Il forum di AutoElettrica101 è ospitato su JuzaPhoto (network di fotografia). JuzaPhoto utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile il funzionamento della maggior parte delle pagine; ad esempio, è necessario l'utilizzo dei cookie per registarsi e fare il login (maggiori informazioni).

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo


Il forum di discussione di www.autoelettrica101.it è ospitato dal network fotografico JUZAPHOTO

Smaltimento batterie. Auto elettriche.

AutoElettrica101 » Forum » Smaltimento batterie. Auto elettriche.




Domenic
avatarsenior
inviato il 17 Febbraio 2019 ore 20:43

Ben venga una tecnologia più pulita, mi interesso di questioni ambientali da tempi non sospetti ( anni 70) ma purtroppo penso che le batterie che serviranno a far circolare più di un miliardo di veicoli saranno un male peggiore del combustibile fossile senza contare che poi l'energia deve essere prodotta da centrali che ancora usano per lo più fonti non rinnovabili.
La propulsione ad idrogeno sarebbe più pulita, si certo anche l'idrogeno deve essere prodotto dall'acqua ma almeno si eliminano le batterie che sono tra le cose più inquinanti in assoluto.
La fonte praticamente è inesauribile il 75% della materia che forma l'universo conosciuto é idrogeno.
Ma purtroppo gli alti costi e maggiori difficoltà progettuali per ora la tecnologia é in una fase di stallo a favore di progetti più facili e speculativi che favoriscono i soliti noti in primis Cina (accomulatori) e USA .
Vedasi motore diesel molto più efficiente e meno inquinante del motore a benzina vittima sacrificale del mercato dominato da USA dove il diesel non esiste e la Cina che produce le batterie, la vecchia Europa non conta più nulla oramai.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 17 Febbraio 2019 ore 22:28

Le batterie sono in rapida evoluzione, al momento ad esempio le zinco-aria non hanno metalli/materiali inquinanti, e comunque anche per quelle al litio è previsto il riciclo.

Domenic
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 5:17

Paolo spero che abbia ragione tu .
Io purtroppo sono pessimista io vedo che nonostante tutto questo presunto progresso tecnologico la situazione ambientale é per me ormai ad un punto di non ritorno.
Ciao

Paolostok
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 7:25

Sai Domenic il futuro non lo prevede nessuno, e come in tutti i cambiamenti ci sono anche svantaggi... ma ci sono anche i mezzi per farli bene, I cambiamenti, alla fine dipende sempre dalle persone che li applicano.

Steff
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 9:19

Domenic,per il petrolio sono state combattute guerre,abbiamo inquinato il mondo e basta girare in una grande città per capire che l'aria è malsana ma...parecchio.
basta poi leggere studi di oms o anche ns ricercatori per imputare alle polveri sottili qualche altro morto(OMS dice 8 milioni l'anno...se anche fossero la metà...)
a mio modestissimo avviso il mondo come lo abbiamo concepito finora ha funzionato ma ci sono stati due eventi negli ultimi 50 anni che sono stati "poco preventivati"...l'esplosiva sovrapopolazione specie in aree povere del mondo e l'ingresso nel mercato globale di centinaia di milioni di nuovi consumatori che hanno iniziato a vivere con gli standard occidentali...mangiare tanto,usare tanta acqua,tanta plastica,tante auto,tanto di tutto...e produrre tanto di tutto ha dato la botta .anche i poveri del mondo nel loro piccolo consumano le risorse locali fino ad esaurirle e poi devono migrare.
siccome 2 cose dobbiamo evitarle, 1-fermare i consumi altrimenti fallisce il mondo ,2- ammazzarci fra noi per ridurre la popolazione...resta un'unica opzione, ridurre il ns impatto sul pianeta.
ed a tutti i livelli,
il mondo dell'auto lo deve fare a suo modo.
e sicuramente non sostituiremo 1.2 miliardi di auto circolanti al mondo con 1.2 miliardi di auto elettriche....
non appena la guida autonoma raggiungerà livelli di sicurezza ci sarà un'abbandono dell'auto da parte di moltissimi.
oggi è un bene necessario al 90% delle persone o almeno delle famiglie.
ma quante ore effettivamente la usiamo? e quanto ci costa anche mentre è ferma?
già uber dove applicato ha fatto scendere l'uso dell'auto privata, figurati la guida autonoma.
insomma io di una cosa sono certo ,la tecnologia salverà il mondo

Domenic
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 11:17

Vedo che c'è un confronto costruttivo tra di noi magari lo facesse anche il resto dell'umanità ma io in giro vedo solo muro contro muro. Steff tutto vero ciò che dici anche io la penso come te , spero solo che non sia troppo tardi purtroppo i numeri sono impietosi le previsioni del famoso rapporto degli anni 70 del Mit di Roma sui limiti dello sviluppo che a suo tempo desto' grande scalpore è stato corretto più volte al ribasso purtroppo .
Il danno è già stato fatto rimediare sarà molto difficile ,
tutte ciò che esiste in natura ha un limite nulla cresce all'infinito , il moto perpetuo non esiste.
Ho i miei anni sulle spalle ( 62) e sebbene fossi cosciente della situazione non mi aspettavo di vedere in vita questo degrado, ho figli e un nipote pensavo che ci si fossero trovati loro in questa situazione non io .
Come dicevo é il tempo che ci manca e vedo che si fa troppo poco,che sappia io solo una persona é tornata in vita dopo morta sempre che sia esista.
Scusatemi.

