Il forum di AutoElettrica101 è ospitato su JuzaPhoto (network di fotografia). JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo


Il forum di discussione di www.autoelettrica101.it è ospitato dal network fotografico JUZAPHOTO

Auto americane

AutoElettrica101 » Forum » Auto americane




N_i_c_o
avatarsenior
inviato il 28 Marzo 2019 ore 13:40

Certo paolo. L'elettrico é il futuro...ma non il presente. Almeno qui in Italia

Paolostok
avatarsenior
inviato il 28 Marzo 2019 ore 13:44

Infatti N_i_c_o siamo indietro, come su altri campi, ma qualche eccezione c'è:
www.rinnovabili.it/energia/batteria-liquida-li-o2-bettery/

N_i_c_o
avatarsenior
inviato il 28 Marzo 2019 ore 13:59

Ma come individualità ci siamo sempre fatti rispettare ed avremo sempre eccellenze.

Banjo911
avatarsupporter
inviato il 28 Marzo 2019 ore 15:55

Con l'individualita' godono pochi singoli. Non il popolo. In questo paese ci sono ancora gli schiavi al servizio dei signori. E siamo quasi al 2020.

Jaclarmax
avatarsenior
inviato il 28 Marzo 2019 ore 16:47

Piccolo OT :).
Batteria liquida eh...pensare che invece il futuro saranno le batterie allo stato solido!
Ma in Italia siamo sempre controtendenza e oramai ci divertiamo piu' a cincischiare che ad occuparci di cose serie!
E' stato pubblicato proprio qualche giorno fa un'articolo su Nature in cui si e' sviluppata una batteria allo stato solido che potrebbe praticamente risolvere molti dei problemi che affliggono le attuali batterie per la trazione elettrica (e non solo). Si sta gia' studiando come sostituire il Li con il Na, con tutti i vantaggi di compatibilita' ambientale e costi di riciclo. L'elettrico e' il futuro, nessuna perplessita'.

Juza
avataradmin
inviato il 28 Marzo 2019 ore 17:18

Batteria liquida eh...pensare che invece il futuro saranno le batterie allo stato solido!


Le batterie allo stato solido sono una tecnologia promettente, ma ancora abbastanza lontana...mi aspetto di vederne le prime applicazioni commerciali non prima di 4-5 anni, e forse è anche una stima ottimistica.

Più a breve termine, lo sviluppo saranno batterie al litio di grandissima capacità: l'anno prossimo entreranno in produzione le prime auto con batterie da 200 kWh, con un'autonomia di 700-1000km... già questo sarà un notevole passo avanti, anche se le prime (la sportiva Tesla Roadster e il SUV Rivian R1S) saranno molto costose.

L'elettrico e' il futuro, nessuna perplessita'.


anche il presente, io ho un'elettrica e ne sono felicissimo :-) non dico che siano adatte a tutte le esigenze, ma anche solo negli ultimi 2-3 anni sono stati fatti passi avanti enormi per ricarica, autonomia e prezzi.

Paco68
avatarsenior
inviato il 28 Marzo 2019 ore 17:54

Dunque, non volevo scatenare flame su lotta di classe, ho letto di schiavi al servizio dei signori.... bhò......

Volerei più basso.... io guardo con molto interesse all'elettrificazione perchè sono consapevole che abitando in una grande città, mi sto avvelenando di PM10.

Parto dal concetto che cmq per avere un'auto elettrica, sia indispensabile avere un box con presa elettrica, la carica domestica è la più economica e se nei prossimi anni si aumenterà l'autonomia delle elettriche, ecco che la convenienza sarà palese.

Fortunatamente non devo cambiare auto per almeno due anni e sono sicuro che in questi due anni le elettriche faranno dei grossi balzi in avanti, quindi sono d'accordo sul fatto che questo non è il momento ideale per acquistare un'automobile.

Per quanto mi riguarda, oramai non faccio più tanti km e nel 2021 dovrò rinnovare il parco auto familiare.

A mia moglie comprerò sicuramente una full elettric, lei farà 2-3.000km l'anno, e per il resto la userò io per i piccoli spostamenti cittadini o cmq che coprano distanze inferiori ai 70-80km andata/ritorno.

La smart sarebbe perfetta ma preferirei una 4 posti e sono sicuro che tra due anni si troveranno delle utilitarie full elettric sui 15.000 euro, oggi, se non sbaglio, la più economica è la smart che costa sempre 24k

Per quanto riguarda la mia, dovrò cambiare la Lexus con la quale mi trovo molto bene ma non è un motore che ti fa innamorare l'ibrido lexus.

