Il forum di AutoElettrica101 è ospitato su JuzaPhoto (network di fotografia). JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo


Il forum di discussione di www.autoelettrica101.it è ospitato dal network fotografico JUZAPHOTO

Smaltimento batterie. Auto elettriche.

AutoElettrica101 » Forum » Smaltimento batterie. Auto elettriche.




Paolostok
avatarsenior
inviato il 05 Giugno 2019 ore 22:22

Direi che per l'idrogeno sono da superare il problema dell'estrazione e del trasporto... se non trattato a temperature bassissime è instabile ed esplosivo, anche perché deve essere compresso per avere buoni rendimenti... ma è tra le speranze di una sorgente di energia pulita.

Massimo61
avatarsupporter
inviato il 06 Giugno 2019 ore 16:42

Ciao!
Da quello che si legge nella comunicazione, si evince che questo è l'inizio di un percorso di risoluzione del problema della produzione e della distribuzione dell'idrogeno per i veicoli con questa tecnologia.
Ho il timore che il giro di affari generato dalla produzione di batterie, rete di ricarica ed energia necessaria, sia una torta talmente grande da aver monopolizzato interesse, informazione e dialogo a discapito di una più pratica e prestante ma con meno "appoggi" per fare affari.
Inoltre per tutta l'energia necessaria quotidianamente per ricaricare le batterie, mi chiedo se non sdoganeranno le centrali nucleari per non essere costretti ad importarla.
L'idrogeno non ha questo problema....
Saluti

Salt
avatarsenior
inviato il 06 Giugno 2019 ore 16:50

mi chiedo se non sdoganeranno le centrali nucleari per non essere costretti ad importarla.


manno.. gia oggi gli olandesi hanno quadruplicato il consumo di carbone per produzione di energia elettrica ed i tedeschi stanno distruggendo foreste per la pessima lignite..MrGreen

Massimo61
avatarsupporter
inviato il 06 Giugno 2019 ore 16:53

"
manno.. gia oggi gli olandesi hanno quadruplicato il consumo di carbone per produzione di energia elettrica ed i tedeschi stanno distruggendo foreste per la pessima lignite..MrGreen"

A be, allora stiamo sereni......

Domenic
avatarsenior
inviato il 06 Giugno 2019 ore 17:42

L'idrogeno elimina il problema delle batterie secondo me.

Stepie
avatarjunior
inviato il 06 Giugno 2019 ore 20:17

Purtroppo l'idrogeno non si trova facilmente sulla terra; estrarlo dai materiali che lo contengono (acqua ad esempio) costa più energia di quella che poi si produrrà ricombinandolo con l'ossigeno. Inoltre è estremamente pericoloso

Domenic
avatarsenior
inviato il 06 Giugno 2019 ore 21:03

Stepie sei sicuro che ci vuole più energia x produrlo che l'energia che può dare . Confuso

Domenic
avatarsenior
inviato il 06 Giugno 2019 ore 21:07

www.rinnovabili.it/energia/idrogeno/produrre-idrogeno-da-acqua-sole-ef si sembra che ancora non conviene, ma siamo solo all'inizio.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 06 Giugno 2019 ore 22:54

Come ho già scritto altre volte, non si può prevedere il futuro con le conoscenze del presente, gli scenari possono cambiare totalmente, nuove tecnologie sono già nate... tra 5 anni ce ne saranno altre... non dimentichiamo che fino allo scandalo Volkswagen sulle normative delle emissioni auto diesel, il mercato e gli sviluppi erano praticamente fermi, ora dopo qualche anno il mercato automobilistico, batterie, energie alternative, hanno altre alternative.
Una cosa è sicura, per questi cambiamenti ci vogliono decenni: anche se uscisse adesso la soluzione definitiva, il parco veicoli impiegherebbe non meno di venti/trenta anni per rinnovarsi, e lo stesso succederebbe per le relative energie/combustibili alternativi, quali che siano.

