente pezze.

S_m_art
avatarsenior
inviato il 19 Aprile 2019 ore 11:27

Non so se sia stato io (non ho voglia di rileggere tutto) ad inaugurare qui la proposta "andate in bici".
Se così fosse, sappiate (c'era la faccina sghignazzante) che scherzavo: la realtà è molto più complessa.
Però il principio è quello.
Fino a poco tempo fa eravamo (Occidente) quel 20% di umanità che si pappava l'80% delle risorse mondiali, e già così il Pianeta era al tracollo.
Figuriamoci ora che Cina o India o Brasile pretendono la loro fetta di torta...
È la globalizzazione, bellezza!

Dobbiamo solo sperare di estinguerci prima di aver distrutto completamente il Pianeta!

MrGreen

Jack_96
avatarsenior
inviato il 19 Aprile 2019 ore 11:36

Fino a poco tempo fa eravamo (Occidente) quel 20% di umanità che si pappava l'80% delle risorse mondiali, e già così il Pianeta era al tracollo.
Figuriamoci ora che Cina o India o Brasile pretendono la loro fetta di torta...

Ma infatti, sostengo che sia completamente inutile darci tanto da fare, se tanto la politica non fa nulla e non solo la politica italiana Triste

Dobbiamo solo sperare di estinguerci prima di aver distrutto completamente il Pianeta!

Fortunatamente, non so per chi, ma il pianeta e la vita continueranno ad esserci; noi no ;-)

Jaclarmax
avatarsenior
inviato il 19 Aprile 2019 ore 11:41

"Se il problema è la sostenibilità ambientale, allora l'auto elettrica non è certo la soluzione: è un non problema, perchè non esiste; non puoi pensare di vivere in tutti i comodi, senza pagarli: certo, puoi dire che l'elettrico non inquina perché non hai il camino di una centrale davanti a casa tua, e in questo caso parlo per esperienza diretta, puoi dire che le batterie vanno benissimo, perché tanto le miniere sono in Bolivia e tu mica le vedi e avanti così... ;-)"

Ma Dio, perdonami ma devo dirti che non hai la cognizione di ciò di cui parli. Allora le batterie solide nel futuro prossimo consentiranno non solo di abbattere l'inquinamento nei centri urbani, a regime di eliminarlo in pratica, ma di ottimizzare l'intera gestione dei sistemi elettrici mondiali. Sai come si soddisfa il fabbisogno energetico in un sistema elettrico? sai che, come qualcuno ha detto, le batterie permetteranno di immagazzinare l'energia prodotta dalle fonti non dispacciabili? sai che si produrrà molta più energia a impattozero finalmente pienamente utilizzabile? sai che si ottimizzerebbe il consumo di olio combustibile nelle centrali? sai che si potrebbero addirittura fermare? sai che si abbatterebbero i costi di gestione e manutenzione e quindi di ricambi? Ma insomma dai altro che pezze è una rivoluzione vera e propria, e non si limita solo alla trazione per la mobilità ed i trasporti, non so se ti è chiaro, ma evidentemente no!

Alexbrown
avatarsenior
inviato il 19 Aprile 2019 ore 11:48

S_m_art, condivido ogni lettera che hai scritto (soprattutto sulla democrazia) ;-)
''Ti stimo fratello!'' MrGreen

S_m_art
avatarsenior
inviato il 19 Aprile 2019 ore 11:52

Grazie, Alex,
mi fa davvero piacere!

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Iscrivendoti potrai sfruttare tutte le funzionalità di AutoElettrica101 e di JuzaPhoto.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Forum AutoElettrica101 su JuzaPhoto - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it