Cmq nulla da dire sulla qualità Lexus, da ex possessore di BMW devo dire che la qualità è superiore, anche se su alcuni aspetti, la marca giapponese è rimasta indietro (pacchetto Infotainment).

Io però ho sempre adorato le auto americane, come concezione e linee... le trovo con una spiccata personalità e questi motoroni molto "goduriosi".

Ora, con l'avvento anche per loro della tecnologia ibrida, potrebbero essere più accessibili.... pensavo alla Cadillac che però ancora non ha proposto in italia una sua propulsione ibrida.... ma se guardate un qualsiasi modello cadillac.... per quanto mi riguarda.... è bellissimo......

E' vero, ci sono pochi concessionari ma a Milano non mancano fortunatamente.


Paolostok
avatarsenior
inviato il 28 Marzo 2019 ore 19:16

Piccolo OT :).
Batteria liquida eh...pensare che invece il futuro saranno le batterie allo stato solido!
Ma in Italia siamo sempre controtendenza e oramai ci divertiamo piu' a cincischiare che ad occuparci di cose serie!
E' stato pubblicato proprio qualche giorno fa un'articolo su Nature in cui si e' sviluppata una batteria allo stato solido che potrebbe praticamente risolvere molti dei problemi che affliggono le attuali batterie per la trazione elettrica (e non solo). Si sta gia' studiando come sostituire il Li con il Na, con tutti i vantaggi di compatibilita' ambientale e costi di riciclo. L'elettrico e' il futuro, nessuna perplessita'.


L' idea della batteria con elettrolita sostituibile è talmente valida che è stata copiata anche in america.. altro che cincischiare..le batterie allo stato solido sono una delle varie possibilità, come quella al grafene... ma c'è ancora da lavorare sullo sviluppo, mentre quella Nessox è già producibile... e merita rispetto, oltre ai riconoscimenti che già ha avuto.

Jaclarmax
avatarsenior
inviato il 29 Marzo 2019 ore 10:23

@Juza: "anche il presente, io ho un'elettrica e ne sono felicissimo :-) non dico che siano adatte a tutte le esigenze, ma anche solo negli ultimi 2-3 anni sono stati fatti passi avanti enormi per ricarica, autonomia e prezzi."

Ah sicuro, io ancora aspetto ad avere maggiori autonomie e sitemi di ricarica ad elevata potenza sempre più capillari sul territorio, ma quando ciò avverrà anch'io mi convertirò :)).


@Paolostok: Al MIT, caro Paolo, le batterie semisolide erano una realtà già nel 2010.
I pionieri in questi studi sono stati in un gruppo di Boston del MIT, con Mihai Duduta, che ha per primo realizzato una batteria semisolida nel suo lavoro di tesi; era il lontano Maggio 2010! Certamente il gruppo di Bologna avrà preso spunto da quel lavoro per realizzare questa implementazione con ossigeno.
Insomma dire che è tutta italiana è quantomeno fuorviante e dire che gli americani l'abbiano copiata è sbagliato tanto quanto pensare che sia questo il futuro.
Poi la ricerca è sempre una buona cosa, anche quando gioca vengono fuori cose interessanti ;). Ma diciamo le cose come sono e cerchiamo di inquadrarle nella realtà dei fatti ;).

Lufranco
avatarsenior
inviato il 29 Marzo 2019 ore 11:19

Mi dite una cosa? Quando un'auto elettrica queste di prima generazione avrà tipo 8-9 anni cosa succederà?
Quanto costerà cambiare tutto il pacco batterie? (E chi le smaltisce e come?)
Sarà rivendibile sul mercato dell'usato un'auto di 8 anni sapendo che dopo 2 anni dovrò spendere dai 5 ai 10k euro per cambiare le batterie?

Banjo911
avatarsupporter
inviato il 29 Marzo 2019 ore 11:26

Il futuro ancora non e' definito. Ci si arrangera' alla benemeglio.

Juza
avataradmin
inviato il 29 Marzo 2019 ore 12:21

Quando un'auto elettrica queste di prima generazione avrà tipo 8-9 anni cosa succederà?
Quanto costerà cambiare tutto il pacco batterie?


Non c'è motivo di cambiare il pacco batterie... dopo 8 anni probabilmente l'autonomia sarà calata di un 20% circa, si può tranquillamente continuare a utilizzarla ancora per parecchi anni.

Sarà rivendibile sul mercato dell'usato


Sì, ma dopo 8 anni la rivendi a un prezzo stracciato... però questo vale anche per le auto a benzina. Io avevo comprato l'Audi S5 usata a 22000 euro, aveva circa 8 anni e il prezzo originale era attorno agli 80000 euro...