Stepie
avatarjunior
inviato il 07 Giugno 2019 ore 5:54

Il problema, al momento come 120 anni fa quando la Jamais contente fu la prima auto a superare i 100 km/h, è lo stoccaggio dell'energia elettrica, il pacco batterie. Quelle attuali, ovviamente molto migliori di quelle di 120 anni fa, hanno alcuni problemini tra i quali il più grave è la tendenza all'autocombustione. Esiste già la soluzione, batterie con elettrolita solido che dovrebbero avere una densità energetica più elevata del 50% con minori problemi.
L'idrogeno non essendo una fonte primaria, non si trova libero in natura sulla terra se non in traccie, occorre produrlo. La cosa non è difficile è solo molto costosa in termini energetici; inoltre io non andrei in giro con un auto propulsa da idrogeno per l'estrema pericolosità dello stesso: anni fa una pubblicità diceva che nessuno è mai morto per una perdita di gasolio, moltissimi sono morti per una perdita di gas. Eppure abbiamo trasformato a gas la quasi totalità dei riscaldamenti; stiamo abbandonando i propulsori diesel, molto più sicuri di quelli a benzina, oltre che più ecologici solo perchè alcune industrie tedesche avevano taroccato le centraline invece di rispettare le normative antinquinamento. L'inquinamento invernale nelle nostre città è causato principalmente dai riscaldamenti ma demonizziamo le auto...

Domenic
avatarsenior
inviato il 07 Giugno 2019 ore 6:54

Il diesel è stato demonizzato e ingiustamente accusato per gli interessi della Cina e Usa in primis per una serie di motivi che molti ma non tutti sanno e come al solito é l'ambiente che ci rimette.
Si è vero che l'inquinamento atmosferico é causa soprattutto del riscaldamento domestico ma dell'auto se ne può fare a meno del riscaldamento invece no.

Salt
avatarsenior
inviato il 07 Giugno 2019 ore 9:20

il vero problema del gasolio per autotrazione e' che e' partita una campagna per la trasformazione delle portacontainer.
Attualmente bruciano olio pesante (pieno di qualsiasi schifezza). Dovrebbero invece essere trasformate in qualcosa di piu' pulito (visto che sono loro le maggiori responsabili dell'inquinamento).


E' ovvio che se cominciano a farle viaggiare con combustibile piu raffinato, non ne resti abbastanza per le auto.

Da li la lotta al diesel.






Per quanto riguarda l'idrogeno per autotrazione e' una fesseria l'idea di portarsi una bombola di idrogeno appresso.
verranno utilizzati altri metodi per scindere l'idrogeno sul posto ed utilizzarlo per produrre energia.
Alcuni processi di pirolisi gia' oggi producono idrogeno in quantita'..

Mb339
avatarsenior
inviato il 07 Giugno 2019 ore 9:52

Buongiorno a tutti,

lo sto dicendo dai primi anni novanta e recenti studi, divulgati durante un telegiornale grazie ad una intervista ad un docente universitario, dimostrano che più del 50% delle polveri sottili sono composte dal consumo di pneumatici e pastiglie dei freni.

Saluti.

Graziano.

Beddox
avatarjunior
inviato il 07 Giugno 2019 ore 12:05

Sì sembrerebbe plausibile anche a me, considerando che queste polveri sono perennemente rialzate da terra, almeno quelle depositate sull'asfalto. Sono convinto che se in primissima mattinata si facesse quotidianamente un lavaggio abbondante delle strade le polveri fini si ridurrebbero di molto. Sicuramente spendendo tanto in risorse economiche e naturali (acqua) da rendere la cosa infattibile. Ci si potrebbe pensare almeno nei momenti più critici dell'anno e nelle zone più critiche.

Simone
avatarsenior
inviato il 07 Giugno 2019 ore 13:11

Le auto elettriche con il loro freno motore eliminano in parte il problema pastiglie-polveri sottili. Per i pneumatici è più complessa la situazione...

Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Iscrivendoti potrai sfruttare tutte le funzionalità di AutoElettrica101 e di JuzaPhoto.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Forum AutoElettrica101 su JuzaPhoto - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it