Domenic
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 11:27

É la troppa fiducia in se stessa il maggior pericolo dell'umanità.

D.mino
avatarjunior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 12:34

Io penso che si sia arrivati all'auto elettrica perche' non si riesce ad andare oltre euro 6 (.2) e quindi pur di vendere si cerca di far andare l'elettrico.
Quando non si vendera' piu' l'elettrico si spingera' sull'idrogeno.
Poi vedo che la tav non si deve fare perche' occorrono i soldi delle accise sul carburante dei camion, che, credo, siano piu' inquinanti delle auto.
Poi vedo alla TV che il nuovo modello di aereo passeggeri bimotore consuma 4,7 tonnellate di kerosene all'ora.
Siamo sicuri che siano solo le auto ad inquinare ?
Certo la nebbiolina che si aggira in alcune citta' sembrerebbe dimostrarlo...ma

Mino

Paolostok
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 13:29

Poi vedo alla TV che il nuovo modello di aereo passeggeri bimotore consuma 4,7 tonnellate di kerosene all'ora.
Siamo sicuri che siano solo le auto ad inquinare ?

Sicuramente non sono solo le auto...ma altrettanto sicuramente danno il loro pesante contributo.

Stile70
avatarjunior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 15:59

Siamo sicuri che siano solo le auto ad inquinare ?


no purtroppo, ma fa comodo dare addosso a loro come origine di tutti problemi...

Domenic
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 16:27

É il riscaldamento domestico che causa la maggior parte dell'inquinamento atmosferico.
Il motore a benzina immette nell'atmosfera più co2 del diesel che é per ora insostituibile per trazione pesante.

Elios58
avatarjunior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 17:11

Ogni medaglia ha il suo rovescio

www.insella.it/news/bombassei-con-elettrico-un-milione-di-lavoratori-i

Il presidente di Brembo non un mona qualunque e i freni li vende alle ruote non ai motori


Domenic
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 18:50

MrGreen penso che sia al di sopra di ogni sospetto.

Paolostok
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 19:08

Eh già... è veramente singolare che si preoccupi della perdita di posti di lavoro uno di quegli industriali che ha contribuito a mandarne a casa parecchi con l'automazione della produzione e con contratti di lavoro ( è stato presidente di confindustria se non sbaglio ) vergognosi.
Sarà invece che con l'elettrico i freni lavorano molto meno e sono di tipo diverso per la ricarica in frenata? Secondo me tanto disinteressato non è....MrGreen

Steff
avatarsenior
inviato il 18 Febbraio 2019 ore 20:00

Bombassei ha chiesto specificamente aiuti all'industria dell'auto e di non sostenere l'auto elettrica a livello EU perchè i costruttori sono indietro e si aiuterebbero sopratutto giapponesi ed americani(nonchè cinesi per le batterie).
secondo me se tira vento è meglio sfruttarlo che andargli contro ma il suo discorso nel breve non fa una piega.
ho la sensazione che il mercato automobilistico sia prossimo ad un crollo molto pesante a causa principalmente delle nuove regole sulle emissioni ,al cambio di mentalità dei clienti ed all'arrivo imminente di nuove tecnologie.
il diesel gate ha poi reso i costruttori molto avversi al legislatore europeo che da allora li massacra con nuove regole più realistiche.
da almeno 3 anni è opinione diffusa che sia solo questione di tempo perche il motore a combustione sia morto.
l'economist gli dedicò una copertina lapidaria.ai tempi sembravano novelle..........
oggi invece mettiamo che io "costruttore" programmi di eliminarlo entro 15 anni in modo da avere il tempo per riconvertirmi........
cosa accade se solo il 20/25% dei miei clienti (quelli informati) decide di non attendere la mia riconversione e sospende gli acquisti in attesa di novità oppure passa alla concorrenza?
o magari mi rendono a fine leasing diesel fuori mercato a quotazioni prestabilite ma poi divenute alte?
io falliscoConfuso
ed è quello che può accadere a breve
Bombassei dal suo punto di vista sa bene cosa dice


Che cosa ne pensi di questo argomento?


Vuoi dire la tua? Per partecipare alla discussione iscriviti a JuzaPhoto, è semplice e gratuito!

Iscrivendoti potrai sfruttare tutte le funzionalità di AutoElettrica101 e di JuzaPhoto.







Metti la tua pubblicità su JuzaPhoto (info)


 ^

Forum AutoElettrica101 su JuzaPhoto - juza.ea@gmail.com - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997- PEC juzaphoto@pec.it

www.juzaphoto.com - www.autoelettrica101.it