Steff
avatarsenior
inviato il 29 Marzo 2019 ore 14:13

Mi dite una cosa? Quando un'auto elettrica queste di prima generazione avrà tipo 8-9 anni cosa succederà?
Quanto costerà cambiare tutto il pacco batterie? (E chi le smaltisce e come?)
Sarà rivendibile sul mercato dell'usato un'auto di 8 anni sapendo che dopo 2 anni dovrò spendere dai 5 ai 10k euro per cambiare le batterie?


Lufranco ,abbiamo scritto 1000 volte la stessa cosa...
come ha detto Juza non occorre cambiare il pacco batterie ma si accetterà una autonomia minore.
del resto dopo 8 anni il valore di qualsiasi autovettura è irrisorio rispetto al prezzo di acquisto.
comunque negli USA dove sono diffuse le Tesla sono le vetture a maggior valore residuo.
cleantechnica.com/2019/01/06/tesla-model-s-resale-values/
semplicemente perchè un'elettrica ha pochissimi componenti rispetto ad una vettura a combustione soggetti ad usura.
tornando alle batterie tutti i costruttori le garantiscono 8 anni ma ovviamente ce ne sono di difettose e vengono ritirate prima.
Tesla le ricondiziona e le rivende per i powerwall che essendo accumulatori a lenta carica/scarica non chiedono grandi prestazioni.in questo modo le batterie saranno utilizzate per ulteriori 10 anni almeno e quindi siamo ben oltre la vita media di vetture a combustione.
ovvio comunque che fra qualche anno ci saranno molte batterie da smaltire e diverrà conveniente farlo.
tutti i metalli sono reciclabili e riutilizzabili, per questo il litio renderà i paesi che lo detengono un pò più ricchi ma non troppo.
non è come il petrolio che lo usi una volta sola.
comunque stanno già nascendo nel mondo aziende che riciclano le batterie
umicore è una di queste
www.umicore.com/en/industries/recycling/
la cosa diverrà un grande business nel futuro,speriamo che gli italiani siano abbastanza svegli da arrivarci in tempo.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 29 Marzo 2019 ore 14:39

@Paolostok: Al MIT, caro Paolo, le batterie semisolide erano una realtà già nel 2010.
I pionieri in questi studi sono stati in un gruppo di Boston del MIT, con Mihai Duduta, che ha per primo realizzato una batteria semisolida nel suo lavoro di tesi; era il lontano Maggio 2010! Certamente il gruppo di Bologna avrà preso spunto da quel lavoro per realizzare questa implementazione con ossigeno.
Insomma dire che è tutta italiana è quantomeno fuorviante e dire che gli americani l'abbiano copiata è sbagliato tanto quanto pensare che sia questo il futuro.
Poi la ricerca è sempre una buona cosa, anche quando gioca vengono fuori cose interessanti ;). Ma diciamo le cose come sono e cerchiamo di inquadrarle nella realtà dei fatti ;).


Sostenere che l'Università di Bologna e le tre ricercatrici di Nessox, che hanno depositato il brevetto lo scorso anno e che hanno anche ricevuto un riconoscimento abbiano copiato è quantomeno SINGOLARE... oltretutto hanno anche le ripetibilità della batteria su diversi prototipi.
Gli studi ci sono da anni
www.sicurauto.it/ricambi-e-accessori/tecnica-e-manutenzione/batterie-a

Ma realizzare è un'altra cosa...
Oltretutto c'è un alto tipo di batteria che è in produzione:
luce-gas.it/guida/rinnovabili/auto-elettriche/batteria
Ma ce ne sono di diversi tipi, un altro è zinco-aria
www.autoblog.it/post/929857/auto-elettriche-zinco-e-aria-rivoluzionera

P.S. il futuro non lo conosco io e neanche te...fino a prova contraria

Jaclarmax
avatarsenior
inviato il 29 Marzo 2019 ore 16:11

Paolo non ho detto che abbiano copiato, ma che hanno preso spunto dal lavoro di Duduta ed implementato una soluzione semisolida con un reagente differente (cosa che lo stesso Duduta aveva anche suggerito nel suo lavoro di tesi nella sezione sviluppi futuri). Non so cosa ci vedi di strano in questo. Tu avevi altresì affermato che gli americani avessero copiato il lavoro assolutamente originale delle italiane, ti ho solo fatto notare che non è così.

Per le previsioni sul futuro non dico nulla, ma basta vedere un po oltre i confini italiani e si capisce quale sia la direzione futura in questo settore. Non faccio il Nostradamus ;).

P.S. mi scuso con l'autore del topic per essermi un po dilungato con l'OT.

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Iscrivendoti potrai sfruttare tutte le funzionalità di AutoElettrica101 e di JuzaPhoto.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Forum AutoElettrica101 su JuzaPhoto - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it